IL NUOVO POTERE …CUI NON REAGIREMO PIÙ! – Edoardo Gagliardi

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

di Edoardo Gagliardi
Giornalista, analista e ricercatore

Quello che sta accadendo oggi in Europa è questo: la riduzione in povertà di sempre più ampie fette della popolazione. E quando queste fette di popolazione diventano povere non hanno più nulla da perdere e quindi protestano. Questa protesta è caratterizzata dal fatto di andare oltre la destra e la sinistra: qui non si tratta più di protestare contro un regime di destra o contro un regime di sinistra: qui si tratta di protestare contro una dittatura che sta cambiando radicalmente i connotati all’Europa. Li sta cambiando dal punto di vista etnico, li sta cambiando dal punto di vista economico, li sta cambiando dal punto di vista sociale e – non ultimo – anche dal punto di vista culturale.

Questi signori finanziati da poteri extra europei, finanziari, massonici, stanno facendo di tutto per cambiare – appunto – i connotati dell’Europa per sempre, e che ci rimette sono le popolazioni europee che, in queste ultime proteste scoppiate in Francia, in Olanda e in Belgio, non solo si lamentano per la tassa sui carburanti (quindi una protesta da consumatori), ma anche per ragioni molto più profonde e cioè il fatto che l’Europa stia scomparendo, gli Stati nazionali stiano scomparendo, e con gli Stati nazionali stiano scomparendo anche le etnie.

La domanda che io mi pongo e che voglio porre anche a voi è questa: si può fare una ipotetica alleanza tra gente che viene da esperienze di sinistra e gente che viene da esperienze di destra, per convogliare le energie verso una protesta globale contro questo sistema tirannico che è l’Unione Europea? Le domande che si pongono gli analisti sono proprio queste. Noi assistiamo oggi a una forma di protesta che non ha precedenti nella storia, una forma di protesta che riunisce persone non in base alla loro appartenenza politica, come è stato per oltre un cinquantennio dopo la Seconda guerra mondiale. I popoli erano divisi tra comunisti e anticomunisti, destra e sinistra ecc… Oggi, per la prima volta, noi ci troviamo ad affrontare invece una potenziale ribellione che non riguarda più destra e sinistra, comunisti e anticomunisti, ma accomuna gente con retroterra molto diversi e li accomuna sulla base dell’appartenenza a una comunità, a un popolo, a una Nazione. E questo è qualcosa di assolutamente nuovo negli ultimi 50 anni. È qualcosa di assolutamente inedito: un’Europa che è una tirannide schiaccia economicamente, socialmente, culturalmente, etnicamente i popoli europei che reagiscono mettendosi insieme – dalle classi lavoratrici fino alle classi medie, entrambi schiacciate completamente da questa tirannide – per protestare.

L’Europa oggi sta attuando questo piano attraverso lo strozzamento finanziario e la distruzione etnica dei popoli. Sono i due piani attraverso i quali i poteri che sostengono questa Unione Europea, che vogliono la distruzione dei popoli europei, agiscono. Perché? Per creare il caos, per estinguere le popolazioni e per fare in modo che in seguito a questo caos arrivi un ordine nuovo. Un ordine nuovo che dovrà governare su tutti noi, che però non avremo la forza di reagire. Perché? Perché saremo stati fiaccati, distrutti attraverso la sostituzione etnica, attraverso il meticciato forzato, attraverso la distruzione della nostra cultura, delle nostre tradizioni e quando le prossime generazioni cresceranno non ci sarà nemmeno più bisogno di forzare la mano, perché saranno generazioni completamente traviate, completamente svuotate di qualunque significato comunitario, nazionale, patriottico, per cui non ci sarà nemmeno la possibilità, la necessità di operare una trasformazione propagandistica. È quello che vogliono fare, in modo tale che su tutta l’Europa (e possibilmente su tutto il mondo) governi un potere solo, un potere che controlli le vite dei cittadini e controlli i loro cervelli, cosicché non siano più in grado di ribellarsi.

Oggi, coloro che credono di supportare i diritti umani, coloro che credono di combattere per i poveri, coloro che credono di salvare i migranti dal mare, sono coloro che sono stati maggiormente traviati da questa propaganda. Sono coloro che credono – alcuni in buona fede – di combattere per una giusta causa. E invece vengono usati, come burattini. Ecco perché si scagliano contro il nazionalismo, contro il patriottismo, contro le comunità, contro l’appartenenza etnica: si scagliano contro queste cose perché hanno subito un profondo lavaggio del cervello. Senza contare poi quelli che in buona fede non sono: quelli che vengono lautamente pagati per protestare, mettendosi la maschera dei difensori dei poveri, dei difensori della sinistra. Questi sono pagliacci utilizzati e pagati perché appaia che si lotti per i poveri, per gli immigrati, per gli ultimi, quando in realtà fanno il gioco di questo potere: la creazione del caos, l’estinzione dei popoli europei, la distruzione dell’identità culturale europea, e alla fine la nascita di uno nuovo potere. E loro saranno gli schiavi soldati di questo potere. Gli schiavi soldati di questo potere che però mantiene (ricordiamocelo, questo!) anche la purezza etnica e razziale: questo è il punto! Non dobbiamo farci mistificare dai messaggi della propaganda: il potere che vuole controllare il mondo è un potere che vuole mantenere l’identità culturale, razziale ed etnica per sé, ma non vuole che gli altri popoli la mantengano, perché mantenere l’identità razziale etnica e culturale significa difendere la propria identità, significa – come dire – preservare, generazione dopo generazione, la propria identità. E questo è quello che non vogliono e devono impedire a tutti i costi! Come? Promuovendo l’emigrazione, promuovendo l’immigrazione, promuovendo il caos, promuovendo la povertà, cioè facendo di tutto per schiacciare l’individuo, per schiacciare la comunità, per schiacciare l’identità e la sovranità etnica. Il loro scopo è distruggere i popoli europei per emergere in seguito da questo caos come l’unico soggetto in grado di governare il mondo, cioè di stabilire un ordine sociale forte.

Un ultima cosa in chiusura. Questa tecnica viene spesso utilizzata: creare il problema per proporre la soluzione. Si crea il problema ad arte, quindi il caos, per poi proporre o proporsi come la soluzione. È esattamente questo che sta accadendo in Europa. L’Europa sta andando incontro alla distruzione totale grazie a governi conniventi, che fanno capo naturalmente agli stessi che vogliono mettere in atto questo piano, in modo tale che poi in seguito alla distruzione, dalle rovine emergerà un ordine nuovo. Un ordine nuovo che significherà la morte dei popoli europei, delle identità culturali, delle sovranità nazionali. E noi contro questo potere dobbiamo combattere, perché sono i popoli, le culture, le identità che dovranno far nascere un nuovo ordine sociale e culturale, non loro!

Diventa un centro di gravità permanente di Byoblu

€10.283 of €30.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

gm

gualtiero mancini

€50,00 14 October 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 14 October 2019
LR

LUCA RIGATO

€15,00 14 October 2019
AC

Andrea Castellani

€50,00 14 October 2019

Continua così Claudio 👍🏻

UC

Umberto Cavestri

€25,00 14 October 2019

Piccole cose fanno sempre la differenza.

gg

giorgio gallo

€50,00 14 October 2019

Grazie.

cc

carlo calzi

€15,00 14 October 2019
ML

Michelle Lauro

€10,00 14 October 2019
BP

Bruna Pol

€10,00 14 October 2019
BL

Bianca Liuzzi

€5,00 14 October 2019

🔝

SS

Stefano Strozzieri

€15,00 14 October 2019

Mai smettere di essere curiosi; con Byoblu ne soddisfi una bella fetta...

r

roberto

€15,00 14 October 2019

grazie

Anonymous User

Anonimo

€5,00 14 October 2019
TM

Tiziano Maiolino

€15,00 14 October 2019
Anonymous User

Anonimo

€25,00 14 October 2019
M

Marco

€15,00 14 October 2019

Soldi ben spesi

Anonymous User

Anonimo

€15,00 14 October 2019
Anonymous User

Anonimo

€15,00 14 October 2019
Anonymous User

Anonimo

€25,00 14 October 2019
Anonymous User

Anonimo

€15,00 14 October 2019

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E come si pongono Cina e Russia in questa distruzione dei popoli europei. Fanno anche loro parte di quelli che hanno creato questo piano ? Io penso proprio di no.

  • Durante un confronto in tv per la campagna elettorale per le europee, un grande Marco Mori ha accennato un’ipotesi di alleanza strategica ad un poscuro candidato del PC di Rizzo, ricevendone uno sdegnato diniego.
    Nel mio piccolo, ho suggerito a un gruppo su FB di battersi fianco a fianco di CasaPound per gli obiettivi comuni, ma mi hanno dato risposte aggressive e qualunquiste, tirando in ballo posizioni antipolitiche e antipartitiche.
    L’unione fa la forza, l’ignoranza ci separa.

  • Pur non identificandomi con la Sua posizione politica La seguo con passione ed apprezzo il Suo equilibrio analitico e la Sua febbre civile. Credo di impersonare proprio il caso che Lei si augura, cioè la piena solidarietà in merito ai compiti primari che ci dobbiamo porre, ovvero la salvaguardia della nostra identità nazionale e della nostra storia, pur provenendo da una formazione culturale diversa. Lei non nomina quale sia la unità etnica che starebbe a monte di questa immane guerra genocida, ma non si fatica a comprendere che trattasi della comunità Sionista mondiale. Caro dott. Gagliardi se è così proviamo a chiederci se costoro non abbiano qualche ragione nel volersi vendicare di una ostinata persecuzione plurimillenaria sfociata nel secolo scorso nel culmine dell’aberrazione fomentata sia dal nazismo che dal comunismo sovietico. Pensi oltre al dominio economico quale enorme motivazione essi abbiano nel riuscire a schiacciare i loro persecutori. Quale nemesi storica! Quale superiorità strategica dovremmo loro riconoscere se vincessero!
    Ma non sarà così, dobbiamo riuscire a spegnere questa guerra con lo stesso spirito civile col quale Lei si augura che forze diverse siano accomunate dal desiderio di un medesimo futuro.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi