ABBONATI SOSTIENI

“VILIPENDIO DEL POPOLO ITALIANO, VOI RESPONSABILI” – Sara Cunial in Parlamento #Byoblu24

Il nuovo intervento di Sara Cunial in Parlamento, dove propone l’adozione di biglietti di Stato ad uso interno per risollevare l’economia, citando Stieglitz e Maddalena (azione consentita dai trattati e dall’art. 117 della nostra Costituzione), e liberarci dallo “strozzinaggio delle lobby finanziarie” riconquistando la sovranità monetaria. Al termine del suo intervento, la Cunial accusa il Governo di vilipendio del popolo italiano. #Byoblu24


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

LA TUA GRANDE SCOMMESSA PER CAMBIARE LA STORIA

€19.454 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 21 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Ottobre 2020
A

Alessandro

€25,00 21 Ottobre 2020

Grazie e complimenti per il servizio. Continuate ad essere il nostro punto di riferimento per un'informazione vera ed indipendente.

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 21 Ottobre 2020
L

Luca

€5,00 21 Ottobre 2020
GP

Giovanna Pretto

€10,00 21 Ottobre 2020

Forza!

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 21 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 20 Ottobre 2020
MP

Maura Petrucci

€20,00 20 Ottobre 2020

Grazie per il vostro servizio. Avere un servizio indipendente è alla base della democrazia e del rispetto.

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 20 Ottobre 2020
cn

carlotta naldi

€10,00 20 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 20 Ottobre 2020
E

Emanuele

€10,00 20 Ottobre 2020
MT

Mario Tanzi

€25,00 20 Ottobre 2020

Bravi. Finalmente una informazione indipendente. Non tradite mai il vostro ideale, anche se avrete tutti i poteri contro. Questa è la lotta… Leggi tutto

Bravi. Finalmente una informazione indipendente. Non tradite mai il vostro ideale, anche se avrete tutti i poteri contro. Questa è la lotta del bene contro il male. Se sarete fedeli alla verità, per la vostra onestà, avrete l'aiuto del Cielo.
Speriamo che la coscienza assopita di questo Paese a poco a poco si risvegli. Questa è la vostra funzione.
Auspico che possiate diffondere la libera informazione su canali ed emittenti nazionali.

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 20 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 20 Ottobre 2020
LM

Luciano Malatesta

€5,00 20 Ottobre 2020

Avanti cosi

GC

Gianfranco Caragnano

€50,00 20 Ottobre 2020

Grazie per l'impegno che ci mettete.

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 20 Ottobre 2020

11 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • IL CUBO D’ACQUA LE UNITA’ DI MISURA E LA MONETA

    Tutti noi abbiamo imparato alle scuole elementari che un cubo d’acqua che ha una larghezza, una lunghezza, una profondità, rispettivamente di 1 dm, ha un volume “solido” di 1 dm3, un volume liquido di 1 L, un peso di 1 Kg, e poi noi aggiungiamo anche una temperatura ambiente ipotetica di 23°C e un valore ipotetico di 1 Euro.

    Tutte queste sono unità di misura, che identificano le caratteristiche di un oggetto, di un bene. Tutte queste unità di misura, misurano l’oggetto e contengono la misura, il metro della sarta, del tapezziere, quello flessibile o la barra di legno o di alluminio contiene la misura della lunghezza, come la brocca contiene il volume, come la bilancia contiene il peso, come il termometro la temperatura, e come la Moneta contiene il valore, in questo caso la Moneta di 1 Euro.

    Tutte queste unità di misura sono di utilizzo pubblico, di proprietà pubblica, cioè, a parte il valore degli strumenti, il valore dell’unità di misura in se è di proprietà pubblica, tutti possono misurare il peso, la lunghezza, il volume, la temperatura, dell’oggetto, non bisogna pagare un privato per poter utilizzare queste unità di misura, non bisogna chiedere il permesso a qualcuno per effettuare queste misure perche sono di uso pubblico.

    Provate a pensare se un privato fosse proprietario di queste unità di misura, deciderebbe lui chi, come ed a quale prezzo si potrebbero utlizzare, se un impresa edile il metro, se un salumiere la bilancia, se un medico il termometro, se un geometra l’area, il volume, se un vinaio la bottiglia da litro, ecc.

    Questo vale anche per la Moneta, la Moneta misura il valore delle cose, lo contiene, e può essere utilizzato anche come mezzo di scambio tra moneta ed oggetto, senza dover barattare le cose, con tutte le complicazioni che ne conseguono. Quindi anche la Moneta, come tutte le altre unità di misura dovrebbe essere uno strumento pubblico, dovrebbe essere di proprietà pubblica, altrimenti se fosse di proprietà di un soggetto privato, questo privato potrebbe decidere lui chi, come ed a quale prezzo si potrebbe utilizzare questo strumento di scambio, la Moneta appunto.

    In Italia, dal 1944, a guerra persa, la nostra Moneta non è più stata uno strumento pubblico, una unità di misura del valore pubblico, com’era prima, ma privato, la nostra Lira, post 1944, era una Moneta Bancaria, Privata, a Debito, ad interesse, ad usura. C’era scritto su tutte le Banconote, ovvero “Banca d’Italia”, “pagabile a vista al portatore” e non “Repubblica Italiana”, “Biglietto di Stato a corso legale”, “di proprietà del portatore” (di proprietà popolare). Come oggi è il “nostro” Euro, oltretutto di proprietà di una Banca Privata Estera, di proprietà di tutte le più grandi Banche Commerciali Private europee, con stampigliato il marchio “C” di Copyright, classico, tipico dei prodotti privati, registrati da un marchio.

    Questo cosa significa, che la Moneta, lo strumento pubblico, l’unità di misura del valore è di proprietà delle Banche Private, e per utilizzarlo è necessario avere il permesso delle Banche. Le Banche decidono a chi prestare o affittare questo strumento, a quale prezzo, le quantità, in questo modo possono controllare gli scambi di beni e servizi tra i cittadini, ma non solo, siccome loro sono gli unici a poter stampare il denaro al posto degli Stati, al posto nostro, possono stampare denaro dal nulla e comprarsi l’economia reale, fatta da beni e servizi prodotti dai cittadini col lavoro.

    Il denaro, prende il valore unicamente dalla ricchezza reale prodotta dai cittadini col lavoro che il denaro scambia, il denaro deve circolare in quantità più o meno uguale alla quantità del valore della ricchezza reale che viene prodotta e scambiata dai cittadini, perche se ne circola troppo, i prezzi della ricchezza reale salgono, il valore del denaro decresce, inflazione, al contrario, se il denaro in circolazione è troppo poco, i prezzi della ricchezza reale diminuiscono, e il valore del denaro aumenta, deflazione.

    Ma siccome che tra il lavoro dei cittadini e la ricchezza reale prodotta non c’è alcun collegamento con le Banche che stampano moneta dal nulla, come fa il Denaro Privato Bancario a prendere valore, se non è copeto direttamente dal lavoro, dai beni e servizi prodotti e scambiati ?

    E’ molto semplice, dalle tasse. Il valore del denaro “falso” emesso dai banchieri prende valore dalle nostre tasse, tra cittadini e Banche c’è di mezzo lo Stato, che non fa gli interessi del popolo, ma quelli dei Banchieri, ovvero, lo Stato sequestra tasse altissime ai cittadini, 900 MLD di Euro l’anno, l’88% comlessivo dei nostri redditi lordi, di cui 550 MLD in eccesso, 763 eu al mese a cittadino, assolutamente inutili, perche le tasse servono solo a ritirare il denaro in ecesso dalla circolazione, ma quando si esagera, le tasse schiacciano e controllano l’economia. Con queste tonnellate di denaro reale ritirato dalla circolazione, lo Stato permette ai Banchieri di prestare ogni anno, 1800 MLD di euro coi crediti bancari, evitando l’inflazione, l’eccesso monetario in circolazione, denaro emesso a prestito, che dovrà essere restituito con le rate e con gli interessi, quindi rientrerà nelle casse ei banchieri più denaro di quello che hanno prestato, riducendo la quantità di denaro in circolazione, in continuazione, in modo tale da costringere poi i cittadini, ad avere sempre meno denaro in circolazione, e costringendoli ad andare in banca a chiederlo in prestito ai banchieri, ai proprietari della Moneta, lo strumento pubblico in mano a dei privati.

    Quindi le truffe che subiamo sono due, quella Monetaria, siamo stati privati della proprietà della nostra moneta, non possiamo stamparci il denaro che ci serve, ma siamo costretti ad andarlo a chiedere in prestito a soggetti privati, ad interesse, emettendo titoli di stato assurdi, che vanno poi a formare il Debito Pubblico. Poi c’è quella Fiscale, che è 9 volte peggio di quella monetaria, perche di moneta ne abbiamo bisogno solo quando c’è la necessità di aumentare la quantità di denaro in circolazione, quindi una minima parte della moneta, mentre le tasse, con la fiscalità a fondo perduto, senza poter avere limiti e controlli sulla pressione fiscale, ci portano via comunque, al di la ella moneta utilizzata, anche se fosse Pubblica, l’88% complessivo della nostra ricchezza, che è criminale, mentre con la “fiscalità a scambio”, ci sarebbe un limite naturale ed un cotrollo immediato sulla pressione fiscale che difficilmente supererebbe il 28%, tre volte meno. Ovvero salari e pensioni +62%, prezzi meno 50%, 5 volte il potere d’acquisto attuale.

    Marco Cristofoli Moneta Pubblica

  • SI E ADESSO CHI LA PROTEGGE QUESTA SIGNORA NON SO SE AVETE LA MINIMA IDEA DI CHE VASO DI PANDORA HA SCOPERCHIATO. I SIONISTI KAZARI ASCHKENAZITI TALMUDICI BANCHIERI FINTI EBREI AVRANNO GIA’ MESSO UNA TAGLIA SULLA SUA TESTA… I SERVIZIITALIANI QUELLI INGLESI I FRANCESI E I ISRAELIANI LA VORRANNO MORTA.

    HANNO UCCISO 4 PRESIDENTI USA PER QUESTO STESSO MOTIVO ….

    PAPPALARDO ORGANIZZAGLI UN CORDONE PROTETTIVO CHE SE LA PERDIAMO SIAMO FOTTUTI VERAMENTE…..

  • A Marco Cristofoli L’HAI FATTA LUNGA CERTO CHE E’ COSI CHE VIVIAMO DENTRO A UNA TRUFFA MONDIALE E I POLITICI LO SANNO DA SEMPRE MA STANNO ZITTI PERCHE’ SONO VENDUTI.

    LINCOLN KENNEDY E MORO SONO LA PROVA SUFFICIENTE CHE SEGLI TOCCHI A QUESTI PARASSITI LA STAMPANTE DEL DENARO SI INCAZZANO DI BRUTTO E UCCIDONO, LO HANNO SEMPRE FATTO.

  • Bravissima 👏 👏 👏 👏
    Sei la voce del popolo ti adoriamo
    Sei nei nostri cuori
    Finalmente qualcuno dalla nostra parte.. ❤️

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via
Top