SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

CRISANTI SU NATURE: ADESSO GLI ASINTOMATICI SONO PERICOLOSI COME CHI HA I SINTOMI – TG #Byoblu24

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature, a firma di un gruppo di studiosi fra cui il parassitologo Andrea Crisanti, sostiene che gli asintomatici abbiano adesso la stessa carica virale dei sintomatici. Ma non tutti sono d’accordo come l’infettivologo Fabio Franchi intervenuto a #Byoblu24.

E le dichiarazioni del governatore del Veneto Luca Zaia continuano a suscitare forti reazioni. Sulla possibilità di effettuare il TSO a chi rifiuta le cure si è espresso favorevolmente il ministro della Salute Roberto Speranza, tutto questo mentre il vicepresidente di Indipendenza Noi Veneto, Roberto Agirmo, ha presentato un esposto per procurato allarme contro il Presidente della Regione. Sui profili giuridici del trattamento sanitario obbligatorio interviene a Byoblu l’avvocato Massimiliano Lillo Musso. 

A Mondragone, in provincia di Caserta, nei palazzi ex Cirio, risiede un gruppo di bulgari, lavoratori stagionali per la raccolta dei pomodori. Tra questi sono stati riscontrati dei casi positivi e l’area è stata decretata zona rossa. A raccontarci qual è la situazione è l’inviato Eugenio Miccoli. 

Dopo il Fondo Monetario a pronunciarsi sul destino dell’economia italiana è anche l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico secondo la quale per l’Italia si prevede un calo del Pil fino al 14%. 

Firma anche tu la Petizione per nazionalizzare il debito pubblico con i BTP Italia: https://go.byoblu.com/LiberiamociDalDebito

Scarica la App “DavveroTV” per il tuo dispositivo: https://www.davvero.tv Ascolta #Byoblu anche in podcast su Spotify https://go.byoblu.com/podcast


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€35.191 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 4 Marzo 2021
MP

Mario Pini

€10,00 4 Marzo 2021
PB

Pasquale Borriello

€5,00 4 Marzo 2021
RR

Raffaele Reggiani

€50,00 4 Marzo 2021
DB

Donata Berti

€50,00 4 Marzo 2021

Vi ringrazio di cuore per quello che fate e che il Signore vi benedica!
Appena vi è possibile mettete nelle informazioni che riportano… Leggi tutto

Vi ringrazio di cuore per quello che fate e che il Signore vi benedica!
Appena vi è possibile mettete nelle informazioni che riportano tutti i programmi: il titolo delle varie interviste e la durata con l'orario di inizio e di fine, così sappiamo sempre cosa stiamo guardando e la durata di ciò che sta andando in onda. Grazie ancora! Donata

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 3 Marzo 2021
NT

Nicola Tagliaferro

€50,00 3 Marzo 2021
CF

Cosimo Fasanelli

€5,00 3 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 3 Marzo 2021
PP

Paola Penna

€10,00 3 Marzo 2021

Grazie Byoblu!

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 3 Marzo 2021
D

Dimitris

€10,00 3 Marzo 2021
A

Andrea

€10,00 3 Marzo 2021

Non fermatevi e rimanete indipendenti !!!

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 3 Marzo 2021
MD

Maurizio Doro

€30,00 3 Marzo 2021
GF

Giliola Fontana

€10,00 3 Marzo 2021
R

Ricky

€50,00 3 Marzo 2021
H

Harsen

€10,00 3 Marzo 2021

Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 3 Marzo 2021
ec

elvio cortesi

€50,00 3 Marzo 2021

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La domanda fondamentale è:
    Quali sono i parametri che definiscono una situazione di pandemia?
    Contagi, decessi, ospedalizzazioni eccetera.
    I parametri sono corrisposti? Sì si continua con le misure di restrizione. No, si tolgono queste misure. Nell’ignoranza tutto è giustificabile.

  • Oltre alle considerazioni del Dott. Franchi, assolutamente condivisibili:
    Interessante il fatto che nessun bambino fino a 10 anni è risultato positivo e solo 4, tra 11 e 20 anni (che età hanno i 4?). Sarebbe stato interessante verificare la fascia 0-13 che corrisponde all’età di frequenza delle elementari-medie. Comunque, dai dati sembrerebbe che, almeno a Vo’, i bambini potrebbero tranquillamente andare alle elementari senza bisogno di misure restrittive, in quanto non infettano e non vengono infettati.
    Non vedo il capitoletto , importante, che chiarisce i limiti dello studio.
    Mi sembra ci sia un dato anomalo, o per lo meno curioso, nella fascia di età 41-50 anni, che non viene preso in considerazione nella discussione.
    Non mi sembra venga sottolineata in discussione l’importanza, in base proprio a questi dati, della suscettibilità dell’ospite rispetto alla comparsa della sintomatologia. Questo ha notevoli implicazioni in termini di prevenzione (e trattamento): se asintomatici e sintomatici hanno la stessa carica virale perché la stragrande maggioranza non sviluppa sintomi e alcuni lo fanno?
    Mi sembra che Crisanti abbia dato la sua disponibilità ad un confronto con Burioni sul conflitto di interesse che “si risolve solo con la trasparenza” (parole sue). Mi sarei, francamente, aspettato che segnalasse nell’apposito spazio dell’articolo (competing interests) ciò che viene riportato nel servizio. Ma forse quello spazio, è solo un “pro forma”.

  • Nel commento precedente è “saltato” un pezzo di frase:
    “se asintomatici e sintomatici hanno la stessa carica virale perché la stragrande maggioranza non sviluppa sintomi attendibili di malattia preoccupante (solo il 17% dei sintomatici ha richiesto ospedalizzazione) e alcuni lo fanno?”
    Aggiungo:
    Dipende dalla qualità della “carica virale”, ossia l’RNA virale è presente ini asintomatici ed in sintomatici in eguale quantità, ma può non essere in grado di provocare la malattia (es: neutralizzato dagli anticorpi o adattato all’ospite) e quindi in realtà non in grado di provocare la malattia neanche ad altri, oppure dipende dalle caratteristiche biologiche dell’ospite, che allora devono essere identificate per un programma di prevenzione efficace ?

  • La frase conclusiva di Franchi ricalca quanto già affermato da Scoglio ovvero: secondo ambedue il virus SARS-CoV 2 non è MAI stato isolato. In questa ipotesi sarebbe essenziale un commento di ambedue relativamente ai seguenti 2 lavori (si scaricano gratuitamente): 1) The species Severe acute respiratory syndrome related coronavirus: classifying 2019-nCoV and
    naming it SARS-CoV-2; 2) Review of analytical performance of COVID-19 detection methods.
    Per comprenderli bene ci vogliono degli specialisti e chiedo il loro aiuto. Se NON sono veri allora su che cosa si basa tutta la situazione che stiamo vivendo? Basta guardare le comunicazioni ufficiali relative ai test rapidi dove è lo stesso CTS a non consigliarne l’uso, ma le regioni li usano e “su questi test” di massa vengono fatti gli screening e lanciati gli allarmi. Chi ci può aiutare a comprendere meglio questa situazione o meglio, aiutateci a capire se tutto questo è una lartina di vermi!

Share via