ABBONATI SOSTIENI

LA BUFALA DELLA PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA FINO A 4 ANNI VOLUTA DAL GOVERNO

1/08/2020 – In rete e nei social sta girando la notizia secondo la quale nel decreto-legge, del 30 luglio scorso, il Governo si sarebbe arrogato il diritto di prolungare lo stato di emergenza fino a 4 anni. Fortunatamente non è così. Facciamo chiarezza. 

Questo è il testo del decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale dal titolo “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 deliberata i 31 gennaio 2020”.

All’art 1, punto 6, il testo recita: “Al fine di garantire, anche nell’ambito dell’attuale stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, la piena continuità nella gestione operativa del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica, alla legge 3 agosto 2007, n.124, sono apportate le seguenti modificazioni: 

  1. all’articolo 4, comma 5, secondo periodo, le parole: «per  una sola  volta»  sono  sostituite  dalle   seguenti: «con successivi provvedimenti per una durata complessiva massima di ulteriori quattro anni»;  
  2. all’articolo 6, comma 7, secondo periodo, le parole: «per  una sola  volta» sono sostituite dalle seguenti: «con successivi provvedimenti per una durata complessiva massima di ulteriori quattro anni»; 
  3. all’articolo 7, comma 7, secondo periodo, le parole: «per  una sola  volta» sono sostituite dalle seguenti: «con successivi provvedimenti per una durata complessiva massima di ulteriori quattro anni».

La legge che viene modificata con l’espressione “ulteriori  quattro anni” è quella del 3 agosto 2007, n.124 dal titolo “Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e nuova disciplina del segreto”. 

Non ha niente a che fare con il decreto sulla proroga dello stato di emergenza; si riferisce invece alla durata in carica dei vertici dei servizi segreti italiani. 

La legge del 2007 prevedeva che gli incarichi di direttore del DIS (art 4 comma 5) il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, dell’AISE (art 6 comma 7) e dell’AISI (art 7 comma 7), rispettivamente l’Agenzia informazioni e sicurezza esterna ed interna, avessero una durata massima di quattro anni e che fossero rinnovabili una sola volta.

Adesso, con la modifica apportata alla legge, inserita nel decreto del 30 luglio scorso, i dirigenti ricoprono la carica sempre per quattro anni, ma la stessa può essere rinnovata per “una durata massima complessiva di ulteriori quattro anni” come recita la legge modificata. Perciò i rinnovi possono anche essere più di uno.

Cosa questo significhi e perché il Governo l’abbia voluto inserire in fretta e furia nel decreto relativo alla proroga dell’emergenza non è dato saperlo. Sarà certamente oggetto di ulteriori approfondimenti da parte di Byoblu. Quello che per ora sappiamo, e di non poca rilevanza, è che non è stata stabilita la possibilità di prorogare lo stato di emergenza fino a 4 anni. Basta e avanza quella fino al 15 ottobre voluta dal Presidente Conte. 

In mezzo a tanti giustificati allarmi, questa notizia costituisce solo disinformazione e ci sembrava giusto tentare di contenerla.

Anche a metà marzo si era diffusa la notizia che il Governo Conte avesse decretato lo stato di emergenza in gran segreto a gennaio, un mese prima del primo caso annunciato a Codogno, con tanto di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. La segretezza avrebbe dimostrato che tutto era in qualche modo “preordinato” e finalizzato alla privazione dei diritti individuali, senza una reale necessità. Che fosse così non si poteva tuttavia dimostrare in questo modo, perché in realtà la dichiarazione dello stato di emergenza non era affatto avvenuta in gran segreto, tant’è vero che proprio qui su Byoblu ci avevamo fatto una lunga diretta seguita da 60 mila persone, e successivamente pensammo fosse meglio ricordarlo in questo video.

Insomma, che Conte si voglia blindare fino alla fine della legislatura è più che un sospetto, ma non è con il decreto-legge del 30 luglio scorso che potrà allungare lo stato di emergenza per altri quattro anni. Quello che invece è sicuro, è che oltre 50 mila persone hanno già firmato per dire NO al prolungamento dello Stato di Emergenza, qui su Byoblu: https://go.byoblu.com/NoStatoDiEmergenza

 

REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!

€78.509 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

ByoBlu - Il video blog di Claudio Messora

1.00
REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!
Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

FS

FRANCESCO SCAGLIA

€10,00 4 Dicembre 2020
PC

Patrizia Cecconi

€5,00 4 Dicembre 2020

Non sono sempre in sintonia con voi, ma apprezzo il fatto che siate - o mi sembriate- una voce libera e raziocinante, fuori dal coro del pensiero unico ma anche fuori dal ribellismo viscerale stile hooligans.
Buon proseguimento.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 4 Dicembre 2020
IR

Ivan Rigo

€10,00 4 Dicembre 2020
FC

FRANCO CARTA

€10,00 4 Dicembre 2020

CONTINUATE COSI' !

MB

Maria e Massimiliano Baldi

€10,00 4 Dicembre 2020

Felici di partecipare anche se poco.
Con TV così torneremo a guardare la tv

PB

Paolo Bassetto

€10,00 4 Dicembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 4 Dicembre 2020
dz

diego zunino

€25,00 3 Dicembre 2020
SG

Susanna Giai

€10,00 3 Dicembre 2020
RS

Riccardo Simone

€10,00 3 Dicembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 3 Dicembre 2020
bL

bonaventura Laise

€10,00 3 Dicembre 2020

Grazie a Voi per il lavoro che fate. Resistere Resistere Resistere e Libertà di opinione qiesta è Democrazia. Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€15,00 3 Dicembre 2020
MM

Manuela Maresca

€50,00 3 Dicembre 2020

Grazie

RD

RICCARDO DIMIDA

€10,00 3 Dicembre 2020
MZ

Marzio Zanin

€10,00 3 Dicembre 2020
pc

paola castiglioni

€50,00 3 Dicembre 2020

Grazie per il Vostro lavoro....speriamo in studi fatti da ricercatori indipendenti validi per comprovare/evitare vaccinazioni covid dannose....

LD

Lorenzo D'Attoma

€10,00 3 Dicembre 2020
AB

Angelo Bonacini

€10,00 3 Dicembre 2020

Per la Patria, quella Patria Costituente per la quale mio padre ha combattuto i Nazisti.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via