SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

ADDIO ALLA SCUOLA SUI BANCHI? – Alessandro Giuliani #Byoblu24

Nel prossimo futuro la scuola fatta sui banchi potrebbe essere solo un ricordo. Il virus cambierà il modo in cui gli studenti frequenteranno la scuola: più didattica a distanza, lezioni in classe a gruppi alternati, nuovi metodi di valutazione telematica. Un tale mutamento non riguarderà solo gli studenti ma anche i genitori, che dovranno adattarsi alle nuove forme di istruzione. Per capire di più e informarvi sul completamento o meno dell’anno scolastico in corso, abbiamo parlato con Alessandro Giuliani, Direttore responsabile de La Tecnica della Scuola. #Byoblu24

Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter

Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24


Finanzia Byoblu24 per tutto aprile

€53.817 of €40.000 raised

Grazie a voi stiamo producendo tante trasmissioni ogni giorno. Abbiamo un Tg, un TgTalk, facciamo tante interviste e riusciamo anche a riprendere i convegni che dovreste proprio vedere. Stiamo lavorando a una tv che sia dei cittadini. Avrà un palinsesto, andrà tutta in diretta, si potranno rivedere i programmi, andrà anche sul digitale terrestre. Sarà di tutti e per tutti.

Adesso bisogna raccogliere questa sfida: dimostrare che la Tv dei Cittadini sta in piedi da sola, ogni mese, senza l’aiuto di gruppi di potere organizzato, di interessi di parte o della politica. In televisione, per fare una sola puntata alla settimana ci vogliono decine di giornalisti e decine tra tecnici e registi. Ogni mese, per una sola trasmissione spendono centinaia di migliaia, se non milioni di euro. Noi invece siamo in undici, poi ci sono gli affitti, i servizi, le utenze, i materiali che si consumano, quelli ancora da comprare… ma Byoblu costa solo 40 mila euro al mese. Come ci riusciamo? Lavoriamo con passione, dalla mattina alla sera, e non sprechiamo nulla.

Siamo in centinaia di migliaia di persone a guardare ogni giorno Byoblu. Già così è un’impresa storica: quattrocentomila iscritti su Youtube, quasi centomila in più ogni mese, centinaia di migliaia sugli altri social network, centotrenta milioni di video visti, ma nessuno ne parla: questa è la dimostrazione che siamo veramente liberi. E adesso stiamo costruendo le App: potrai vedere Byoblu (e non solo) sul tuo smartphone, sui computer, sui tablet e sulle smartTv. Manca poco ormai!

Non ti basta per deciderti ad essere dei nostri? Aiuta la nuova televisione dei cittadini a trasmettere anche questo mese. La tua generosità sarà ricompensata.

Grazie!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€30,00 15 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 15 Aprile 2021
DC

Denis Casali

€25,00 14 Aprile 2021
A

Angel

€100,00 14 Aprile 2021

Perchè come dice Noam Chomsky nelle "10 leggi del potere", il potere lo detiene chi sta sotto, se è unito e non si lascia condizionare dall'industria delle P.R.. Ascoltiamo con attenzione quello che esce dal nostro cuore e confrontiamolo con quello che ci propina la così detta… Leggi tutto

Perchè come dice Noam Chomsky nelle "10 leggi del potere", il potere lo detiene chi sta sotto, se è unito e non si lascia condizionare dall'industria delle P.R.. Ascoltiamo con attenzione quello che esce dal nostro cuore e confrontiamolo con quello che ci propina la così detta "informazione sicura"...... succederà qualcosa di fantastico!!!
Un abbraccio

T

Tecla

€10,00 14 Aprile 2021
DS

Daniela Sandri

€10,00 14 Aprile 2021

Solo verità!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
fa

fabrizio abbate

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
LC

Luigi Chiaro

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
mc

marco cerminara

€10,00 14 Aprile 2021

fanculo il vero fascismo nascente

I

Ion

€5,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
BC

Bruno Camerin

€50,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
ri

riccardo iarocci

€25,00 14 Aprile 2021

....per il Vostro/Nostro grandioso progetto....

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
CZ

CHIARA ZACCARI

€10,00 14 Aprile 2021
LB

Luciana Braga

€25,00 14 Aprile 2021

Lascio la mia offerta a chi ancora si può ascoltare

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
GC

Giuseppe Calabria

€25,00 14 Aprile 2021

No alla censura. Viva la LIBERTÀ

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Testimonianza di un insegnante.
    Faccio l’insegnante di matematica dal 2005, primo lavoravo nell’informatica. Nella vita ho amato la conoscenza e la consapevolezza, penso fin da bambino. Ho cercato, nella parte migliore di me stesso, una conoscenza a partire da un desiderio nell’anima di conoscenza e comprensione che andava al di là dei ruoli umani, ruolo di studente o ruolo di insegnante, al di la di ogni ruolo. Ho cercato di mettere insieme, soprattutto negli ultimi 25 anni (ne ho 50 anni), diversi filoni di pensiero appartenenti a diverse discipline di conoscenza.
    Purtroppo devo constatare che la scuola negli ultimi 20 anni, penso sia stata letteralmente “massacrata” da uno stato che la depotenziata a livello finanziario, a livello di tagli spesa, a livello di crescita di una brocratizzazione imperante. A molte norme introdotte nella scuola che “obbligano” a questo E quello gli insegnanti andrebbe ribellarsi in tribunale contestando al legislatore che certe norme o sistemi di norme, violano i contratti di lavoro ooppure la costituzione stessa. Inoltre il depontenziamento della scuola a livello statale e la iperburocratizzazione crescente, a fatto si che la “trasmissione” di contenuti sia divenuta sempre piu povera da parte degli insegnanti verso gli studenti. Sempre piu informazione superficiale e sempre meno approfondimenti di contenuti per ottemperare a una continua crescita di “obblighi” burocratici che bisognerebbe una volta per tutte, per diversi di essi, portare il NORMATORE SUL BANCO DEGLI IMPUTATI IN TRIBUNALE. Questo atteggiamento di burocratizzazione della scuola “imperante”, unito ai tagli che si sono susseguiti negli anni, hanno creato una scuola non piu della conoscenza ma dell’informazione, “specchio perfetto” della societa attuale. L’informazione per divenire conoscenza ha bisogno di contemplazione, correlazione di elementi informativi, intuizioni ed eleaborazioni relativa all’informazione appresa, ed esperienza, ovvero tempo armonico di apprendimento; QUELLO CHE MANCA IN UNA SCUOLA IPERSTRESSATA PER MILLE MOTIVI CONE QUELLA ATTUALE. Insegnanti che corrono ovunque per ottemperare a questo o a quel “obbligo” non fanno piu una didattica armonica della comprensione verso gli studenti e della passione del portare lo studente alla comprensione profonda.
    E adesso con la didattica a distanza, la batosta finale; credete forse che in questa modalita le informazioni trasmesse dagli insegnanti agli studenti saranno qualcosa che si realizzera in comprensione profonda? Arriveremo a una scuola che dara spicchi di informazione che verranno memorizzati dagli studenti e che verranno valutati con test a distanza in tempo reale, tipo test a risposta breve o a risposta multipla, e che saranno frutto di una proceduralizzazione progressiva della comprensione in cui alla fine ci sara solo informazione memorizzata senza nessuna comprensione. La didattica a distanza portera a una totale memorizzazione di informazione senza nessuna comprensione a mio parere; processo degenerativo complessivo a livello sociel che va avanti da tempo e che si attuera ancor di piu con questa modalita. L’insegnamento è una modalita che nella sua natura piu olistica include l’interazione tra insegnante e studente, in cui ci sono una molteplicita di variabili di coscienza e consapevolezza che entrano in giorco e che agiscono sul processo di apprendimento. Con questo apprendimento puramente tecnologico o molto tecnologico ci si ridurra alla semplice memorizzazione di schegge informative. Tutta questa societa scolastica da tempo va in questa direzione; questa è la colossale “batosta” che ci porta all’AMMAZZAMAENTO DELLA CONOSCENZA. Solo chi la vorra veramente la conoscenza e senza aiuto dagli insegnanti, la potra realizzare da sè. Gli insegnanti saranno occupati a rispettare le procedure, a ottemperare agli obblighi burocratici, a registrare minuziosamente la loro attivita perche la legge lo prevede, a fare lezioni sempre piu facili o procedurali perche possano essere “capite”. NON ABBIAMO ANCORA CAPITO CHE NON ABBIAMO IMPARATO A USARE LA TECNOLOGIA PER L’EVOLUZIONE DI COSCIENZA E CONSAPEVOLEZZA, PER LA REALIZZAZIONE DI VERA CONOSCENZA, PERCHE TUTTA LA NOSTRA SOCIETA E’ IMPOSTATA MOLTO CONTRO QUESTO E NATURALMENTE ANCHE LA SCUOLA? Abbiamo una societa che spinge le persone nell’angolo della sopravvivenza sempre di piu, compreso la societa scolastica, e questo abbatte i processi di acquisizione di conoscenza, li OSTACOLA TALMENTE TANTO E IN MODO COSI EVIDENTE CHE MOLTO DI QUANTO SIA STATO PROGETTATO PER LA SCUOLA, SEMBRA SIA STATO FATTO APPOSTA PER SMINUIRE FORTEMENTE L’APPRENDIMENTO DA PARTE DEGLI STUDENTI E PER INCATENARE GLI INSEGNANTI A UN LAVORO ROUTINARIO. Perchè? Datevi una risposta da voi………………………..

    • Se le cose andranno avanti cosi, molto probabilmente dovro lasciare questo lavoro; non voglio essere parte di un sistema cosi. Ne posso essere parte se in qualche modo ho la forza di contrastarne la tendenza o di cambiarla in una direzione di armonia crescente verso la comprensione autentica; ma se non è cosi me ne devo andare ad ogni costo.

      • Chiedo scusa per gli errori grammaticali. Ma purtroppo ci sono tutti i segnali di una scuola “persa” e di una societa “persa”. È ora di rinascere come individui, come società, come scuola, come tutto…….

    • Egr. Sig.
      Scabini
      Non abbandoni la scuola, ci resti per tentate di salvare almeno uno o due ragazzi dallo sprofondare nell’ignoranza più totale a cui politici corrott,i a partire da Renzi con la buona scuola, stanno condannando le nuove generazioni.
      Comunque è un progetto ben preciso,e non ditemi complottista,voluto a tutti i costi, da industriali e politici per ridurci alla schiavitù.
      Maria

  • Buongiorno, vi seguo con molto piacere ed entusiasmo da qualche mese e vi ringrazio per l’informazione che fate. Vorrei chiedervi di non deludermi! Parlate di disabilità e di Aec-oepa quando parlate di scuola. Nella puntata sulla “scuola a distanza”non c’erano bambini con disabilità fisica o psichica ne chi ha studiato e lavora ogni giorno in condizioni estreme anche a livello economico ma non solo, vicino a loro e alle loro famiglie. Non può essere un puntata a parte altrimenti dov’è l’inclusione? parliamo della distanza che ci hanno imposto con i ragazzi che spesso hanno poche figure di riferimento da cui dipende la loro vita e fra quelle ci siamo noi che siamo esterni alla scuola, sottopagati e trattati senza rispetto ne dignità del lavoro meraviglioso che svolgiamo ogni giorno. stiamo ancora aspettando di vederli nelle lezioni a distanza, ancora non possiamo! Parliamo di centri diurni come il mio( dove lavoro)“Ciampacavallo onlus” sull Appia Pignatelli, all’aperto, tra cavalli, natura, autismo e psichiatria legati a casi molto gravi. Dove sono ora questi ragazzi? Quando ci permetteranno di lavorare bene? quando le persone normali e il potere, faranno un salto per aprire gli Occhi sul disagio e su quanto siano importanti le figure professionali che ruotano intorno a loro? Quando semplificheranno la burocrazia infinita che ostacola le vite di chi già ha un disagio perenne??? Lo stato che abbandona i bambini e i più deboli, l’educazione vecchia e per niente montessoriana( ci vantiamo tanto ma non la pratichiamo neanche un po’ in Italia tranne pochi esempi bellissimi di forze singole che spingono ostacolate da tasse e burocrazia), lo stato che non parla per chi non sa parlare o non ne ha più la forza, non è il mio stato. Pagateci rispettateci e venite a vedere la magia del nostro lavoro. Parlate di questo mondo per favore! È tragico ma sorprendentemente felice perché è fatto di passioni e grinte personali di genitori ragazzi e operatori.

    • Di persone con disabilità o diversa intelligenza ne ho incontrate diverse in anni di lavoro dal 2005. Ho visto la tenacia e la volonta di molti insegnanti a cercare di fare del loro meglio. ma l’iperburocrazia e diversi organi dirigenziali, diversi presidi, diversi pezzi dell’istituzione, ormai si può dire che sono nemici della scuola, intendendo come scuola un luogo dove l’apprendimento cresce in armonia, dove si svolge un lavoro armonico rivolto allo svuiluppo della conoscenza e della coscienza dell’individuo, tenendo conto delle diverse disabilita e delle diverse intelligenze e delle diverse personalità Una scuola con una presenza molto piu ampia di insegnanti e non una crescente presenza e soffocante burocrazia che IMPEDISCE IL LAVORO E L’APPRENDIMENTO ARMONICO DEGLI STUDENTI; essa non serve a nulla per la maggior parte, serve solo ad avallare gli stipendi di burocrati che non sanno altro che produrre norme che spesso sono in contrasto con altre norme o con la costituzione stessa o che ti chiedono di compilare moduli inutili. LA BUROCRAZIA OGGI E’ SOLO POTERE FINE A SE STESSO. PER LA MAGGIOR PARTE. Ci sono stati anni in cui avevo piu di 150 studenti. E ho conosciuto anche altre persone in queste condizioni. Vorrei capire come puo un essere umano insegnare matematica o fisica a 150 persone in modo profondo tenendo conto delle diverse intelligenze, delle diverse personalità, della presenza della disabilita di alcuni (vedi i DSA ad esempio che non hanno diritto all’insegnante di sostegno e ce ne sono diversi), in un contesto di disagio burocratico continuamente crescente e con presidi che spesso fingono di essere collaborativi con l’insegnante ma sono solo “rappresentanti della norma imperante” perchè semplicemente conviene rispetto alla posizione che occupano.

      Per non parlare di situazioni di disabilita molto forti in cui tutto è lasciato a insegnanti o educatori che lavorano “mal pagati”. E questo è uno stato? paghiamo le tasse a chi e per cosa? Unione europea? Unione di tecnocrati al servizio di potentati finanziari che ci chiedono di “tirare la cinghia”. L’italia è stata devastata da predatori di ogni tipo, da predatori politici che l’hanno massacrata e che l’hanno consegnata ad altri predatori di “piu alto rango”, come i sistemi finanziari che l’hanno massacrata e continuano a massacrarla e volerla massacrare (vedi MES )
      Per me è l’ora della rivoluzione in tutta europa per poter costruire una nuova italia e una nuova europa, PER ESCLUDERE CHI HA IL POTERE OGGI E COSTRUIRE UN NUOVO POTERE CHE SIA AL SERVIZIO DELLE PERSONE, DEL POPOLO E DELL’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO. CI VUOLE UN NUOVO MONDO E NON POSSIAMO CHIEDERLO, E’ INUTILE CHIEDERLO, DOBBIAMO CREARCELO COMBATTENDO SE NECESSARIO E CAMBIANDO NOI STESSI FINO AD AVERE IL POTERE DI RICREARCI E RICREARE IL MONDO…………….. Puo essere la strada dei prossimi 100 anni, non lo, ma non vedo soluzioni “morbide”……………………. L’alternativa è la schiavitu e l’asservimento ma questo non mi appartiene e non mi rispecchia e attraverso la morte e la rinascita, CAMBIO IL MIO MONDO IN NUOVO MONDO……………………….. L’universo è infinito e “le vie del signore sono infinite e non esistono abbastanza numeri per enumerarle tutte”………………………..

Share via