ABBONATI SOSTIENI

BOMBE TRA AZERBAIJAN E ARMENIA, LA TURCHIA ENTRA NEL CONFLITTO

Torna ad accendersi lo scontro tra Azerbaijan e Armenia per il controllo del territorio del Nagorno-Karabakh, al confine tra i due Stati, un territorio di circa 11 mila chilometri quadrati che si trova all’interno dell’Azerbaijan ma la cui popolazione è a maggioranza armena e cristiana (la religione più diffusa in Azerbaijan è l’islam sciita). Secondo la Reuters, la Turchia, che sostiene l’Azerbaijan, starebbe inviando in queste ore combattenti siriani al fronte insieme ad esperti militari, droni e aerei mentre due razzi sarebbero erroneamente caduti in territorio iraniano senza al momento conferme né smentite da parte di Teheran.

Martedì si è riunito il Consiglio di sicurezza dell’Onu, i 15 membri hanno firmato all’unanimità un documento nel quale si chiede alle forze armene e azere di “fermare immediatamente i combattimenti, ridurre le tensioni e tornare a negoziati significativi senza ritardi”.

La guerra, che era stata “congelata” con gli accordi del 1994 in realtà senza mai trovare una soluzione definitiva dopo aver provocato 30 mila morti, è riesplosa domenica notte quando l’esercito azero ha bombardato le postazioni delle forze indipendentiste armene che avevano prima attaccato, accusano dalla capitale azera Baku. Due elicotteri dell’Azerbaijan sono stati abbattuti.

IN VIGORE LA LEGGE MARZIALE

I due Paesi hanno proclamato la legge marziale e la mobilitazione generale. Nell’area insiste un clima di instabilità e di forte tensione per un ampio territorio conteso tra due Paesi appoggiati da forze internazionali di grande peso, come Russia e Turchia, mentre l’Occidente segue l’evoluzione attentamente chiedendo la fine delle ostilità.
Il portavoce del Servizio europeo per l’azione Esterna, Peter Stano, ha sollecitato “tutti gli attori della regione a contribuire a fermare il confronto armato” mentre la Farnesina ha chiesto “l’immediata cessazione delle violenze e l’avvio di ogni sforzo per prevenire i rischi di ulteriore escalation”.

L’EX AMBASCIATORE D’ARMENIA IN ITALIA: “ERDOGAN È IRRESPONSABILE, VUOLE ALLARGARE IL CONFLITTO”

L’ex ambasciatore d’Armenia in Italia Sargis Ghazaryan ha duramente criticato l’atteggiamento del presidente turco Erdogan accusandolo di voler entrare a gamba tesa nel conflitto sostenendo le truppe azere: “C’è un tandem assolutamente esplicito ed evidente tra la dittatura azera e il governo turco. Stamattina è stata attraversata una linea rossa. L’Armenia rientra in un accordo di difesa collettiva di cui fa parte anche la Russia, c’è un obbligo di aiuto militare se uno dei Paesi membri viene aggredito da un paese terzo”.

Intanto dopo gli scontri delle ultime ore i morti sono saliti a novanta, il presidente russo Vladimir Putin non ha commentato ma è verosimile pensare che le cancellerie siano al lavoro per trovare una rapida soluzione e porre fine a un conflitto che potrebbe avere importanti conseguenze geopolitiche.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€67.142 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 19 Gennaio 2021
FT

Fausto Triva

€25,00 19 Gennaio 2021
MM

MAURO MANEO

€10,00 19 Gennaio 2021
SD

Salvatore Di Stefano

€10,00 19 Gennaio 2021
MS

MANUELA SILVESTRINI

€10,00 19 Gennaio 2021
LS

Luca Schillaci

€25,00 18 Gennaio 2021
BC

Bojana Cavka

€10,00 18 Gennaio 2021
g

gianluca

€5,00 18 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€30,00 18 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€30,00 18 Gennaio 2021
PB

Pasquale Bisceglia

€5,00 18 Gennaio 2021
FM

Filippo Macedone

€10,00 18 Gennaio 2021

Sebbene non tutti i servizi siano della stessa qualità...

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 18 Gennaio 2021
M

Michele

€5,00 18 Gennaio 2021
DG

Daniela Gasparini

€10,00 18 Gennaio 2021

Grazie!

MF

MADDALENA FERRARI

€50,00 18 Gennaio 2021

Non mollate!

SM

Silvana Montalti

€25,00 18 Gennaio 2021
D

Domenico

€50,00 18 Gennaio 2021

Grazie !!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Gennaio 2021

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via