ABBONATI SOSTIENI

TRASFERIMENTO COATTO, LE ORDINANZE DEI GOVERNATORI SCERIFFO – TG #Byoblu24

La nuova ordinanza del presidente della Regione Veneto Luca Zaia prevede l’obbligo del trasferimento in una struttura diversa dalla propria abitazione per i soggetti che stanno svolgendo la quarantena, ma che convivono con altre persone in spazi ristretti e non riescono a garantire l’isolamento. E anche in Toscana il Presidente dà facoltà ai sindaci di firmare l’ordinanza di trasferimento coatto per le medesime condizioni.

Capitolo allarmismo. Adesso il calcolo dei positivi si fa anche con le proiezioni. Analizziamo il caso dell’aereo arrivato dal Bangladesh.  

A Pozzuoli un progetto di geotrivellazione ha causato la fuoriuscita di una nube di anidride carbonica e gas vulcanici alta decine di metri. Si potevano fare queste attività? L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia spiega che sarebbero state fatte senza il suo consenso. 

In un articolo pubblicato sulla Frankfurter Allgemaine Zaitung l’ex ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble spiega la sua visione sul Recovery Fund e sull’Europa del futuro. Byoblu ha chiesto un commento sulle dichiarazioni del politico tedesco al giornalista Fabio Dragoni e all’economista Alberto Micalizzi. 

Ritorniamo poi a parlare delle proteste davanti al Parlamento in Serbia dopo la decisione del Governo di ripristinare il lockdown.  

Scarica la App “DavveroTV” per il tuo dispositivo https://www.davvero.tv

Ascolta #Byoblu anche in podcast su Spotify https://go.byoblu.com/podcast


  1. Iscriviti al nuovo social network di Byoblu: libero, open source e decentrato http://social.byoblu.com
  2. Restiamo in contatto qualsiasi cosa succeda, iscriviti alla mailing list di Byoblu: https://go.byoblu.com/Newsletter
  3. Segui tutti gli aggiornamenti di Byoblu24: https://go.byoblu.com/24

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€82.806 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 23 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 23 Gennaio 2021
DS

Daniela Senerchia

€10,00 23 Gennaio 2021

Grazie per tutto ciò che fate🙏

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 23 Gennaio 2021
GP

Giulio Palmieri

€50,00 23 Gennaio 2021
MD

Maurizio Del Bo

€25,00 23 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 23 Gennaio 2021
CZ

Claudia Zannini

€10,00 23 Gennaio 2021

Grazie!

so

stefano oradini

€25,00 23 Gennaio 2021
LQ

Lucia Quattrini

€50,00 23 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€3,00 23 Gennaio 2021
AR

Alessandro Rinaldi

€10,00 23 Gennaio 2021
MG

Massimo Galassi

€10,00 23 Gennaio 2021
DM

Damiano Marconato

€10,00 23 Gennaio 2021
P

Pino

€30,00 23 Gennaio 2021
ea

ettore affatati

€10,00 23 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€35,00 23 Gennaio 2021
SG

Sandro Giannelli

€10,00 23 Gennaio 2021

Continuate così!!!!!!!!!!!

AC

Alessandro Couchoud

€10,00 23 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 23 Gennaio 2021

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bisogna imparare a riconoscere le tecniche di manipolazione dell’informazione.
    Un esempio recente riguardo al covid:
    Nei recenti resoconti sulla pubblicazione dello studio su Vo’, viene amplificata la conclusione che la carica virale degli asintomatici è simile a quella dei sintomatici, e quindi “sarebbero” diffusori della malattia, ma viene taciuto un dato di fatto molto importante, ossia che nessun bambino tra 0-10 anni è risultato positivo al test (e men che meno sintomatico). Tra i pochi che non se la sentono di ignorare completamente il risultato, l’autore dell’articolo
    https://www.infodata.ilsole24ore.com/2020/04/26/covid-19-43-dei-positivi-asintomatico-lo-studio-vo/
    dal titolo: “Covid19, il 43% dei positivi era asintomatico. Lo studio di Vo’ spiegato bene” (spiegato bene!), il quale, accennando al dato sui bambini ritiene di modificare il testo originale:
    …none of the children under 10 years of age who took part in the study tested positive for SARS-CoV-2 infection at either survey, DESPITE AT LEAST 13 of them living together with infected family members.
    Quindi DESPITE = nonostante, a dispetto di; AT LEAST = almeno (quindi potrebbero essere di più!).
    L’autore dell’articolo traduce:
    “Sono stati testati 234 bambini da 0 a 10 anni e nessuno di essi è risultato positivo al virus ANCHE SE SOLO 13 di loro vivevano in famiglie con persone positive”.
    Ora, chiunque comprende , e tanto più un giornalista, la differenza tra “NONOSTANTE ALMENO” e “ANCHE SE SOLO”, nel primo caso si enfatizza il presupposto, nel secondo caso si attenua, nel primo caso si accende la speranza, nel secondo caso si spegne.
    Tra l’altro tutta la letteratura scientifica, in effetti, mette in risalto, giustamente, il dato, come per esempio un recentissimo articolo (un “viewpoint” sulla rivista Archives of Disease in Childhood) dal titolo (correttamente) indicativo: “ I bambini non sono superdiffusori del Covid19: è tempo di tornare a scuola”
    https://adc.bmj.com/content/105/7/618?utm_source=adestra&utm_medium=email&utm_campaign=usage&utm_content=coronavirus_outbreak&utm_term=children_not_super_spreaders

    Tornando al nostro articolista. Il ribaltamento del senso della frase indica incompetenza, superficialità o malizia? In ogni caso, come minimo, si è persa una buona occasione per tranquillizzare la popolazione (particolarmente sensibile quando si tratta di bambini piccoli).

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via