SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

TUTTI IN SVIZZERA PER L’IDROSSICLOROCHINA, IL FARMACO ANTI-COVID CHE HANNO VIETATO IN ITALIA

Notizia apparsa nel Tg di #Byoblu24 del 25 settembre 2020

Dal Nord Italia qualcuno organizza addirittura pulmini, altri, molti altri invece si muovono autonomamente. L’obiettivo è comunque lo stesso: superare il confine e arrivare in Svizzera. Chiasso, Locarno, Bellinzona, Lugano: qui è possibile acquistare l’idrossiclorochina, il farmaco che in Italia è stato vietato se non per le patologie di cui già da 30 anni se ne poteva fare uso, e cioè per il trattamento cronico delle malattie reumatiche.
Eppure sulla sua efficacia scommettono in molti, diversi medici sostengono che il farmaco, se assunto nelle primissime fasi, riesce ad evitare tutte le complicanze del Covid-19.
Così la corsa verso la Svizzera continua, qui viene venduto l’equivalente generico, la molecola, cioè il principio attivo senza il nome dato dal produttore: una confezione da 30 compresse costa circa 23 franchi, poco più di 21 euro.

IN ITALIA IL FARMACO RIMANE VIETATO

In Italia reperirlo è molto più complesso. L’Agenzia del Farmaco lo scorso maggio ha decretato lo stop, anche se pende un ricorso al Tar presentato da medici, cittadini e associazioni che chiedono invece di consentirne l’utilizzo e la vendita, cosa che in molti altri paesi del mondo accade regolarmente. D’altronde a lanciare l’allarme su possibili gravi controindicazioni fu la rivista “The Lancet”, uno studio però ritrattato dagli stessi autori che avevano ammesso di non aver prove scientifiche a sufficienza per affermare che l’idrossiclorochina fosse pericolosa e inefficace per la cura del Covid.
E sono molti i pazienti che hanno risposto bene alle cure nonostante la comunità scientifica sia fortemente divisa. Di recente Guido Bertolaso, l’ex capo della protezione civile che ha contratto il coronavirus, aveva affermato: “Ho assunto la clorochina, è da usare immediatamente e si è dimostrata particolarmente efficace”.

IL PROFESSOR BACCO: “È EFFICACE E PUÒ SALVARE LA VITA”

Tra i sostenitori dell’efficacia dell’idrossiclorochina c’è il professore Pasquale Mario Bacco, ricercatore e medico legale. “Questo farmaco, che è un antimalarico, se assunto nella fase iniziale è molto importante e ha già dato risultati inequivocabili nel combattere il Covid19 – ha detto – lo si può assumere anche come profilassi se ad esempio si svolgono dei lavori per i quali si è particolarmente esposti. Può davvero salvare la vita. Ma c’è un unico grande problema: costa poco e può curare diverse patologie, per questo alle grandi élite delle case farmaceutiche non conviene sponsorizzarlo”.

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€35.191 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 4 Marzo 2021
MP

Mario Pini

€10,00 4 Marzo 2021
PB

Pasquale Borriello

€5,00 4 Marzo 2021
RR

Raffaele Reggiani

€50,00 4 Marzo 2021
DB

Donata Berti

€50,00 4 Marzo 2021

Vi ringrazio di cuore per quello che fate e che il Signore vi benedica!
Appena vi è possibile mettete nelle informazioni che riportano tutti i programmi: il titolo delle varie interviste e la durata con l'orario di inizio e di fine, così sappiamo… Leggi tutto

Vi ringrazio di cuore per quello che fate e che il Signore vi benedica!
Appena vi è possibile mettete nelle informazioni che riportano tutti i programmi: il titolo delle varie interviste e la durata con l'orario di inizio e di fine, così sappiamo sempre cosa stiamo guardando e la durata di ciò che sta andando in onda. Grazie ancora! Donata

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 3 Marzo 2021
NT

Nicola Tagliaferro

€50,00 3 Marzo 2021
CF

Cosimo Fasanelli

€5,00 3 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 3 Marzo 2021
PP

Paola Penna

€10,00 3 Marzo 2021

Grazie Byoblu!

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 3 Marzo 2021
D

Dimitris

€10,00 3 Marzo 2021
A

Andrea

€10,00 3 Marzo 2021

Non fermatevi e rimanete indipendenti !!!

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 3 Marzo 2021
MD

Maurizio Doro

€30,00 3 Marzo 2021
GF

Giliola Fontana

€10,00 3 Marzo 2021
R

Ricky

€50,00 3 Marzo 2021
H

Harsen

€10,00 3 Marzo 2021

Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 3 Marzo 2021
ec

elvio cortesi

€50,00 3 Marzo 2021

5 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non c’è bisogno di andare in Svizzera, io la idrossiclorochina l’ho avuta dal mio farmacista, che me l’ha data senza nemmeno chiedermi la ricetta e/o la prescrizione medica: due scatole di 30 cps da 200 mg mi sono costate 9 euro in tutto.

  • Va bene tutto quello che è stato detto nel servizio, ma è bene tenere presente che l’idrossiclorochina, tra gli effetti collaterali, può aumentare l’intervallo QT nella ripolarizzazione ventricolare, soprattutto quando associata ad alcuni farmaci (es: azitromicina e antivirali) ed in presenza di cardiopatie, alterazioni elettrolitiche e disturbi del ritmo cardiaco. Chi soffre della sindrome del QT lungo o chi ha un QTc bordeline (lo si vede nell’elettrocardiogramma) dovrebbe usarla con cautela, per il rischio di aritmie pericolose. Tutti quelli che già la prendono da anni per le malattie reumatiche non la usano in associazione a tali farmaci e il medico che l’ha prescritta ha controllato (o avrebbe dovuto controllare) l’intervallo QTc.
    Nonostante sia una condizione piuttosto rara, un massivo utilizzo “fai da te” del farmaco potrebbe, quando entrano in gioco grandi numeri, coinvolgere soggetti potenzialmente a rischio.
    Nei protocolli anti Covid19, spesso si è sottovalutato questo aspetto (pur trattando pazienti quasi sempre cardiopatici , in politrattamento farmacologico e con inevitabili squilibri eletrolitici), con alcune (poche o tante, non è chiaro, ma sicuramente alcune) gravi conseguenze che hanno consentito di giustificare un “freno” all’uso del farmaco.
    In generale, comunque, la questione dei soggetti “borderline”, quando si parla di consigliare (o imporre) trattamenti sanitari (che si tratti di farmaci, integratori, mascherine, modificazione del comportamento sociale…o altro) rivolto a grandi masse di persone, è spesso ignorato, mentre dovrebbe essere valutato con seria attenzione.
    Rimane il solito consiglio del buon senso: se si ritiene di doverne fare uso, sentire il parere di un medico (ma NON di un virologo).

  • E da verificare ma il timolo contenuto nel tymus potrebbe essere efficace contro il covid, mia sorella è guarita mentre lo prendeva, l ha preso come antifungineo per la candidosi ma per esempio in nor America è usato soprattutto per le malattie respiratorie e non è un antibiotico, per cui potrebbe essere efficace. Io l ho provato senza avere nulla e migliora la respirazione, come agisce… non mi è molto chiaro, su Wikipedia o altri siti di medicina è descrittto.

Share via