GLI ERRORI DI DARWIN – Enzo Pennetta e Massimo Piattelli Palmarini

Prima Visione Byoblu su questa pagina, alle 21

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

L’uomo si è evoluto dalla scimmia… o no? Esiste un reale dibattito scientifico sulla teoria dell’evoluzione di Darwin? Ci sono elementi critici a cui la comunità scientifica non sembra dare il giusto peso? Ne parliamo su Byoblu con Massimo Piattelli-Palmarini, docente in Scienze Cognitive all’Università dell’Arizone, e con il biologo Enzo Pennetta.

Di Pennetta su Boblu guarda anche: “Cose che non vi raccontano di Charles Darwin“.

Diventa un centro di gravità permanente di Byoblu

€11.703 of €30.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

Anonymous User

Anonimo

€15,00 6 April 2020
GA

Gianfranco Attanasio

€15,00 6 April 2020

Forza !

Anonymous User

Anonimo

€10,00 6 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€10,00 6 April 2020
AM

ANTONIO MOLTENI

€10,00 6 April 2020
MO

Maurizio ONOFRIO

€10,00 6 April 2020

Buongiorno Claudio e un saluto a tutta la redazione, sono felice di potervi sostenere anche se non è molto, purtroppo è un momento difficilissimo, siamo tutti fermi e non si vedono spiragli positivi… Leggi tutto

Buongiorno Claudio e un saluto a tutta la redazione, sono felice di potervi sostenere anche se non è molto, purtroppo è un momento difficilissimo, siamo tutti fermi e non si vedono spiragli positivi all'orizzonte. Grazie per tutto il gran lavoro che fate.

Anonymous User

Anonimo

€10,00 6 April 2020
UL

Ugo Lenzi

€50,00 6 April 2020

Aiutiamo una voce libera!

Anonymous User

Anonimo

€15,00 6 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 6 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€35,00 5 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 5 April 2020
G

Giuliano

€10,00 5 April 2020

Claudio, vi seguo sempre.
Non perdete mai la vostra determinazione nel diffondere la voce della verità.
Noi ci siamo e vi sosteniamo
Il passaparola è la nostra forza e credimi siamo davvero tanti.
Non… Leggi tutto

Claudio, vi seguo sempre.
Non perdete mai la vostra determinazione nel diffondere la voce della verità.
Noi ci siamo e vi sosteniamo
Il passaparola è la nostra forza e credimi siamo davvero tanti.
Non mollate mai

gg

giulia giubini

€10,00 5 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€150,00 5 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 5 April 2020
SD

Sergio Di Lorenzo

€15,00 5 April 2020

Grazie, mi commuovo nel vedere la vostra passione per il vero giornalismo

Anonymous User

Anonimo

€10,00 5 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€10,00 5 April 2020
Anonymous User

Anonimo

€100,00 5 April 2020

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Prescindendo da tutto il resto, l’errore più plateale di Piattelli-Palmarini è di pensare che “la natura non ha una mente”. Si tratta di un’assurdità evidente perché solo una mente può costruire organismi da una materia che solo apparentemente è informe. Questo è un concetto che è chiaro fin dai tempi di Aristotele.
    Quando i sociologi irrompono nel campo della biologia producono mostri. Da biologo, da professore di biologia in pensione, da studioso degli animali per tre quarti di secolo devo dire che concordo con i biologi che si rifiutano di dibattere argomanti solidi con obiezioni gelatinose per dire poco.

    • Concordo sul fatto che pensare che la natura “abbia una mente” sia l’ipotesi più ragionevole. Ma questo è in totale contrasto con la teoria neo-darwiniana, che, strettamente imparentata con la teoria dell’abiogenesi, pretende di far derivare la vita e la grande e stupefacente biodiversità soltanto da eventi meccanici e mutazioni casuali di geni, dovute a nient’altro che “errori di duplicazione”. I biologi si rifiutano di mettere in discussione proprio il fatto che all’origine della vita ci sia un fattore intelligente o, come dice lei, una mente. Strano che una simile obiezione venga proprio da un biologo.

  • Tra il minuto 0:45:35 e 0:47:28 Claudio Messora sposta la conversazione per un paio di minuti sui vaccini e l’intervistato Massimo Piattelli Palmarini difende la pratica vaccinale smentendo, senza averne la competenza come da lui ammesso, tutte le ricerche contrarie. Nomina recenti studi scandinavi che smentirebbero senza alcun dubbio la relazione tra autismo e vaccini. Sarebbe interessante trovare qualche persona qualificata che parli di questi studi.
    Però è paradossale che un ricercatore si lamenti che gli sia negato di confrontarsi con altri colleghi in modo critico sulla teoria evoluzionista di Darwin e poi contemporaneamente liquidi in modo così netto le ricerche critiche nei confronti dei vaccini senza averne approfondito l’argomento.

    • sono d’accordo. Ma non competeva a me contestare perché ero nel ruolo di moderatore, e non di intervistato. Peraltro contestare l’affermazione sulla base della tua osservazione (evidente), avrebbe spostato il tema dal focus dell’intervista.

      • Anche a me ha scomodato il fatto di affermare con tanta convinzione che altri suoi pari ricercatori avessero sbagliato in darsi allo scopo di ricerca contrario ai vaccini, mi sembra una persona in gamba e competente nel suo campo di studio, ma ho messo il cuore in pace perché tutti noi siamo stati indoltrinati fin da prima infanzia in un modo di vedere le cose e, in un ambito o in un altro, durante la nostra vita, prima o poi ci carichiamo.

        • Anche a me ha scomodato il fatto di affermare con tanta convinzione che altri suoi pari ricercatori avessero sbagliato in darsi allo scopo di ricerca contrario ai vaccini, mi sembra una persona in gamba e competente nel suo campo di studio, ma ho messo il cuore in pace perché tutti noi siamo stati indoltrinati fin da prima infanzia in un modo di vedere le cose e, in un ambito o in un altro, durante la nostra vita, prima o poi ci caschiamo.

Top