Il controllo web delle democrazie – Ziccardi, Gervasoni, Alex Orlowski, ArsenaleK, Marione e Krancic

Esiste il rischio di alterazione della democrazia sul web?

Il Commissario europeo per la giustizia, la tutela dei consumatori e l’uguaglianza di genere, Vera Jourová, ha riferito in Parlamento, a fronte di una interrogazione dell’europarlamentare Antonio Maria Rinaldi (qui lo speciale di Byoblu), che in alcuni stati membri dell’Unione Europea oltre il 50% dei cittadini forma la propria opinione sul web, cioè sui grandi social network.

Tuttavia Facebook, Twitter e Youtube (per citare i maggiori) sono organismi privati: appartengono a grandi corporation che attraverso algoritmi specifici, a loro insindacabile giudizio, hanno potere di vita o di morte sui contenuti che i cittadini pubblicano o condividono. I casi di oscuramento di contenuti e profili di personalità pubbliche anche influenti sono ormai all’ordine del giorno, senza che i motivi di tali decisioni siano sempre chiari.

La tecnologia può dunque influenzare seriamente il pluralismo dell’informazione, creando una sorta di bolla censoria su alcuni temi, rei di non essere politically correct, di essere invisi ai referenti politici degli stake holders o semplicemente di non attrarre investimenti pubblicitari. Nei fatti, i social network sono una torre d’avorio all’interno della quale vigono regole private potenzialmente distorsive della democrazia, stante la loro pervasività in un regime che di fatto assomiglia ormai ad un monopolio. Può allora uno Stato, che ha come obiettivo primario la tutela dei diritti democratici dei suoi cittadini, decidere, così come fa con l’editoria, di regolamentare il modo in cui viene esercitato il potere delle grandi corporation digitali? E come si concilia, poi, la normalizzazione della rete rispetto ai cosiddetti contenuti di hate speech e la libertà di opinione o il diritto di satira?

Per rispondere a questa domanda, Byoblu ha chiamato Giovanni Ziccardi, Professore d’Informatica Giuridica presso l’Università degli Studi di Milano, dove ha fondato un Corso di Perfezionamento in Investigazioni Digitali e Data Protection, Alessandro Orlowski, esperto di social media intelligence e autore di inchieste che a breve verranno riprese da Rai Report, Marco Gervasoni, docente di Storia Comparata, che per un tweet ha perso il suo contratto con la Luiss, e tre “oscurati” eccellenti: LVIX di Arsenale K e Tank Different, Mario Improta, detto Marione e Alfio Krancic, protagonisti della satira sul web e fuori dal web.


La nuova televisione è quasi pronta. Aiutaci a fare l’ultimo miglio!

€43.643 of €40.000 raised

Byoblu è pronto per fare il salto. Stiamo costruendo la nuova informazione: l’alternativa al mainstream. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti. E cambierà definitivamente le regole del gioco.

Per continuare ad essere libera dovrà essere sostenuta da te, e solo da te. Sei pronto a fare la tua parte? In cambio, sarai protagonista dell’informazione che verrà.

Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo entro l’autunno. Sappiamo che non è facile, ma siamo centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. È venuto il tempo di dimostrare che il desiderio di cambiamento non è soltanto una parola, ma una volontà di ferro.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

AM

Andrea Mariotti

€9,99 28 January 2020
ct

carlo tani

€15,00 27 January 2020
DB

DANIELA BADIALI

€15,00 27 January 2020
F

Francesca

€9,99 27 January 2020

Grazie

TM

Tiziano Maiolino

€15,00 27 January 2020
Anonymous User

Anonimo

€100,00 27 January 2020
GO

Giorgio Orlandi

€50,00 27 January 2020

per errore avevo sottoscritto una quota mensile, per me insostenibile, che ho revocato. RImedio con una quota di sostegno annuale.

ab

antonio blascetta

€150,00 27 January 2020

Grazie,
spero insistiate di più sul signoraggio....

PM

Paolo Merella

€9,99 27 January 2020
AD

Angelo Dattolo

€15,00 27 January 2020
m

marco

€30,00 26 January 2020
an

ale n

€5,00 26 January 2020

Grazie come sempre per il vostro lavoro. Non fermatevi, siamo in tanti e voi ci fate sentire molto vicini!

Anonymous User

Anonimo

€9,99 26 January 2020
MB

Michele Bugli

€5,00 25 January 2020
Anonymous User

Anonimo

€20,00 25 January 2020
Anonymous User

Anonimo

€50,00 25 January 2020
GP

Giangiacomo Paderi

€15,00 25 January 2020

Grazie

GD

Giuseppe Donadini

€5,00 25 January 2020

quest’anno sarà un banco di prova. In bocca al lupo. Quel che mi piacerebbe é che portaste avanti le vostre idee nel rispetto della verità dei fatti ed una informazione di respiro più internazionale

Anonymous User

Anonimo

€100,00 25 January 2020
Anonymous User

Anonimo

€50,00 24 January 2020

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top