UN ANNO DI GOVERNO M5S – LEGA, RACCONTATO DA CLAUDIO BORGHI

Questa sera, in Prima Visione su questa pagina, alle 21.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

A pochi giorni dalle elezioni europee, Byoblu incontra nuovamente Claudio Borghi, economista di riferimento della Lega e Presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, per fare il punto su quello che è successo in questi 12 mesi di Governo M5S – Lega, a cominciare dai giorni di tensione con il Quirinale durante le fasi concitate del conferimento dell’incarico, in bilico tra Carlo Cottarelli e Giuseppe Conte, con l’ostracismo sul nome di Paolo Savona, giudicato inaccettabile per via della sua opinione su uno strumento monetario: l’Euro.

Ma sarà anche l’occasione per fare il punto sui Mini Bot, sulla Flat Tax, sulle strategie della Lega dopo le elezioni europee, sulla proposta di affidare alla BCE il compito di farsi carico di azzerare lo spread, ma anche il compito di finanziare cento opere pubbliche decise dal Parlamento Europeo, creando occupazione e rilanciando l’economia.

E ancora, lo stato di salute del contratto di Governo M5S – Lega, la “fatica di governare” e, a sette anni esatti dal primo video di Borghi su Byoblu, “Come si esce dall’euro“, le riflessioni su una questione fondamentale: “esiste un piano per abbandonare la pizza con i crauti e tornare alla tradizionale pizza con la pummarola ‘ncoppa“? Un crittogramma solo per esperti solutori.

Questa sera alle 21, in prima visione su Byoblu.

Combatti con noi, a maggio!

€12.230 di €15.000 raccolto

La libertà è di tutti, perché tutti nascono liberi. Ma crescendo impariamo che perderla è facile: continuare ad essere liberi costa caro, in termini di fatica, perdite, volontà. A Byoblu ogni mese servono tante risorse per organizzare contenuti in grado di competere con i mezzi dei grandi media mainstream, sostenuti dai grandi magnate della finanza. Ognuno deve sacrificare qualcosa. Io sacrifico il mio tempo, la mia famiglia, una carriera, rinunciando a servire ideologie e partiti, perché tutti abbiano la possibilità di avere un media completamente libero su cui fare affidamento. Potersi fidare dell’onestà di chi vi racconta le cose significa avere la libertà di prendere le decisioni migliori.

Preservare la libertà significa combattere. Se anche tu sei disposto a sacrificare qualcosa, qui di seguito troverai un modo per combattere insieme a noi. Scegli il tuo grado. Per ora è simbolico, ma presto potresti essere chiamato a prestare la tua opera sul campo.

Grazie, dunque, per essere un volontario per la difesa della libertà di tutti, e non un mercenario per la tutela degli interessi di pochi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

SL

Simone La Corte

€20,00 17 June 2019

Grande Claudio,grazie per questi due anni di informazione e divulgazione(purtroppo prima non vi conoscevo).
Non smettere di crederci perchè tanti piccoli/grandi compagni di viaggio ti sosterranno sempre.
W Byoblu!
Simone

SC

Sara Colarossi

€10,00 17 June 2019
MT

Marcello Tuosto

€100,00 17 June 2019

sosteniamo tutti una informazione che ci disintossichi dalla camera-a-gas delle tv massimaliste-generaliste!!!. Purchè in tanti basterebbe anche una piccola frazione di quel canone tv pubblico che ci viene inflitto in cambio di nulla!!!

SG

SARA GAMBERONI

€5,00 17 June 2019

Grazie ancora. vorrei poter fare di più.

fc

francesco cavalli

€10,00 17 June 2019

https://www.repubblica.it/economia/2016/03/07/news/svizzera_e_boom_di_valute_locali_alternative_al_franco-134948259/

GL

Gianluca Lorusso

€10,00 16 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€35,00 16 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€20,00 16 June 2019
C

Carlo

€10,00 15 June 2019
A

Andrea G

€100,00 15 June 2019

Sostengo l'informazione indipendente!
Grazie a Claudio e al suo staff

Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
A

Angelo

€14,00 15 June 2019

thanks

MM

Marinella Mittiga

€10,00 15 June 2019
RL

Roberto Luttino

€10,00 15 June 2019

Grazie Claudio!
Don't give up!

Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 15 June 2019
SI

Simone Invernizzi

€10,00 15 June 2019

In culo a monti

GM

Giuseppe Marino

€50,00 15 June 2019

Grazie Claudio.

C

Chiara

€20,00 15 June 2019
DN

Daniele Negrisoli

€20,00 15 June 2019

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • LA MONETA FISCALE I MINIBOT PERCHE NESSUNO LI CONSIDERA ?

    La Moneta Fiscale è uno strumento ma non è la soluzione, non è la panacea di tutti i mali, tutti i nostri mali hanno altre soluzioni, altre cause.

    Proporre la Moneta Fiscale ad una massa di inetti, come sono la stragrande maggiornaza dei nostri politici, che non conoscono i problemi economici e di conseguenza non hanno soluzioni, tranne le due scoregge di RDC e Flat Tax, che sono due microscopiche toppe spesso apposte sui buchi sbagliati, è come gettare la moneta di un euro nel mare, va subito a fondo.

    1. Il nostro sistema pensionistico Inps è una voragine di denaro, su 264 MLD di spesa 64 MLD vanno all’assistenza e 70 MLD vanno alle pensioni retributive, vitalizi, pensioni d’oro che non hanno versato i contributi sufficenti per le pensioni erogate, pagati coi soldi della tua pensione, che poi riceverai ad 1/3 del valore per questi motivi.
    Questo non lo risolvi con la Moneta Fiscale.

    2. La nostra scuola prevede che a 13 anni sei un bambino, mentre a 14 sei un adulto disoccupato, però poi la legge di impone la scuola fino a 16 anni, per fare che, due anni di quale corso scolastico, ne esiste qualcuno ? Sono 2,5 i milioni i giovani disoccupati che dovrebbero continuare gli studi almeno fino a 18 anni.
    Questo la Moneta Fiscale non lo risolve.

    3. Non abbiamo più il serizio di Leva Militare, di Leva Civile (Protezione civile) che sarebbero un ottimo supporto sia alle forze dell’ordine, che alla protezione civile, formando e selezionando nuovi operatori, dipendenti pubblici no volontari, formando i cittadini, che una volta in congedo, sarebbero utili in caso di necessità straordinarie locali e terrebbe fuori dalla disoccupazione altri 500 mila giovani.
    Questo non lo risolvi con la Moneta Fiscale.

    4. Abbiamo privatizzato il 100% dei servizi pubblici che oggi fruttano ai privati 150 MLD di Eu l’anno di utili, facendoci pagare i servizi molto più cari, da quattro a sei volte, molto meno buoni, a causa del pagamento degli utili ai privati, dei costi delle concessioni, del il pizzo ai politici che hanno rilasciato le concessioni, dal il finanziamento di tutti gli altri partiti politici, sia ma che se cambia governo non rinnovino più le concessioni. La stessa cosa vale per le aziende strategiche, una volta tutte dello stato che oggi producono utili per altri 50 MLD di eu l’anno. E siamo a 200 MLD di Eu l’anno che potrebbero essere sotituiti alle tasse, e col contributo Inps ad occupazione piena, 300 MLD arriveremmo a 500 MLD, ecco la spesa pubblica, pagata esentasse.
    Questo con la Moneta Fiscale non lo risolvi.

    5. Abbiamo poi una pressione fiscale da record mondiale, 4 tasse che solo una sarebbe già troppo. Due alla fonte, Irpef 23% ed Inps 33%, e due sui consumi, Indirette 64,8% ed iva 22%, che portano la pressione fiscale totale al 88%. Sono 400/550 i MLD di tasse che paghiamo in eccesso, il 46/63% in più senza alcun motivo se non quello di tenerci poveri e sotto controllo economico. E questa è la prima causa dei nostri problemi, prima della Moneta Privata Eu, peima del nostro debito pubblico, prima degli interessi sul debito, prima del Sognoraggio Bancario, prima dei trattati Europei, prima ancora del fatto di non poter stampare la nostra moneta a credito senza chiederla in prestito a Banche private.
    Le tasse possono essere portate dal 88% al 42%, e poi ancora dal 42% al 20% complessivamente, si pagherà solo il contributo Inps del 20%, non servirà altro, e queso si può fare non solo con tutte le coperture, avendo sempre bilanci a pareggio, al netto del 3% di deficit che inizialmente serve, coperto poi l’anno successivo, ma dando tutti i servizi necessari, Pensioni congrue, disoccupazione a tutti, salari più alti, costi dei beni più bassi, 5 volte il potere d’acquisto di oggi e una disoccupazione da 18 milioni reali, attuali, a 600 mila unità, meno del 1%, quasi occupazione piena.
    Questo non lo risolvi con la Moneta Fiscale.

    Ora, un Politico che non sa tutte queste cose, o peggio ancora uno che propone la Moneta Fiscale che non sa tutte queste cose, come fanno a parlarsi, ad andare d’accordo, a capirsi, ma di che parlano, che soluzioni propongono ?

    La Moneta Fiscale, che è uno strumento, andrebbe proposta ed utilizzata insieme a queste riforme, a queste soluzioni, a questa rivoluzione e capovolgimento economico, non come una bacchetta magica, l’uovo di colombo, che non è. Anche AH nella sua rivoluzione economica dal 1933 al 1939, non si limitò a stampare i Mefo, trasformò, rivoluzionò tutto il sistema, perche il Mefo da solo sarebbe stata una goccia nel mare.

    Se tu possiedi un buon sistema economico, una buona organizzazione, nel rispetto della funzione naturale del denaro, la Moneta diventa quasi un dettaglio. Oltretutto al posto della Moneta Fiscale il nostro Stato potrebbe Stampare una Propria Moneta Pubblica, il biglietto di Stato a Corso Legale, che non è vietato da alcuna legge interna, intenrazionale e da alcun trattato.

    Marco Cristofoli Moneta Pubblica

  • COME SI FA A TAGLIARE IL 50% DELLE TASSE, 400 MLD DI EU L’ANNO, TROVANDO TUTTE LE COPERTURE SULLA SPESA PUBBLICA ?

    E’ molto semplice

    1) Non tutti sanno, che lo Stato, paga le tasse anche lui sulle fatture dei fornitori, 64.8% di tasse indirette, più il 22% di iva, e sugli stipendi dei dipendenti pubblici, dal 23% di Irpef, più il 33% di Inps, in totale paga 388 MLD di Eu l’anno con un giroconto fittizio. Quindi lo Stato, dei 388 MLD di tasse che paga ogni anno, ne risparmia 192 di MLD di Eu, il 50% del taglio fiscale appunto. Di conseguenza la spesa pubblica a parità di servizi costerà 192 MLD in meno.

    2) Il nuovo gettito prodotto, con le nuove aliquote dei 400 MLD che tornano nelle tasche dei cittadini è di 168 MLD di eu anno, tasse indirette sui consumi ed Iva.

    3) Il Deficit autorizzato invece è del 2,2% 40 MLD.

    4) Quindi avremo 192+168+40 = 400 MLD e siamo a pareggio di bilancio del taglio fiscale iniziale interamente coperti.

    5) La Crescita che producono 400 MLD di Eu rimessi nelle tasche dei cittadini sono di un PIL +3% già nel 1° anno 52 MLD, ed abbiamo recuperato anche il del deficit 2,2%

    6) Il Recupero degli sprechi sulla spesa pubblica sono 100 MLD (esentasse) n 5 anni

    7) Il Recupero dell’evasione fiscale 50 MLD (esentasse) in 5 anni

    8) La Crescita del PIL negli anni successivi va dal 5% al 12%

    9) Coi 200 MLD prodotti dalla crescita, si potrà instaurare una Pensione di Base Fiscale di 1.000 Eu mese, a copertura dell’assistenza e del ricalcolo delle pensioni retributive al contributivo per tutti i pensionati, che fa parte della Riforma Inps. E, un Reddito di disoccupazione per tutti i disoccupati di 500 Eu mese per tutti, a partire dai 12 milioni di disoccupati reali al netto delle riforme fino ai 600 mila ad occupazione quasi piena.

    Moneta Pubblica

  • Ma se paghiamo il 23% di Irpef + il 33% di Inps = 51% POI Paghiamo il 64,8% di tasse indirette + il 22% di Iva = 71% + tax locali TOTALE PRESSIONE FISCALE COMPLESSIVA 88%

    LA FLAT TAX ? COSA FA ? PORTA QUEL 23% AL 15% ? CIOE’ DAL 88% IL LAVORATORE PAGHERA L’84% ? E COSA GLI CAMBIA ?

    MENTRE A COLORO CHE PAGANO IL 38% 41% 43% – PASSANO AL 15% ?
    QUINDI UNA MANOVRA CHE TOGLIE LE TASSE AI RICCHI E BENESTANTI ?

    • MA UNA RIFORMA CHE PORTA LA PRESSIONE FISCALE COMPLESSIVA DAL 88% AL 42% DOVE ANCHE LA CURVA DI LAFFER INSEGNA CHE DEVE RIMANERE, SIGNIFICA RIMETTERE NELLE TASCHE DEI CITTADINI 400 MLD DI EURO PER SEMPRE, CE L’AVETE ? MI PARE DI NO !

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi