LA STORIA CHE CI RACCONTANO – Alessandro Barbero

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Claudio Messora intervista su Byoblu Alessandro Barbero, storico specializzato in storia militare, storia del medioevo e docente di Storia Medioevale all’Università del Piemonte Orientale. Si parte dalla differenza tra Storia e Memoria. La memoria è sempre di qualcuno, ed è divisiva: la storia invece consiste nel cercare di guardare al quadro d’insieme, attraverso tutti i punti di vista. Si prosegue analizzando il concetto di diversità, declinato storicamente: si tratta di un valore o do una sfida? Come la gestiva l’Impero Romano? E cosa dire del cosiddetto “scontro di civiltà” tra cristiani e musulmani? Perché ci sono ancora adesso tante chiese, nei paesi arabi (ad esempio in Egitto e addirittura sotto al monte Sinai), che sorgono attaccate alle moschee? È vero che chi controlla il passato controlla il futuro, come scriveva George Orwell? È giusto, per uno storico, che ci siano testi la cui diffusione (e talvolta anche il solo possesso) possa essere giudicata illegale, come accade in alcuni paesi con il “Mein Kampf” di Adolf Hitler? È vero che la storia la scrivono i vincitori? È possibile che, nonostante pensiamo di essere quelli più liberi, quelli con più diritti, quelli più informati, possiamo essere vittima di una cupola della propaganda esattamente come quella che vediamo circondare altri luoghi e altre culture del mondo? Come vedranno gli storici del futuro l’enorme predominio dell’economia dei nostri tempi, nella sola prospettiva editoriale e capitalistica? Come descriveranno l’adorazione per il profitto, per l’impresa, per la crescita, al punto da diventare l’unica ossessione degli statisti? In altre parole, spiegheranno che eravamo vittima del Pensiero Unico? Cos’è davvero la democrazia? Ci siamo, in una democrazia? Perché gli imperi e le civiltà compiono parabole storiche di ascesa irrefrenabile e poi, all’improvviso, iniziano una lenta ma inesorabile discesa? Ci sono segnali che la stessa cosa possa accadere anche alla nostra civiltà, oggi? Perché l’immigrazione, all’interno dell’Impero Romano, si è trasformata da modello di successo a uno dei motivi della fine? La pace che stiamo vivendo da 70 anni è un evento unico o si è già verificata in passato? Il mondo oggi “fa schifo” e “andrà sempre peggio”? Come guarderà uno storico del futuro, un ipotetico Alessandro Barbero del 2300, il nostro tempo che ha vissuto la nascita di internet? Dulcis in fundo, come funziona il metodo seguito dagli storici per accertare le loro verità, e perché molti professori non riescono a far appassionare i loro studenti alla storia?

Un volo libero, dove “il cielo è più blu”, al di sopra del tempo e delle nostre convinzioni.

Se vuoi leggere qualche libro di Alessandro Barbero: https://amzn.to/2Xq5w0Z

Combatti con noi, a Marzo e ad Aprile

€11.536 di €15.000 raccolto

La libertà è di tutti, perché tutti nascono liberi. Ma crescendo impariamo che perderla è facile: continuare ad essere liberi costa caro, in termini di fatica, perdite, volontà. A Byoblu ogni mese servono tante risorse per organizzare contenuti in grado di competere con i mezzi dei grandi media mainstream, sostenuti dai grandi magnate della finanza. Ognuno deve sacrificare qualcosa. Io sacrifico il mio tempo, la mia famiglia, una carriera, rinunciando a servire ideologie e partiti, perché tutti abbiano la possibilità di avere un media completamente libero su cui fare affidamento. Potersi fidare dell’onestà di chi vi racconta le cose significa avere la libertà di prendere le decisioni migliori.

Preservare la libertà significa combattere. Se anche tu sei disposto a sacrificare qualcosa, qui di seguito troverai un modo per combattere insieme a noi. Scegli il tuo grado. Per ora è simbolico, ma presto potresti essere chiamato a prestare la tua opera sul campo.

Grazie, dunque, per essere un volontario per la difesa della libertà di tutti, e non un mercenario per la tutela degli interessi di pochi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 May 2019
MR

Marco Rizzo

€50,00 21 May 2019

Buon lavoro

Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 May 2019
EA

Eugenio Avitabile

€50,00 21 May 2019
pS

paolo Serioli

€30,00 21 May 2019
LC

Ludovico Collio

€10,00 21 May 2019

Buon lavoro. Tutto il mio supporto.

Anonymous User

Anonimo

€500,00 21 May 2019
FZ

FRANCESCO ZANOVELLO

€25,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€12,00 21 May 2019
MR

Milena Ricci Petitoni

€50,00 20 May 2019

Poco, con il cuore. Continuate a dare voce a chi va controcorrente e io continuerò a sostenervi come posso.
Grazie

AN

Antonino Norrito

€10,00 20 May 2019

Grazie Claudio

LP

Liberascelta.org Paola LS

€10,00 20 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 20 May 2019
CC

Chiara Checchinato

€20,00 20 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 20 May 2019
mf

mario fontana

€250,00 20 May 2019

Grande Claudio,
dal tuo blog ricevo tanto, ecco un minimo contributo. mi piace molto ciò che stai proponendo ultimamente di maggior coscienza spirituale ecc...vedi Malanga e tanto altro. vai avanti!! grazie! ciao Mario

DG

Domingo Gianasso

€50,00 20 May 2019

Grazie per l'impegno profuso nella grande battaglia e avanti così.

Anonymous User

Anonimo

€10,00 20 May 2019

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Intervista molto interessante. Mi è piaciuto molto il passaggio della caduta dell’impero romano come conseguenza di un’integrazione gestita male. Mi è piaciuto molto meno, invece, il passaggio sui neoborbonici. Caro Barbero anche in questa intervista non nasconde le sue antipatie per il movimento e il Regno di Napoli. Glelo dico non come neoborbonico, ma come uomo meridionalista appassionato di storia. Dire che i neoborbonici fanno affermazioni senza indicare note o testimonianze a sostegno della tesi della ricchezza del Regno prima dell’invasione dei Piemontesi, è palesemente falso! A sostegno di questa tesi ci sono gli archivi storici del Banco di Napoli. A Napoli è stato inventato l’assegno, c’erano committenze artistiche tra le più importanti del panorama italiano, il tesoro del Banco di Napoli era era così ricco che Cavour lo sognava e infatti ci ha invaso (la parola invasione la usata anche lei). Lei è un professionista, quindi, la invito a consultare questi archivi. Sarei felice di accompagnarla. P.S. Le consiglio il libro di Nicola Zitara, “L’invenzione del Mezzogiorno”, troverà tutti i dati che vuole.

  • Grazie Byoblu per aver intervistato il professor Barbero che stimo moltissimo! Intervista molto interessante da far sentire soprattutto ai nostri ragazzi.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi