ABBONATI SOSTIENI

USA CINA: GUERRA BATTERIOLOGICA O COMPLOTTISMO? Diego Fusaro, Gabriele Vietti

La diffusione del Coronavirus che ha colpito la Cina è frutto di un mutamento naturale, nel passaggio da animale a uomo, come sostengono molti virologi, o si tratta di un virus realizzato in laboratorio? E soprattutto: è credibile che si possa trattare di guerra batteriologica (o meglio, di guerra biologica) scatenata dagli Stati Uniti d’America nei confronti del Governo di Pechino, come paventato dal filosofo Diego Fusaro? O si tratta invece di uno scenario assolutamente “impossibile”, come molti commentatori sostengono in televisione o sui giornali, cioè mero complottismo?

Secondo Gabriele Vietti, studente di Filosofia all’Università degli Studi di Torino, del gruppo “Studio“, si può dimostrare scientificamente che lo scenario della guerra biologica non è per nulla poco plausibile, al contrario di quanto sostenuto dai siti di debunking istituzionali UE e da tutta la stampa mainstream. Gabriele, in questo video, dopo un preambolo di Diego Fusaro, prova a spiegare le conclusioni cui il gruppo “Studio” è giunto, illustrando le metodologie utilizzate e argomentando fonti alla mano.

Qui l’articolo completo, scaricabile da Byoblu: https://www.byoblu.com/wp-content/uploads/2020/02/Covid-19-e-complottismo.pdf

Qui un documento più discorsivo per comprendere la questione con argomentazioni meno tecniche: Coronavirus-La-bufala-dellantibufala

Chiunque sia interessato a collaborare al gruppo “Studio“, proponendo idee nuove o sviluppando quelle già aperte, offrendo le proprie capacità e in base ai propri interessi, può contattare il gruppo qui: https://m.facebook.com/HIC.ILLA.EST/?ref=bookmarks


Sostieni il miracolo di Byoblu a febbraio

€22.402 of €40.000 raised

Grazie a voi stiamo producendo tante trasmissioni ogni giorno. Abbiamo un Tg, un TgTalk, facciamo tante interviste e riusciamo anche a riprendere i convegni che dovreste proprio vedere. Stiamo lavorando a una tv che sia dei cittadini. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti.

Adesso bisogna raccogliere questa sfida: dimostrare che la Tv dei Cittadini sta in piedi da sola, ogni mese, senza l’aiuto di gruppi di potere organizzato, di interessi di parte o della politica. In televisione, per fare una sola puntata alla settimana ci vogliono decine di giornalisti e decine tra tecnici e registi. Ogni mese, per una sola trasmissione spendono centinaia di migliaia, se non milioni di euro. Noi invece siamo in undici, poi ci sono gli affitti, i servizi, le utenze, i materiali che si consumano, quelli ancora da comprare… ma Byoblu costa solo 40 mila euro al mese. Come ci riusciamo? Lavoriamo con passione, dalla mattina alla sera, e non sprechiamo nulla.

Siamo in centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. Già così è un’impresa storica: trecentomila iscritti su Youtube, centinaia di migliaia sugli altri social network, centodieci milioni di video visti, ma nessuno ne parla: questa è la dimostrazione che siamo veramente liberi. E adesso stiamo costruendo le App: potrai vedere Byoblu (e non solo) sul tuo smartphone, sui computer, sui tablet e sulle smartTv. Manca poco ormai!

Non ti basta per deciderti ad essere dei nostri? Aiuta la nuova televisione dei cittadini a trasmettere anche questo mese. La tua generosità sarà ricompensata.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

EM

Eugenia Misley

€100,00 11 Luglio 2020
UZ

Umberto Zambon

€10,00 11 Luglio 2020

Credo in voi!!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 11 Luglio 2020
mc

mario cesari

€10,00 11 Luglio 2020
ob

osvaldo benvenuti

€10,00 11 Luglio 2020
GA

Gian Carlo Abbaneo

€15,00 11 Luglio 2020

Avanti tutta!!!

M

Massimiliano

€10,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 11 Luglio 2020
GC

Graziella Carrozza

€15,00 11 Luglio 2020

Liberi di pensare,liberi di scegliere..

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 11 Luglio 2020
MC

Maurizio Cantone

€15,00 11 Luglio 2020

Dobbiamo farcela a scardinare il sistema!

AT

Aurelio Tonini

€15,00 11 Luglio 2020

Evviva la libera informazione

cb

claudio bizzo

€15,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 11 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 11 Luglio 2020

30 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Analisi impeccabile che lascia tanta amarezza anche solo per la semplice constatazione che lo scenario peggiore risulta comunque possibile e plausibile.
    Veramente triste dover pensare ad una simile involuzione dell’uomo.
    Le guerre ci sono sempre state ma niente appare più devastante di eventuali attacchi pervasi da tanta vigliaccheria….
    Ovviamente c’è da augurarsi che si tratti solo di ipotesi.

  • Minchia Claudio, ma proprio non ci siamo con ‘sto coronavirus.
    Ma perché non mi inviti che ti vengo a dire la verità, e cioè che il coronavirus non c’entra niente con la malattia. Sarebbe bene che il pubblico di byoblu lo sapesse! Almeno loro!

    • Me lo sto chiedendo anch’io. Oltretutto l’articolo/video appena uscito che vede Claudio commentare sulla presa di posizione del governo attraverso un vademecum da coprifuoco , stile ” il paese è in guerra ed è minacciato da Cina, Russia e USA attraverso imminenti attacchi atomici” Il volto di Claudio molto preoccupato non si sa bene se dal cod19 o dagli effetti di queste restrizioni che i governatori delle varie regioni, molto probabilmente saranno costretti a prendere.
      Trovo l’intera vicenda alquanto inquietante e molto orwelliana.
      Giancarlo

  • Ma perche’, ci sono forse dubbi, ad esempio, che il blackout totale di varie settimane in Venezuela non sia stato intenzionale?

    • Sarebbe interessante comparare i due eventi, blackout/virus. E come nel primo, parimenti abbietto e deprecabile, a nessuno e’ venuto il dubbio che NON fosse intenzionale.

  • Non ultimo è da considerare che gli Usa sono una nazione delinquente dalla nascita, basta vedere il comportamento usato per sterminare i pellerossa!

  • Ri-posto:
    confrontiamo la risposta MSM rispetto il comune sentire a seguito di due eventi recenti, COVid-19 e blackout in Venezuela.
    Togliere la luce a un paese intero, come diffondere virus ingegnerizzati. non e’ una bella cosa, che i “buoni” non farebbero mai.
    Secondo il MSM il blackout era dovuto a scarsa manutenzione degli impianti, addirittura l’84,3% dei venezuelani non crederebbe all’ipotesi sabotaggio!
    Vedi https://en.wikipedia.org/wiki/2019_Venezuelan_blackouts
    Quanti ci credono? NESSUNO! Tutti complottisti?

    • Infatti. Non hanno potuto marcare molto sull’ipotesi incuria/fatiscenza perche’ nessunoo ci avrebbe creduto. Pero’ magari qualche pazzariello che ha appiccato fuoco qua e la…

  • Forse mi è sfuggito o forse non è emerso durante l’intervista, ma nel 2018 l’OMS aveva lanciato l’allarme per una possibile malattia X. E’ pura causalità o c’è anche in questo caso una correlazione?

  • Diego Fusaro non sa molto della Cina,avrei qualche cosa da dire in merito al governo cinese dato che ci vivo da 17 anni..

  • Il professor Leonard Cole in una accurata indagine
    basata su documenti governativi USA
    ha prodotto uno studio approfondito
    sull’operazione clandestina di 20 anni di test di guerra biologica
    condotti dall’esercito statunitense
    su aree popolate
    da civili statunitensi.
    Il suo libro si intitola :
    ” Clouds of Secrecy: The Army’s Germ Warfare Test Over Over Populated Cities “.

    Ora
    se ai militari ‘americani’ è stato ordinato in passato
    di condurre pericolosi esperimenti su civili ‘americani’
    (e documenti governativi statunitensi lo comprovano)
    per quale motivo dovremmo negare la possibilità
    che degli psicopatici al potere abbiano pianificato
    un attacco con armi biologiche alla Cina
    che rappresenta la più grande minaccia economica e militare
    per gli Stati Uniti d’America ?

  • A volte mi capita di pensare e tra le tante vengo fuori anche con tracce di tesi antitetiche …
    Leggendo la vecchia storia della inchiesta su Ilaria Capua, ex parlamentare virologa, qui:
    https://espresso.repubblica.it/attualita/2016/07/05/news/capua-prosciolta-da-traffico-virus-da-intercettazioni-emerge-grande-business-1.276215
    mi ha dato unc olpo d’occhio sul grosso business mondiale legato ai vaccini per zootecnia…allevamenti super intensivi strapompati ecc.

    • magari e’ solo l’avvicinarsi della epidemia che stimola l’ottimismo.
      Comunque poi grazie al calderone mediatico, intelligence e pharma e non so chi altro ne approfittano per testare una specie di grande esercitazione/simulazione congiunta, tipo grandi manovre militari, a gratis

    • Pare che i vaccini per zootecnia utilizzino virus letali con molto meno controlli.
      Poi c’e’ l’1-2 febbre suina/coronavirus, la prima aveva gia’ messo in ginocchio la Cina. risalire la storia virus/vaccini e’ come l’uovo e la gallina. Mangiano cose strane

  • Potrei anche concordare con la solidarietà ai cinesi, tuttavia la medesima non è mai stata attuata dagli stessi nei confronti degli abitanti del Tibet o, più recentemente, o degli Uiguri.

  • The aide said that guys like me were “in what we call the reality-based community,” which he defined as people who “believe that solutions emerge from your judicious study of discernible reality.” I nodded and murmured something about enlightenment principles and empiricism. He cut me off. “That’s not the way the world really works anymore,” he continued. “We’re an empire now, and when we act, we create our own reality. And while you’re studying that reality — judiciously, as you will — we’ll act again, creating other new realities, which you can study too, and that’s how things will sort out. We’re history’s actors . . . and you, all of you, will be left to just study what we do.” Ron Suskind – The New York Times – 17 October 2004

  • Il mese che è trascorso ha in parte ridimensionato non il metodo ma il risultato. L’indagine del bravissimo Vietti infatti esaminava punto per punto solo la posizione usa, constatando la grave situazione cinese. Oggi si è capovolta la situazione e di fronte ad una cina che esce con danni ingenti ma limitati si apre uno scenario catastrofico in occidente : gli usa hanno 300 codogno frammentati e supereranno i numero della cina in 10 giorni. industria dell’auto chiusa, petrolio del nord atlantico “sottocosto”. borsa con perdite record. panico. sanità pubblica inesisstente. si dovrebbe rifare la stessa anlisi aprendola a più soggetti, anche uscendo dalla logica “nazione”, in quanto certe lobby sono sicuramente transnazionali e , solo a titolo di esempio, raggruppano magari interessi e soggetti che vanno dal regno unito agli emirati, dalla russia al qatar o all’arabia saudita. basti prendere atto delle partnership fra i capitali di questi paesi. immaginiamo per esempio quanto avrebbe potuto guadagnare una lobby che potesse scommettere al ribasso da due mesi a questa parte, e quanto potrebbero ora ricomprarsi del patrimonio produttivo mondiale, con i ricavi fatti e con i prezzi azzerati. inoltre va considerata la situazione in iran. gli altri paesi contagiati in realtà sono paesi g7, o giù di lì, vedi corea che ha il reddito pro-capite più alto al mondo, cioè, si può ipotizzare che sia stata la moltitudine di scambi e viaggi a favorire il contagio, contagio che relega in coda i paesi più poveri. l’iran, pure sanzionato e quindin limitato nei suoi scambi, sembra un’eccezione che andrebbe spiegata. ci sono parecchi romanzi gialli nei quali si maschera l’omicidio… della moglie in una catena di un inesistente serial killer.

    • l’iran fornisce di petrolio per una metà la cina, quiindi india, giappone e corea. prenderne il controllo è di qualche interesse. magari il gruppo del Dr. vietti riesce a fare due calcoli cercando di capire chi possa trarre vantaggio da questa situazione, che oggi mette in ginocchio ue ed usa. chi possa avere interesse a cambiare l’assetto del medio oriente e di queste relazioni petrolifere, prendnedone il controllo.

  • Se fosse valida l’ipotesi del complotto come si spiega che la guerra si è abbattuta sugli attaccanti. Ha senso?

Share via
Top