ABBONATI SOSTIENI

CI ARRIVA IN FACCIA UN TRENO GRANDE COME UNA CASA! Gianluigi Paragone a #Byoblu24

Il 20 gennaio il Governo aveva un piano definito “impressionante”. Talmente impressionante che è stato secretato, per non spaventare la popolazione. Ma se era così terribile, perché i governatori delle regioni non sono stati informati subito? Perchè non è stato fatto un lockdown immediatamente nelle zone a rischio, invece di invitare a fare gli aperitivi? 

 Di questo, della App Immuni e dell’avvento della società del controllo, di quello che dovremmo chiedere alla Banca Centrale Europea in un momento come questo, della proposta di far pagare la depressione economica al risparmio privato, ma anche delle 500 persone impegnate in 15 Task Force che esautorano definitivamente il Parlamento parliamo insieme al giornalista, scrittore e politico Gianluigi Paragone, ex M5S.


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24
  4. Firma e fai firmare il Manifesto del Patto per la Libertà di Espressione. Oltre 50 mila firme in soli 4 giorni!

    Firma il Manifesto del Patto per la Libertà di Espressione e di Manifestazione del Pensiero

    Il patto per la libertà di espressione e manifestazione del pensiero nasce per iniziativa di un gruppo di cittadini italiani, di diversa estrazione culturale e professionale, intenzionati a promuovere i valori non negoziabili sanciti dall’articolo 21 della Costituzione: la norma fondamentale sulla tutela assoluta, inderogabile e imprescindibile della libertà di espressione e di manifestazione del pensiero.

    Il patto viene “stipulato” e sottoscritto per una evidente ragione di necessità, oltre che di principio: dal secondo dopoguerra, mai come in questo periodo storico, il diritto intangibile, e costituzionalmente garantito, della libertà di espressione è stato minacciato.

    La minaccia proviene da una serie di fattori.
    In particolare:
    a) dalla concentrazione dei canali mediatici più diffusi nelle mani di un numero sempre più ristretto di soggetti;
    b) dalla tendenza del Sistema di informazione cosiddetto “mainstream” a veicolare e propagandare in ogni modo una visione unica del mondo, delle cose, della realtà;
    c) dal controllo e dall’utilizzo strumentale dell’apparato mediatico pubblico da parte delle forze governative che, di volta in volta, si alternano alla guida del Paese;
    d) dal palese confitto di interessi tra il sistema economico e politico attuale (ispirato alla logica della mera competizione) da un lato e i media privati e pubblici (che da quel sistema traggono finanziamenti e fondi) dall’altro;
    e) da una sempre più marcata insofferenza del potere costituito e del sistema dell’informazione ufficiale nei confronti della informazione indipendente: quei canali, cioè, in grado di mettere in discussione, o anche solo di sottoporre a un vaglio critico e a un esame ragionato e dialettico, le “verità” di regime;
    f) dalla ossessiva “narrazione” connessa al tema delle fake news e dell’odio online: rispettivamente, un “fatto” e un “sentimento”. Un fatto e un sentimento reali, sempre esistiti da che mondo è mondo, ma oggi impiegati strumentalmente per istituire forme, sottili o dozzinali, di censura. Una censura preventiva o punitiva nei confronti di chi non si uniforma alla “ortodossia” culturale e intellettuale vigente;
    g) dal diffondersi di ideologie dogmatiche, pericolosissime per le sorti della libertà di espressione, che adombrano i principi ispiratori della Scienza, una delle più importanti risorse dell’essere umano.

    Il patto per la libertà di espressione intende agire non tanto (e non solo) “contro” le situazioni sopra denunciate, quanto piuttosto (e soprattutto) “a favore” di una riscoperta della straordinaria portata dell’articolo 21 della Costituzione italiana. Nella convinzione che solo radicandoci nel passato (e nei principii e valori iscritti nella Suprema Carta del 1948) sapremo acquisire e diffondere i giusti anticorpi: quelli indispensabili per impedire che la libertà di parola muoia; e anche per evitare che il seme dell’intolleranza, della censura, dell’ignoranza possa produrre i frutti velenosi sopra denunciati.

    Proprio per queste ragioni, il patto si basa sui primi due enunciati dell’articolo 21 della Costituzione, riletti e approfonditi come le circostanze attuali richiedono e, come di seguito, senza pretesa di esaustività si cercherà di illustrare.

    1) TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE
    a) Tutti significa “tutti”, a prescindere dal titolo accademico e/o professionale, dalla provenienza etnica, dalla nazionalità, dalle condizioni personali e sociali e da ogni altra differenza di cui parla l’articolo 3 della Costituzione;
    b) la qualità di una affermazione, o di una tesi, non si misura dal curriculum di chi la propone, o la espone, ma dalla solidità delle argomentazioni a supporto;
    c) una affermazione, o una tesi, non sono mai vere, e definitive, in assoluto. Questo significa essere sempre aperti alla dialettica del pensiero critico, del contraddittorio, anche della polemica costruttiva. Solo nella messa in discussione di ogni sapere può esservi la progressione della consapevolezza individuale, delle cultura personale e collettiva, della coscienza critica e persino delle acquisizioni scientifiche;
    d) nessuna disciplina ha, né può pretendere di avere, la primazia su tutte le altre. È finito il Medioevo e, con esso, anche la supremazia indiscussa del dogmatismo teologico, rispetto al quale tutte le altre “materie” fungevano da ancelle. Oggi ciò vale in primo luogo per il sapere scientifico che ha una sua indubbia e fondamentale validità, ma non può esprimersi su svariati altri ambiti che, semplicemente, non gli competono: dal diritto alla morale, dalla spiritualità alla filosofia eccetera. Deve essere sempre riaffermata la pari dignità di tutte le discipline dello scibile umano, ciascuna destinata ad arrecare – nel suo settore di competenza – un prezioso contributo alla formazione e alla crescita individuali e collettive;
    e) va promossa e diffusa, a tutti i livelli (scolastici, universitari e sociali in senso lato) la cultura del dibattito, della comunicazione persuasiva, della conoscenza delle tradizioni della retorica classica, greca e romana; anche attraverso l’insegnamento delle tecniche e della strategia del discorso persuasivo: per imparare sia l’arte di argomentare in modo valido sia la capacità di individuare le falle (o fallacie, come dicevano gli antichi) nei ragionamenti altrui;
    f) va promossa e diffusa una nuova “etica del dibattito pubblico e privato” basata sull’imprescindibile rispetto per le opinioni altrui e sul rifiuto di ogni tentazione di censura o di “criminalizzazione” dell’avversario;
    g) è necessaria un’operazione culturale di riaffermazione dell’autentica caratteristica del sapere scientifico: quella di essere, per definizione, dialettico, falsificabile, smentibile. Bisogna recuperare e diffondere l’insegnamento dei grandi epistemologi della fine del Novecento (da Paul Feyerabend a Thomas S. Khun a Imre Lacatos) i quali hanno spiegato in cosa consista davvero la “validità” e in cosa, invece, i “limiti” del sapere scientifico;
    h) va introdotto, nei curricula studiorum delle facoltà scientifiche, l’insegnamento e l’esame – propedeutico alla laurea – della storia della filosofia della scienza e delle correnti epistemologiche della filosofia del Novecento;
    i) vanno promosse e favorite la “sensibilità” e la “cultura” della verifica della attendibilità delle fonti. È sacrosanto il diritto di espressione, ma lo è altrettanto il dovere – per chiunque si esprime attraverso qualsiasi canale mediatico o attraverso la rete – di verificare l’origine delle informazioni su cui si basano le conseguenti asserzioni. Soprattutto in un momento storico in cui le notizie “volano” e si diffondono alla velocità della luce attraverso una miriade di vettori. Il Patto per la libertà di espressione, insomma, è anche un patto per la “serietà” dell’informazione, a qualunque livello.

    2) LA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE NON PUÒ ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE
    Questo deve costituire un impegno solenne non solo dei Pubblici poteri nei confronti dei cittadini, ma anche dei cittadini tra loro. Chiunque aderisca al Patto si impegna a non ricorrere mai ad azioni penali (salva ovviamente la ricorrenza dei reati di calunnia o diffamazione previsti dal codice penale) come “contromisura”, preventiva o punitiva, verso un soggetto il quale abbia espresso e manifestato una opinione o posizione divergente.

    3) LA RETE INTERNET DEVE ESSERE VALORIZZATA E TUTELATA RISPETTO AGLI ATTACCHI ESTERNI
    Il Patto per la Libertà di Espressione e Manifestazione del Pensiero riconosce alla rete Internet il ruolo che le è proprio, di insostituibile sorgente di ricchezza per il dibattito pubblico, elemento fondamentale senza il quale qualsiasi forma di governo che si definisca democratica diviene nei fatti un vuoto simulacro, terreno di dominio incontrastato del potere costituito. Una rete Internet libera dalle ingerenze della politica, dalle pressioni dei gruppi di potere in qualunque forma organizzati, dalle ingerenze delle lobby e da ogni forma di censura deve essere riconosciuta come un diritto fondamentale dei cittadini, in quanto strumento insostituibile per esercitare la libertà di espressione e di parola sancita dall’Articolo 21. Deve essere introdotto nella Costituzione italiana, così come già avvenuto in altri paesi quali la Finlandia, il diritto per tutti ad avere un collegamento ad alta velocità alla rete Internet, dalle prestazioni garantite. Non sono necessarie leggi separate o regolamentazioni specifiche per governare il dibattito pubblico sulla rete internet o sui social network, oltre alle leggi già esistenti.

    PRIMI FIRMATARI:
    Claudio Messora
    Francesco Carraro
    Ugo Mattei
    Vittorio Sgarbi
    Diego Fusaro
    Paolo Becchi
    Mauro Scardovelli
    Enzo Pennetta
    Giuseppe Palma
    Alberto Micalizzi
    Fabio Frabetti
    Ivan Catalano
    Red Ronnie
    Alberto Micalizzi
    Comitato Popolare Stefano Rodotà per la difesa dei beni pubblici e comuni

    **la tua firma**

    89,659 firme

    Condividi con i tuoi amici:

       

LA TUA GRANDE SCOMMESSA PER CAMBIARE LA STORIA

€20.828 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

16 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La fake adesso l’ha detta Paragone su Galielo…
    Si ifnormi meglio sul perchè lo hanno processato!
    Si è mai domandato come mai la Chiesa la teoria eliocentrica l’avesse accettata da Copernico , NNI PRMA e come mai tal Copernico non abbia avuto invece alcuna persecuzione dalla Chiesa?

  • Caro Claudio Messora, faccio un grande applauso innanzitutto a te ma anche ai tuoi collaboratori per tutto quello che state facendo, dalla creazione del social a quella di una rete di informazione libera. Voglio ricordare una volta di più che in questo momento storico cosi terribile e unico é più che mai necessario unirsi mettendo da parte vecchie ideologie e vecchie divisioni superate e ormai anacronistiche che servono solo a chi vuole continuare a dividere per controllarci e toglierci ogni libertà. La lotta sarà dura e se non saremo uniti saremo spazzati via come granelli di sabbia sotto una tempesta. Se saremo uniti e riusciremo a creare un blocco di resistenza devieremo questo vento che vuole annientare i diritti e le libertà conquistate con il sudore e col sangue dai nostri padri dai nostri nonni e dai nostri avi.
    Faccio questo appello a tutti i frequentatori, sostenitori e visitatori di questo sito e degli altri siti di informazione libera alternativa del web. E lo faccio ancor di più a tutti coloro che hanno creato e che gestiscono questi siti e che fanno informazione ogni giorno. Dovete essere i primi a dare un esempio di unità di intenti e di obbiettivi, dovete creare l’ossatura della resistenza. Per questo vi chiedo se ce ne fosse il caso con umiltà di mettere da parte le vostre personalità forti e irremovibili che se da un lato vi hanno permesso di creare siti di informazione e di lottare contro il mainstream e i poteri forti in questi anni, ora rischiano di diventare il vostro punto debole che puô far crollare tutto. Uniti come i nostri padri e nonni nella liberazione, nel CLN, nel Risorgimento, uniti come lo sono stati i popoli del mondo in tutte le rivoluzioni che hanno cambiato la storia.
    Mi raccomando anche nelle nostre diversità, sempre uniti altrimenti sarà la fine di tutti noi.
    E che ognuno faccia la sua parte nelle sue possibilità.

  • Sig. Paragone, occhio alle fake news :)): Copernico è nato quasi un secolo prima di Galilei. Nel 1473 il primo, nel 1564 Galileo

    • … magari senza fare strafalcioni epocali (min. 35.10… ops, Copernico è nato un pochetto prima di Galileo, diciamo un secolo arrotondando :)))

  • Proviamo a riflettere….da tutto questo che sta accadendo, non sembra appunto che il Premier ed i relativi responsabili qui citati non volevano apposta far conoscere al popolo l’entità del problema, al fine di raggiungere ad una maggiore contaminazione per poi limitarne ogni libertà individuale ed accettare solamente soluzioni economiche drastiche da Bruxelles? Perchè sembra assurdo, ma se dovessimo prenderla per buona questa constatazione, allora tutto quello che stanno facendo, lo stanno facendo veramente bene.

  • Caro Paragone prima di parlare agli Italiani dimettiti e fatti rieleggere con la lega … se no nessuno ti ascolta oltre al 20 % dei leghisti del nord ! Con tutta la mia disistima C.A.

    • Dalla merda Ad Un’altra merda… Tutta La Politica è Corrotta e Impotente. Colui che vi si Avvicina..Semmai Rimanga Li Dove è. SI Esprima Non Perchè è Nel 5 Stelle o In Un’altro Partito (Vacca voi E Troia L’etar.) Ma Come Economo Del POPOLO, Come Economo di Dio.

  • Il Problema Sono gli Insegamenti che hanno fatto i Sedicenti Religiosi che hanno In Mano l’Istruzioni delle Università.(Come il Terrorismo degli Anni 70/80.) Manovrato alle spalle da Intelligens, e Gesuiti. Dalle Univreità Cattoliche viene Governata la Politica degli ultimi 50 Anni. Poi spostandosi Al Mondo degli Affari e del Commercio. Dell’alta Borghesia.
    Ma fate Prima a Leggere Il Cap. 18 Di Apocalisse.
    Dalle Scuole poi al Mondo del Lavoro, Preparando i Figli dll’alta Borghesia, a prendere i posti dei Padri, e corrompendo anche quelli di estrazione Umile, che con sacrifici i Genitori della Plebe riusciva a Mandare nelle Università. Esempio a Piacenza nel 2008 Tenuto 6 Comizi..Davvero per esprimere risoluzioni fuori dai CORI, che si somigliano di DX E SX. In Uno di questi Comizi Conobbi Uno Studente, A.Miceli, Giovanotto che studiava Giurisprudenza, molto preparato, e che aveva Già scritto un Libro sulla Mafia..Egli Siciliano era a PC. Io Candidato PER IL BENE COMUNE FUORI E CONTRO LA POLITICA ATTUALE [Proposto da Stefano Montanari, Fernando Rossi, e in Parte da Giuglietto Chiesa..] Gli Feci fare il Dicorso che Avevo Iniziato la Mattina, e poi Continuò nel Pomeriggio..Feci Parlare Lui della Costituzione—> E Dell’illegalità del sistema Elettorale.. Infatti Il Quotidiano Piacentino Parlando di Me con Tanto di Foto “Citava.” Eugenio fava Il candidato che Invita a Non Votare. Poi Mi Chiesero di Fare La Foto davanti Al Seggio Elettorale; MENTRE RIFIUTAVO LA Scheda Elettorale adducendone i Motivi.[PS, dovetti richiederla…Perchè era dal 1982/83 Che non Andavo a Votare.
    Inoltre Ci Frequentammo per Un Breve periodo Fino a Quando (Plagiato dai suoi Compagni di Studi…( Da studenti Universitari dellA Cattolica…(DEL SACRO CUORE) me lo Rivoltavano Contro…Essi mi Accusavano Dicendo.
    * Non entrerete mai in Parlamento. Bisogna fare pulizia dei fanatici che ci
    > sono in giro…. anche di un certo e e poi effe tanto non riusciranno mai
    > a
    > vincere le elezioni
    > Andatevi a guadagnare il pane e comportatevi da civili , invece che
    > strillare per le strade di cose che non conoscete.
    > No a Per il bene Comune e no a Grillo!!!!!
    Io Ho Allattato i Meetup di PC-GE-FI-NA-e trieste, dal 2006/7 fino al 2010.
    Quando mi dissociai perchè entrarono In POLITICA.
    Ecco Cosa Mi Scrissero, Usando la Mail Di MIceli Loro Compagno di Università.
    > Non entrerete mai in Parlamento. Bisogna fare pulizia dei fanatici che ci
    > sono in giro…. anche di un certo e e poi effe tanto non riusciranno mai
    > a
    > vincere le elezioni
    > Andatevi a guadagnare il pane e comportatevi da civili , invece che
    > strillare per le strade di cose che non conoscete.
    > No a Per il bene Comune e no a Grillo!!!!!
    Specifico che Era Per Il Bene Comune comunque.. Per Cui Avevano Candidato.
    Nei Comizzi Accusai Pure Questa Lista Civica Di Avere nel Loro Programma L’Eliminazione delle Province. Sebbene nel Loro Programma Vi erano Molte belle Proposizioni di Proposte.
    Ecco il Plagio per il Quieto Vivere di A.Miceli.
    Usando E Nascondendosi dietro la Sua E-Mail.
    Mi Accosi quasi da subito che in Realtà le Argomentazioni non Venivano da Miceli Ma da una stuola di 18—> Figli Di Papà dell’alta Borghesia.. Immagino che questi Oggi Adulti; occupino Posizioni di Prestigio. (Se si può dire che sia onorevole, o che lo facciano in Modo Coscienzioso Non Lo Sò.! ma visto lo Stato del Governo attuale Immagino che Questi Non Siano Coscienziosi. (Mentre Scrivo mi sovviene la Figura di Di Maio.)
    Ecco Uno Stralcio dele Botte E Risposte tramite Mail.
    46 Pagine in Totale.
    Metto solo Uno stralcio per far comprendere Il Tono.
    *[*]
    Questo Stralcio, Indica ESATTAMENTE Lo Stato dentro Lo Stato, Amici di Amici per Occupare Posizioni E Incarichi Pubblici (Anche truccando I Bandi di Assunzioni nelle Università E Nel Mondo del Lavoro, Ispettorati, Inps, Agenzia delle Entrate, Camera del lavoro .ecc.ecc.ecc.ecc.ecc. La testa del Serpente Questi Falsi religiosi; che studiano Psicologia e Psichiatria, al Posto della Legge e principi di dio. Essi non hanno al mente di Dio e i suoi principi..Ecco perchè Il Mondo giace nel Potere del Malvagio; essi sono suoi Figli= Servitori= Ministri= Schiavi. Dunque Ci Vuole Geova degli Eserciti per Spazzarli Via. Ora Antonio Pappalardo si Stà prendendo L’Onere di Attuarlo il 2 di Giugno 2020.
    ConCludo Indicando che Sono DisponiBile ad essere Intervistato Da BYOBLU, Per Raccontare Non Solo La Mia Esperienza.. Ma spiegando che Questa Continua dal 2008 PER Il BENE COMUNE, Fuori Dalla Politica e Fuori dalla Partitica degli Ultimi 50 Anni.
    AVRETE IL CORAGGIO di Invitarmi.? Comunque Sulla Mia Pagina Facebook, Potete vedere dal 2016 Post, su vari Argomenti, sostenuti SEMPRE dalla Legge E Principi di DIO…
    Ora se Davvero BYOBLU Vuole Servire il Popolo Sovrano (duque Superiore= Dio) Per Adorare IL Vero Dio e Unico.. Le Conseguenze, il Senno di Poi..
    Detto Questo..Spero Mi Contattiate.. Diversamente Siete solo Uno dei Tanti che Ventilano Quaquaraqua. Bla Bla Bla.

    • ECCO LO STRALCIO degli Oppositori.(Leggete Bene cosa hanno scritto.)
      Ricordando Che le Botte E risposte sono di 46 Pagine.
      PS. A Miceli Siciliano mi diceva che Li All’università Cattolica del sacro CUORE, questi venivano da varie parti D’Italia. Tanto per farvi Conoscere Che Gente Esce dalle UniversiTà CATTOLICHE.xxxxxxxxxxxxxxxxx
      *Con le amicizie che abbiamo stiamo elaborando una iniziativa per una
      condanna penale su chi con dolo, trascinando con sè altri che in buona fede
      lo seguono (cioè secondo un comportamento di consapevole ignoranza) cerca di
      fare proselitismo fra le masse usando libri , atti e scritti che vanno
      contro la Chiesa e le altre religioni monoteiste diffuse si tratta del c.d.
      divieto di plagio con atti osceni alla moralità ed al ecoro pubblico) e
      dell’eversione religiosa , opzioni queste non disciplinate che possono
      trovare attuazionecon pene severe anche per lei.E PER DI PIù…E QUI MI
      VIENE DA RIDERE…(CHI PORTA LA BARBA LUNGA, IL LIBRO NERO ED IL GILE’ STILE
      DI UN MISTO TRA SEDICENTE, GAY, BARBONE E ANTENATO HA LA CONDANNA
      RADDOPPIATA PER L’EVIDENZA APPARENTE DI PLAGIATORE AH AH AH….OPS FORSE
      QUESTO/I SONO GLI OMONIMI DI UN CERTO FAVA DI PODENZANO)…..
      Così almeno i parolai e predicatori come lei sig. Fava potranno liberamente
      “parlare” giorno e notte nelle patrie galere.
      P.S. SIAMO A SCRIVERLE IN 18 PERSONE TRAMITE LA E-MAIL DI UN SUO EX AMICO
      FORTUNATAMENTE SFUGGITO DALLE SUE GRINFIE TENEBROSE E DAL SUO SETTISMO.
      INFATTI IN ITALIA ABBIAMO I GRUPPI ANTISETTE DELLA POLIZIA DI STATO CHE SI
      OCCUPNO DI BADARE A PERSONE COME LEI INSIEME AD ALTRI SEDICENTI CHE VANNO
      CONTRO LE RELIGIONI E L’ORDINE PUBBLICO.
      Forse non si rende conto che è lei ad alimentare il disaccordo , la tensione
      e il male perchè tutto ciò che dice è opposto alle opere ed ai pensieri di
      Gesù di Nazareth che rispecchiano la volontà del Padre.
      Per noi è un piacere continuare a scriverla sapendo che lei ha un arma
      duttile e vulnerabile in confronto a noi che siamo coesi e convinti che la
      religione cattolica è da esempio e per il dialogo con le altre religioni
      monoteiste (ebraismo e islamismo). Ma non si vergogna a fare certi
      ragionamenti che riducono la sua potenziale cortesia e intellettività a
      misere argomentazioni prive di senso pratico? Guai a persone come lei che
      oltraggiano le convinzioni altrui guai…..

      Non c’è solo Antonino che scrive c’è anche Matteo Marco ,Jas, Dalila,
      Mariantonietta, Angelica, Carlo , Michele , Pierluigi , Gianluca, Domenico
      Alessandro,ECC…
      Se mi Inviterete Farò Un Sunto delle + Importanti che fanno Comprendere Il Marcio.
      Che permea Le corti Celesti di Questa marea di Assassini.

      • PS. Conobbi Miceli A. E Lo feci Parlare nel Pomeriggio dal Podio, perchè a Pranzo compresi che era erudito sulla legge e sulla costituzione. Ma in Seguito Parlando Coi suoi Compagni…(Non penso Amici.) essi Lo Portarono a farsi Strumento di Demoni, Dette dai Diavoli, appunto questi 18 Dell?università Cattolica.
        Boom Per ORA. Ciao.

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via
Top