Sistema Bibbiano: la macchina dei soldi

Estratto della conferenza “Il caso Bibbiano – Angeli, demoni e le radici di un sistema anomalo”, svoltasi il 20 settembre 2019 a Cavriago (RE), organizzata dall’associazione Renovatio 21 e ripresa integralmente per voi dalle telecamere di Byoblu.

Cosa c’è dietro al sistema Bibbiano, esteso in gran parte dell’Italia?

Soldi, sete di potere, collusione.

Il dottor Francesco Morcavallo, ex giudice del Tribunale dei Minorispiega il sistematico lavaggio del cervello e la finta “macchinetta dei ricordi” per “alterare la memoria dei bambini in prossimità dei colloqui giudiziari per l’affido“.

Un meccanismo perverso che riguarda almeno 500 mila bimbi.

Conferenza integrale


La nuova televisione è quasi pronta. Aiutaci a fare l’ultimo miglio!

€44.044 of €40.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

AC

Andrea Castino

€50,00 25 February 2020

Bravi Claudio

AS

Alessandro Sergio

€9,99 25 February 2020
GA

Gianpietro Altinier

€25,00 24 February 2020

Grazie Grazie Grazie

BC

BYOBLU CONGUAGLIO

€9.831,00 24 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€5,00 24 February 2020
FC

Franco Casini

€15,00 24 February 2020

Grazie per mantenere vivo il senso critico e per l'impegno a contrastare il pensiero unico. Attenzione che il mainstream vuole insinuarsi nell'informazione ragionata con canali apparentemente antisistema come Mappamundi (Limes-Repubblica)

mr

massimo rosso

€5,00 24 February 2020

Forza che cè la fate!!

Anonymous User

Anonimo

€15,00 24 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 23 February 2020
FT

Fabio Tres

€50,00 23 February 2020

Grazie per il vostro lavoro

Anonymous User

Anonimo

€100,00 23 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€35,00 23 February 2020
ar

andrea raffellini

€20,00 23 February 2020
EA

Ernesto Aiello

€15,00 23 February 2020
AZ

Agnieszka Zygmunt

€10,00 23 February 2020
Anonymous User

Anonimo

€15,00 22 February 2020
GS

Giacomo Savio

€15,00 22 February 2020

Grazie

RF

Raffaele Frasson

€15,00 22 February 2020

Un piccolo contributo per un grande progetto. Spero in futuro in una puntata sul dialogo interreligioso...

EM

EDUARDO MASCI

€50,00 22 February 2020
GP

GIORGIO PIOVESAN

€30,00 22 February 2020

In bocca al lupo. Vi ascolto sempre

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • No credo che il giudice, con tutto rispetto, faccia un discorso molto molto molto superficiale su un tema molto molto molto complesso.
    Intanto sembrerebbe confondere etica con morale.
    L’impostazione “fatti e prove”, così enunciata, trascura brutalmente la complessità dei fatti e mescola livelli che vanno differenziati.
    Se parliamo di disonestà o incapacità degli operatori. Tutti d’accordo, credo, sul fatto che gli operatori tutti, giudici compresi, dovrebbero essere formati e onesti. Meglio se capaci a fare il loro mestiere e motivati. Moralmente motivati prima ancora che eticamente.
    Fatti e prove. Cosa direbbe il giudice se nel corso di una valutazione, “avesse sentore” di un rischio presente. Niente fatti nè prove ma un contesto sospetto o molto sospetto. Aspetterebbe che capitassero i fatti e prove. Ovvero aspetterebbe che avvenisse un abuso o simili, aspetterebbe che il minore finisse al pronto soccorso fracassato di botte?
    Ci sono situazioni delicatissime in cui il minore ha paura di parlare perchè è stato minacciato ( situazione tipica quando si tratta di famigliare o amico di famiglia “che gode della massima fiducia”).
    Parlo per esperienza.
    Tra l’altro, nell’unica situazione in cui mi sono trovato a dover fare da testimone in un processo, situazione barbina per un terapeuta che si trova a dover decidere se essere arrestato per renitenza alla testimonianza o radiato per aver violato la segretezza professionale, sono stato “salvato” proprio dal giudice che nel corso del dibattito ha immediatamente capito la situazione e svolto il suo compito in modo eccellente.
    Particolare, processo svolto dopo una decina di anni dai fatti supposti.
    Psicoterapia.
    Una psicoterapia ben fatta non fa certo danni. Uno psicologo professionale non fa una psicoterapia se non ci sono le condizioni per poterla fare.
    Già, ma se viene imposta.
    Situazione difficile, si deve innanzitutto creare la motivazione “personale, individuale”, se no non funziona o funziona per finta, il soggetto fa le sedute ma non lavora realmente.
    Inoltre esiste comunque una costellazione famigliare e vanno rispettate le relazioni che il minore ha.
    Sembrerebbe esserci , da parte del giudice un pregiudizievole giudizio negativo sulla psicoterapia.
    Suggerisco una visione diversa. Si veda la psicoterapia come una sorta di Ginnastica mentale. Allora se parliamo di ginnastica riabilitativa. Si tratta di riparare un danno, di riabilitare una funzione. Con una ginnastica “normale” invece spesso il danno è prevenuto causa la maggiore tonicità e elasticità generale.
    ovvero, non “strizza cervelli”, ma se mai “annaffia cervelli” che poi la pianta cresce bene.
    Una psicoterapia serve innanzitutto a favorire la crescita personale e togliere quei blocchi che impediscono una evoluzione.
    Ovvero, certo che ci devono essere i “Fatti e le prove”, ma attenti a non cadere nella “semplificazione terribile”.
    per i fatti di Bibbiano , che vanno assolutamente indagati e chiariti nello specifico e nel loro significato emblematico, si sono però dette delle vere e proprie falsità.
    Si è chiamato eletroshok l’utilizzo di una semplice macchinetta stimolatrice all’interno di un trattamento EMDR. Tecnica messa a punto per la sindrome postraumatica e riconosciuto come intervento efficace a livello internazionale.
    C’è una specifica intervista al riguardo con la presidentessa italiana ed europea Isabel Fernandez.
    Chi volesse aprofondire può trovare una valanga di interviste e documenti su internet.
    Capisco la difficoltà di riassumere una situazione così complessa ma credo che andrebbero ricordate anche tutte quelle persone che fanno coi minori un lavoro eccellente e, tra l’altro, in perdita dal punto di vista economico.
    Assolutamente doverooso e necessario chiarire i lati oscuri, ma un’informazione che si propone di essere oggettiva e alternativa dovrebba anche contenporaneamente illustrare i casi virtuosi. E ce ne sono molri.
    La macchina della giustizia quando parte rischia di essere a volte una macina che travolge tutto, soprattutto se appplicata “meccanicamente”.
    ripeto, parlo per esperienza e potrei portare molti casi non è giusto, a mio parere, fare di ogni erba un fascio e buttare il bambino insieme all’acqua sporca.
    Hegel dice “il vero è l’intero”.
    Spero di aver dato un contributo comprensibile è tale da allargare la visuale.
    A volte è necessario semplificare ma va chiarito che si tratta di semplificazione a scopo esplicativo se no si cade in una generalizzazione che può indurre opinioni non veritiere .
    Giovanni Cravero

Top