ABBONATI SOSTIENI

AUSTRALIA, MADRE INCINTA ARRESTATA E AMMANETTATA DAVANTI AI FIGLI PER POST SU FACEBOOK CONTRO IL LOCKDOWN

È stata prelevata e arrestata davanti agli occhi increduli di suo marito e dei figli. Ammanettata e portata in carcere nonostante lo stato di gravidanza e un’ecografia da effettuare dopo poche ore. La protagonista di questo incubo è Zoe Lee, giovane madre che vive a Melbourne, in Australia.

“Istigazione a delinquere”, sarebbe il reato commesso dalla donna per aver pubblicato un post sul suo profilo Facebook con il quale invitava i suoi concittadini a partecipare a un corteo contro le nuove misure di lockdown imposte dal Governo. Per questo si è trovata alla porta della sua abitazione quattro poliziotti pronti a prelevarla.

In Australia, nello Stato di Victoria, dove si trova la città di Melbourne, il Premier Daniel Andrews ha dichiarato lo stato di calamità e ha stabilito un nuovo lockdown. I provvedimenti sono entrati in vigore lo scorso 2 agosto e prevedono anche il coprifuoco notturno,  dalle 20 fino alle 5 del mattino, per gli abitanti di Melbourne.

La notizia viene riportata anche da SkyNews Australia. Il giornalista Alan Jones commenta incredulo le immagini dell’accaduto definendo l’arresto “Un disgustoso ed orribile esempio di poteri illimitati e ingiustificati dati alla polizia dal premier Andrews” e ha invitato quest’ultimo a dimettersi seduta stante, prima che ulteriori danni possano essere commessi.

Nel video, con tutta probabilità registrato dal marito di Zoe Lee, si vede l’arrivo della polizia che notifica il mandato di arresto. La donna appare dapprima incredula, poi scioccata e angosciata fino a scoppiare in un pianto, insistendo: “Sono incinta devo andare a fare un’ecografia tra poco. Non ho infranto nessuna legge promuovendo un corteo”.

Ma Zoe Lee sarebbe solo l’ultima di una serie di fermi della polizia effettuati nello Stato di Victoria negli ultimi giorni. La manifestazione sponsorizzata dalla donna non sarebbe stata autorizzata, per questo la polizia ha deciso di intervenire individuando uno ad uno tutti i possibili partecipanti. Dopo le proteste e le indignazioni innescate con la diffusione del video, la donna è stata rilasciata sotto cauzione e fra qualche mese dovrà presentarsi davanti alla Corte.

Cina, Arabia Saudita, Turchia, in questi Paesi gli arresti per un post scritto sui social network sono purtroppo all’ordine del giorno. Mai si sarebbe immaginato che nella moderna e civile Australia si potesse arrivare a tanto. E tutto nel nome del Covid19? Un’emergenza che a quanto pare starebbe sempre più spingendo la società globale verso il controllo di massa e la costituzione di Stati di psicopolizia.

LA TUA GRANDE SCOMMESSA PER CAMBIARE LA STORIA

€8.904 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

LD

Lamberto Dallari

€5,00 30 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 29 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 29 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€2,00 29 Settembre 2020
ML

Massimiliano Livieri

€15,00 29 Settembre 2020

grazie Claudio per le informazioni preziose, un abbraccio Manuel Livieri

L

Lorenzo

€10,00 29 Settembre 2020

Camerieri sei brava, ma la "S"... LOL!

RM

Rocco Minniti

€20,00 29 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 29 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 29 Settembre 2020
tg

tirabassi giotto

€5,00 29 Settembre 2020
SA

Sergio Anzalone

€10,00 29 Settembre 2020

Grazie

Ma

Massimo ansaloni

€5,00 29 Settembre 2020
M

Marinella

€25,00 29 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 28 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 28 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€30,00 28 Settembre 2020
AG

Aldo Gardin

€10,00 28 Settembre 2020

grazie per tutto quello che fate

MS

Massimiliano Seggio

€10,00 28 Settembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 28 Settembre 2020
AM

Alberto Monaco

€10,00 28 Settembre 2020

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Top