ABBONATI SOSTIENI

“LI HANNO UCCISI INTUBANDOLI”, PRONTO L’ESPOSTO ALLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA – TG #Byoblu24

Il ricercatore Pasquale Mario Bacco insieme al virologo Giulio Tarro e il magistrato Angelo Giorgianni, attraverso l’associazione “L’Eretico”, cui fanno parte circa duemila medici e giuristi, hanno presentato una denuncia alla procura di Roma e un ricorso alla Corte di Giustizia europea contro il Governo Conte per la mala gestione della pandemia.

La fisica e bioingegnere Antonietta Gatti ha scritto una lettera a Robert Kennedy Jr. in cui descrive la situazione attuale in Italia dove sarebbe in atto una sorta di dittatura a guida Big Pharma.

E in pieno centro a Roma, mentre si trovava seduto ai tavolini di un bar, è stato pesantemente contestato l’ex ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli. Alcuni ragazzi si sono avvicinati al politico chiedendogli il perché dell’alleanza con il PD, dopo che per anni il Movimento 5 Stelle ha criticato proprio il PD.

Sempre a Roma Byoblu ha intervistato l’economista Alberto Micalizzi sulla ultima dichiarazione del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti sul MES: “il governo non può più tergiversare”.

L’Unione Sindacati Polizia Penitenziaria ha protestato oggi sotto il Parlamento, in piazza Montecitorio, per chiedere le dimissioni del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, ritenuto “incapace di ricoprire questo ruolo”. Bonafede è già stato al centro delle polemiche per i provvedimenti di scarcerazione che hanno consentito ad alcun boss di tornare a casa e per lo scontro con il magistrato Di Matteo. Sul tema si è pronunciato ai nostri microfoni anche il generale Antonio Pappalardo del Movimento Gilet arancioni, che lancia anche delle pesanti accuse parlando di connivenza tra mafia e politica.

Infine parliamo del referendum in Russia per emendare la Costituzione. Il 77,9% dei votanti ha detto sì alle modifiche alla Costituzione della Federazione. Uno dei punti più controversi è quello che permetterebbe al Presidente Putin di essere rieletto nelle prossime elezioni del 2024, superando il limite dei due mandati consecutivi.

Ascolta #Byoblu anche in podcast su Spotify https://go.byoblu.com/podcast


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

Andiamo sul Digitale Terrestre!

63% raccolto

Non so come siamo arrivati fino a qui. Abbiamo attraversato ogni sorta di difficoltà. Hanno fatto esposti contro Byoblu. Ci hanno oscurato ben sette video. Ci hanno attaccato perfino dagli Stati Uniti (NewsGuard). C’è stato il coronavirus. Eppure siamo ancora qui, siamo ancora in piedi. In questi mesi incredibilmente duri abbiamo sempre continuato a lavorare per informarvi, perché era la cosa giusta da fare. E non è stata l’informazione a senso unico di tv e giornali: vi abbiamo davvero portati sull’altra faccia della luna. Quaranta milioni di video visti e centoquaranticinquemila nuovi iscritti tra febbraio e maggio lo testimoniano come una bandiera piantata nella pietra. Oggi siamo quasi a mezzo milione di iscritti. Più ci attaccano e più ci rendono forti. Ma è solo la forza della verità. La verità non ha bisogno di niente, se non di essere mostrata.

La Tv dei Cittadini è un successo spettacolare, e il fatto che nessuno ne parli se non per tentare di chiuderla è la vostra migliore garanzia. Così come la forma di finanziamento che abbiamo scelto: niente pubblicità, niente fondi pubblici, niente erogazioni da Soros o da Bill Gates. Solo microdonazioni diffuse! Il perché è semplice: se siete in tanti a donare o a fare l’abbonamento, nessuno potrà mai fare una chiamata e dirci cosa possiamo dire e cosa no. Ma perché siate in tanti, serve infondere fiducia: serve essere credibili, onesti, altrimenti non funziona. Spiegatelo agli altri, a quelli che hanno bisogno di milioni di euro provenienti da grandi finanziatori, per partorire un topolino. A quelli che per tentare di rendere credibili le loro balle hanno bisogno di istituire task force di Governo, perché altrimenti non riuscirebbero a convincere nessuno. A quelli che per farsi ascoltare hanno bisogno di mettere a tacere ogni altra voce, perché hanno idee deboli, e allora fanno oscurare i video dei cittadini. Con loro il finanziamento popolare non funzionerà mai, perché non sono credibili.

Ma non è finita, perché questa è una gara che non finisce mai: non si può mai smettere di correre. Adesso, cari Cittadini (con la C maiuscola), dobbiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo, fare un altro grande salto in avanti. Siamo appena diventati una Testata Editoriale, e a giorni avremo le App tanto attese, ma dobbiamo aumentare l’organico, e dobbiamo arrivare sul digitale terrestre. Subito, non si può più attendere: già da settembre. Non esiste una scorciatoia: non c’è una via di uscita. Abbiamo sfidato il mondo e adesso dobbiamo affrontarlo, a testa alta: la Tv dei cittadini deve diventare l’ottava televisione italiana.

Già 90 mila persone hanno firmato il Manifesto del Patto per la libertà di espressione (e presto tutti riceverete istruzioni). Sosteneteci in questo sprint finale. Con un euro a testa a settembre trasmetteremo sulle vostre televisioni.

Aggiungiamo una cosa: forse non è neppure tanto importante vincere in sé e per sé, né come usciremo da questo scontro frontale contro poteri tanto forti. Quello che davvero conta, per tutti, è resistere. Nessuno è mai riuscito a resistere contro il potere. Ma se questa volta tutti noi, insieme, riusciremo a tenergli testa… E se alla fine di ogni trasmissione noi saremo ancora lì, e nessuno sarà riuscito ad impedirci di andare in onda, noi sapremo per la prima volta che i cittadini, insieme, non sono sempre e solo destinati a subire. Noi sapremo che esistiamo, e che non possiamo essere cancellati. E, quel che più conta, lo sapranno anche loro.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €15,00 One Time

mm

m.loredana meloni

€10,00 12 Agosto 2020
AC

Anna Maria Cividin

€15,00 12 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€150,00 11 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 11 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Agosto 2020
SG

Sandra Gualtieri

€10,00 11 Agosto 2020

Grazie per il Vs supporto nell'Informazione LIBERA e aggiungo SERIA e pacifica, sempre pronti a farsi domande e tenere aperto il confronto… Leggi tutto

Grazie per il Vs supporto nell'Informazione LIBERA e aggiungo SERIA e pacifica, sempre pronti a farsi domande e tenere aperto il confronto, grazie grazie grazie.

Vi seguo ormai da un po' e il mio piccolo contributo mi auguro che sia una goccia che forma un vasto Oceano limpido e imponente.

CC

Carmela Carbonere

€10,00 11 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Agosto 2020
GC

Giovanni Cavallieri

€10,00 11 Agosto 2020

Ciao byoblu, grazie per la vostra luce.

SM

Stefania Maltoni

€35,00 11 Agosto 2020

Grazie!!!

D

Demetrio

€15,00 11 Agosto 2020

La piccola informazione viene soffocata dai Grandi, la Grande informazione non può essere ignorata da nessuno... Contribuisco come posso… Leggi tutto

La piccola informazione viene soffocata dai Grandi, la Grande informazione non può essere ignorata da nessuno... Contribuisco come posso per farvi diventare Grandi

CM

Cesare Mancinelli

€15,00 10 Agosto 2020

Con grande piacere

ob

osvaldo benvenuti

€10,00 10 Agosto 2020

In momento in cui l'oscurantismo ostenta senza riserve il suo potere, c'e bisogno di gente che sia capace di portare, con l'informazione… Leggi tutto

In momento in cui l'oscurantismo ostenta senza riserve il suo potere, c'e bisogno di gente che sia capace di portare, con l'informazione, luce nelle nostre menti.
Grazie per il lavoro che fate.

F

Fausto

€5,00 10 Agosto 2020

Grazie, non cambiate mi raccomando: non scendete a patti con le "forze dell'oscurità"

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 10 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 10 Agosto 2020
SR

Stefano Restani

€10,00 10 Agosto 2020

Per una Vera Libertà

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 10 Agosto 2020
FC

Francesco Cervellera

€5,00 10 Agosto 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 10 Agosto 2020

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Se ho capito bene Bill Gates sostiene che , dato che cominciano a circolare diversi virus sempre più pericolosi, ed il prossimo in particolare, dovremmo tutti dotarci di un buon antivirus. Io ho sempre avuto il sospetto che sono gli stessi produttori di antivirus a creare il virus del quale poi ti liberano, tanto più che, se scomparissero, fallirebbero tutti. Ma forse dovremmo comunque seguire il consiglio di Bill Gates perché di queste cose, ovviamente, se ne intende.
    Stiamo parlando di computers… giusto?

  • buongiorno,
    vi seguo perché rappresentate un’informazione libera e credibile.
    pero’ attenzione, passare servizi come quello su Toninelli è lecito, pero’ poi commentarlo sulla stessa linea “d’onda” dei contestatori, alcuni dei quali palesemente fasci, mi sembra fuorviante, come del resto i 10 secondi di filmato in una ignota farmacia danese non testimoniano niente di quello che anche io sono convinto che sia la realtà delle cose, ma se propongo quella ripresa su qualsiasi social, mi prendono a pernacchiate fino a natale

    • Ciao,
      le riprese danesi ci sono state mandate da un nostro abbonato credibile e le abbiamo verificate. Ne abbiamo passate troppo poche, forse, per eccessiva brevità.
      Per quanto riguarda Toninelli, la questione è più sottile. Parli con chi il Movimento 5 Stelle l’ha vissuto dall’interno, e fin dall’inizio. Uno dei vanti di Grillo e dei 5S era quello di poter camminare tra i cittadini – gli unici politici a poterselo permettere – perché questi erano la loro guardia del corpo personale. Ed era effettivamente così. E’ così molto interessante vedere un 5 Stelle, ex ministro, esprimersi oggi con quel linguaggio ed allontanarsi tra le contestazioni. Marca un cambiamento di atteggiamento (peraltro non nuovo, ma qui ben esemplificato) nel rapporto tra 5S e “cittadini”. Peraltro, l’analisi che fa il contestatore alla fine è pertinente e ben argomentata – e da me condivisa – per cui questo pregiudizio (“palesemente fasci”) appare strumentale: si tratta di cittadini. Cosa ti fa pensare che non abbiano diritto ad avere un’opinione legittima o che debbano essere trattati male solo perché hanno quattro tatuaggi? I cinque stelle parlavano con tutti ed erano amati da tutti (fasci compresi). Il cambiamento è giornalisticamente rilevante. E (personalmente) mi intristisce molto.
      Cordiali saluti.

  • Per quanto riguarda le affermazioni del Dottor Pasquale Mario Bacco e dell’Associazione l’Eretico è appena il caso di precisare che attualmente esiste un solo farmaco approvato (recentemente) per la cura di Covid-19 (l’antivirale Remdesivir), qualunque altra affermazione sulla utilità di altri farmaci è priva di qualunque evidenza scientifica.
    Pertanto affermare che le cure sono state “sbagliate”, nel momento in cui “non esistono cure basate su evidenze scientifiche”, significa semplicemente “tirare a indovinare” ed, al momento, non abbiamo bisogno di “indovini” ma di scienziati.

    Il fatto che ci sarà o meno una seconda ondata di Covid-19 rientra nel “tirare a indovinare”.
    Nessuno è in grado di prevederlo, però nessuno lo può escludere a priori.
    La pandemia “Spagnola” del 1918 ha avuto una seconda ondata (qualcuno parla di 3 o 4 ondate) che ha causato fra i 50 milioni ed i 100 milioni di morti (allora la popolazione mondiale era di circa 2 miliardi di persone).
    Quindi su cosa vogliamo “scommettere”?
    Sul fatto che la seconda ondata ci sarà oppure sul fatto che la seconda ondata non ci sarà?
    Ci vogliamo preparare per una possibile seconda ondata (che, forse, non ci sarà) oppure preferiamo non prepararci per una seconda ondata (che, forse, ci sarà)?

    Per quanto riguarda la possibilità di altre Pandemie è l’equivalente della possibilità di altri terremoti o altre alluvioni.
    Ci sentiamo di escludere che ci saranno altri terremoti o altre alluvioni?
    Gli scienziati di tutto il mondo (Bill Gates non se lo è sognato di notte) avevano previsto una nuova Pandemia, non sapevano quando ciò sarebbe accaduto ma sapevano che, prima o poi sarebbe accaduto, esattamente come per i terremoti e le alluvioni.

  • Non riesco a rispondere ai commenti perchè sembra non funzionare il tasto rispondi posizionato sotto, detto ciò scrivo qui.
    Il servizio su Toninelli seppur come dice Claudio Messora pone una questione più sottile, mi pare fazioso e me lo sarei aspettato commentato così più su rete4 che non su byoblu. I cittadini di cui prendi difesa sostenendo che considerarli palesemente fasci sia un pregiudizio strumentale avevano modi ed atteggiamenti aggressivi e non hanno in alcun momento dato segno di essere interessati ad una qualsiasi risposta, (mi piacerebbe qui un intervento o una riflessione di Mauro Scardovelli). Ora capisco che viviamo un momento di grande confusione in cui le idee caratteristiche della sinistra vengono promosse da una certa destra, spero mi permetterai l’uso di questi termini per l’appunto ormai molto vaghi, ma, se non sbaglio il Toninelli nella nuova alleanza col PD è stato fatto fuori. Avrei colto l’occasione quindi per dargli la possibilità di rispondere in modo educato. Ti confesso anche che non ho colto l’analisi.
    La tristezza è tanta.
    a presto

  • Prepararsi alla “seconda ondata” vuol dire prevedere adeguati protocolli di gestione del paziente sul territorio, adeguate strategie nei P.S., protezione degli anziani nelle RSA, protocolli di trattamento differenziati per le varie situazioni cliniche (che già conosciamo) negli ospedali, educazione dei pazienti potenzialmente suscettibili di forme Covid gravi (mantenere bassi i processi infiammatori cronici) e così via, non portare la mascherina e distanziarsi in questo momento, quando il virus mostra un’evidente adattamento all’ospite con riduzione della carica virale, difficile sopravvivenza agli ultravioletti e con le ormai emergenti evidenze della insignificante infettività degli asintomatici (in precedenza erano infettanti i pre-sintomatici, che ora sono molto pochi).
    Il paragone con la spagnola è improponibile. Come ogni specializzando sa, la malattia infettiva non è data solo dal virus ma dall’interazione di: agente infettivo, ambiente e ospite. Ora, rispetto al 1918 sono completamente differenti tutti e tre gli elementi.
    Comunque, tutte le evidenze scientifiche attuali e l’esperienza sui virus analoghi passata, porta a pensare ad un aumento di contagiosità del virus con riduzione dell’aggressività clinica. I soggetti venuti a contatto col virus, formeranno anticorpi con memoria di alcuni mesi, che proteggeranno nel periodo estivo, ma consentiranno una nuova infezione, probabilmente di gravità inferiore, l’inverno successivo. La migliore gestione clinica e terapeutica della malattia renderà il Covid19 paragonabile alle influenze stagionali abituali. Il vaccino avrà l’efficacia di quelli antinfluenzali attuali. Ogni altro scenario previsto è possibile , ma meno probabile.
    Se ,giustamente, la previsione di pandemia è paragonabile a quella di terremoti e alluvioni, comportiamoci analogamente: ci assicuriamo di essere pronti, ma non evitiamo di rientrare in casa e rimaniamo fuori con l’ombrello perché ci “potrebbe” essere il terremoto o l’alluvione.

  • Di Toninelli mi ha sorpreso come abbia ripetuto più volte il fatto che si sia “dimezzato lo stipendio per voi”. Se ha rinunciato a parte del suo stipendio (comunque ancora non paragonabile a quello dei presenti) è perché imposto dal Movimento (credo) e comunque una sua scelta che non ha portato nessun vantaggio pratico ai suoi interlocutori e non giustificherebbe in alcun modo il tradimento politico di cui è accusato. Cos’é, gli concediamo qualche altra stupidata se lo dimezza ancora? L’impressione è che se ne sia pentito o comunque gli “pesi” parecchio.

  • Per evitare una possibile seconda ondata di covid-19 la cosa migliore che si può fare è limitare la circolazione del virus.

    Le Pandemie non si possono evitare e l’unica cosa che si può fare per limitarne gli effetti è farsi trovare con un Servizio Sanitario Nazionale adeguato ad affrontarle, la qual cosa non è accaduta per Covid-19.

    Fare previsioni future, al momento, è impossibile perché, checché se ne dica, al momento non ci abbiamo ancora capito nulla e, di fatto, siamo indifesi (a parte il Remdesivir che ha, comunque, una efficacia limitata, non esistono terapie sicuramente efficaci).

    Ovviamente se anche ci fosse una seconda ondata non sarà possibile neppure immaginare un secondo lockdown nazionale perché si rischierebbe la bancarotta, anche se ci fossero milioni di morti.

  • Nonostante sia ormai evidente che si tratti di un procedimento clinicamente errato a Vicenza si continua ad intubare i ricoverati per Covid e non vi è traccia dei nuovi protocolli di gestione a domicilio dei casi patologici!
    Un appunto: ho esaminato le schede tecniche di diversi dispositivi di ventilazione forzata e nessuno di questi apparecchi disponeva di sistemi di trattamento dell’aria che viene estratta dai polmoni dei pazienti e rilasciata nell’ambienta di lavoro. Eventuali sistemi di microfiltrazione sono proposti come accessori a richiesta. E’ facile immaginare quindi il livello di esposizione degli operatori professionali all’interno delle sale di terapia intensiva …
    Con questa gestione sanitaria, se si ha dei problemi di salute bisogna avere una grande dose di fortuna per uscirne…

  • Montanari direbbe: …ma di cosa stiamo parlando!
    Vediamo.
    Il virus pur non essendo propriamente un essere vivente, in realtà rappresenta allo stato puro il principio fondamentale della vita in natura: la riproduzione. La vita non è altro che il tentativo di portare il maggior numero di filamenti di codice genetico (DNA e/o RNA) funzionante alla generazione successiva. Questo consente di evitare il fenomeno di usura/invecchiamento: il filamento non potrebbe resistere in eterno, ma a cicli generazionali, si. Il virus è la forma più semplice attraverso cui il codice genetico, munito solo di un cappotto proteico, una cassetta degli attrezzi ed utilizzando la “stanza da letto” di altri esseri viventi più organizzati, perpetua il processo. L’obbiettivo, per il virus, non è mai la morte dell’ospite , in quanto non ne trarrebbe beneficio, anzi, significherebbe la sua estinzione. La malattia dell’ospite è l’ “effetto collaterale” di “inquilini” maldestri. Il virus si adatta all’anfitrione in modo da usare più efficacemente possibile il suo sistema riproduttivo cercando di mantenerlo efficiente. Quando avviene il “salto di specie” abbiamo virus adattati ad altri organismi viventi, che, nella nuova “casa” , possono fare molti danni. I più agitati porteranno a morte l’ospite e termineranno con lui la loro avventura, mentre i più tranquilli, col tempo, troveranno la “pace condominiale”.
    L’individuo medio, in natura, diverrà sempre più simile a coloro che hanno avuto la prole più numerosa.
    Il SARS-2 è particolarmente violento con i condomini che presentano un processo infiammatorio (acuto o cronico) in corso, quindi con la presenza di cellule poliziotto “all’americana” che scatenano una “bagarre” con gravi conseguenze per tutti.
    Ora, noi possiamo cercare di impedire che questa specie di popolazione “migrante” passi da un individuo all’altro e da uno Stato all’altro con un isolamento che, oltre a produrre gravi danni al sistema (individuale e sociale), difficilmente avrà successo, oppure lasciare che gli inquilini/intrusi più tranquilli si spostino e si riproducano in condomìni con poliziotti “all’italiana” per una migliore convivenza. Questa potrà continuare o meno anche in relazione alla presenza di altri inquilini/simbionti (virus, batteri….) che ne decideranno il destino. Intanto si può fare pulizia degli agenti “all’americana” , che comunque stanno danneggiando l’individuo/condominio a prescindere dal virus.
    I vaccini non sono altro che inquilini/virus “addomesticati” che nella maggior parte dei casi inducono la comparsa di poliziotti tranquilli che tengono tutto sotto controllo, in qualche caso sono troppo buoni, ed inefficienti e, raramente, sono psicopatici e se la prendono con l’ospite.

    p.s scusate la semplificazione e le frequenti intrusioni, ma ho consigliato a mio figlio (12 anni, in piena confusione da sapere) di evitare l’informazione “di sistema” e frequentare Byoblu ed altri siti di informazione intelligente e non contaminata. Mi permetto di fare qualche “arrotondamento”, dove posso, in una specie di educazione famigliare “con intermediario” che risulti più completa e, forse, utile anche a chiunque faccia piacere.

  • “Sindrome respiratoria del Medio Oriente coronavirus (MERS-CoV)
    Riepilogo mensile MERS, novembre 2019
    Alla fine di novembre 2019, sono stati segnalati globalmente 2494 casi confermati di laboratorio di sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS), tra cui 858 decessi associati (tasso di mortalità: 34,4%); la maggior parte di questi casi è stata segnalata dall’Arabia Saudita (2102 casi, inclusi 780 decessi correlati con un tasso di mortalità del 37,1%).

    Aggiornamento della situazione MERS-CoV dalla regione del Mediterraneo orientale”
    https://www.who.int/emergencies/mers-cov/en/

  • La SARS (sindrome respiratoria acuta grave, Severe Acute Respiratory Syndrome) è stata descritta per la prima volta in Cina nel 2002. L’epidemia ha provocato nel biennio 2002-2003 8.098 casi accertati in 26 Paesi, con 774 decessi (letalità stimata 10%). Dal 2004 in poi non sono stati individuati altri casi.
    La MERS (sindrome respiratoria mediorientale, Middle East Respiratory Syndrome) è originata nel 2012 in Arabia Saudita per poi diffondersi ad altri Paesi del Medio Oriente, dove ha registrato il massimo numero di casi, e nel mondo (27 Paesi all’apice dell’epidemia), Europa compresa. A differenza della SARS, la MERS non è mai scomparsa e l’infezione continua a trasmettersi all’uomo dai camelidi mentre la trasmissione uomo-uomo ha colpito soprattutto gli operatori sanitari che hanno curato i pazienti. Anche a gennaio 2020 sono stati segnalati casi SPORADICI negli Emirati Arabi Uniti. (I dati indicati da Matteo Murano sono quelli CUMULATIVI dal 2012 !) .
    Se non sono adattamenti questi !
    EBOLA: questi virus potrebbero essere utilizzati come arma biologica: come agenti di bioterrorismo, per l’alta mortalità e la mancanza di vaccini e terapie adeguate, questi virus sono classificati di categoria A, agente di rischio biologico di livello 4.
    L’efficacia come agente di guerra biologica dei virus di questo genere è tuttavia compromessa proprio dall’elevata mortalità e dal livello di contagio: un’epidemia tipica potrebbe diffondersi attraverso un piccolo villaggio o ospedale, contagiando l’intera comunità senza poter trovare altri ospiti potenziali, morendo quindi prima di raggiungere una comunità più ampia.
    MARBURG: Si ritiene che il virus possa essere endemico (= adattato) in molte aree dell’Africa centrale

    Insegnamento : non parlare mai con arroganza delle cose che non si conoscono, imparare l’inglese, mantenere la calma ed essere sempre comunque educati.

  • Riguardo ai problemi posti da Guido Zanini. ovviamente dovrebbe chiarire uno dei medici “in prima linea”. Si possono fare ipotesi (per i pz. COVID). Attualmente la scelta se ventilare o no nel paziente con insufficienza respiratoria grave è la presenza o meno di tromboembolia (valutabile oltre che clinicamente, con ricerca del d-dimero e il dosaggio del fibrinogeno). Teoricamente oggi dovrebbero essere riconosciuti prima di arrivare ad avere un’emogasanalisi “non accettabile”. Per chi presenta una ARDS (da confermare con ecografia, TC o Rx polmonare) si può ventilare (NIV:ventilazione non invasiva), con monitorazione attenta (già entro 1 ora si può confermare l’efficacia). Se per qualsiasi motivo il paziente non respira e sta per morire, chiaramente l’unica possibilità è l’intubazione.
    Nel momento di caos emergenziale , se teniamo presente che, anche in assenza di tromboembolia, quindi con giusta indicazione, l’efficacia della NIV dipende da: condizioni del paziente, adattamento alla NIV stessa, terapia concomitante, esperienza nell’uso della NIV, attitudine al lavoro di team, attrezzatura, impostazioni del ventilatore , adeguata interfaccia , monitoraggio dell’apparecchio… , possiamo intuire come le cose possano non sempre essere andate nel verso giusto.
    Per quanto riguarda il rischio di diffusione del virus, gli apparecchi penso avrebbero dovuto essere provvisti dei filtri (e credo che la BPAP fosse sconsigliata proprio per la mancanza di filtri). Chiaramente, credo anche che, data l’ emergenza, con carenza di apparecchiature, si sia utilizzato tutto il disponibile, tenendo conto del fatto che la dispersione per aerosol è comunque meno significativa dei droplets e che in sala rianimazione (red zone) il personale ha mascherina filtrante + maschera chirurgica + cuffia + occhiali protettivi + 3 guanti e due camici. La domanda è: li hanno sempre avuti a disposizione ?
    Ripeto, chi ha vissuto o vive in prima persona la situazione può chiarire meglio.
    La mancanza attuale di strategie sul territorio sarebbe molto grave, e sarebbe anche l’elemento più vergognoso per un CTS che sembra molto più preoccupato a mantenere alto l’allarme che a prepararsi ad affrontare l’evento temuto.
    Sui protocolli di trattamento, non sono a conoscenza, ma sulle misure preventive, è lampante l’assenza di interventi.
    Una delle poche cose certe nel COVID19 è la correlazione tra presenza di patologie pregresse con alla base un processo infiammatorio cronico (sindrome metabolica: diabete, ipertensione, aterosclerosi, tumori…..) e lo sviluppo di un’ incontrollata cascata infiammatoria che porta alle forme gravi della malattia.
    Non si può non iniziare subito una campagna informativa su fattori semplici e modificabili, come ad esempio, i rischi evidenti del fumo in quest’ottica o i rischi di un’alimentazione, in termini quantitativi (impressionante è la prevalenza del sovrappeso nelle forme gravi e ad esito fatale) e qualitativi, che porta ad un’attivazione costante dei fattori di trascrizione di tipo infiammatorio (come NFkB), causando una segnatura epigenetica delle cellule immunitarie i senso pro-infiammatorio. O, ancora, il ruolo benefico dell’attività fisica, negata per legge fino ad oggi ed impedita, di fatto, con le misure “killer” che stanno demolendo il mondo dello Sport e, forse, il mondo della scuola. E dove vanno i soldi: nel bonus monopattino !?

  • Il fatto che un virus si adatti o meno all’ospite è un fatto puramente casuale.

    Si può adattare o si può non adattare.

    Se si adatta sopravvive, se non si adatta muore.

    Questo concetto si chiama “selezione naturale” e riflette semplicemente l’adattamento di qualunque specie “vivente” all’ambiente circostante.

    Sulla Terra si sono già estinte milioni (se non miliardi) di specie viventi che non sono riuscite ad adattarsi all’ambiente.

    Analogo discorso riguarda i virus.

    Però, essendo il virus un “parassita”, il mancato adattamento all’ambiente può avvenire anche a seguito del provocato decesso del suo ospite, provocando, quindi, anche l’estinzione del suo ospite.

    Le probabilità di mutazione di un virus sono direttamente proporzionali al numero delle sue replicazioni.

    Più un virus si replica più è facile che muti e la mutazione è casuale.

    Pertanto una mutazione può rendere il virus inoffensivo oppure letale, non è possibile prevederlo a priori.

    Attualmente il Sars-Cov-2 è classificato come agente di rischio biologico di livello 3 (poco meno di Ebola, livello 4).

    La Mers, Ebola e Marburg sono tuttora presenti e pericolosi e nulla vieta che in assenza di controlli sanitari adeguati tali virus si possano diffondere anche in altre aree territoriali.

    Insegnamento : non parlare mai con arroganza delle cose che non si conoscono, mantenere la calma ed essere sempre comunque educati.

  • L’adattamento, in natura, può essere determinato anche da cambiamenti nell’espressione genica che non sono causati da mutazioni genetiche e che possono essere ereditabili (epigenetica). Ormai ben conosciuta nell’uomo , l’epigenetica è stata riconosciuta anche nei virus a RNA (epatite C, Zika),(https://www.lescienze.it/news/2016/10/24/news/virus_a_rna_epatite_c_zika_n6-metiladenosina_epigenetica-3282588/)
    e, recentemente, fenomeni di editing ospite-dipendente sono stati riconosciuti verso il SARS-CoV-2 . (https://advances.sciencemag.org/content/6/25/eabb5813).
    Le variazioni epigenetiche umane sono importanti ad esempio nella prevenzione anti-covid, in quanto una dieta eccessiva, sia come quantità di calorie che per la presenza di eccesso di zuccheri semplici e determinati tipi di grassi, attiva un fattore di trascrizione (NF-kB) che va nel nucleo delle cellule e accende una serie di geni. Nelle cellule endoteliali attiva un programma pro-coagulante e pro-infiammatorio (produzione di citochine infiammatorie: IL-1 alfa e beta, IL-6, TNF, ossido nitrico…). L’attivazione costante dei fattori di trascrizione come il NF-kB causa una segnatura epigenetica delle cellule immunitarie in senso infiammatorio che è alla base di diverse situazioni patologiche contraddistinte, appunto, da un processo infiammatorio cronico (es: diabete, ipertensione, aterosclerosi) e che sono proprio i fattori di rischio per l’evoluzione grave del COVID19. Alcune sostanze, come la curcumina, il resveratrolo, il butirrato ed altre prodotte dalla flora batterica intestinale in salute, contrastano la segnatura epigenetica pro-infiammatoria.
    Ultimamente abbiamo fatto di tutto per ostacolare la salute della flora batterica intestinale, aumentare di peso e mangiare nel peggior modo possibile e non stiamo facendo nulla per cambiare la situazione.

Share via
Top