ABBONATI SOSTIENI

NO A UN NUOVO STATO DI EMERGENZA: Firma Subito! Ugo Mattei ed Enrica Senini

A gennaio Conte ha decretato lo Stato di Emergenza, in forza del quale hanno disposto tutte le ben note limitazioni alla libertà e ai diritti della persona. Adesso vogliono prolungarlo fino alla fine dell’anno. Perché? Ci sono i presupposti? E soprattutto, ti hanno mai raccontato che in Italia lo Stato di Emergenza non esiste, perché la Costituzione non lo prevede? Esiste – questo sì – un’emergenza legislativa, ma è prevista dal Codice di Protezione Civile ed è pensata per quelle situazioni dove la differenza tra una decisione presa o non presa la fanno una manciata di secondi. Si tratta di una norma pensata per i cataclismi, per stanziare risorse e fondi al fotofinish. Per qualunque altro stato di necessità ed urgenza, c’è il Decreto Legge, che produce i suoi effetti anche in 24 ore, il tempo della riunione del Consiglio dei Ministri e della firma del Presidente della Repubblica.

Ma allora, se lo Stato di Emergenza non esiste, e se l’articolo 24 del Codice della Protezione Civile è pensato per eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell’uomo che richiedono immediatezza di intervento, perché Conte vuole prorogare una condizione di privazione dei diritti per tutti gli italiani?

Lo Stato di Emergenza è il paradiso del potere, un’occasione irripetibile per sovvertire l’ordine costituzionale ed impedire – ad esempio – ai cittadini stanchi, sfibrati dalla crisi e non più disposti a tollerare oltre misure eccessive e irragionevoli, di protestare e manifestare nelle piazze, il prossimo autunno. Un modo per blindarsi a Palazzo Chigi e rendere il Governo una fortezza inespugnabile. Forse anche un modo – come suggerisce qualcuno – di rendere il processo di appaltazione, molto rapido e conveniente per qualcuno.

La Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, all’articolo 15, dice che i diritti della persona sono derogabili solamente in caso di guerra o di pericolo pubblico che minacci la vita della nazione, ma anche così è necessario seguire una precisa procedura, dove carte alla mano si dimostrano in sede europea le reali necessità di questa richiesta. Procedura a cui il Governo Conte non si è attenuto.

Per questi motivi è necessario scongiurare il prolungamento dello Stato di Emergenza, che Palazzo Chigi sta già cercando di imporre nell’agenda politica. È necessario che una larga maggioranza di cittadini manifesti e certifichi la sua contrarietà, firmando la petizione che un nutrito gruppo di coraggiosi intellettuali, giuristi, avvocati e docenti hanno stilato per noi.

Chi dorme in democrazia, si sveglia in dittatura!
Leggi la petizione: scaricala cliccando qui.

Firma subito per scongiurare il prolungamento dello Stato di Emergenza

Osservatorio permanente sulla Legalità Costituzionale

Illustre Presidente,
l’Osservatorio Permanente sulla Legalità Costituzionale, istituito presso il Comitato Popolare Difesa Beni Pubblici e Comuni Stefano Rodotà, si trova nuovamente costretto ad intervenire in merito al dichiarato stato di emergenza.
Stando a notizie di stampa il Presidente del Consiglio sarebbe in procinto di prorogare lo stato di emergenza, inizialmente dichiarato il 31/01/2020 ed in scadenza alla fine di luglio, fino al 31 dicembre 2020, e ciò sulla base di una non meglio precisata “esigenza di tenere sotto controllo il virus, per la presenza di alcuni contagi in territorio italiano.”
Laddove ciò si verificasse ci troveremmo di fronte a uno strappo gravissimo dell’ ordine costituzionale, a causa del quale la democrazia di un Paese viene di fatto congelata per un anno intero, ad arbitrio del Potere Esecutivo oggi ancor più in assenza di qualunque presupposto giustificativo.
Dalla lettera del Codice della Protezione Civile, infatti, lo stato di emergenza si riferisce “a eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall'attività dell'uomo che in ragione della loro intensità o estensione debbono, con immediatezza d'intervento, essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari da impiegare durante limitati e predefiniti periodi di tempo.” (art. 24, 7 comma 1 lett. c) Codice Protezione Civile).
Il testo della norma, e del Decreto nel suo complesso, è evidentemente destinato a disciplinare quelle situazioni nelle quali vi sia necessità di azione tempestiva ed immediata.
A conforto di tale interpretazione lo stesso art. 24 comma 1 del Codice di Protezione Civile, rubricato Deliberazione dello stato di emergenza di rilievo nazionale, prevede che, con la delibera di stato di emergenza, vengano immediatamente destinate “risorse finanziarie al soccorso della popolazione”, a conferma quindi che si tratti di situazioni nelle quali il ricorso agli ordinari strumenti democratici, financo a quelli per definizione destinati a fronteggiare situazioni di estrema gravità ed urgenza (come il decreto legge) costituiscono in quel frangente un lusso, uno spreco di tempo che l'Ordinamento non può permettersi perché ogni minuto è sacro.
D'altronde il termine stesso “calamità di origine naturale” difficilmente si attaglia a un problema sanitario ed emerge, con tutta evidenza, come già l'originario ricorso, a gennaio 2020, allo strumento dello stato di emergenza (peraltro seguito da un mese di completa inerzia da parte dell'esecutivo) fosse molto discutibile.
A maggior ragione appare oggi del tutto sproporzionato ed illegittimo il ricorso a questi strumenti di eccezione.

La sola presenza di sparuti focolai, peraltro circoscritti in alcune zone del Paese e ad oggi perfettamente gestibili dal Servizio Sanitario, non costituisce requisito sufficiente a introdurre un regime di eccezione che consenta di derogare alla dialettica democratica di uno Stato di Diritto.
Nè lo stato di eccezione è giustificato dal mero timore di possibili scenari futuri, sui quali ancora nulla è dato prevedere e sui quali, peraltro, la stessa Comunità Scientifica mostra di avere opinioni divergenti. Ciò equivarrebbe a giustificare il puro arbitrio di un Potere Esecutivo che potrebbe sospendere la democrazia in qualunque momento, perchè in fondo, “del doman non v'è mai certezza.”

Neppure si può giustificare lo stato di emergenza con la presenza di focolai in Paesi stranieri, essendo sufficienti le ordinarie misure di contenimento dei flussi in entrata e uscita del Paese per arginare qualunque pericolo in tal senso.

Che dello stato di emergenza, inoltre, mai si possa abusare lo conferma anche l'art. 25 comma I del Codice di protezione Civile, laddove impone anche in questi frangenti “il rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico e delle norme dell'Unione europea.”

E' di palmare evidenza che oggi come a maggio, quando il Comitato fu costretto ad intervenire per evitare una minacciata proroga inserita in un decreto legge a fronte di una urgenza inesistente, posto che mancavano più di due mesi alla scadenza originale del primo periodo emergenziale, ci troviamo di fronte a una inaccettabile distorsione di norme che sono nate per la tutela dei cittadini e che vengono invece distorte al fine di blindare il potere esecutivo e legittimare atti normativi, spesso privi di forza di legge, che possono incidere profondamente sui diritti garantiti dalla Costituzione e dalla CEDU, (inclusi la libertà di circolazione (Art. 16 – Art. 2 Prot. 4 CEDU), la libertà di riunione (Art. 17 – Art. 11 CEDU), il diritto di professare la propria fede religiosa nei luoghi di culto (Art. 19 – Art. 9 CEDU), il diritto allo studio (Artt. 33-34 – Art. 2 Prot. 1 CEDU), la libertà di iniziativa economica e di utilizzo della proprietà privata (Artt. 41-42 – Art. 1 Prot. 1 CEDU), finanche la libertà di espressione del pensiero (Art.21 – Art. 10 CEDU) e soprattutto la libertà personale (Art. 13 – Art. 5 CEDU) e i diritti inalienabili della persona (Art. 2 e CEDU) - ledendoli sino quasi ad annullarli, come già è accaduto da gennaio ad oggi.

Nemmeno il Governo può dimenticare gli impegni, su di esso gravanti, che discendono dai Trattati Internazionali!
Ci troviamo così costretti a rammentare, ancora una volta, l'art. 15 della CEDU che consente allo Stato Contraente di esimersi dal rispetto dei diritti fondamentali in essa sanciti in caso di urgenza, ma solo “nella stretta misura in cui la situazione lo richieda e a condizione che tali misure non siano in contraddizione con gli altri obblighi derivanti dal diritto internazionale”.
L’esistenza di una situazione di emergenza, pur rimessa alla valutazione discrezionale dei singoli Stati, deve palesarsi in un evento concretamente verificatosi, che coinvolga l’intera nazione e non comporti l’adozione di misure restrittive a tempo indeterminato e ciò non è dato riscontrare nella odierna situazione sanitaria italiana.
L’Italia, inoltre, non ha mai provveduto alle notifiche di cui all'art. 5 CEDU, pur avendo accettato l'art. 15 CEDU senza riserve ed è quindi inadempiente, oggi come a gennaio, rispetto ai suoi obblighi internazionali.

In conclusione, qualora lo “stato di emergenza” venisse prorogato nella attuale situazione, in carenza di qualsivoglia presupposto, ci troveremmo di fronte a un abuso di potere contro il quale il Comitato Rodotà farà di tutto per resistere in ogni forma compatibile con i principi del costituzionalismo liberale. Non si può infatti celare al popolo l’esistenza di un “diritto /dovere di resistenza all'oppressione ogni qual volta i poteri pubblici violino le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione”, principio che condivide con lo stato di Emergenza il fatto di non aver trovato collocazione ufficiale all'interno della Carta Costituzionale, ma che fu spesso richiamato dai Padri Costituenti e rappresenta, oggi più che mai, un monito in qualunque Stato di Diritto.

Illustre Presidente siamo qui a pregarla, come già nella scorsa occasione, affinché Lei possa accogliere questo appello dettato da puro amore per il diritto e per la democrazia, esercitando la sua
moral suasion ed il suo alto compito di difesa preventiva dell’ordine costituzionale ancora una volta gravemente minacciato.

Rispettosamente, l’Osservatorio permanente sulla Legalità Costituzionale
10 Luglio 2020

**la tua firma**



L’Osservatorio permanente sulla Legalità Costituzionale
56,104 firme

Condividi con i tuoi amici:

   

Ultime firme
56,104Sig Tiziano AlberghiniAgo 12, 2020
56,103Sig.ina Monica BolganAgo 12, 2020
56,102Sig.ra Maura LanzettiAgo 12, 2020
56,101Sig Giancarlo BenedettiAgo 11, 2020
56,100Sig Gabriele EvangelistaAgo 11, 2020
56,099Sig Dejan JonovicAgo 11, 2020
56,098Sig.ina Serena TorriAgo 11, 2020
56,097Sig Paolo ScarattiAgo 11, 2020
56,096Sig.ra Barbara GiuradeiAgo 11, 2020
56,095Sig Donato ALFONSOAgo 11, 2020
56,094Sig Romano PoggiaroniAgo 11, 2020
56,093Sig Federico De ToniAgo 11, 2020
56,092Sig Fornasiero EmanuelAgo 11, 2020
56,091Dolt. Alberto RitucciAgo 11, 2020
56,090Sig.ina sara pistocchiAgo 11, 2020
56,089Sig.ra Cinzia lanzaAgo 10, 2020
56,088Sig.ina Maria Antonietta RescinitiAgo 10, 2020
56,087Sig.ina Annamaria PagliaroliAgo 10, 2020
56,086Sig.ra Roberta TraversoAgo 10, 2020
56,085Sig bruno dalla pozzaAgo 10, 2020
56,084Sig.ina Valeria MonniAgo 10, 2020
56,083Sig Pasquale DatriAgo 10, 2020
56,082Sig Jasmin JapicAgo 10, 2020
56,081Sig.ina Maria Luisa PasutAgo 10, 2020
56,080Sig Maurizio BrainiAgo 10, 2020
56,079Sig.ina Stefania RigoniAgo 10, 2020
56,078Sig Tiziano SperiAgo 10, 2020
56,077Sig.ina Mariangela CastorinaAgo 10, 2020
56,076Sig.ra Giuliana RobecchiAgo 10, 2020
56,075Sig.ra Maria CuriaAgo 10, 2020
56,074Sig.ina Erminia De GregoriAgo 10, 2020
56,073Sig italo pucaccoAgo 10, 2020
56,072Sig Massimo PasseggioAgo 10, 2020
56,071Sig.ina Elke PeintnerAgo 10, 2020
56,070Sig.ra Elena PitassiAgo 09, 2020
56,069Sig.ra Eleonora PezzicaAgo 09, 2020
56,068Sig Luciano Andrea LombardiAgo 09, 2020
56,067Sig.ina Alessio DorsaAgo 09, 2020
56,066Sig Olivetti StefanoAgo 09, 2020
56,065Sig.ina Carola VerteramoAgo 09, 2020
56,064Sig UGO FRANCAAgo 09, 2020
56,063Sig Antonio ParadisoAgo 09, 2020
56,062Sig.ina Francesca Rossi LunichAgo 09, 2020
56,061Sig.ra Elisa TurriAgo 09, 2020
56,060Sig Andrea LanzaAgo 09, 2020
56,059Sig.ra Antonella MisciosciaAgo 09, 2020
56,058Sig.ina Martina SalmasoAgo 09, 2020
56,057Sig Simone MorettiAgo 09, 2020
56,056Sig Andrea MasciadriAgo 09, 2020
56,055Sig.ra Silvana BertoliAgo 09, 2020

85 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • D’accordissimo con quanto affermato nel video, ma se si pensa che per fermare questi criminali basti una letterina al presidente del consiglio (che se ne frega alla grande), al presidente della repubblica (ma esiste??), o una petizione (con la quale si puliranno il sedere) siamo in alto (altissimo) mare.

  • è vero non esiste uno stato DI EMERGENZA E LO SANNO BENISSIMO ma,visto quanti clandestini di cui molti malati, stanno traghettando in Italia ,chissà che non riescano a crearlo ?

  • Lo stesso Istituto Superiore della Sanità, afferma a chiare lettere che non esiste e non c’è nessuno stato d’emergenza. Tocca agli italiani, se vogliono salvare il salvabile, andare in battera immane a far desistere i bugiardi farabutti.

  • Eliminate termini quali “comunità scientifica” e “intellettuali”. Esiste la comunità scientifica così come esiste la comunità degli artisti, pittori, musicisti. La verità scientifica è un processo che non può essere consegnato a enti arbitrari, ma è frutto di un processo particolarmente articolato, dove vale il confronto, il dialogo…

  • Sembra di vivere in un film dell orrore solo che il film finisce ma quest’incubo continua…..non ci sono parole per descrivere la malvagità di questi esseri

  • Signori, tenteremo ancora questa iniziativa ma la consapevolezza è quella di trovarci in un Governo Fantoccio. Se non c’è nessuno che si muove con forza da dentro il Parlamento (Opposizione) nulla cambierà. E’ palese che l’intenzione del Governo è quella di mantenere al giogo la Popolazione attraverso il terrore (virus) e il caos (immigrazione selvaggia).

  • Gentile Movimento Byoblu, se si vogliono evitare in futuro altre sospensioni delle libertà costituzionali, secondo me un passo fondamentale sarebbe promuovere un REFERENDUM ABROGATIVO del Decreto Legislativo n.1 del 2 gennaio 2018: Codice della protezione civile (o di parte di esso), che è stato l’appiglio giuridico per tutti i provvedimenti adottati dal Premier Conte e dal Governo. In particolare, l’art. 24 è formulato in modo tale da permettere qualsiasi provvedimento limitativo delle libertà, che in futuro potrebbe essere anche più grave e irreparabile: “Al verificarsi degli eventi che, a seguito di una valutazione speditiva svolta dal Dipartimento della protezione civile sulla base dei dati e delle informazioni disponibili … ovvero nella loro imminenza, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, formulata anche su richiesta del Presidente della Regione o Provincia autonoma interessata e comunque acquisitane l’intesa, delibera lo stato d’emergenza di rilievo nazionale, fissandone la durata e determinandone l’estensione territoriale con riferimento alla natura e alla qualità degli eventi e autorizza l’emanazione delle ordinanze di protezione civile di cui all’articolo 25”. SARESTE D’ACCORDO A PROMUOVERE QUESTA INIZIATIVA, CON LA RACCOLTA DI FIRME NECESSARIA?

  • Scusate ma qui l’unico vero “problema” siamo noi cittadini. Sono tutti coloro che nonostante le evidenze, con l’alibi mentale del “tanto è tutto inutile”, “tanto io che ci posso fare” “tanto qui e tanto lì” … continuano a pensare di non farsi carico della propria responsabilità individuale e civile. Continuano a fare il “peso morto” a ricasco degli altri, continuano a non volersi informare nè fare scelte. Quindi, dal mio punto di vista ognuno di noi ha il diritto ed il dovere di smetterla di delegare gli altri, facendosi carico della propria responsabilità e provando a ristabilire la verità e il rispetto dei diritti umani e civili con le modalità che le circostanze richiedono. Secondo voi l’Umanità com’è andata avanti? Certo non grazie a coloro che si sono arresi. Quindi grazie di cuore a questi esperti di Diritto e a questi giornalisti che hanno faticato per offrire a tutti comunque un’opportunità. Ora sta a noi renderla fruttuosa o meno. Intere famiglie sono state ridotte sul lastrico a causa di questa manipolazione governativa, c’è chi si è suicidato e noi che stiamo a fare? Firmiamo e diffondiamo queste informazioni e la petizione con fiducia e speranza. Se non dovesse bastare si andrà avanti nella battaglia. È finito il tempo della pappa pronta, svezziamoci!

  • TROPPI Italiani ed Italiane, in questo periodo, invece di riflettere seriamente sul futuro che li aspetta, e sul Paese in cui vivono (prossimo alla morte economica ed al caos sociale) e sulla sottile dittatura in atto, cosa fanno? La solita vita: cambiare la macchina (ovviamente sempre più grossa e bella), seguire il Calcio, seguire quella pagliacciata della Formula-1, schifare la cultura pubblica e l’informazione libera, sognare con le fiction, riempirsi di Alcool e Sigarette… ecc ecc ecc… cioè vivono beatamente ignari ed ignoranti dentro quel mondo costruito ad arte dal Sistema ed inculcato nei cervelli dai mass media. QUESTO E’ PURTROPPO UN GROSSO IRRISOLVIBILE PROBLEMA, ma comunque vale la pena lottare, resistere e provare a cambiare il corso degli eventi. Quindi BRAVA BlyoBlu. Saluti

  • Tanta stima per Claudio, Virginia e tutto il resto dello staff, con l’auspicio che si possa risvegliarsi tutti e subito da questo sonno cosmico che ottunde le coscienze.

  • L’italiano di oggi e un popolo di boccaloni ignoranti ma se vedi in giro gente che sta in macchina con la mascherina ci fa capire come siamo messi c’è gente che difende l’operato di questo governo una massa di lecchini ignoranti che pensa solo a se stessi che sicuramente sono impiagati statali e non gliene frega niente se si fa o no il blocco tanto lo stipendio lo prendono lo stesso i poveri disgraziati siamo noi commercianti imprenditori e artigiani

  • Io lo spero tanto che si possa cambiare qualcosa ,anche se non e il mio pese,lo amo tanto e vivo da tantissimi anni qua. Loro lo devono fare per i loro figli, per la loro dignità e libertà di vita. In questi 4 mesi di dittatura oppressiva ho lasciato l’Italia , ed ora che sono rientrata sto vedendo l’italiano ancor più addormentato, quasi in letargo, sarà perché questo popolo sta ancora bene?, o ancora non se ne rende conto della situazione che andrà incontro:?

  • Questa iniziativa affinché possa nascere una vera democrazia. Affinché in Italia
    possa avvenire un nuovo Rinascimento.

  • Vedo i numeri della petizione che passano da oltre 13.000 per tornare ad 11.000, qualcuno mi può spiegare come funziona il contatore?

    Grazie.

    • Siamo attualmente ad oltre 13 mila. Il motivo per cui le vedi oscillare, probabilmente, è legato alla cache del browser, quel meccanismo che ti fa vedere una pagina senza ricaricarla, e dunque magari quello che vedi non è aggiornato. Potrebbe essere che hai visto i 13 mila da un browser, e poi hai riaperto con un altro browser che aveva in “cache” (in pancia) ancora la pagina al momento in cui le firme erano undicimila?

  • Fate Attenzione ! Il comitato tecnico scientifico dirà che in questi ultimi 15 giorni sono tornati ad aumentare i ricoveri per il virus,quindi bisogna confermare l’emergenza. Dove prendono i numeri? Semplice,le ASL da giorni hanno iniziato a ricoverare anche i positivi asintomatici. Test sierologici e tamponi in gran numero forniscono ancora dei positivi che vengono spedalizzati anche se totalmente asintomatici. Il gioco è fatto!!
    Difficile fermare l’orgasmo del potere di Conte e dei sinistri di varia estrazione! Non gli pare il vero,di comandare avendo sospeso la democrazia senza gran fatica!

  • Sinceramente non credo che una lettera a quella mummia imbalsamata di mattarella possa cambiare la situazione. Credo che il popolo Italiano debba ” SVEGLIARSI” e agire, subiamo angherie da parte dei delinquenti che ci governano(che nessuno ha votato)da troppi anni,adesso basta. Dobbiamo dimostrare che noi cittadini siamo il potere, l’ Italia e’ il nostro paese e nessuno potra’ mai alienarci dai nostri diritti e dalle nostre liberta’. Al diavolo EU e la massa di burocrati neoliberisti che vogliono distruggerci. Tuttavia stimo molto il Prof. Mattei e credo che un tentativo debba essere fatto. Che Dio ci benedica e assista in questa guerra( sono un pacifista ma di fatto stiamo vivendo uno scenario di guerra, dove noi cittadini persone per bene siamo il nemico da annientare).
    Grazie Byoblu per il vs. impegno nel tenerci informati.

  • Ho firmato la Petizione, Grazie per l’iniziativa, “meglio tardi che mai ” si è dato troppo spazio al “nulla”

  • Grazie per quello che state facendo per noi vorrei abbonarmi o fare una donaxione ditemi come devo fare?

  • Ho un indirizzo gmail e ho firmato un quarto d’ora fa ma l’email per confermare non mi è ancora arrivata.

  • Pienamente d’accordo tranne che sul fatto di dover chiedere il permesso ad entti sovranazionali come la corte Europea citata. Basterebbea il popolo italiano , anche se diamo sempre più dimostrazione di essere plebe

  • Non ne posso più! Esaurita fino all’osso. Depressa, persi 5 kg e problemi digestivi e di assimilazione. Questo mi ha causato lo stato di emergenza. Bastaaaaa!

  • CACCIAMO LUPI MANNARI, PORCI E CONIGLI. RISCRIVIAMO LA STORIA. RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITÀ DI UOMINI E DI POPOLO.

  • Condivido pienamente l atteggiamento adottato dai promotori di questa importante petizione. Giusto cominciare nel farci sentire con “voce ferma” e pacata. In attesa della risposta. Sulla base di questa procedere, dunque, alzando il tono e modulando l azione in un crescendo direttamente proporzionale al grado di sordità del ricevente. Spero vivamente in una presa di coscienza collettiva la più ampia possibile. Sentitamente GRAZIE ad ogni uomo e donna che con grande coraggio si sta adoperando per restituire dignità e libertà agli italiani. ITALIANI SVEGLIA, FORZA E CORAGGIO !

  • Non ci dobbiamo demoralizzare, ben si stare uniti e combattere tutti insieme x il nostro bene. Se ci uniamo tutti quanti siamo? (Milioni) quanti sono le marionette e i pagliacci? Molto inferiori al nostro numero. Dopo questa dichiarazione di conte, altre persone si sveglieranno dal letargo

  • Finalmente ………….ho cercato di firmare molto volentieri la petizione che io condivido e a cui si dovrebbe accedere su “go.bioblu.com/NoStatoDiEmergenza” ma mi è stata negata la possibilità di entrare. Compare una scritta temporaneamente sospesa.

  • Cosa possiamo pretendere da un Massone privo di valori. Ha rovinato le Famiglie e per famiglia intendo uomo e donna come IL BUON DIO L’HA CREATA. L’ITALIA STA CADENDO A PEZZI,
    CARO CONTE NE RISPONDERAI DAVANTI A DIO. LASCIA STARE I BAMBINI NE RISPONDERAI PER NON AVER FATTO NULLA.

  • Potreste anche riferirmi l’esito della raccolta firme sulla libera informazione? Non posso élargire un contributo, perché sfrattata dallo Stato italiano. Grazie per la libera informazione

  • La maestrina a cui nulla sfugge ;D segnala due errori di digitazione nell’appello/lettera
    II°paragrafo:
    “Nè lo stato” Né
    “perchè in fondo” perché

    Grazie immense persone per il tempo, il cuore e la mente che ci dedicate. Al vostro fianco con orgoglio.

  • Purtroppo stiamo vivendo una chiara ed evidente manipolazione di massa. E questo è evidente a chi ha collegato molte informazioni sul mondo attuale degli ultimi 20 anni. Vi è uno studio dello scienziato Montagnair che parla di covid creato in laboratorio. In eventuali dibattimenti in tribunale, i dati e le dichiarazioni di quello scienziato dovrebbero essere portate in tribunale.
    I numeri dell’asl, si basano su cosa?. E’ ORA DI CHIEDERE PROVE AD ALTO CONTENUTO DI GARANZIA DI QUESTI NUMERI, GARANZIE CHIARE. E’ ORA DI CHIEDERE COMMISSIONI SCIENTIFICHE CHE INDAGANO SUI NUMERI DATI DAL COVID, SUL COVID, CHE SIANO PRIVE DI CONFLITTI DI INTERESSI. VA CHIESTO ATTRAVERSO LA MAGISTRATURA.

    La maggior parte della politica è succube e soggiogata da una dittatura di poteri forti che agiscono su base di interessi di potere o economici. DOBBIAMO COMBATTERE PER LA LIBERTA. IL COVID E’ SOLO UN MOSTRO CREATO AD ARTE PER CONTROLLARCI. HA FATTO VITTIME IN ALCUNA MISURA NON CHIARA DALLE INFORMAZIONI FORNITE. MA E’ STATO DOLORE CREATO DAL POTERE ELITARIO DOMINANTE PER IMMETTERE PAURA NELLA POPOLAZIONE E PER SOGGIOGARLA, CONTROLLARLA, INDURLA A COMPORTAMENTI DI SOTTOMISSIONE. E’ BANALE, E VECCHIO ESERCIZIO DEL POTERE DI DOMINIO, VECCHIO COME E’ VECCHIO IL MONDO. IL POTERE SPESSO CREA IL DOLORE PER POTER ESERCITARE I SUOI INTENTI DI DOMINIO, PER POTER REALIZZARE I SUOI INTENTI DI DOMINIO. QUESTA COSA E’ VECCHIA COME E’ VECCHIO IL MONDO. SI TRATTA DI INDIVIDUARE QUALE POTERE E IN CHE MODO CREA DOLORE PER DOMINARE.
    MA QUESTO E’ ANCHE ORMAI EVIDENTE A CHI HA UN PO DI OCCHIO SULLA CONSAPEVOLEZZA UMANA……………
    FIRMIAMO E DIFFONDIAMO
    GRAZIE

    PIERLUIGI SCABINI
    VIA MENTANA 37
    VOGHERA (PV)

  • No nuovo stato di emergenza. Approvo quanto esposto dal comitato Rodotà. Risvegliamo l’Italia. Abbiamo tutti bisogno di certezze! Grazie per la vostra azione.

  • Condivido questa iniziativa, al pari di tutte le altre già assunte, intese all’affermazione della verità e della trasparenza per il rispetto dei valori costituzionali da troppo tempo calpestati nel segno di interessi di parte.
    Apprezzo l’impegno profuso con coraggio dalle donne e dagli uomini onesti di questo Paese e disdegno l’indolenza e il disinteresse che hanno consentito alla corruzione delle coscienze di pochi di portare l’Italia sulla soglia della rovina.

  • Purtroppo ho idea che tutto il sistema sia corrotto. Bisognerebbe dar vita a un piano di ricostruzione politica, eliminando tutto ciò che c’è di marcio.
    Bisogna tornare ad una versione più umanistica della politica e delle persone che ne fanno parte. Tutti questi partiti, partitelli, alleanze, sistemi proporzionali, mattarellum, porcellum ecc, fanno schifo. Permettono ai politici di creare leggi e leggine come piace a loro. Non devono essere loro a decidere, deve essere il popolo. Loro sono pagati per rappresentare la volontà popolare e questo, purtroppo, non lo stanno facendo da almeno 40 anni!
    Se fosse per me, metterei al Governo persone che in questo periodo hanno messo a repentaglio la loro vita e la loro carriera, pur di seguire il loro ideale di giustizia, verità e rispetto del popolo italiano . Queste sono le persone a cui affiderei la mia nazione.
    Anzi: eliminazione dei partiti. Elezione a Presidente dei singoli candidati scelti dal popolo. Costituzione di una Corte Suprema costituita da persone che si siano distinte nell’ambito medico, scientifico, sociale ecc; persone sagge, coraggiose e lungimiranti (scelte ovviamente dal popolo) che dovranno vigilare sull’operato del nuovo Presidente. E’ una bozza di sistema politico scarno, lo so, ma questo è quello che vorrei per la mia Italia

  • Sono un insegnante ho firmato questa petizione e diffuso tra i miei colleghi e diversi conoscenti. Un po di tempo fa un altra petizione di alcuni insegnanti di italia diretta ad azzolina per dire no alla didattica a distanza e no a una scuola del distanziamento sociale; abbiamo chiesto investimenti nelle scuole. Anche questa firmata e diffusa. In entrambi i casi i riscontri sono stati minimi. O sono io che vivo una relta di persone che sembrano aver scelto di adeguarsi, o se questo è lo specchio dell’italia siamo messi non bene………… Se scegliessimo di fare la rivoluzione, saremmo in pochi, ma forse saremmo dalla parte della natura che la rivoluzione rispetto a questo mondo la sta gia facendo e la fara sicuramente in futuro………….

  • Buongiorno Claudio, innazitutto complimenti e grazie per tutto quello che fate, sia per l’informazione che per la promozione di iniziative come questa.
    Sebbene sia sempre più difficile resistere al “pessimismo interiore”, trovo assolutamente necessario confidare in tutta la carica positiva che ognuno di noi può investire in queste uniche, seppur apparentemente deboli risorse.
    Oggi però, quello che mi rattrista, è vedere il contatore ormai quasi fermo e, pensando anche solo ai 470.000 iscritti del vostro canale, mi chiedo perchè (o semplicemente non voglio darmi una risposta che penso invece di conoscere).
    E’ proprio un peccato, che i vostri sforzi, come quelli di altri, siano così poco sostenuti…
    Forse è proprio questo il motivo per cui siamo arrivati così in fondo al barile!
    Grazie ancora per tutto!

  • Buonpomeriggio, per me non è pandemia e PANTOMINA studiata a tavolino, per umiliare il popolo italiano basta con l’emergenza che non c’è, non ne posso più con questo governo inetto incopetente.On Mattarella faccia RISPETTARE LA COSTITUZINE ITALIANA E GLI ITALIANI.NOI SIAMO IL POPOLO SOVRANO NON ZERBINI DI QUESTI ATTORI, RESIDUO DEL GRANDE FRATELLO DI CANALE 5.Odio le mascherine pericolose sopratutto per i bambini.Giù le mani dei bambini sono il nostro futuro.

  • Ho firmato per la petizione con risposta che il mio indirizzo mail esiste già.. e il totale non ha segnato più uno!?

  • Ho visionato il sito indicato nel commento di Anna Margherita, l’ho trovato gradevolmente essenziale nei contenuti ed espressione di una ottima preparazione giuridica dei gestori, questi ultimi molto tosti. Inoltre si possono richiedere dei Moduli molto molto importanti! Consiglio di andare a vedere. Sono infine d’accordo con la signora Anna Margherita: BISOGNA UNIRE LE FORZE, NON E’ PIU’ IL TEMPO PER INDIVIDUALISMI di AVVOCATI,MEDICI,GIORNALISTI,ECC che vogliono la gloria (aspirazione comprensibile ma al momento non opportuna). Quindi, in conclusione, pochi Comitati e Gruppi ma tutti combattivi ed in collaborazione reale realistica e realisticamente EFFETTIVA. Chiaro? L’Italia è in un momento molto critico. Non c’è da scherzare. Saluti

  • Si molte grazie alla Signora Anna Margherita, con cui concordo, per le indicazioni verso una realtà che non conoscevo.

  • Basta stato di emergenza. L’Italia è una repubblica libera, non una dettatura. Finito il virus, basta falsità. Dateci la libertà o ce la prendiamo. Via dal governo persone non elette

  • Salve.
    È talmente evidente che un prolungamento dello stato di emergenza, rappresenterebbe un ulteriore tradimento della nostra Carta costituzionale. Purtroppo la maggior parte dei nostri connazionali si abbevera alle fonti dell’informazione di regime ed è sotto lo schiaffo della paura che ogni giorno viene inoculata. Per questo byoblu ed altre testate giornalistiche sono importanti.
    C’è la necessità impellente di mostrare un’altra visione delle cose a chi è sottoposto alla paura da troppo tempo.
    Un tempo le dittature reprimevano col manganello, con la forza bruta(e tuttora in molti parti del mondo accade ancora), adesso si tende a soggiogare noi cittadini addormentando le coscienze, lo spirito critico. Io la chiamo la” dittatura in giacca e cravatta”.

  • …al momento vedo meno di cinquantamila firme… Il solito italico atteggiamento. Dove sono finiti tutti gli “eroi ed eroine” dal FACILE VELOCE (e tattico) click sui Social YouTube compreso? E’ solamente un esercizio delle dita che fanno tanto per passare il tempo? Tutto fumo e niente arrosto come sempre? Povera Italia, con questi cittadini mediocri e rassegnati…

  • Purtroppo, prorogheranno lo stato d’emergenza, tramite il passaggio alle Camere chiedendo la fiducia….e siamo fregati lo stesso!!! Ma Noi non dobbiamo mollare!!!! Mai!!!

  • Ho tanta fede nel buon dio che faccia giustizia e allontani e malintenzionati e protegga i nostri Stati, famiglia, bambini, anziani e animali. Grazie Sihem

  • Firmo….. Sperando che aiuti…. Ho anche manifestato ma vedo che non si va molto avanti. Sono stufa di queste Pandemie false….

  • Buongiorno, scusate, vi segnalo che erroneamente ho votato 2 volte ai numeri: 47408 e 47311: non ricevendo la mail la prima volta ho votato con un’altra mail. Finendo poi l’ascolto del video Claudio ha avvisato del mancato arrivo della mail, quindi controllando ho verificato la doppia votazione. Scrivo questo per correttezza. Grazie per il vostro lavoro! Anche se questa petizione non dovesse servire a nulla è importante continuare e non arrendersi nel difendere la Costituzione e noi stessi!

  • Non li manderemo via con nessuna petizione…….. Non hanno mai funzionato. C’eravate voi quando gli italiani ‘complottisti’ come me, come noi, abbiamo combattuto per avere il referendum per ‘l’ acqua pubblica ‘?……. Ho sempre firmato tutto quello che c’ era da firmare e oltre…….. Oggi siamo qui ancora increduli….. No signori, la strada è un altra, si mandano via, non ci rappresentano più da un pezzo! Costituiamo noi la nuova energia, uniamoci tutti in un unico gruppo! Lo sappiamo /vogliamo fare si o no? Se aspettiamo che qualcun altro sistemi le nostre cose……… Stiamo p r oprio freschi! Finora non ha funzionato nulla di tutto ciò, bisogna passare ad altro.
    Buona fortuna a tutti!

  • Perdere i diritti faticosamente e sanguinosamente conquistati dai nostri avi è facile:
    basta restare inerti.
    Il nemico è strisciante ma molto grande, potente ed organizzato:
    è globalizzato. Spesso, i nostri nemici siamo noi stessi, con le nostre scelte sbagliate. Opponiamoci all’oscuramento della Carta Costituzionale.
    Ora e sempre

  • io chiaramente ho firmato anche se concordo nel fatto che ciò non serva a niente .. ma questo non deve essere un motivo per rinunciare perché questo è ciò che LORO vorrebbero . Ma mi sbaglio o i PORCI ( senza alcun offesa per il nobile: a loro confronto ! animale) non hanno già votato ed accettato ??

  • Mi dispia e, ma ormi siete diventati il partito della penna. Ci vuole qualcosa di più. La penna non mi pare funzioni.

  • Sono dei dittatori… 🤬 Stanno a distruggere una nazione e il suo popolo ci voglio far estinguere 🤬nulla lavoro, nella soldi, esubero di gente disoccupata, Sbarchi continui senza sapere dove e come sfamarli 🤬non c’è soldi per nessuno ma loro continuano ad amassare gente. 🤬 Quale covi?? Quale emergenza??
    Qua l unica emergenza è l estinzione dell essere umano…. 🤬 Stanno usando il covid per avere poteri 🤬

  • Claudio carissimo, aggiungi che, al 31 gennaio 2020, in Italia non c’era una casistica di SARS-COV-2 e che l’emergenza, come ben fai notare, non può essere preventiva. Se non c’è, non c’è.

  • Personalità di provato rispetto e d’impegno nel mondo sanitario, affermano e comprovano che non vi è alcuna emergenza sanitaria reale. In nome di cosa dunque continuare con misure che ci umiliano nei nostri diritti fondamentali, opprimono la nostra economia e l’intera qualità della nostra vita sociale ?

  • L’emergenza non serve perché è una falsa pandemia creata con una strage di stato voluta e applicata dal deep state.

  • Grazie redazione….ci mettete in relazione con le persone che hanno le competenze x combattere le nostre battaglie….non mi sento più sola a sperare e volere che lo stato siamo noi. Continuate così…Buona crescita

  • Ho appena ascoltato il Prof. Ugo Mattei nello speciale sulla proroga dell’emergenza. Che Uomo e giurista Immenso, non smetterò mai di sottolinearlo. Grazie

  • […] Due avvocati del Conitatò Rodotà, Ugo Mattei ed Enrica Senini avevano preparato una petizione contro la Proroga dello Stato di Emergenza. La si può sempre firmare, visto che sono attesi ricorsi anche in sedi internazionali contro la proroga stessa. Al momento si sono superate le 54.000 firme. L’indirizzo per firmare è: https://www.byoblu.com/2020/07/14/no-a-un-nuovo-stato-di-emergenza-firma-subito-ugo-mattei-ed-enrica… […]

  • Parliamo del nuovo stato di emergenza ?? Lo schifo abnorme proprio solo della nostra democrazia ? DEMOCRAZIA ??? O MEGLIO DITTATURA?? Io qualche anno ce l’ho e di governi corrotti, collusi, venduti ne ho visti … ma perlomeno quelli c’avevano palle e cervello . Costoro sono come i pupi di un puparo siciliano dove questi : i pupi! hanno sicuramente PIÙ cervello ma sono sicuramente MENO manovrabili .

Share via
Top