NON FANNO ENTRARE LE BIMBE A SCUOLA, MA LA MAMMA NON SI ARRENDE. IVREA: LA VERGOGNA DEL DDL LORENZIN

Ivrea. Due bimbe di tre anni meravigliose si recano felici al primo giorno di scuola alla materna. Ma trovano la porta sbarrata e agenti in borghese della polizia municipale che le spingono fuori. Due bambine sanissime (ma se non lo fossero state, è così che devono essere trattate?) che, incredule, hanno chiesta alla loro mamma perché non potevano andare a colorare con le loro amiche.

Il DDL Lorenzin è una vergogna per il genere umano, prima ancora che per la politica, e non ha nessuna base scientifica. Esiste solo perché qualcuno a Washington, il 29 settembre 2014, ha deciso che l’Italia doveva essere capofila delle strategie vaccinali. E noi abbiamo obbedito, raccontando un sacco di balle alla popolazione e inventando epidemie inesistenti.

Se al ministero della Salute ci fosse un politico onesto, dovrebbe abrogare, e farlo immediatamente, per decreto, una legge nata su commissione di interessi stranieri, che priva della scuola centinaia di migliaia di bambini che i genitori, più attenti e forse coraggiosi di altri, scelgono di tutelare rispetto ad effetti collaterali troppo spesso dannosi, e in qualche caso perfino fatali, riconosciuti dai tanti medici non collusi – o anche solo un po’ meno vigliacchi di altri – che scelgono di sfidare radiazioni e ordini attaccati alle poltrone pur di onorare il giuramento di Ippocrate e gli anni che hanno dedicato allo studio della Medicina.

Intanto, centinaia di migliaia di bimbi che dovevano essere in classe con le loro matite colorate, guardano le scuole da fuori, ma non tutti i loro genitori decidono di subire in silenzio questo affronto per i loro piccoli. Alcuni, come Chiara Tinuzzo, mamma delle due gemelline di tre anni, cercano di fare rumore, arrivando perfino a incatenarsi fuori dalla scuola purché i diritti delle loro bambine – soprattutto naturali oltre che legali – vengano riconosciuti. Byoblu è con lei, e con tutte le vittime di questi anni tristi, dove sono i bambini a pagare le conseguenze di uno scientismo insensato, se non per le tasche di chi ne trae una convenienza.

Abrogate quella legge infame!


Sfidiamo la televisione! Aiutaci a costruire la nuova Byoblu

€21.333 of €30.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

Anonymous User

Anonimo

€50,00 21 September 2019
GM

Giancarlo Modugno

€15,00 21 September 2019

In bocca al lupo!

Anonymous User

Anonimo

€25,00 21 September 2019
am

anna medici

€15,00 21 September 2019

Complimenti per il vostro lavoro e continuate così! che Dio vi benedica!

LB

Lorenzo Bigiani

€200,00 21 September 2019
AP

Alberto Pierpaolo Prinetto

€25,00 21 September 2019

Cercherò di fare di più se riuscirò a sopravvivere alla prossima scadenza fiscale...
Grazie

M

Marco

€15,00 21 September 2019
JS

Joseph Specchio

€15,00 21 September 2019
SB

SERGIO BOTTONI

€15,00 21 September 2019

Grazie di esistere

MV

Massimo Vignali

€15,00 21 September 2019
M

Marco

€9,99 21 September 2019
MN

Marco Nicolè

€100,00 21 September 2019

Forza Claudio!
W Byoblu!

PT

Paolo Tranchida

€150,00 21 September 2019

Forza e onore! Continuate così!

GB

G.l. Barone

€5,00 21 September 2019
AS

Alberto Salomone

€50,00 20 September 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 20 September 2019
DC

Davide Cervero

€50,00 20 September 2019
Anonymous User

Anonimo

€20,00 20 September 2019
Anonymous User

Anonimo

€100,00 20 September 2019
Anonymous User

Anonimo

€15,00 20 September 2019

12 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Lo so bene che ci vuole CORAGGIO, ma una persona che ci ha preceduto in tempi relativamente lontani, pregna di cultura, rispetto, saggezza e FORZA ha lasciato un aforisma che io mi ripeto ogni giorno: “PRIMA TI IGNORANO, POI TI DERIDONO, POI TI COMBATTONO.
    POI VINCI” Mahatma Gandhi. Il potere può arrivare fino a dove inizia la nostra paura: alziamo l’asticella, rialziamo le spalle e potremo spiccare il volo verso la VERA LIBERTA’. Tutti insieme siamo una marea che nessuno potrà arginare. Ricordiamoci l’appuntamento del 12 ottobre….
    Grazie a Claudio Messora, un abbraccio a Chiara: non siete soli.
    Ornella

  • Buon giorno, condivido tutto quello che hai fatto Chiara, sei anche molto giudiziosa, sarei stato molto più impulsivo, forza Chiara!!!! Non sei sola, le persone non capiscono che è una questione non solo di vitale importanza x i nostri figli, ma anche di libertà!!!!!

  • brava Chiara,mi e piaciuto il tuo sguardo umanista nell affrontare questa situazione delicata,spero per i tuoi bambini che la situazione si definisca presto!

    Stefania

  • Donna estremamente coraggiosa e forte. L’obbligo vaccinale è previsto solo in caso di reale epidemia i cui contorni sono ben delineati da regole precise. Non c’è nessuna epidemia in Italia, forse il paese più sano d’Europa. La legge Lorenzin è un obbrobrio legale oltre che un evidente atto di prepotenza. Non mi si può negare il diritto di dubitare, di fronte a tanta insensatezza, che dietro ci sia uno sporco gioco di denaro.

    • A mio parere invece questo è puro e semplice protagonismo.
      La signora ha sbagliato tempi e modi, doveva chiedere supporto legale e discuterne nei luoghi appropriati se veramente il suo scopo era fare entrare le figlie a scuola, senza (perchè anche questo è stato fatto) colpevolizzare il personale scolastico per avere semplicemente fatto quello che era tenuto a fare secondo legge.
      Se poi si vuole contestare la legge Lorenzin bene, benone, ma non era l’occasione adatta: è più che corretto criticare e cercare di modificare leggi che si reputano sbagliate, ma finchè ci sono semplicemente devono essere rispettate.
      Invece di fare lo sciopero della fame e chiamare giornali potrebbe creare un mininido per figli di chi la pensa come lei. Mi parrebbe molto più costruttivo e maturo.

      • Mah, potrebbe anche essere protagonismo. Non so cosa avrei fatto al suo posto, sinceramente. Un altro fatto è quello di rivolgersi alla legge: costa soldi, un sacco, e richiede tanti anni per avere un giudizio definitivo. In altre parole quando i figli avranno ormai fatto l’università. Quanto a crearsi un suo mininido, beh, mica è uno scherzo. E poi che fai, non chiedi i certificati vaccinali ai partecipanti? E si può fare? Suvvia… Sul fatto di rispettare le leggi sempre e comunque non sono d’accordo. Anche lo Sceriffo di Sherwood agiva secondo la legge, però io sto dalla parte di Robin Hood. Quand’è che uno ha il diritto di protestare energicamente? Mai? E allora ciao alla democrazia, ecc ecc.

  • siete delle grandissime eroine ……
    mamme con due pa…..e che finalmente affrontano senza paura quei o quelle direttrici
    che ti guardano con sufficenza senza possibilità di replica.
    Per esperienza pesonale in anni passati io e mia moglie abbiamo sofferto e siamo stati isolati
    da maestre che invece di pensare al bene dei bambini facevano i ca…..i loro ritenendo di essere nel giusto senza possibilità di spiegare da parte nostra…..
    Dopo molti anni purtroppo abbiamo avuto ragione e le sign. maestre ora abbassano la testa
    quando le troviamo per strada ……magra soddisfazione dopo troppi anni

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi