ABBONATI SOSTIENI

UN GRUPPO DI SCIENZIATI CONTRO IL GOVERNO: REVOCATE I PROVVEDIMENTI, SONO INUTILI #Byoblu24

Mascherine, distanziamento sociale, guanti: da mesi abbiamo ormai imparato a convivere con dispositivi di sicurezza che sono entrati a far parte della nostra quotidianità, ma oggi, secondo un gruppo di medici e scienziati, queste misure non sarebbero più necessarie. Il gruppo ha presentato una istanza al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e agli altri organi interessati per chiedere la revoca di tutti questi provvedimenti. Se entro i termini stabiliti dalla legge nulla sarà cambiato, e se quindi tutte le prescrizioni rimarranno in vigore – spiega il medico legale Pasquale Bacco a #Byoblu24 – i medici presenteranno un esposto. Nell’istanza vengono espresse forti perplessità sulla gestione dell’emergenza e sui criteri utilizzati per l’elaborazione dei dati. Sull’argomento sono intervenuti anche la dottoressa Maria Grazia Dondini e il magistrato Angelo Giorgianni, che ha già proposto l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta per far luce sull’intera vicenda.

Qui potete consultare l’istanza al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e agli altri organi interessati.


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

Andiamo sul Digitale Terrestre!

48% raccolto

Non so come siamo arrivati fino a qui. Abbiamo attraversato ogni sorta di difficoltà. Hanno fatto esposti contro Byoblu. Ci hanno oscurato ben sette video. Ci hanno attaccato perfino dagli Stati Uniti (NewsGuard). C’è stato il coronavirus. Eppure siamo ancora qui, siamo ancora in piedi. In questi mesi incredibilmente duri abbiamo sempre continuato a lavorare per informarvi, perché era la cosa giusta da fare. E non è stata l’informazione a senso unico di tv e giornali: vi abbiamo davvero portati sull’altra faccia della luna. Quaranta milioni di video visti e centoquaranticinquemila nuovi iscritti tra febbraio e maggio lo testimoniano come una bandiera piantata nella pietra. Oggi siamo quasi a mezzo milione di iscritti. Più ci attaccano e più ci rendono forti. Ma è solo la forza della verità. La verità non ha bisogno di niente, se non di essere mostrata.

La Tv dei Cittadini è un successo spettacolare, e il fatto che nessuno ne parli se non per tentare di chiuderla è la vostra migliore garanzia. Così come la forma di finanziamento che abbiamo scelto: niente pubblicità, niente fondi pubblici, niente erogazioni da Soros o da Bill Gates. Solo microdonazioni diffuse! Il perché è semplice: se siete in tanti a donare o a fare l’abbonamento, nessuno potrà mai fare una chiamata e dirci cosa possiamo dire e cosa no. Ma perché siate in tanti, serve infondere fiducia: serve essere credibili, onesti, altrimenti non funziona. Spiegatelo agli altri, a quelli che hanno bisogno di milioni di euro provenienti da grandi finanziatori, per partorire un topolino. A quelli che per tentare di rendere credibili le loro balle hanno bisogno di istituire task force di Governo, perché altrimenti non riuscirebbero a convincere nessuno. A quelli che per farsi ascoltare hanno bisogno di mettere a tacere ogni altra voce, perché hanno idee deboli, e allora fanno oscurare i video dei cittadini. Con loro il finanziamento popolare non funzionerà mai, perché non sono credibili.

Ma non è finita, perché questa è una gara che non finisce mai: non si può mai smettere di correre. Adesso, cari Cittadini (con la C maiuscola), dobbiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo, fare un altro grande salto in avanti. Siamo appena diventati una Testata Editoriale, e a giorni avremo le App tanto attese, ma dobbiamo aumentare l’organico, e dobbiamo arrivare sul digitale terrestre. Subito, non si può più attendere: già da settembre. Non esiste una scorciatoia: non c’è una via di uscita. Abbiamo sfidato il mondo e adesso dobbiamo affrontarlo, a testa alta: la Tv dei cittadini deve diventare l’ottava televisione italiana.

Già 90 mila persone hanno firmato il Manifesto del Patto per la libertà di espressione (e presto tutti riceverete istruzioni). Sosteneteci in questo sprint finale. Con un euro a testa a settembre trasmetteremo sulle vostre televisioni.

Aggiungiamo una cosa: forse non è neppure tanto importante vincere in sé e per sé, né come usciremo da questo scontro frontale contro poteri tanto forti. Quello che davvero conta, per tutti, è resistere. Nessuno è mai riuscito a resistere contro il potere. Ma se questa volta tutti noi, insieme, riusciremo a tenergli testa… E se alla fine di ogni trasmissione noi saremo ancora lì, e nessuno sarà riuscito ad impedirci di andare in onda, noi sapremo per la prima volta che i cittadini, insieme, non sono sempre e solo destinati a subire. Noi sapremo che esistiamo, e che non possiamo essere cancellati. E, quel che più conta, lo sapranno anche loro.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

MB

Maurizio Bailo

€15,00 13 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 13 Luglio 2020
az

alessandro zagolin

€10,00 13 Luglio 2020
W

Walter

€10,00 13 Luglio 2020

Bisogna risvegliare il popolo italiano.

DD

Donato De Pasquale

€10,00 13 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 13 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Luglio 2020
MC

Marco Curione

€15,00 13 Luglio 2020

Così come vi elogio e contribuisco a promuovervi per i temi che diffondete, allo stesso modo sarò severamente critico nel caso di un… Leggi tutto

Così come vi elogio e contribuisco a promuovervi per i temi che diffondete, allo stesso modo sarò severamente critico nel caso di un cambio di rotta. Dopo la solenne delusione 5s mi aspetto di tutto (purtroppo). Ma per ora posso solo ringraziarvi.
Forza
Marco

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Luglio 2020
C

Costantino

€10,00 13 Luglio 2020

Bravi.

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 13 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 12 Luglio 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 12 Luglio 2020
sl

sara luperini

€50,00 12 Luglio 2020
LC

Leonilde Casciani

€15,00 12 Luglio 2020

Andate avanti a testa alta

GD

Giulio Dickmann

€10,00 12 Luglio 2020

Mi piacerebbe esservi utile anche in altro modo, grazie.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 12 Luglio 2020
AB

Antonio Brighittini

€15,00 12 Luglio 2020
MB

Mario Bagini

€10,00 12 Luglio 2020

25 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Un servizio impeccabile, molto forte. Bravissimi tutti (la new entry Emanuele è davvero in gamba nei servizi, e bravo Messora ad averlo scelto). Grazie a tutti di tenerci la mente attiva.
    Ciao

  • Io penso che sia inappropriato definire “ribelle” questo gruppo di medici legali che chiedono di poter effettuare le autopsie…..il dottore che li rappresenta mi sembra ben allineato al governo….inoltre anche il fatto che questo dottore, rivolgendosi a Virginia, parli di noi ascoltatori di ByoBlu, definendoci ….. “I SUOI ASCOLTATORI” mi fa molto pensare…..Questa intervista è inconsistente, il dottore è molto scostante con l’intervistatrice…..non mi è minimamente piaciuta.

  • Servizio molto interessante e importante, grazie Byoblu!
    Grazie dal profondo del cuore ai medici e agli uomini di legge che coraggiosamente si stanno facendo avanti per ristabilire la verità. Anche noi cittadini dovremmo trovare la forma più corretta per unirci e fare presenti le nostre istanze, unirci anche noi a queste donne e uomini virtuosi, perchè quello che è accaduto e che ancora oggi le istituzioni stanno portando avanti, rappresenta una ferita profondissima nelle vite di ognuno di noi e nella carne del nostro organismo sociale. È davvero troppo grave questa volta, troppo.

  • A questa iniziativa legale dovremmo partecipare in tanti.
    Propongo a byoblu di fare una petizione verso chi voglia firmarla per sostenere questa iniziativa legale anche in tribunale. Se fossimo che so 10000 persone a sostenere questa iniziativa legale, ci sarebbe un grosso eco che i media generalisti non potrebbero ignorare a lungo. Dobbiamo portare in tribunale i responsabili di tutta una narrazione che sta distruggendo la vita di molti in italia e nel mondo.
    Pierluigi Scabini
    via mentana 37
    27058 Voghera (PV)
    email: [email protected]

  • Mi auguro vivamente che sia istituita una Commissione Parlamentare d’Inchiesta che, dopo aver accertato i fatti, valuti anche l’operato di tutti coloro che hanno diffuso “fake news” e dia mandato alle rispettive Procure della Repubblica di perseguirli legalmente.

  • Sta indubbiamente dilagando il corollario della “legge di Godwin”: a mano a mano che una discussione online si allunga, la probabilità di un paragone o allusione a “fake news” diventa pari a 1.
    L’importante è evitare ogni dibattito di sostanza.

  • Quanti veleni sono stati con la scusa della salute usati e buttati nella terra nell acqua e nell aria. I sedicenti ambientalisti che cosa hanno detto?niente tutti zitti

  • Siamo in una dittatura niente di meno che in Corea del Nord dove il tipo dalla testa grossa fa quello che vuole.
    Se non facciamo una rivoluzione la mostra Italia e ‘ finita qui. Abbiamo perso tutto anche la libertà di uscire di casa a fare 2 passi.
    Mi dispiace veramente che mio figlio di 17 anni debba crescere in questo paese ormai finito e venduto.
    Mauro Maddii

  • Sono felice che finalmente i medici facciano sentire la loro voce.Non sono medico ma ho molti amici nel settore ospedaliero e tutti avevano già raccontato questa verità a metà febbraio ma mj dicevano che non potevano parlare per raccontare.

  • in Svizzera, nota nazione complottista centro delle multinazionali farmaceutiche, a 35 km da casa mia, con migliaia di transfontalieri che vanno e vengono tutti i giorni, non usano mascherine, è tutto aperto. Tremo di paura per il contagio che può arrivare nelle giornate di vento…

  • Il link di Matteo Murano da lo spunto per analizzare due sottili meccanismi di manipolazione giornalistica:
    1) l’intervistatore mette a confronto due virologi, ma uno lo intervista in mezzo alla strada in tenuta “casual” e l’altro in giacca e cravatta, in un evidente ambiente congressuale e con frequenti immagini di attività ospedaliera. Non ci vuole un genio per cogliere il fine.
    2) Bacco viene presentato sottolineando che è conosciuto anche “per altre questioni”, che non c’entrano nulla con la medicina, ma che inducono a pensare a qualche “intrallazzo” (“ha tentato di comprare….”). Questo approccio è chiamato “reductio ad hominem preventivo” ( una strategia della retorica con la quale la tesi da contrastare non è ancora stata espressa, ma si crea un pregiudizio verso l’avversario.). La malizia dell’intervistatore è confermata dal fatto che nella presentazione dell’altro medico omette che, anche lui è stato alla ribalta delle cronache per motivi non medici: è l’autore del tweet “La fortuna è cieca ma il virus ci vede benissimo”. Il commento (vergognoso da parte di un medico) che accompagna la notizia del premier britannico Boris Johnson positivo al Coronavirus).
    Sulla sostanza:
    Lo Palco ammette che i pazienti sono morti perché hanno avuto la polmonite interstiziale. Quindi sarebbero morti per qualunque polmonite interstiziale, da qualsiasi causa (e ce ne sono tante), e, in effetti, anche per moltissimi altri eventi stressanti. Bacco si riferisce alla letalità intrinseca del virus (ossia alla capacità di uccidere direttamente l’ospite infetto).

  • Sulla sostanza:
    le persone decedute sarebbero campate, in media, dagli 8 ai 10 anni in più se non avessero contratto il Sars-Cov-2.
    Non le allego gli articoli che lo dimostrano perché li conosce già, ma, a quanto pare, non sono in linea con i suoi preconcetti e, quindi, da non prendere in considerazione.

  • “Lo Palco ammette che i pazienti sono morti perché hanno avuto la polmonite interstiziale. Quindi sarebbero morti per qualunque polmonite interstiziale, da qualsiasi causa (e ce ne sono tante), e, in effetti, anche per moltissimi altri eventi stressanti. Bacco si riferisce alla letalità intrinseca del virus (ossia alla capacità di uccidere direttamente l’ospite infetto).”

    Ma cosa si è “fumato”?
    E’ come dire che sono morti perché sono stati decapitati “con una accetta” ma sarebbero morti anche se fossero stati decapitati in qualunque altro modo!

    N.B.
    La polmonite interstiziale è “causa” di morte esattamente come è “causa” di morte l’infarto miocardico acuto anche se non tutti quelli che hanno un infarto miocardico acuto muoiono!

    La smetta di dire “fesserie”!

  • Sig. Matteo. Proviamo a metterla in un altro modo:
    siamo di fronte ad un virus che uccide la maggior parte delle persone che infetta (il che giustificherebbe qualunque modalità di prevenzione) o siamo di fronte ad un virus che può provocare la morte, in prevalenza, di anziani malati (in prevalenza attraverso una polmonite interstiziale, come dice Lo Palco), che potrebbero anche vivere altri 8 o 10 anni (?), purché non si ammalino, nel frattempo, di una polmonite interstiziale da qualsiasi altra causa ?
    La risposta non è solo un gioco semantico,
    Nella seconda ipotesi, è giustificato compromettere la qualità della vita delle generazioni future con la “nuova normalità” , ridurre le libertà personali, rinunciare a gran parte degli studi che ci garantiscono la sicurezza di un vaccino che probabilmente saremo obbligati a fare anche che se non saremo sicuri che funziona?
    Se per lei va bene, liberissimo di pensarla così, ma non può criticare e cercare di impedire che altri (“…perseguire legalmente”) cerchino di evitarlo o comunque richiedano spiegazioni.

  • Grazie mille per tenerci informati ed è assurdo che i media non parlino di queste notizie fondamentali, della richiesta di creare una commissione parlamentare d’inchiesta e della lettera di questi medici fantastici… È una vergogna! E io non voglio mandare a settembre le mie figlie alle elementari con le mascherine e il distanziamento… Ho paura!

  • “Nella seconda ipotesi, è giustificato compromettere la qualità della vita delle generazioni future con la “nuova normalità” , ridurre le libertà personali, rinunciare a gran parte degli studi che ci garantiscono la sicurezza di un vaccino che probabilmente saremo obbligati a fare anche che se non saremo sicuri che funziona?
    Se per lei va bene, liberissimo di pensarla così, ma non può criticare e cercare di impedire che altri (“…perseguire legalmente”) cerchino di evitarlo o comunque richiedano spiegazioni.”

    Lei consiglia di lasciar fare alla Selezione Naturale.
    Concetto molto pericoloso in considerazione del fatto che la Selezione Naturale colpisce la popolazione più fragile e indifesa.

    Tutte queste polemiche le considero esclusivamente una evidente manifestazione di puro egoismo da parte di chi è disposto a sacrificare la vita degli altri pur di trarne un vantaggio personale.

    Quando compirà 80 anni (non prima) le chiederò se è disposto a morire immediatamente per permettere a suo nipote di andare al bar.

  • Sig. Matteo, forse, non essendo, medico non si rende conto delle conseguenze della “nuova normalità”:
    Le mascherine, i guanti e la sanificazione continua degli ambienti porterà, tra l’altro, ad un aumento dell’incidenza di malattie allergiche e asma. L’asma miete ogni anno, solo in Italia, 500 vittime, prevalentemente in giovane età. Le conseguenze sul sistema immunitario di una ridotta stimolazione microbica ambientale protratta, sono note e sarebbero responsabili indirettamente anche di una maggiore mortalità in generale, oltre che per SARSCov-2. Le conseguenze sul microbiota (popolazione microbica simbiontica, oggi universalmente riconosciuta come la migliore amica della nostra salute), potrebbero essere più serie di quanto immaginiamo (es. vedi l’ articolo di Sarkis K. Mazmanian sulla rivista “Cell” che descrive le interazioni dimostrate (per ora sull’animale) tra microbiota e disturbi cognitivo-comportamentali (tra cui sindromi che riproducono lo spettro dei disturbi autistici dell’uomo).
    Quali potrebbero essere le conseguenze di una vaccinazione di massa con un vaccino, la cui sicurezza potrebbe non essere garantita come prevedono gli abituali protocolli farmacologici?
    Ancora, le richieste di consulenza per intossicazione da disinfettanti sono aumentate di circa il 65% e, se consideriamo la fascia d’età al di sotto dei 5 anni, addirittura del 135%.
    dall’inizio dell’emergenza. Di quanto aumenteranno i suicidi legati all’aggravarsi degli stati depressivi, conseguenti al vero distanziamento sociale che accompagnerà quello fisico ? Di quanto aumenteranno le intossicazioni da farmaci antidepressivi ? Quale sarà la conseguenza sulla psicologia evolutiva dei bambini l’assenza della percezione della mimica facciale nascosta dalla mascherina ?…
    Sono le primissime cose che mi vengono in mente e riguardano solo la popolazione giovanile, ma si può (si dovrebbe) andare avanti ancora parecchio, ma era solo per chiarire che non si tratta solo di… “andare al bar”.

  • Guardi che la Covid-19 prima o poi passera’ come sono passate tutte le pandemie.
    Si tratta solo di portare pazienza per qualche tempo senza fare la figura di “donnicciuole in preda ad una crisi di nervi”!

  • Era ora !!! È ora che dicano la verità soprattutto in TV affinché avvenga una comparazione tra coloro che”loro”definisco complottisti e i “veri” complottisti cioè loro…

Share via
Top