SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

NUOVO STUDIO USA: INFETTIVITÀ CORONAVIRUS TENUE #Byoblu24

Un nuovo studio realizzato negli USA ha tracciato i contatti di un paziente infetto, con sintomi lievi, tornato dalla Cina e non ospedalizzato, alcuni dei quali anche intimi. Nessuno di questi contatti è stato infettato, ragion per cui lo studio si conclude con la frase “senza evidenze di trasmissione ai contatti vicini”. 

Si tratta di dati quanto meno controversi, che sollevano più di qualche perplessità sulle reali cause dei casi di Bergamo e Brescia, e rimettono in discussione le politiche di lock down adottate dall’Italia e quelle  in corso di adozione. Nella controrassegna di oggi analizzeremo anche i rapporti tra Iran e Venezuela, per continuare con le novità sul movimento delle sardine e accendere infine un riflettore sul crollo psicologico degli italiani in seguito alla distruzione dell’economia del Paese.

Questo il link alla ricerca citata: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7184399/

Versione in pdf: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7184399/pdf/ciaa374.pdf


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€311.299 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 20 Aprile 2021
PC

Paolo Casoretti

€5,00 20 Aprile 2021

Io ci credo, ci credo insieme ai miei genitori che ogni sera guardano con me il vostro canale.

Ci sono troppe cose che non vanno a questo… Leggi tutto

Io ci credo, ci credo insieme ai miei genitori che ogni sera guardano con me il vostro canale.

Ci sono troppe cose che non vanno a questo mondo, e per la prima volta ci sentiamo rappresentati. Non mollate siamo con voi!

SC

Sonia Caridi

€5,00 20 Aprile 2021

Per la libertà di opinione.

LC

Luisa Cordova

€5,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
Cd

Consuelo de felice

€50,00 19 Aprile 2021

Grazie!

KM

Katia Mancuso

€10,00 19 Aprile 2021

Siamo con voi e grazie per quello che fate. Non mollate!!
Katia e Daniele

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
NM

NADIA MARTIN

€10,00 19 Aprile 2021

Continuate così!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 19 Aprile 2021
M

Marco

€50,00 19 Aprile 2021

Spegniamo la TV e accendiamo BYOBLU !! Siete i migliori .

MF

Marcello Frigieri

€25,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 19 Aprile 2021
F

Francesca

€10,00 19 Aprile 2021

Grazie per il vostro impegno. Continuate così!

MP

Massimo Panciatichi

€10,00 19 Aprile 2021

Andate avanti vi prego

AT

Alberto Trimarchi

€10,00 19 Aprile 2021

Lieto di sostenere uomini liberi

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ahahahah una pausa da cosa? Questo sfigato non ha nemmeno voglia di fare il leader del suo stesso movimento, pensate se potrà mai aver voglia di lavorare. Un buffone e buffoni tutti quei lobotomizzati di Italioti che lo seguivano cazzeggianti in piazza. Ragazzi svegliatevi

  • Impatto economico per le famiglie italiane: si calcola dal 2009 al 2017. Mi sembra un metodo di calcolo molto ma molto arbitrario per ottenere il risultato voluto.

  • Scusate, ho invertito i valori: dal 2007 al 2019. In ogni caso il discorso mi sembra non cambi, soprattutto in una situazione come quella italiana, con un inizio di cambiamento, ora non si sa più a che punto, ostacolato in tutte le maniere dai cosiddetti “poteri forti”, che altro non sono che coloro che hanno gestito fino ad un certo momento l’economia e la distruzione de nostro sistema economico e produttivo.

  • – Sono stati considerati “contatti” le persone esposte al soggetto in esame il giorno precedente e i giorni seguenti il prelievo che ha rivelato la positività al covid19 –
    Si tratta di un “case report”, ossia la storia clinica di un singolo paziente. Ha quindi la limitazione di una segnalazione aneddotica. Presenta anche altre limitazioni (ossia “punti deboli” ) peraltro dichiarate nel report stesso. Ha comunque un suo valore informativo per una migliore comprensione del fenomeno in oggetto.
    In pratica si è verificato che un soggetto positivo al covid19, affetto da una forma moderata della malattia indotta, ha mantenuto a lungo la positività al tampone e non ha infettato le persone con cui è venuto in contatto e a cui si è potuto fare il test diagnostico. Questo supporta l’ipotesi che la capacità infettiva sia correlabile alla gravità della malattia. E’ importantissimo stabilire questa correlazione, in quanto l’entità e la modalità delle misure preventive dipende da questo e, attualmente, vengono realizzate (in pratica) nell’ipotesi che tutti i positivi anche asintomatici siano fortemente infettivi. Personalmente non mi sembra vi siano prove schiaccianti in questo senso e le incertezze non sono trascurabili (es: quanto è realmente virulento il virus, o le tracce virali, responsabili della positività al tampone?). Questo report è un piccolo tassello che va nella direzione opposta.

  • La positività al tampone indica solo che è presente l’RNA virale (anche in quantità molto basse). Non indica necessariamente la presenza di virus vitali, ossia non è possibile distinguere tra virus infettivi e non infettivi (neutralizzati con anticorpi o morti o frammenti di virus) e quindi mi chiedo come si possa “sovrapporre” la carica virale di un sintomatico, in cui c’è plausibilità di vitalità del virus, con un asintomatico , in cui sarebbe più logico pensare alla presenza di un virus depotenziato. La differenza non è da poco, visto che la presunta salvezza dal virus è proprio la somministrazione di un virus depotenziato (vaccinazione: somministrazione di particelle e componenti virali diverse tra cui il virus stesso, in forma attenuata o inattiva o RNA virale). Sarebbe più corretto quindi parlare di “carica di RNA virale”.
    L’elemento epidemiologico fondamentale da verificare è quanti effettivamente si AMMALANO e con quale gravità, venendo in contatto con asintomatici positivi, per distinguere il rischio di persistenza o recrudescenza dell’epidemia dalla strada per la risolutiva immunità di gregge.

Share via