ABBONATI SOSTIENI

Renzi e quell’aereo da 168 milioni, che non ne valeva neppure 6! Ecco l’inchiesta di Gaetano Intrieri, consulente di Danilo Toninelli.

Chissà se anche il nuovo governo Conte, come quello di Matteo Renzi, soffrirà di mal d’aria. Come è noto tutti i politici ambiscono a volare alto, ma a sentire Gaetano Intrieri, consulente dell’ex ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, per stare sopra le nuvole l’ex premier Renzi non badò a spese, autorizzando la conclusione di una serie di contratti, appositamente secretati, dalla ratio incerta. Andiamo con ordine.

Intrieri, nella sua qualità di consulente, ricevette l’incarico dal ministro di verificare la questione dell’ Airbus 340 in forza alla flotta di Stato, questione che aveva già suscitato molte polemiche. Approfondire la vicenda, secondo Intrieri, non fu affatto semplice perché – come già accennato – i relativi contratti vennero tenuti segreti. Grazie ad alcuni buoni uffici il consulente di Toninelli riuscirà comunque ad entrare in possesso di alcuni documenti nel merito di una faccenda che comincerà così ad assumere tratti incredibili e, in parte, tragicomici.

Risultava infatti che tale aereo veniva noleggiato, per ordine della Presidenza del Consiglio, da Alitalia, alla esorbitante cifra di 168 milioni di euro, tutti a carico del contribuente italiano. Come se non bastasse, però, l’aereo ad Alitalia lo aveva fornito la compagnia degli Emirati Arabi Etihad, che però l’aereo non ce l’aveva ancora. Un momento: come faceva a noleggiare un aereo che non aveva? Semplice: lo avrebbe comprato con i soldi dello Stato italiano, che anticipò 25 milioni. Avremmo quindi pagato 168 milioni di euro per consentire ad Etihad di comprare un aereo che non era suo, e farlo noleggiare ad Alitalia. Un affare? Secondo Gaetano Intrieri non proprio, perché da sue ricerche di mercato quell’Airbus 340 – a comprarlo – costava l’astronomica cifra di… 5 o 6 milioni di dollari. E noleggiare qualcosa che costa 5 o 6 milioni, spendendone 168, non dovette sembrare una gran furbata al consulente di Toninelli.

Quando Intrieri comincia però a chiedere spiegazioni in giro iniziano i problemi. Secondo quanto riferisce, il capo di gabinetto del ministro e molti generali avrebbero preferito non rispondere, mentre uno di loro lo avrebbe messo addirittura in guardia: “Ti stai mettendo in un mare di guai, hai scoperto troppo”. Di lì a poco – racconta Intrieri – tre uomini lo avrebbero avvicinato sotto casa, per chiedergli di disinteressarsi alla vicenda. Altrimenti? “Altrimenti ci arrabbiamo“, avrebbero risposto gli eroi di un vecchio film. Quelli, che forse eroi non erano, avrebbero invece minacciato di rovinargli la reputazione mettendo in moto la macchina del fango.

Grazie al rapporto di fiducia con Toninelli, Intrieri riesce però a resistere alle pressioni e a bloccare il contratto in essere sul velivolo. Racconta, il consulente, di essere andato personalmente nell’ufficio di Conte, alla presenza dell’inseparabile Rocco Casalino, per spiegargli i fatti, ma di avere incontrato una sostanziale indifferenza. Non molto tempo dopo, le minacce dei tre loschi figuri si sarebbero realizzate, e la controffensiva dei renziani ne avrebbe preteso lo scalpo. Sui giornali si scatena infatti un vero e proprio tiro al piccione. Una vecchia condanna per bancarotta fraudolenta, alcuni dubbi passaggi del curriculum, perfino una risposta poco elegante data in passato su Twitter: ecco gli ingredienti di una miscela esplosiva cui i media accendono l’innesco, e che porta il consulente a fare un passo indietro.

Nel nuovo governo Conte il passo indietro è stato costretto a farlo pure Toninelli. Sarà solo un caso? Ma che importa: ’importante è volare alto. Nel blu dipinto di blu… Che a dire il vero manco quello, perché quell’Airbus non è stato utilizzato praticamente mai, e giace triste, come un monumento agli sprechi, in un hangar di qualche aeroporto polveroso.


La nuova televisione è quasi pronta. Aiutaci a fare l’ultimo miglio!

€1.301 of €40.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

JG

Juliana Garcés

€10,00 6 Luglio 2020

Muchísimas Gracias!!

AM

Antonella Morrone

€10,00 6 Luglio 2020

Siete una delle poche speranze rimaste che la gente apra gli occhi!!!
Grazie per il vostro lavoro!

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 6 Luglio 2020
WT

Walter Tardivo

€15,00 6 Luglio 2020

Continuate così c'è bisogno di persone come voi.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 6 Luglio 2020
MS

Maurizio Santangelo

€10,00 6 Luglio 2020

Bravi, Bravi, Bravi!

AR

Andreina Rizzoni

€15,00 6 Luglio 2020
GA

Gianluca Marco ADAMO

€10,00 6 Luglio 2020
RS

Renata Sieni

€10,00 6 Luglio 2020

Grazie

SR

Silvia Rollone

€15,00 5 Luglio 2020
cd

christian delvecchio

€10,00 5 Luglio 2020
AA

Alessandro Angei

€15,00 5 Luglio 2020
r

romolo

€10,00 5 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 5 Luglio 2020
Ss

Simonetta scotto di Carlo

€5,00 5 Luglio 2020

Sempre al di sopra delle parti

MR

Marina Rossi

€10,00 5 Luglio 2020

Grazie per il vostro impegno verso le giuste cause

MB

Mauro Bacherini

€10,00 5 Luglio 2020

Da quando vi ho scoperto non posso fare più a meno di ascoltarvi. Grazie Byoblu

g

giulio

€15,00 5 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 4 Luglio 2020
rs

rossano spadi

€25,00 4 Luglio 2020

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Beh, magari costa così nuovo. Bisogna vedere quello specifico velivolo, essendo – a quanto sostiene Intrieri – anche un modello pieno di problemi che nessuno vuole più. Ascolti bene l’intervista o domani a Intrieri stesso.

Share via
Top