ABBONATI SOSTIENI

In Europa ci sarà il “Si salvi chi può”! – Ugo Mattei – #Byoblu24

Chi ci guadagna di questi tempi? Sicuramente sono in molti a perderci: i lavoratori, i commercianti, le imprese, le famiglie. Ma c’è qualcuno che invece ne trae profitto? C’è. E lo spiega bene il giurista internazionale Ugo Mattei, con un articolo su Il Fatto Quotidiano. Quando si usa la retorica della guerra, se ne dovrebbero trarre tuttavia anche le conseguenze: nei periodi bellici non si devono trarre profitti. Ogni arricchimento non motivato, come lo chiamano i giuristi, andrebbe restituito. È una questione di sicurezza nazionale. E mentre a New York si mette in dubbio la capacità di sfamare i cittadini, in Italia facciamo partire centinaia di migliaia di pacchi di pasta con treni speciali per i tedeschi. Scorte alimentari che forse serviranno a noi e che andrebbero invece custodite. È la follia del profitto privato: se non viene contenuta dalla mano ferma dello Stato, in Europa ci sarà presto il “Si salvi chi può”!

Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter

Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24


Finanzia Byoblu24 per tutto aprile

€52.413 of €40.000 raised

Grazie a voi stiamo producendo tante trasmissioni ogni giorno. Abbiamo un Tg, un TgTalk, facciamo tante interviste e riusciamo anche a riprendere i convegni che dovreste proprio vedere. Stiamo lavorando a una tv che sia dei cittadini. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti.

Adesso bisogna raccogliere questa sfida: dimostrare che la Tv dei Cittadini sta in piedi da sola, ogni mese, senza l’aiuto di gruppi di potere organizzato, di interessi di parte o della politica. In televisione, per fare una sola puntata alla settimana ci vogliono decine di giornalisti e decine tra tecnici e registi. Ogni mese, per una sola trasmissione spendono centinaia di migliaia, se non milioni di euro. Noi invece siamo in undici, poi ci sono gli affitti, i servizi, le utenze, i materiali che si consumano, quelli ancora da comprare… ma Byoblu costa solo 40 mila euro al mese. Come ci riusciamo? Lavoriamo con passione, dalla mattina alla sera, e non sprechiamo nulla.

Siamo in centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. Già così è un’impresa storica: quattrocentomila iscritti su Youtube, quasi centomila in più ogni mese, centinaia di migliaia sugli altri social network, centotrenta milioni di video visti, ma nessuno ne parla: questa è la dimostrazione che siamo veramente liberi. E adesso stiamo costruendo le App: potrai vedere Byoblu (e non solo) sul tuo smartphone, sui computer, sui tablet e sulle smartTv. Manca poco ormai!

Non ti basta per deciderti ad essere dei nostri? Aiuta la nuova televisione dei cittadini a trasmettere anche questo mese. La tua generosità sarà ricompensata.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni IBAN
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Fornendo il tuo IBAN e confermando questo pagamento, stai autorizzando BYOBLU, il blog di Claudio Messora, e Stripe, il fornitore di servizi di pagamento, ad inviare istruzioni alla tua banca per addebitare il tuo conto corrente in accordo con le istruzioni che hai fornito. Hai diritto ad un rimborso dalla tua banca in accordo con le condizioni contrattuali che hai stabilito con lei. Gli eventuali rimborsi devono essere richiesti entro otto settimane dalla data in cui l'importo è stato addebitato.
Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

SP

Stefania Pratelli

€10,00 27 Gennaio 2021

Grazie per il vostro lavoro.

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021
A

Alberto

€10,00 27 Gennaio 2021

Per un paese migliore, per un'informazione libera, per una boccata d'ossigeno alle nostre piccole e medie imprese, fatte di tanti imprenditori e lavoratori onesti che tengono al bene dell'Italia! Evviva ByoBlu, evviva il made in Italy, evviva l'Italia.

ByoBlu, il nostro punto… Leggi tutto

Per un paese migliore, per un'informazione libera, per una boccata d'ossigeno alle nostre piccole e medie imprese, fatte di tanti imprenditori e lavoratori onesti che tengono al bene dell'Italia! Evviva ByoBlu, evviva il made in Italy, evviva l'Italia.

ByoBlu, il nostro punto di riferimento oggi, il nostro miracolo domani!

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
GL

Gabriele Luchetti

€25,00 27 Gennaio 2021
GP

Giorgio Pesce

€30,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
GG

Giordano Giorgi

€10,00 27 Gennaio 2021

Grazie per la libera e VERA informazione. Spero presto nelle TV di tutte le Regioni.

Utente anonimo

Anonimo

€2,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
RF

Renzo Fagherazzi

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 27 Gennaio 2021
GG

Graziana Giogoli

€25,00 27 Gennaio 2021

Avanti con coraggio, vi sosterrò sempre

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 27 Gennaio 2021
GS

Giorgio Sessa

€10,00 27 Gennaio 2021

X una informazione Vera

BG

Bruno Giordano

€50,00 27 Gennaio 2021

Bravi proseguite con l'informazione indipendente e libera da pressioni e condizionamenti esterni.
Bisogna dare una svolta decisiva al destino del bel paese il nostro paese!

MV

MAURO VICARI

€25,00 27 Gennaio 2021

Un grazie infinito per quanto riuscite a colmare la mia "ignoranza"
su quanto accade oggi. Diversamente sarei il solito zombie.
Saluti.

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
MP

Maria Luisa Piaggesi

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • COSA DEVE FARE UN GOVERNO PER RISOLVERE TUTTI I PROBLEMI DEL NOSTRO CARO PAESE E RIPORTARLO ALLO SPLENDORE ?

    1) RIFORMARE L’INPS

    a) Separare l’assistenza dalla previdenza contributiva (-64 MLD)
    b) Ricalcolare tutte le pensioni retributive al contributivo (-70 MLD)
    c) Ridurre il contributo Inps dal 33% al 20%
    d) Instaurare una Pensione di Base Fiscale 1.000 Eu mese per tutti
    e) Portare l’età pensionabile da 67 a 62/60 anni (3 milioni di pensionati in più che lasciano il loro lavoro ai giovani)

    2) RIFORMARE LA SCUOLA

    a) Portare l’obbligo scolare da 14/16 a 18 anni (più 2,5 milioni di studenti tolti dalla disoccupazione)
    b) Instaurare scuole professionali di 3 anni anche nella tecnologia
    c) Riformare, riadeguare i programmi, educazione civica

    3) RIFORMARE ESERCITO E PROTEZIONE CIVILE

    a) Ripristinare il servizio di Leva di difesa 500mila giovani
    b) Instaurare il servizio di Leva civile insieme a quello di difesa

    4) RIFORMARE COMPLETAMENTE IL SISTEMA FISCALE

    a) Far partire l’Irpef dal 15% e riadeguare le altre aliquote, no tax-area a 10k
    b) (Ridurre il contributo Inps dal 33% al 20%) Riforma Inps
    c) Ridurre Iri Ires e tasse imprese dal 64,8% complessivo al 32%
    d) Ridurre l’Iva dal 22% al 10%
    e) Rimettere in tasca ai cittadini i 400 MLD di tasse in eccesso (con coperture) : 400 MLD il taglio – 168 MLD il nuovo gettito – 192 MLD risparmio tasse sulla spesa pubblica – 40 MLD deficit = 0
    f) Instaurare un Reddito di Disoccupazione 500 Eu mese permanente
    g) Instaurare una Pensione di Base fiscale a 1.000 Eu per tutti
    (a compensazione dell’assistenza e del ricalcolo pensionistico)

    5) STATALIZZARE SERVIZI E AZIENDE STRATEGICHE

    a) Statalizzare tutti i servizi pubblici (150 MLD di utili)
    b) Statalizzare tutte le aziende strategiche (50 MLD di utili)
    c) Statalizzare tutte le Banche e le Assicurazioni
    d) Statalizzare il 3° settore oggi business solidarietà (50 MLD di utili)
    e) Statalizzare parzialmente o totalmente le aziende a forte automazione

    6) DOPO 5 ANNI UNA MONETA PUBBLICA DI PROPRIETA’ POPOLARE

    a) Inserire un Biglietto di Stato a corso legale senza uscire da Eurozona, solo interno, solo elettronico
    b) Escludere dai cambi la Moneta Pubblica solo interna e dagli attacchi e speculazioni internazionali, la moneta pubblica solo elettronica non conteplata dai trattati internazionali
    c) Utilizzare l’Euro per import/export acq. materie prime e vendita del Made in Italy all’estero

    7) ABOLIRE LE TASSE A FONDO PERDUTO PER LEGGE E PER COSTITUZIONE E PASSARE ALLA (Fiscalità a Scambio)

    a) Si paga solo il contributo Inps 20% gettito 350 MLD ad occupazione piena
    b) Si incassano 150 MLD dagli utili dei servizi pubblici di Stato
    c) Si incassano 50 MLD dagli utili delle aziende strategiche
    d) Si incassano 50 MLD dal 3° settore
    e) Si paga una spesa pubblica di 600 MLD anno esentasse senza sprechi
    f) Creazione monetaria del tesoro per il denaro necessario quando manca, compensare o favorire la crescita economica
    g) Prestiti e mutui con Moneta di Stato senza interessi a tasso 0%, su rete di Banche Pubbliche

    Moneta Pubblica – Marco Cristofoli

    • Magari anche investire e valorizzare le eccellenze tipo la sanità. E magari “rivendere” la specializzazione come fanno in Romania per le protesi dentarie o la Turchia per i trapianti di capelli (due esempi sciocchi ma per capirci).
      Tutelare ambiente e territorio per salvaguardare il petrolio del futuro: l’acqua.
      Offrire ospitalità ai rifugiati/migranti in cambio di servizi alla comunità (manutenzione delle città e a privati a mezzo di cooperative).
      Oppure cambiare totalmente paradigma impostando una economia basata sulle risorse come da anni sostenuto dal movimento Zeitgeist (https://www.zeitgeistitalia.org)

  • Non solo gli extracomunitari lavorano in nero, pensate a tutte le donne che lavorano come collaboratrici domestiche con più famiglie, cercando di riempire la settimana per racimolare uno straccio di “stipendio” e che essendo lavoro in nero, non possono lavorare!!!!!

  • nonostante le cattive notizie e le elevate perdite economiche e sociali, credo che queste crisi tendano a creare una consapevolezza collettiva che continuare sotto gli attuali sistemi politici, economici e culturali porta il mondo a una successione di crisi, e che il cambiamento è diventato un imperativo per la continuazione della razza umana su questo pianeta, e la necessità di muoversi in Occidente e Oriente per affrontare tutti gli sforzi fatti per depredare la ricchezza della maggioranza delle persone in nome di crisi economiche a volte ed epidemie altre volte.
    Una via di salvezza e ritornare alla moderazione invece dell ‘estremismo e il fanatismo in ogni aspetto della vita , sottomettersi al potere della giustizia invece di seguire la passione e ritornarei alla costituzione Divina invece dell’assurdita e il non senso umano

  • perche dobbiamo fare una sanatoria agli extracomunitari che raccolgono.frutta e verdura?
    vadano regolarizzati!
    e se non ce ne sono a sufficienza ricordiamoci che è pieno di gente che adesso non ha più un lavoro!. e possiamo far lavorare tutti quelli che hanno un reddito di cittadinanza!

  • Grande Mattei! Una volta il faro dell’imprenditoria si chiamava Olivetti………poi è arrivato De Benedetti…………. le tenebre.

  • Se amazon sale del 20% in 2 gg e poi scende del 15% i 2 gg seguenti non vuol dire niente.
    E’ logico che gli investitori acquisiscano quote, tale quale i consumatori che fanno scorta di farina o mascherine perche’ poi il prezzo aumentera’ perche’ finiranno. Speculatori?
    E TUTTE QUELLE CHE SONO CROlLLATE? ENEL? La nostra fornitrice di elettricita che si vogliono acquisire i francesi per 2 lire? ENI?
    Per favore….
    E la soppressione della distribuzione dividendi non la nominate?
    la legge NIENTE DIVIDENDI QUEST’ANNO PER GLI AZIONISTI
    non la nominate? non va nel senso giusto?
    Le azioni salite, e non c’e’ niente di male ad averlo previsto. Esattamente come la carta igienica.
    Non motivato farne scorta?
    Da qui a dire che ci marciano…
    E lasciamo perdere il risparmio privato e quello che ci si dovrebbe fare.
    Per fortuna ognuno ci fa quello che vuole prima che ci facciano una patrimoniale
    Dopo un video cosi uno porta i risparmi in Olanda.
    Un calcio rigore tirato fuori porta.
    I piccoli negozi ALIMENTARIi sono una cosa, gli altri sono tutti chiusi anche nei centri commerciali e al fallimento
    I piccoli ALIMENTARI vanno bene hanno piu’ clienti perche’ non c’e’ coda.

  • ma diamo l’informazione giusta 550 miliardi non sono reali ma sono fonte della riserva frazionaria fatta da garanzie statali nessuno può stampare a vanvera dite le cose come stanno,
    invece facciamo una volta un raggruppamento di idee fatte da chiunque abbia qualcosa da dire di concreto e per ruoli ,es sociale,economico ,sportivo grande piccola distribuzione agricoltura,insomma i cittadini in una piattaforma di idee ,chissà se invece di pensare sempre al complotto non diamo anche noi una mano alcune volte sono critico con i tuoi ospiti ma ti ammiro per quello che fai
    che ne pensi?????????????

  • Salve,
    Ricollegandomi all’intervista dell’ambasciatore A.Bradanini, sono giorni che mi dico che se alcuni stati Europei den nord sono restii a mutualizzare il debito di tutti gli stati membri dell’UE allora non vedo perché tutti gli stati europei debbano condividere la stessa moneta poiché questa moneta essendo (se si può dire) un “paniere” di monete nazionali va a beneficio proprio dei paesi del nord europa poiché il valore dell’euro sarebbe ben più alto se a far parte dell’euro non facessero parte paesi con debiti pubblici più importanti ed economie meno rilevanti come il caso di tanti paesi d’Europa meridionale. A questo punti un’euro più forte penalizzerebbe economie come quella tedesca austriaca e nerlandese(paradiso fiscale). Ma i nostri politici non hanno gli attributi per far valere tali considerazioni ai nostri “falsi” amici europei.

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via