ABBONATI SOSTIENI

MARIO DRAGHI? CAMBIANO TEATRO E COSTUMI, MA L’IMPRESARIO È SEMPRE QUELLO – Marco Rizzo – #Byoblu24

La sanità pubblica ha subito tagli per 37 miliardi negli ultimi anni, ed è stata piegata al criterio aziendalista. I risultati sono sotto agli occhi di tutti: stiamo chiedendo al personale sanitario restante, e alle strutture residue, di fare salti mortali per difendere la salute dei cittadini. Se pensiamo che il contributo militare italiano solamente in Iraq costa 5 miliardi di euro in dieci anni, è facile capire come si tolgano i soldi ai servizi essenziali dello stato per metterli in attività che forse così essenziali non lo sono. Il tracollo dell’economia italiana è a un passo. Il ceto medio, costituito dai professionisti, da gente che ha studiato, si sta proletarizzando e precipita sempre di più verso il basso nella scala sociale. La politica non dà risposte: adesso stanno riabilitando la figura di Mario Draghi, ma è solo un grande, immenso teatro. Stanno cambiando scene e ruoli. Gli attori vestono costumi diversi ma dietro c’è sempre la stessa compagnia, lo stesso impresario: le grandi banche d’affari e la finanza internazionale. Cosa bisognerebbe fare? Socializzare i grandi mezzi di produzione, nazionalizzare i grandi gruppi economici, toglierli dalle mani dei grandi manager che li lasciano a terra ma escono con le tasche piene ed affidarli a chi li sa gestire e lo fa con passione ed esperienza: i lavoratori. 

Claudio Messora intervista per #Byoblu24 Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista, che così conclude: “La superiorità di una società collettiva su una basata sul profitto è evidente: il capitalismo ti dà il superfluo, mentre il socialismo ti dà l’essenziale”.

Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter

Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24


Finanzia Byoblu24 per tutto aprile

€47.606 of €40.000 raised

Grazie a voi stiamo producendo tante trasmissioni ogni giorno. Abbiamo un Tg, un TgTalk, facciamo tante interviste e riusciamo anche a riprendere i convegni che dovreste proprio vedere. Stiamo lavorando a una tv che sia dei cittadini. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti.

Adesso bisogna raccogliere questa sfida: dimostrare che la Tv dei Cittadini sta in piedi da sola, ogni mese, senza l’aiuto di gruppi di potere organizzato, di interessi di parte o della politica. In televisione, per fare una sola puntata alla settimana ci vogliono decine di giornalisti e decine tra tecnici e registi. Ogni mese, per una sola trasmissione spendono centinaia di migliaia, se non milioni di euro. Noi invece siamo in undici, poi ci sono gli affitti, i servizi, le utenze, i materiali che si consumano, quelli ancora da comprare… ma Byoblu costa solo 40 mila euro al mese. Come ci riusciamo? Lavoriamo con passione, dalla mattina alla sera, e non sprechiamo nulla.

Siamo in centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. Già così è un’impresa storica: quattrocentomila iscritti su Youtube, quasi centomila in più ogni mese, centinaia di migliaia sugli altri social network, centotrenta milioni di video visti, ma nessuno ne parla: questa è la dimostrazione che siamo veramente liberi. E adesso stiamo costruendo le App: potrai vedere Byoblu (e non solo) sul tuo smartphone, sui computer, sui tablet e sulle smartTv. Manca poco ormai!

Non ti basta per deciderti ad essere dei nostri? Aiuta la nuova televisione dei cittadini a trasmettere anche questo mese. La tua generosità sarà ricompensata.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

SP

Sabrina Perissutti

€15,00 31 Maggio 2020

Conoscenza, Consapevolezza, Cooperazione Evolutiva

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 31 Maggio 2020
SZ

Silo Zasso

€15,00 31 Maggio 2020
AM

Adriano Mosca Conte

€15,00 31 Maggio 2020
MB

Miriam Barigozzi

€10,00 31 Maggio 2020
pn

paolo nelva

€10,00 31 Maggio 2020

forza ragazzi!!!!

DC

Daniele Cacciatore

€50,00 31 Maggio 2020

Forza Byoblu siete una bella squadra non mollate
Saluti dalla Svizzera 🇨🇭🤗

ES

Emanuele Salimbeni

€15,00 31 Maggio 2020

Continuate così ragazzi, e mi ricordatevi di prendervi cura di voi sia nel corpo che nell'anima. Per "vincere" ci vogliono due rivoluzioni, quella esteriore ma anche quella interiore.
Grazie!!!!

SP

Stefano Peracino

€15,00 31 Maggio 2020
TP

Tommaso Perosino

€15,00 31 Maggio 2020

Saluti ... !

fm

francesco massa

€15,00 31 Maggio 2020

Grazie

PP

Pirre Pellu

€25,00 31 Maggio 2020

Grazie per tutto quello che fate!

FB

Fulvio Buonavoglia

€5,00 31 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 31 Maggio 2020
LV

Luigino Vicini

€15,00 31 Maggio 2020
GZ

Germano Zirbi

€10,00 31 Maggio 2020

Mai come adesso è importante l’informazione libera, voglio sostenervi per contrastare gli interessi delle grandi lobby di potere.

ML

Maurizio Lo Chiatto

€15,00 31 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 31 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 31 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 31 Maggio 2020

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ho sentito l’intervista di Rizzo …. interessante nel suo complesso, ………nazionalizzare autostrade? e altre aziende? Mmmmh! difficile se non impossibile.
    Invece potrebbe essere fattibile è da ripensare il SSN, cancellare la riforma del 78′ (L. 78/833 e seguenti) e riportando, (togliendo alle regioni la gestione della sanità), a livello nazionale, dobbiamo tornare prima della riforma, alle vecchie mutue n un’ottica moderna, con una norma completamente rivista, lasciando solo l’ospedalizzazione, la medicina di prossimità ecc. , togliendo tutte quegli aspetti tecnici presenti che comportano distrazione di risorse e forze che devono essere indirizzate al di fuori dalla sanità.

  • Il disegno di legge intitolato “Ratifica ed esecuzione del Trattato che istituisce il Meccanismo europeo di stabilità (Mes)” (qui il testo integrale) è stato presentato in Senato il 3 aprile 2012, due mesi dopo la firma del Trattato.
    Il voto favorevole di Palazzo Madama è arrivato poi il 12 luglio 2012, mentre l’approvazione definitiva è stata data dalla Camera una settimana dopo, il 19 luglio 2012. All’epoca era in carica il governo tecnico di Mario Monti.

  • Lo scempio della sanità non è iniziato 10 anni fa, ma alla fine degli anni 80. Poi piano piano si è realizzato il progetto. I grandi potentati non hanno fretta ad attuare un disegno. La lamentela era che il pubblico creava sprechi. Per questo bastava esercitare controlli efficienti e mettere gli uomini (onesti) giusti al posto giusto.
    E con la tecnica della rana lessa hanno addormentato le menti e le coscienze, con gli strumenti di distrazione (Sport, gossip, talk,) hanno creato una generazione di imbambolati chiusi nelle loro gabiette di 60 mq dove, davanti uno schermo da 1500 pollici consumano patatine fritte e sognano di essere personaggi di una storia che non vivranno mai.
    Claudio. Come si uscirà da questa situazione? Na chiavica.
    La nuova classe proletarizzata di cui parla Rizzo bisogna che sia educata, altrimenti corriamo il rischio di fare una rivoluzione a perdere dove i proletari ambiscono a fare i padroni/borghesi. Ci vorrebbero insegnamenti socratici per migliorare la condizione culturale e per essa la democrazia altrimenti si rischia di cadere nel solito giro Vichiano dei corsi e ricorsi storici e, come dice un vecchio detto partenopeo, cambieranno i caxxy, ma i cuxx saranno sempre gli stessi…o no?

  • Ottima analisi e valide alternative per ricostruire un Paese che non c’è più, per riprenderci ciò che in definitiva è nostro.
    Scuole sanità autostrade Alitalia banche comunicazioni Rai ecc….
    Resta un però…… Mi spiace che il politico Rizzo si sia dimenticato di accennare ai famosi 200 miliardi di€ l’anno evasi.
    Ma fatelo voi, fate un inchiesta sull’evasione fiscale in Italia…..fate uno studio a chi appartengono queste evasioni.
    Perché a me sembra molto strano che 200 mld siano evasi solo da idraulici e parrucchiere….
    Grazie…

  • Solo per precisione:
    Il disegno di legge intitolato “Ratifica ed esecuzione del Trattato che istituisce il Meccanismo europeo di stabilità (Mes)” (qui il testo integrale) è stato presentato in Senato il 3 aprile 2012, due mesi dopo la firma del Trattato.
    Il voto favorevole di Palazzo Madama è arrivato poi il 12 luglio 2012, mentre l’approvazione definitiva è stata data dalla Camera una settimana dopo, il 19 luglio 2012. All’epoca era in carica il governo tecnico di Mario Monti.

  • Lo scempio della sanità non è iniziato 10 anni fa, ma alla fine degli anni 80. Poi piano piano si è realizzato il progetto. I grandi potentati non hanno fretta ad attuare un disegno. La lamentela era che il pubblico creava sprechi. Per questo bastava esercitare controlli efficienti e mettere gli uomini (onesti) giusti al posto giusto.
    E con la tecnica della rana lessa hanno addormentato le menti e le coscienze, con gli strumenti di distrazione (Sport, gossip, talk,) hanno creato una generazione di imbambolati chiusi nelle loro gabiette di 60 mq dove, davanti uno schermo da 1500 pollici consumano patatine fritte e sognano di essere personaggi di una storia che non vivranno mai.
    La nuova classe proletarizzata di cui parla Rizzo bisogna che sia educata, altrimenti corriamo il rischio di fare una rivoluzione a perdere dove i proletari ambiscono a fare i padroni/borghesi. Ci vorrebbero insegnamenti socratici per migliorare la condizione culturale e per essa la democrazia, altrimenti si rischia di cadere nel solito giro Vichiano dei corsi e ricorsi storici.

  • Ho inviato un mio commento che non avete pubblicato, l’ho rinviato togliendo 3 vocaboli, per la verità di uso corrente e ben mascherati, che potevano scandalizzare mia nonna nata nel 1900, ma anche questa seconda volta lo avete pubblicato. Vi sarei grato se poteste comunicarmi (avete la mia e-mail) la ragione di tale censura, potrebbe consentirmi di regolarmi di conseguenza per un eventuale futuro. Grazie e Buon lavoro.

Share via
Top