ABBONATI SOSTIENI

BOLOGNA: L’OMBRA DEI SERVIZI – #TgByoblu 22

#TgByoblu 22 – Oggi parliamo degli sviluppi giudiziari relativi alla strage di Bologna del 1980, del calo delle nascite in Italia, del prossimo referendum sul taglio dei parlamentari e delle contestazioni popolari in Venezuela contro il golpista Guaidó

BOLOGNA: L’OMBRA DEI SERVIZI SEGRETI

Lungaggini, depistaggi e reticenze durante le indagini: la procura di Bologna ancora alla ricerca dei mandanti

A distanza di 40 anni non è ancora stata fatta piena luce sulla strage di Bologna, il più grande attentato terroristico del dopoguerra costato 85 morti e 200 feriti.

Tra lungaggini, depistaggi e reticenze, tanti protagonisti di quella pagina oscura della nostra storia recente sono nel frattempo morti. La procura generale di Bologna guidata da Ignazio De Francisci continua però ad indagare alla ricerca dei mandanti.

Proprio ieri sono stati notificati quattro avvisi di conclusione indagine ai danni di Paolo Bellini, già estremista di Avanguardia Nazionale coinvolto anche nel processo sulla Trattativa Stato-Mafia, di Quintino Spella, ex generale del Sisde ora novantenne accusato di depistaggio insieme all’ex carabiniere PierGiorgio Segatel, e di Domenico Catracchia, amministratore di condominio romano accusato di falsa testimonianza che affittava appartamenti a uomini dei servizi segreti.

Per gli inquirenti, nello specifico, avrebbe nascosto i veri motivi che inducevano l’ex capo della polizia Parisi a servirsi della sua agenzia.

di Francesco Toscano

CALO DELLE NASCITE

Nel 2019 record negativo: culle vuote e politiche che non sostengono le famiglie

Continua a calare in Italia il numero delle nascite. Secondo l’annuale rapporto Istat sugli indicatori demografici, al 1° gennaio 2020 i residenti ammontano a 60 milioni 317 mila, 116 mila in meno in un anno.

Aumenta il divario tra nascite e decessi: per 100 persone decedute nascono 67 bambini. Inoltre il 2019 ha registrato il livello più basso di “ricambio naturale” degli ultimi 102 anni. Le regioni più colpite sono quelle del Mezzogiorno, mentre è in crescita la popolazione nel Nord. I dati Istat rivelano che il numero medio di figli per donna è di 1,29 e che l’età media delle madri si attesta intorno ai 32,1 anni. Dunque sopra i 40 anni si fanno più figli di quanti se ne facciano al di sotto dei 20.

Di certo l’alto livello di disoccupazione giovanile e la difficoltà ad avere una stabilità economica non incentiva la creazione di una famiglia. Le politiche degli ultimi governi poi, non sembrano aver migliorato questa situazione.

di Mariachiara Stella

TAGLIO DEI PARLAMENTARI

Con la riforma i rappresentanti del popolo diminuiscono a 400 deputati e 200 senatori

Quello del 29 marzo sarà il quarto referendum costituzionale confermativo della storia della Repubblica. Quel giorno gli italiani saranno chiamati a scegliere se tagliare o meno il numero dei loro rappresentanti in Parlamento.

Gli articoli 56 e 57 della Costituzione stabiliscono che il numero dei deputati è pari a 630, 315 quello dei senatori. Con la riforma elimina poltrone i rappresentanti del popolo diminuiscono a 400 deputati e 200 senatori. Un taglio netto alla casta di ben 345 seggi.

Sono troppi, costano troppo sono le motivazioni più sentite dai favorevoli alla sforbiciata. Ma è davvero così? La Costituzione stabilisce: un deputato per 80 mila abitanti, un senatore per 200 mila. Nel 1948 avevamo 46 milioni di abitanti contro gli attuali 60 milioni. Al contrario di quanto si possa pensare, oggi il numero di parlamentari andrebbe forse aumentato e non diminuito… e in relazione al numero degli abitanti, l’Italia è tra i paesi europei con meno parlamentari in assoluto.

In fatto di costi, invece, il risparmio netto complessivo sarebbe pari a 57 milioni all’anno, una cifra significativamente più bassa di quella enfatizzata dai sostenitori della riforma e pari appena allo 0,007 per cento della spesa pubblica italiana.

di Virginia Camerieri

GUAIDÓ CONTESTATO

Il golpista filo statunitense rientra in patria, ma la folla venezuelana lo accoglie al grido di assassino

Dopo quasi un mese di viaggi diplomatici presso diverse ambasciate internazionali, svoltosi nonostante il divieto di espatrio impostogli dal presidente venezuelano in carica Nicolas Maduro, l’autoproclamato presidente Juan Guaidó, suo diretto rivale e fortemente sostenuto dal main stream in generale e dagli Stati Uniti in particolare, è rientrato in patria vantandosi di aver ottenuto consensi ed appoggi internazionali alla sua campagna politica.

I suoi concittadini, però, sembrano essere di tutt’altra opinione: infatti, nonostante la narrativa main stream che racconta un Guaidó acclamato dalle folle, ecco spuntare un video in cui i venezuelani e in particolare i lavoratori di Conviasa, la compagnia di bandiera del Venezuela particolarmente penalizzata dalle ultime sanzioni imposte dagli americani, accolgono il golpista chiamandolo assassino.

Nicolas Maduro, dal canto suo, continua a beneficiare dell’appoggio, anche economico, della Russia, sua alleata e ovviamente diretta avversaria del governo statunitense.

Restano da capire quali siano le drammatiche conseguenze per il popolo venezuelano, di questo braccio di ferro internazionale fra Russia e Stati Uniti.

di Caterina Rappoccio


Sostieni il miracolo di Byoblu a febbraio

€22.912 of €40.000 raised

Grazie a voi stiamo producendo tante trasmissioni ogni giorno. Abbiamo un Tg, un TgTalk, facciamo tante interviste e riusciamo anche a riprendere i convegni che dovreste proprio vedere. Stiamo lavorando a una tv che sia dei cittadini. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti.

Adesso bisogna raccogliere questa sfida: dimostrare che la Tv dei Cittadini sta in piedi da sola, ogni mese, senza l’aiuto di gruppi di potere organizzato, di interessi di parte o della politica. In televisione, per fare una sola puntata alla settimana ci vogliono decine di giornalisti e decine tra tecnici e registi. Ogni mese, per una sola trasmissione spendono centinaia di migliaia, se non milioni di euro. Noi invece siamo in undici, poi ci sono gli affitti, i servizi, le utenze, i materiali che si consumano, quelli ancora da comprare… ma Byoblu costa solo 40 mila euro al mese. Come ci riusciamo? Lavoriamo con passione, dalla mattina alla sera, e non sprechiamo nulla.

Siamo in centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. Già così è un’impresa storica: trecentomila iscritti su Youtube, centinaia di migliaia sugli altri social network, centodieci milioni di video visti, ma nessuno ne parla: questa è la dimostrazione che siamo veramente liberi. E adesso stiamo costruendo le App: potrai vedere Byoblu (e non solo) sul tuo smartphone, sui computer, sui tablet e sulle smartTv. Manca poco ormai!

Non ti basta per deciderti ad essere dei nostri? Aiuta la nuova televisione dei cittadini a trasmettere anche questo mese. La tua generosità sarà ricompensata.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni IBAN
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Fornendo il tuo IBAN e confermando questo pagamento, stai autorizzando BYOBLU, il blog di Claudio Messora, e Stripe, il fornitore di servizi di pagamento, ad inviare istruzioni alla tua banca per addebitare il tuo conto corrente in accordo con le istruzioni che hai fornito. Hai diritto ad un rimborso dalla tua banca in accordo con le condizioni contrattuali che hai stabilito con lei. Gli eventuali rimborsi devono essere richiesti entro otto settimane dalla data in cui l'importo è stato addebitato.
Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

ML

Massimiliano La Gioia

€10,00 24 Novembre 2020
PT

PAOLO TOFFOLI

€10,00 24 Novembre 2020
SM

Sabina Morando

€10,00 24 Novembre 2020
GF

GABRIELE FRACASSI

€25,00 24 Novembre 2020
CC

Cristiano Corradetti

€10,00 24 Novembre 2020
N

Nicolas

€10,00 24 Novembre 2020
FE

Fulvio Esposito

€10,00 24 Novembre 2020
cf

claudio friscione

€50,00 24 Novembre 2020

Contro la dittatura mediatica e i pennivendoli di regime, contro il pensiero unico imperante, contro il regime fascio-sanitario e contro tutti i covidioti consapevoli e inconsapevoli sono felice di aiutarvi a sparare pallottole di verità e… Leggi tutto

Contro la dittatura mediatica e i pennivendoli di regime, contro il pensiero unico imperante, contro il regime fascio-sanitario e contro tutti i covidioti consapevoli e inconsapevoli sono felice di aiutarvi a sparare pallottole di verità e democrazia che possano far breccia su questa insopportabile muraglia di menzogne ed infamie.
Grazie per il lavoro che state facendo. Viva la libertà.

G

Graziano

€10,00 24 Novembre 2020
BF

Bernardino Ferri

€10,00 24 Novembre 2020

Piccolo contributo x una GRANDE VOCE X LA LIBERTÀ

SP

Salvatore Pistone

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 23 Novembre 2020
M

Monica

€5,00 23 Novembre 2020
FL

Federico Leotta

€10,00 23 Novembre 2020

Informazione = entropia
Incredibile ciò che siete riusciti a fare, insieme arriveremo lontano.

CD

Carlo Di Fabio

€3,00 23 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 23 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€150,00 23 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 23 Novembre 2020

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via