IL POLLO NELLA DAMIGIANA – Rossana Becarelli

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Si metta un uovo dentro una damigiana di vetro. Dall’uovo nasce un pulcino, che cresce dentro la damigiana. La domanda posta dal saggio orientale è: come facciamo a far uscire il pollo dalla damigiana senza romperla?

Rossana Becarelli, in questa lunga riflessione domenicale girata a un convegno UniAleph, vi parlerà dell’inganno nel quale viviamo e del quale siamo tutti partecipi. Dobbiamo decidere se c’è un colpevole e se noi, in questo processo, siamo del tutto innocenti, cioè vittime senza alcuna responsabilità. Dobbiamo capire se abbiamo coscienza piena del nostro ruolo nel mondo, e se in questo ruolo portiamo una partecipazione responsabile e consapevole, oppure se siamo esseri transeunti, vittime che vengono sacrificate periodicamente sull’altare degli interessi altrui.

Ma per prendere questa decisione Rossana, che è medico, antropologa, direttrice sanitaria dell’ospedale torinese San Giovanni Vecchio e presidente della Rete Euromediterranea per la Umanizzazione della Medicina (HUM MED), vi porterà a riflettere su molti dei temi veramente importanti per ogni essere umano, come la morte, la coscienza, la mente, la malattia, l’anima, le credenze comuni, il dna, la parola che distorce la realtà e introduce nei nostri rapporti l’inganno, il tradimento e la falsità. Se qualcuno vi dicesse che “agendo semplicemente sul respiro, noi siamo in grado di trasformare strutturalmente la materia di cui siamo composti“, ci credereste? Perché se così fosse, dovremmo smettere di sentirci come un pollo nella damigiana, di essere prigionieri delle nostre strutture cognitive, di essere cioè “vittime dei nostri pensieri”, incapaci di uscire dalle gabbie mentali che qualcuno ci ha costruito intorno e che abbiamo fatto talmente nostre da non essere più in grado di dissociarci da quello che la nostra mente ci racconta.

Siamo tutti come polli nelle damigiane e non sappiamo “pensarci fuori”.

Un’ora ben spesa per smettere di pensare a ciò che non ha senso e riflettere sulla cosa più importante che abbiamo: noi stessi.

Su questo tema, su Byoblu, guarda anche:
“Perché 2+2 fa 4? Il tempo, la vita, il mondo – Corrado Malanga”
“Il fallimento dello scientismo in medicina – Erica Poli, Maurizio Grandi”

Combatti con noi, a Marzo e ad Aprile

€11.566 di €15.000 raccolto

La libertà è di tutti, perché tutti nascono liberi. Ma crescendo impariamo che perderla è facile: continuare ad essere liberi costa caro, in termini di fatica, perdite, volontà. A Byoblu ogni mese servono tante risorse per organizzare contenuti in grado di competere con i mezzi dei grandi media mainstream, sostenuti dai grandi magnate della finanza. Ognuno deve sacrificare qualcosa. Io sacrifico il mio tempo, la mia famiglia, una carriera, rinunciando a servire ideologie e partiti, perché tutti abbiano la possibilità di avere un media completamente libero su cui fare affidamento. Potersi fidare dell’onestà di chi vi racconta le cose significa avere la libertà di prendere le decisioni migliori.

Preservare la libertà significa combattere. Se anche tu sei disposto a sacrificare qualcosa, qui di seguito troverai un modo per combattere insieme a noi. Scegli il tuo grado. Per ora è simbolico, ma presto potresti essere chiamato a prestare la tua opera sul campo.

Grazie, dunque, per essere un volontario per la difesa della libertà di tutti, e non un mercenario per la tutela degli interessi di pochi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

SL

Simone La Corte

€20,00 17 June 2019

Grande Claudio,grazie per questi due anni di informazione e divulgazione(purtroppo prima non vi conoscevo).
Non smettere di crederci perchè tanti piccoli/grandi compagni di viaggio ti sosterranno sempre.
W Byoblu!
Simone

SC

Sara Colarossi

€10,00 17 June 2019
MT

Marcello Tuosto

€100,00 17 June 2019

sosteniamo tutti una informazione che ci disintossichi dalla camera-a-gas delle tv massimaliste-generaliste!!!. Purchè in tanti basterebbe anche una piccola frazione di quel canone tv pubblico che ci viene inflitto in cambio di nulla!!!

SG

SARA GAMBERONI

€5,00 17 June 2019

Grazie ancora. vorrei poter fare di più.

fc

francesco cavalli

€10,00 17 June 2019

https://www.repubblica.it/economia/2016/03/07/news/svizzera_e_boom_di_valute_locali_alternative_al_franco-134948259/

GL

Gianluca Lorusso

€10,00 16 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€35,00 16 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€20,00 16 June 2019
C

Carlo

€10,00 15 June 2019
A

Andrea G

€100,00 15 June 2019

Sostengo l'informazione indipendente!
Grazie a Claudio e al suo staff

Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
A

Angelo

€14,00 15 June 2019

thanks

MM

Marinella Mittiga

€10,00 15 June 2019
RL

Roberto Luttino

€10,00 15 June 2019

Grazie Claudio!
Don't give up!

Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
SI

Simone Invernizzi

€10,00 15 June 2019

In culo a monti

GM

Giuseppe Marino

€50,00 15 June 2019

Grazie Claudio.

C

Chiara

€20,00 15 June 2019
DN

Daniele Negrisoli

€20,00 15 June 2019

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Fantastico!!!
    Illuminante!!!
    Fino a che non mi è stato detto ,non sono riuscito a capire come tirar fuori quel “maledetto pollo”,cercherò di ricordarmelo e farne il mio motto!
    Per vedere il pollo fuori dalla damigiana serve quell’apertura mentale che hanno e trasmettono gli artisti nelle loro opere!
    La cultura e la conoscenza sono la reale ed unica possibilità di cambiare questo mondo

  • E’ sempre stato cosi. Se intorno a te vedi le mura, la galera, è perchè non sai pensarti fuori. E sicuramente ogni volta che siamo in “gabbia”, siamo noi stessi e la “gabbia” e non sappiamo pensarci fuori o pensare noi stessi come energia che attraversa la “gabbia”.
    In sostanza questo rimanda a noi stessi come creatori di realtà, come osservatori che pensano di “vedere” una realtà, ma non ci rendiamo conto che CREIAMO la realtà in base alla nostra consapevolezza che può essere identificata come l’insieme di tutte le frequenze di tutti i nostri pensieri. Se pensiamo alla nostra consapevolezza alla luce dell’osservatore assoluto, potremmo vederla come l’insieme di tutti i nostri pensieri, tutti quelli che siamo consapevolmente e tutti quelli che siamo inconsapevolmente. E attraverso questa consapevolezza che siamo, alla luce dell’osservatore assoluto, quella con cui osserviamo la realtà e con cui creiamo la nostra realtà. Noi non ci rendiamo conto che siamo creatori della realtà, la realtà è semplicemente quella che pensiamo che sia. E se noi cambiamo pensiero sulla realtà, se sappiamo tenere quel pensiero come nostra realtà, alla lunga diviene autentica realtà nel nostro spazio-tempo. IL PENSIERO CREA LA REALTA, è un esperienza che ho manifestato nella mia vita fino a un certo punto attraverso un vivere pensando me stesso come creatore della realtà attraverso i miei sogni, la mia immaginazione, attraverso un pensiero fatto consapevolmente per manifestarlo come realtà, attraverso un pensiero focalizzato teso a creare realtà, attraverso una meditazione in cui esercito la consapevolezza del SILENZIO TRA I PENSIERI, LA NON-MENTE, E IL PENSIERO FOCALIZZATO PER CREARE LA MIA REALTA’. Sono arrivato a un certo punto, fino a un certo livello di esperienza. Ma questo livello di esperienza mi porta a dire che tutti gli esseri umani sono un osservatore che non è osservatore passivo della realtà, ma è osservatore che crea la sua realtà, e può farlo consapevolmente o inconsapevolmente. Il punto è imparare a essere osservatori consapevoli di sè come osservatori e consapevoli di poter creare realtà. Per essere tutto questo, ovviamente è di primaria importanza la consapevolezza di sè in profondità, quindi la capacità di osservare l’osservatore che si è e la nostra realtà.
    E’ necessaria su questo pianeta una nuova visione di noi stessi e dell’universo, in cui TUTTO E’ UNO E NELL’UNO VI E’ IL TUTTO, in cui comprendere come siamo infinitamente connessi al tutto, e in cui se AMIAMO NOI STESSI E TUTTO CIO CHE ESISTE, allora siamo nel piu grande potere di creare realta con la forza del nostro pensiero e possiamo avere un impatto evolutivo positivo su noi stessi, sul mondo, sull’universo……………..
    Per me è stato un percorso che credo abbia avuto inizio quando sono nato, ma è un percorso in cui possiamo “liberarci da tutte le catene”, perchè le “catene al mnodo” le siamo, e possiamo scioglierle, in una visione che trascende la nostra idea di vita e di morte per arrivare a riconoscere in ogni essere umano un potenziale di vita infinita universale, in una libertà infinita universale; è la fine del reincarnarsi inconsapevole e l’inizio di una vita infinita che civiltà evolute di consapevolezza e coscienza in altri parti dell’universo hanno probabilmente raggiunto. Siamo gia immortali, tutto lo è, perchè dietro l’apparente scorrere del tempo e degli istanti del tempo, ogni istante è eterno, e la nostra essenza rimane dopo la morte, finche arriverà una vita in cui apprenderemo la nostra sostanziale immortalità, e renderemo quella sostanziale immortalità una vita eterna universale di libertà universale; persone come gesù cristo hanno fatto questo e anche altri……………..
    Tutto mia verità, liberi di non credere a nulla, amo la libertà di noi tutti……………………..
    Un caro saluto a tutti
    Pierluigi Scabini

  • Claudio credo siano maturi i tempi per suggerirti di intervistare GIULIO ACHILLI, l’autore dell’illuminante film web “Lo Sfidante”. Penso affronti il problema centrale dell’essere umano. Io l’ho trovato abbastanza sconcertante è posso dire che dopo averlo visto la mia consapevolezza è passata ad un livello superiore

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi