Perché 2 + 2 fa 4? Il tempo, la vita, il mondo – Corrado Malanga

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Claudio Messora intervista per la prima volta Corrado Malanga. Docente, ricercatore, oltre 50 pubblicazioni all’attivo, Malanga partendo dalla fisica quantistica e attraversando come in un ologramma l’intero universo, vi spiegherà l’errore comune nella lettura della formula di Einstein, la differenza tra coscienza e consapevolezza, perché secondo il secondo principio della termodinamica i soldi sarebbero da eliminare, come le oligarchie corrotte siano destinate a cadere secondo le leggi che governano la simmetria dell’universo e quale sia l’unica rivoluzione che ancora resta da fare.

Ogni cosa, nel mistero del tempo, nell’illusione del mondo e grazie a quella sconvolgente esperienza che chiamiamo vita, ha un significato che va oltre l’apparenza, e alla fine di questa chiacchierata vi interrogherete forse anche su quale sia il segreto che si cela dietro alla banalità più ovvia che crediamo di conoscere, ovvero che 2 + 2 fa 4.

Per approfondire, su Byoblu guarda anche “il fallimento dello scientismo in medicina: Erica Poli e Maurizio Grandi“.

Combatti con noi, a Marzo e ad Aprile

€11.761 of €15.000 raised

La libertà è di tutti, perché tutti nascono liberi. Ma crescendo impariamo che perderla è facile: continuare ad essere liberi costa caro, in termini di fatica, perdite, volontà. A Byoblu ogni mese servono tante risorse per organizzare contenuti in grado di competere con i mezzi dei grandi media mainstream, sostenuti dai grandi magnate della finanza. Ognuno deve sacrificare qualcosa. Io sacrifico il mio tempo, la mia famiglia, una carriera, rinunciando a servire ideologie e partiti, perché tutti abbiano la possibilità di avere un media completamente libero su cui fare affidamento. Potersi fidare dell’onestà di chi vi racconta le cose significa avere la libertà di prendere le decisioni migliori.

Preservare la libertà significa combattere. Se anche tu sei disposto a sacrificare qualcosa, qui di seguito troverai un modo per combattere insieme a noi. Scegli il tuo grado. Per ora è simbolico, ma presto potresti essere chiamato a prestare la tua opera sul campo.

Grazie, dunque, per essere un volontario per la difesa della libertà di tutti, e non un mercenario per la tutela degli interessi di pochi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Anonymous User

Anonimo

€15,00 23 February 2020
FT

Fabio Tres

€50,00 23 February 2020

Grazie per il vostro lavoro

Anonymous User

Anonimo

€100,00 23 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€35,00 23 February 2020
ar

andrea raffellini

€20,00 23 February 2020
EA

Ernesto Aiello

€15,00 23 February 2020
AZ

Agnieszka Zygmunt

€10,00 23 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 22 February 2020
GS

Giacomo Savio

€15,00 22 February 2020

Grazie

RF

Raffaele Frasson

€15,00 22 February 2020

Un piccolo contributo per un grande progetto. Spero in futuro in una puntata sul dialogo interreligioso...

EM

EDUARDO MASCI

€50,00 22 February 2020
GP

GIORGIO PIOVESAN

€30,00 22 February 2020

In bocca al lupo. Vi ascolto sempre

Anonymous User

Anonimo

€10,00 22 February 2020
sa

stefano amadori

€15,00 22 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 February 2020
EC

Eros Comi

€10,00 21 February 2020

Per ora posso trasformare l'abbonamento RAI (innominabile se non come scandalo italiano) nel Vostro sperando che i sostenitori attuali e venturi possano permetterVi di raggiungere gli obiettivi che Vi siete proposti e che noi condividiamo.
Forza… Leggi tutto

Per ora posso trasformare l'abbonamento RAI (innominabile se non come scandalo italiano) nel Vostro sperando che i sostenitori attuali e venturi possano permetterVi di raggiungere gli obiettivi che Vi siete proposti e che noi condividiamo.
Forza ragazzi!!!

Mi

Mauro irazzilleP

€50,00 21 February 2020

Sebbene i video siano spettacolari, per chi deve passare ore in auto o camion un podcast sarebbe molto interessante (usare i controlli e le ricerche di youtube alla guida è da suicidio!).
Grazie per il Vostro lavoro.

Anonymous User

Anonimo

€35,00 21 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€5,00 21 February 2020

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Sra.Maria: Il professor Malanga ha sviluppato da anni una tecnica che si chiama Triade Color Test Dynamic Flash e non ne ha parlato qui perché non era l’argomento della discussione. Puó trovare tutto il materiale pubblicato scaricabile gratuitamente in formato elettronico nel suo sito. La tecnica menzionata la trovera sotto la voce Simulazioni Mentali (TCTDF). Buona lettura! http://corradomalangaexperience.com

  • La ringrazio professore per questa illuminante intervista. Ascoltando la sua intervista ho avuto la conferma di alcuni miei pensieri e meditazioni. Anche io ho pensato che il corpo sia un contenitore che però è indispensabile x fare esperienze materiali. Concordo con lei sulla coscienza eterna però per me non è Dio ma la voce di Dio, la sua voce è creativa. Se noi ascoltiamo questa voce creiamo intorno a noi un universo giusto o al contrario se non la ascoltiamo. Giustamente lei dice che siamo tutti pezzi dello stesso enorme puzzle, mi piacerebbe sapere cosa pensa dell’influenza che ha su di me le cellule che mi sono accanto. La ringrazio tantissimo Massimo

  • Malanga andrebbe studiato a scuola… ma la scuola è fatta per rendere inconsapevoli, quindi: Grazie Messora!!!!

  • intervista molto interessante!
    è bellissimo vedere come fisica quantistica, religione, esoterismo, ecc… arrivino comunque tutti alle stesse conclusioni.
    complimenti come sempre per l’ottimo lavoro e Servizio che offrite.

  • “La Coscienza è indescrivibile, perchè è costante, è sempre la stessa cosa”, dice il prof. Malanga. Questo concetto credo lo abbiano detto nel modo più semplice e coerente possibile i cinesi:

    “Il Dao di cui si può parlare non è il vero Dao” è il primo verso del Dao De Jing.
    Ossia: L’Unità (il Dao, la Coscienza) non è descrivibile, perchè? Alcuni hanno interpretato questo verso come una formula reverenziale o poetica, ma invece è assolutamente rigorosa: non si può parlare di qualcosa che è UNO perchè tutto ciò che è manifesto (incluso l’uomo) è nel DUE, ossia ciò che è manifesto ha SEMPRE un suo opposto. Qualunque cosa pensiamo, siamo in grado di immaginare il suo opposto, il suo “anti-“. Quindi qualunque idea di Dao avrà in sè “almeno” e “contemporaneamente” l’idea del non-Dao. Pertanto è impossibile descrivere il Dao che è UNO, possiamo solo sapere che non lo possiamo conoscere.
    Da qui discende anche che la Conoscenza (= albero del Bene e del Male, il DUE) è ciò che divide, e la Coscienza ciò che unisce.

    Seguo saltuariamente – ma da anni – il prof Malanga (ho studiato a Pisa nel corso di biologia “accanto” a quello dove insegnava lui). Gli invio un caro saluto.

  • Concordo su quasi tutto quello che Malanga sostiene; non sono d’accordo sulla tesi “noi creiamo il mondo” e quindi il relativo l’ologramma; non lo creiamo: se fosse così io avrei creato lui e lui me … ; e così per tutte ciò che esiste; e qui si aprono infinite domande, molte più numerose delle risposte che la tesi ci fornisce: come è possibile che le creazioni create da ciascuno di noi coincidano (tutti siamo consapevoli dell’unicità ad es. della Gioconda); fino a quando qualcuno non ha creato ad es. il Polo Nord (ghiacci, orsi bianchi, eschimesi … ) che cosa c’era al Polo Nord ? nulla ?; lo hanno creato gli eschimesi; o gli orsi bianchi … gli animali posseggono una coscienza in grado di creare parti dell’ologramma ? E così via. Secondo me noi leggiamo l’ologramma; tra l’altro Malanga lo dice che siano lettori di un ologramma ma poi perde per strada questa affermazione; l’ologramma contiene tutto, ma proprio tutto; è composto da “fotogrammi” (non è continuo, tutto è quantizzato perché … la realtà non la si può suddividere ad libitum, ripensate ad Achille e la tartaruga, in cui lo spazio veniva suddiviso al”infinito …); e lo leggiamo per logica prossimità: se nel fotogramma per me attuale indosso una giacchetta grigia spinata, il prossimo sarà ancora un fotogramma in cui indosso una giacchetta grigia spinata, anche se ci sono fotogrammi prossimi in cui indosso una giacchette diverse nel disegno, nel colore, ecc; posso esercitare il libero arbitrio di osservare una qualsiasi altro fotogramma prossimo che non sia in contrasto logico con quello attuale; in questo modo tutto diventa molto più semplice: per es. il faretto che mi cade in testa, deriva banalmente dal fatto che fra le libere scelte coerenti di lettura dell’ologramma, ho scelta quella che mi ha portato nella sequenza di fotogrammi (non ho conoscenza completa di dove mi condurrà la strada che sto percorrendo; momento per momento scelgo liberamente e coerentemente, ma non so dove mi sto dirigendo)
    Insomma l’ologramma è una specie di film. (Che potrebbe essere visto da più coscienze, anche se è molto improbabile i fotogrammi visitati siano esattamente gli stesse … a voi le conseguenze)
    Perché Malanga abbandona l’idea della lettura dell’ologramma ? Perché in principio c’è l’ologramma, poi arrivano i lettori. Chi ha creato l’ologramma e perché ? La funzione dell’ologramma ce la dice: per portare alla consapevolezza, o se preferite per Essere. Chi, no. Quant’è bello giocare ad essere Dio.

Top