ABBONATI SOSTIENI

CRISANTI SU NATURE: ADESSO GLI ASINTOMATICI SONO PERICOLOSI COME CHI HA I SINTOMI – TG #Byoblu24

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature, a firma di un gruppo di studiosi fra cui il parassitologo Andrea Crisanti, sostiene che gli asintomatici abbiano adesso la stessa carica virale dei sintomatici. Ma non tutti sono d’accordo come l’infettivologo Fabio Franchi intervenuto a #Byoblu24.

E le dichiarazioni del governatore del Veneto Luca Zaia continuano a suscitare forti reazioni. Sulla possibilità di effettuare il TSO a chi rifiuta le cure si è espresso favorevolmente il ministro della Salute Roberto Speranza, tutto questo mentre il vicepresidente di Indipendenza Noi Veneto, Roberto Agirmo, ha presentato un esposto per procurato allarme contro il Presidente della Regione. Sui profili giuridici del trattamento sanitario obbligatorio interviene a Byoblu l’avvocato Massimiliano Lillo Musso. 

A Mondragone, in provincia di Caserta, nei palazzi ex Cirio, risiede un gruppo di bulgari, lavoratori stagionali per la raccolta dei pomodori. Tra questi sono stati riscontrati dei casi positivi e l’area è stata decretata zona rossa. A raccontarci qual è la situazione è l’inviato Eugenio Miccoli. 

Dopo il Fondo Monetario a pronunciarsi sul destino dell’economia italiana è anche l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico secondo la quale per l’Italia si prevede un calo del Pil fino al 14%. 

Firma anche tu la Petizione per nazionalizzare il debito pubblico con i BTP Italia: https://go.byoblu.com/LiberiamociDalDebito

Scarica la App “DavveroTV” per il tuo dispositivo: https://www.davvero.tv Ascolta #Byoblu anche in podcast su Spotify https://go.byoblu.com/podcast


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

LA TUA GRANDE SCOMMESSA PER CAMBIARE LA STORIA

€20.836 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

ST

Stefano Talamini

€5,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€3,00 25 Ottobre 2020
NC

Nicola Curto

€10,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€20,00 25 Ottobre 2020
ec

elvio cortesi

€25,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€50,00 25 Ottobre 2020
MM

Mattia Meringolo

€10,00 25 Ottobre 2020

Ciao, non si molla un cazzo 😉

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 25 Ottobre 2020
LS

Luca Sampietri

€20,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Ottobre 2020
UZ

Ubaldo Zocchi

€50,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 25 Ottobre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 25 Ottobre 2020
AP

Alessio Ponzi

€10,00 25 Ottobre 2020
PS

Patrizia Saslviato

€10,00 25 Ottobre 2020

Vi seguo spesso e vi stimo perché avete una comunicazione perfetta e senza peli. Soprattutto mi fate sempre conoscere le cose così come… Leggi tutto

Vi seguo spesso e vi stimo perché avete una comunicazione perfetta e senza peli. Soprattutto mi fate sempre conoscere le cose così come sono e da fonti veramente attendibili. Grazie

nm

nedjeljko markovic

€15,00 25 Ottobre 2020

buon lavoro,siete grandi,rimanete cosi.un abracio

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Ottobre 2020

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La domanda fondamentale è:
    Quali sono i parametri che definiscono una situazione di pandemia?
    Contagi, decessi, ospedalizzazioni eccetera.
    I parametri sono corrisposti? Sì si continua con le misure di restrizione. No, si tolgono queste misure. Nell’ignoranza tutto è giustificabile.

  • Oltre alle considerazioni del Dott. Franchi, assolutamente condivisibili:
    Interessante il fatto che nessun bambino fino a 10 anni è risultato positivo e solo 4, tra 11 e 20 anni (che età hanno i 4?). Sarebbe stato interessante verificare la fascia 0-13 che corrisponde all’età di frequenza delle elementari-medie. Comunque, dai dati sembrerebbe che, almeno a Vo’, i bambini potrebbero tranquillamente andare alle elementari senza bisogno di misure restrittive, in quanto non infettano e non vengono infettati.
    Non vedo il capitoletto , importante, che chiarisce i limiti dello studio.
    Mi sembra ci sia un dato anomalo, o per lo meno curioso, nella fascia di età 41-50 anni, che non viene preso in considerazione nella discussione.
    Non mi sembra venga sottolineata in discussione l’importanza, in base proprio a questi dati, della suscettibilità dell’ospite rispetto alla comparsa della sintomatologia. Questo ha notevoli implicazioni in termini di prevenzione (e trattamento): se asintomatici e sintomatici hanno la stessa carica virale perché la stragrande maggioranza non sviluppa sintomi e alcuni lo fanno?
    Mi sembra che Crisanti abbia dato la sua disponibilità ad un confronto con Burioni sul conflitto di interesse che “si risolve solo con la trasparenza” (parole sue). Mi sarei, francamente, aspettato che segnalasse nell’apposito spazio dell’articolo (competing interests) ciò che viene riportato nel servizio. Ma forse quello spazio, è solo un “pro forma”.

  • Nel commento precedente è “saltato” un pezzo di frase:
    “se asintomatici e sintomatici hanno la stessa carica virale perché la stragrande maggioranza non sviluppa sintomi attendibili di malattia preoccupante (solo il 17% dei sintomatici ha richiesto ospedalizzazione) e alcuni lo fanno?”
    Aggiungo:
    Dipende dalla qualità della “carica virale”, ossia l’RNA virale è presente ini asintomatici ed in sintomatici in eguale quantità, ma può non essere in grado di provocare la malattia (es: neutralizzato dagli anticorpi o adattato all’ospite) e quindi in realtà non in grado di provocare la malattia neanche ad altri, oppure dipende dalle caratteristiche biologiche dell’ospite, che allora devono essere identificate per un programma di prevenzione efficace ?

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via
Top