ABBONATI SOSTIENI

IL NUOVO SCONTRO DI CIVILTÀ È SULL‘INFORMAZIONE E INIZIA ADESSO #Byoblu24

Che la caccia in rete ai giornalisti non allineati abbia inizio! Un articolo pubblicato su Repubblica riporta uno studio condotto da NewsGuard, un’azienda americana privata che censisce e analizza i siti di informazione di tutto il mondo stabilendone il grado di affidabilità. Su NewsGuard vengono etichettati come “disinformatori” cinque account Twitter italiani, fra questi c’è Byoblu, il profilo dello psichiatra e criminologo Alessandro Meluzzi e quello dell’attivista politica Patrizia Rametta.

Insieme a loro e al direttore di Radio Radio Fabio Duranti scopriamo chi si cela dietro il nuovo “baluardo” della corretta informazione, con il prezioso contributo del direttore di Urbanpost Andrea Monaci, che ha svolto un’inchiesta sul tema: “NewsGuard, la finta Ong franco-americana che controlla e censura i media italiani: quis custodiet ipsos custodes?”.

P.S. mentre realizziamo questa intervista, Youtube ha oscurato il quarto video di Byoblu in un mese. Proprio uno di quelli indicati da NewsGuard…

Quasi 80mila firme per il Manifesto del Patto per la Libertà di Espressione. Manca la tua? Mettila qui: https://go.byoblu.com/Patto


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

Facciamo il salto… tutti insieme!

38% raccolto

Non so come siamo arrivati fino a qui. Abbiamo attraversato ogni sorta di difficoltà. Hanno fatto esposti contro Byoblu. Ci hanno oscurato ben quattro video. Ci hanno attaccato perfino dagli Stati Uniti (NewsGuard). C’è stato il coronavirus. Eppure siamo ancora qui, siamo ancora in piedi. In questi mesi incredibilmente duri abbiamo sempre continuato a lavorare per informarvi, perché era la cosa giusta da fare. E non è stata l’informazione a senso unico di tv e giornali: vi abbiamo davvero portati sull’altra faccia della luna. Quaranta milioni di video visti e centoquaranticinquemila nuovi iscritti tra febbraio e maggio lo testimoniano come una bandiera piantata nella pietra. Oggi siamo quasi a mezzo milione di iscritti al canale Youtube. Più ci attaccano e più ci rendono forti. Ma è solo la forza della verità. La verità non ha bisogno di niente, se non di essere mostrata.

La Tv dei Cittadini è un successo spettacolare, e il fatto che nessuno ne parli se non per tentare di chiuderla è la vostra migliore garanzia. Così come la forma di finanziamento che abbiamo scelto: niente pubblicità, niente fondi pubblici, niente erogazioni da Soros o da Bill Gates. Solo microdonazioni diffuse! Il perché è semplice: se siete in tanti a donare o a fare l’abbonamento, nessuno potrà mai fare una chiamata e dirci cosa possiamo dire e cosa no. Ma perché siate in tanti, serve infondere fiducia: serve essere credibili, onesti, altrimenti non funziona. Spiegatelo agli altri, a quelli che hanno bisogno di milioni di euro provenienti da grandi finanziatori, per partorire un topolino. A quelli che per tentare di rendere credibili le loro balle hanno bisogno di istituire task force di Governo, perché altrimenti non riuscirebbero a convincere nessuno. A quelli che per farsi ascoltare hanno bisogno di mettere a tacere ogni altra voce, perché hanno idee deboli, e allora fanno oscurare i video dei cittadini. Con loro il finanziamento popolare non funzionerà mai, perché non sono credibili.

Ma non è finita, perché questa è una gara che non finisce mai: non si può mai smettere di correre. Adesso, cari Cittadini (con la C maiuscola), dobbiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo, fare un altro grande salto in avanti. Dobbiamo aumentare l’organico, dobbiamo diventare una testata editoriale (così da essere protetti dalle leggi sulla stampa), dobbiamo lanciare le App su tutti i dispositivi, che permetteranno di vedere in un unico posto tutta l’informazione seria di cui avete bisogno, e dobbiamo arrivare sul digitale terrestre. Non esiste una scorciatoia: non c’è una via di uscita. Abbiamo sfidato il mondo e adesso dobbiamo affrontarlo, a testa alta: la Tv dei cittadini deve diventare l’ottava televisione italiana.

Già oltre 80 mila persone hanno firmato il Manifesto del Patto per la libertà di espressione (e presto tutti riceverete istruzioni). Sosteneteci in questo sprint finale. Con un euro a testa a settembre trasmetteremo sulle vostre televisioni.

E sapete… forse non è neppure tanto importante vincere in sé e per sé, né come usciremo da questo scontro frontale contro poteri tanto forti. Quello che davvero conta, per tutti, è resistere. Nessuno è mai riuscito a resistere contro il potere. Ma se questa volta tutti noi, insieme, riusciremo a tenergli testa… E se alla fine di ogni trasmissione noi saremo ancora lì, e nessuno sarà riuscito ad impedirci di andare in onda, noi sapremo per la prima volta che i cittadini, insieme, non sono sempre e solo destinati a subire. Noi sapremo che esistiamo, e che non possiamo essere cancellati. E, quel che più conta, lo sapranno anche loro.

Vieni con noi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

R

Roger

€150,00 26 Maggio 2020

Una donazione per l'informazione libera. Se tutte le televisioni fossero come byoblu, tornerei ad accenderla subito. Grazie mille ragazzi!!!

MC

Martina Colma

€25,00 26 Maggio 2020
SB

Stefano Bartoccioni

€10,00 26 Maggio 2020

Per farti un'idea devi conoscere tutti i punti di vista e poi rifletterci su parecchio.

LF

Laura Frigieri

€10,00 26 Maggio 2020

Fate un lavoro egregio,continuate cosi

DF

Daniela Franceschelli

€15,00 26 Maggio 2020

Grazie per il vostro lavoro!

RF

Rino Fenzi

€100,00 26 Maggio 2020

Libertà, sopra di tutto

PS

Pietro Sonzogni

€10,00 26 Maggio 2020
EL

Eleonora Lamberti

€10,00 26 Maggio 2020

Finalmente ci fate capire!!!!grazie!

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 25 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Maggio 2020
FV

Francesca Vestita

€10,00 25 Maggio 2020

Grazie!

MC

Massimo Cappello

€15,00 25 Maggio 2020

Siete : Fantastici , Preparati e Coraggiosi: Continuate così. Devo dirVi la Verità: non mi piace più, da anni, seguire l' Informazione… Leggi tutto

Siete : Fantastici , Preparati e Coraggiosi: Continuate così. Devo dirVi la Verità: non mi piace più, da anni, seguire l' Informazione del Mainstream ( che spesso è Disinformazione ); invece mi piace seguire Canali on-line Indipendenti, come siete voi, Pandora Tv e qualcun' altro ( mi piace molto anche Massimo Mazzucco ). La " ControInformazione " a questo punto è una Scelta per me molto utile e saggia. Grazie di Cuore. Massimo.

MP

Maurizio Pimponi

€15,00 25 Maggio 2020
ab

alessandro maria bisetti

€15,00 25 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 25 Maggio 2020
SB

Silvia Bazzan

€10,00 25 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€50,00 25 Maggio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€50,00 25 Maggio 2020
MC

Massimo Carere

€15,00 25 Maggio 2020

19 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ragazzi vi voglio bene, ma Andrea Monaci lo si può leggere, non ascoltare, é soporifero.
    Per carità dice cose interessanti, ma la comunicazione televisiva necessità di un minimo rispetto di tempi e ritmi.
    Con rispetto.

    • Al di là del tuo giudizio su Monaci, purtroppo ieri mancava un operatore in regia, e quindi la copertura telefonica non poteva essere molto valorizzata da immagini e riprese alternative. In ogni caso comprendo il tuo punto di vista ma va fatto un minimo di sforzo per seguire i contenuti.

  • ECCO: DURANTI CI STA DICENDO COME IL POTERE DEI MEDIA SI ENORME: MA L ASSURDO E’ CHE I MEDIA COMUNICANO X TITOLI, PER SPOT, PER ARTICOLI CHE LA GENTE SPESSO NON LEGGE…E SE MAGARI VUOI LEGGER EUN ARTICOLO DEVI ABBONARTI…. E MAGARI POI TIPASSA LA VOGLIA E VAI AVANTI CON UN ALTRO TITOLO E INTANTO LA “NOTIZIA” E’ PASSATA…
    LA REALTA’ SI E’ SPOSTATA ! DAL REALE AL VIRTUALE DOVE (SEMBRA!) ACCADE TUTTO…O MEGLIO DOVE QUALCUNO VUOLE TENERCI PRIGIONIERO.
    GIU’ LA TESTA! SEMBRA VOGLIANO DIRCI, NON CON PAROLE MA COI FATTI!!

    PANEM ET CIRCENSES!
    MA ANCHE DIVIDE ET IMPERA!

    CHE FARE??
    SU’ LA TESTA!!!!!!!!!!

  • #Associazione Antimafia “Antonino Caponnetto”, siete stati chiamati in causa come possibili risolvitori del problema anti fake news e oscuramento illegittimo di canali di vera informazione.
    Io credo in voi e voi lo sapete!

  • Tranquillo Claudio, se prima della censura si sarebbero abbonati in 10, ora saranno il 100. Gli si rivolterà come un boomerang… fosse solo per il gusto del proibito…

  • Ci sono moltissimi Magistrati che molto seriamente stanno lavorando affinché venga applicata la Costituzione e stanno perseguendo TUTTI coloro che stanno cercando di annullarne il valore e la grandezza.

  • Grazie a tutti. Stiamo crescendo. Vi ho conosciuto a marzo grazie ad una amica. Prima mi informavo sul FQ, straconvinta della loro onestà intellettuale. Ed ero persuasa di essere in grado di non prendere abbagli nella vita. Che botta. Va bene così, l’importante è svegliarsi e continuare nel giusto. Buon lavoro e grazie ancora.

  • Tutta la mia solidarietà a voi di Byoblu, a Radio radio e a tutte le emittenti libere; voi siete danneggiati, è evidente, ma anche tutti noi lo siamo. Con questa considerazione il problema assume un aspetto veramente importante, da affrontare con urgenza, visto il correre degli eventi.

  • Perfettamente d’accordo con Duranti. L’illegalità di qualsiasi sito non può essere delegata a nessun altro organo che non sia quello previsto dall’ordinamento giuridico italiano. Quindi c’è un Agcom, c’è una magistratura, bene . Qualsiasi iniziativa al di fuori dei canali istituzionali e costituzionali è illegale. Quindi che FB o Youtube bolocchino trasmissioni o siti sul territorio nazionale è inaccettabile.

  • Claudio, la libera informazione fino a ieri era una sfida, adesso è diventata una guerra. Come dice saggiamente Duranti, se sei calunniato devi reagire. Adesso Byoblu ha raggiunto una portata molto influente e strategica e non sono ancora riusciti a oscurarlo… va da se che è arrivato il momento di usare la Giustizia (fino a quando resta dalla nostra parte).
    Vorrei concludere con un vecchio detto, molto calzante, per sottolineare questo aspetto.
    “Quando sei incudine, statti (stai fermo), quando sei martello, batti!”
    Non ci arrenderemo mai!

  • Nei browser esiste una opzione sotto “Privacy & Security” (scusate, ho la versione inglese) che si chiama, in Firefox ad esempio, “Deceptive Content and Dangerous Software Protection” (in italiano qualcosa come “malware e siti inaffidabili”), sviluppata all’inizio in collaborazione tra il team Mozilla e GoogleChrome.
    Questa funziona in modo abbastanza garantista, cioe’ ill brower scarica e tiene aggiornata, in locale (sul tuo pc), la lista di siti malevoli.
    Newguard invece, con la sua estensione, fa una cosa abbastanza diversa:
    Ogni sito di cui tu clicchi il link o l’indirizzo viene comunicato tramite l’addon installato, a Newsguard.
    Newsguard quindi conosce TUTTI i siti che tu vai a visitare, poi ti segnala quel che ti deve segnalare.
    Newsguard sa tutti i siti che visiti.

  • Io sono contentissimo di avere una lista di siti definiti (dal mainstream) “super-diffusori” di fake news, perché sono proprio i siti che seguirò e non dovrò sbattermi per stilare la lista me medesimo 😀
    Grazie Repubblica e grazie NewsGuard del lavoro 😛

    ByoBlu vi adoro, continuate così e non abbandonateci mai!

    PS vivo in Francia e sono alla ricerca di un vostro gemello (omozigote!) francese.

  • Buongiorno,
    ho ascoltato con attenzione il vostro video IL NUOVO SCONTRO DI CIVILTÀ È SULL‘INFORMAZIONE E INIZIA ADESSO. Pur trovandomi d’accordo in linea di principio con ciò che è stato detto dagli intervenuti, dopo averlo visto sono andata a vedere il sito di AGCOM. L’ho fatto perchè mi ha colpito l’intervento di Fabio Duranti di RadioRadio che dice che in Italia possiamo contare su Magistratura e AGCOM come garanti della Costituzione e del Diritto. Essendomi sentita violata nel mio diritto all’informazione assieme a tutti i cittadini italiani dall’azione compiuta da Newsguad e dall’articolo pubblicato da Repubblica il 20 maggio u.s., pensavo di trovarvi un’autorità che mi permettesse di esprimere il mio pensiero, visto che risponde del proprio operato al Parlamento che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto e eletto i componenti. Nel sito su “Attività” ho trovato una pagina intitolata “I fact-check delle principali notizie false sul Covid-19” dove, alla fine dell’elenco dei fact-check intitolati “10 tra le bufale più diffuse sul Covid-19 in Italia, Gran Bretagna, Francia, Germania e Stati Uniti: da dove nascono e come si sono sviluppate” si legge che, per quelle notizie AGCOM scrive: “Si ringrazia Newsguard (e in particolare i referenti italiani Giampiero Gramaglia e Virginia Padovese) per aver messo a disposizione dell’Autorità l’analisi effettuata da John Gregory e Kendrick McDonald del Centro di monitoraggio della disinformazione relativa al Coronavirus”. Come? AGCOM si avvale per le sue indagini e ringrazia proprio Newsguard per aver messo a sua disposizione l’analisi del “Centro di monitoraggio della disinformazione relativa al Coronavirus” che in data 20.5.2020 riporta l’elenco completo dei siti che, secondo loro, pubblicano informazioni false o fuorvianti divise per paese e dove compare anche Byoblu?
    Allora mi DEVO trovare d’accordo con la Dr.ssa Patrizia Rametta che asserisce che le autorità non le danno garanzie perchè sono quelle che gestiscono l’informazione, pur sostenendo la linea ideale del diritto portata avanti da Fabio Duranti. Quello che ho visto è che uno dei due organismi garanti del sistema democratico in Italia (AGCOM), per le sue attività di ricerca e monitoraggio si è avvalso proprio delle analisi effettuate da Newsguard. Come libera cittadina che esercita il suo diritto all’informazione, sancito dalla Costituzione, mi sento lesa nel diritto proprio dall’organismo che dovrebbe tutelarmi! Credo che sarebbe doveroso fare una Class Action da parte di chi fa libera informazione come voi, ma anche da parte di tutti i cittadini che si sentono privati di questa non solo da un’azienda privata (Newsguard) ma anche e soprattutto da un’Autorità (AGCOM) che per garantire le comunicazioni si avvale di tale azienda privata. Ma a chi rivolgersi? Quale sarà l’ organismo ultra partes che troverà la soluzione delle questioni per i componenti delle categorie che propongono le suddette class action? Ci sono organismi ultra partes? Come dice Pennetta, se vorremo andare a vedere ciò che non vogliono farci vedere, forse prima ci ignoreranno, poi ci derideranno, poi ci combatteranno e poi VINCEREMO?

  • Caro Claudio Messora e tutti i collaboratori di Byoblu, se sei, anzi se siete invisi al main stream vuol dire che state lavorando bene.
    Del resto non siete ne i primi e nemmeno gli ultimi che cercheranno di fermare.
    Se foste benvoluti e osannati da loro mi preoccuperei.
    Lo so non è facile fare il vostro lavoro tutti i giorni.
    Che il mio commento vi serva da incoraggiamento e grande riconoscimento e gratitudine per il vostro lavoro quotidiano.
    Con afffetto e stima.

  • Vorrei un chiarimento perché forse non ho capito bene. Pensate veramente che Alain Soral sia “un canale di estrema destra”? Non pensate che potrebbe essere anche lui bollato perché la sua voce da fastidio? Stiamo attenti alle etichette… per noi e per gli altri.
    Grazie per il vostro lavoro

  • Ieri, nel mio commento, ero arrabbiata sfiduciata, ma poichè io nella vita voglio coltivare stati d’animo diversi e coerenti con i miei valori e desidero operare guidata da essi, oggi, dopo una notte di riposo, ho capito che quelle ultra partes che possono trovare soluzioni ai problemi e superare i limiti di questa situazione sono tutti gli individui che non hanno perso di vista i loro valori o che li hanno ritrovati. Il Popolo è Sovrano e gli individui sono come le cellule di un corpo. Se ogni cellula compie il suo lavoro senza confitti con le altre e tutte operano per il bene dell’intero organismo esso è in salute e ogni cellula ne beneficia. Le cellule emettono frequenze e comunicano istantaneamente attraverso di esse. Se noi operiamo per il benessere della collettività e siamo consapevoli di essere individui che comunicano tra loro principalmente attraverso le frequenze dei loro pensieri e delle loro emozioni, allora possiamo, coltivando amore e fratellanza nel ns. quotidiano e nella comunicazione con gli altri, essere quella forza che cambia la realtà, essere quella Sovranità che promuove il ben-essere del popolo. Con questo pensiero mi sono riappropriata dei miei valori e delle emozioni coerenti con essi, sapendo di dare il mio contributo energetico agli ideali miei e di molti altri che li condividono. Non sono più arrabbiata e mi sento unita a tutti coloro che, in modi diversi, operano per il bene comune e per la libertà prima che è quella di essere se stessi, di manifestare se stessi. Chi è libero e manifesta se stesso è anche libero da separazioni e conflitti, è creativo, intuitivo e propositivo e opera veramente per un modo di vivere più naturale e rispettoso della vita.
    Grazie per questo spazio dove questa libertà può essere espressa.

Share via
Top