ABBONATI SOSTIENI

PADOAN A CAPO DI UNICREDIT: ORMAI IL CONFLITTO D’INTERESSE È NORMALITÀ

Alcuni le definiscono elegantemente porte scorrevoli. Sarebbe più consono chiamarli conflitti di interesse. Si tratta della malsana, ma diffusissima abitudine, da parte di esponenti di spicco del mondo politico di uscire dalla porta della res publica per entrare il giorno stesso nel mondo del settore privato.

Padoan: da deputato a Unicredit in pochi giorni

È il caso di Pier Carlo Padoan, l’ex Ministro dell’Economia e delle Finanze sotto i Governi Renzi e Gentiloni, che è stato recentemente nominato Presidente della banca Unicredit. Da deputato della Repubblica a vertice di una delle più grandi banche italiane, il tutto nel giro di pochi giorni. Anzi, quasi in contemporanea.

Perché Padoan risulta essere ancora membro della Quinta Commissione della Camera (quella che si occupa di Bilancio, Tesoro e Programmazione). L’ex ministro rassicura di aver avviato le procedure per rinunciare all’incarico. Con calma, senza alcuna fretta. Eppure il principio di conflitto di interesse è in questo caso evidente, nitido, indiscutibile. Dal 2014 Pier Carlo Padoan ha infatti occupato posizioni di vertice all’interno della politica italiana, potendo entrare quindi a contatto con documenti e informazioni, anche riservate, che potrebbe ora portare con sé all’interno di Unicredit. Ma non solo.

Incarichi che non sono compatibili

Negli ultimi sei anni Padoan è entrato a contatto con centinaia di persone del mondo politico, intrattenendo presumibilmente relazioni personali più o meno confidenziali. Contatti che non si può ragionevolmente non pensare che faranno parte della rubrica di Padoan durante il suo nuovo incarico a Unicredit. Tutto questo cosa comporta?

Come prima cosa una possibile falsificazione dei principi di concorrenza, perché Unicredit potrebbe ora avere informazioni vantaggiose rispetto agli altri concorrenti del mercato bancario. In secondo luogo, i contatti politici di Padoan potrebbero essere utilizzati per promuovere iniziative legislative atte a favorire l’attività di Unicredit. Si tratta solo di supposizioni, ovviamente.

Tuttavia non possiamo fare a meno di notare che da Ministro dell’Economia Padoan ha contribuito al salvataggio pubblico della banca Monte dei Paschi di Siena. La stessa banca che ora lo Stato vuole vendere proprio a Unicredit. Coincidenze? Forse, ma quello che è certo è l’assenza di una legge che imponga una pausa ragionevole tra un incarico pubblico rilevante e un altrettanto rilevante incarico nel mondo privato.

Il conflitto d’interessi è ormai una prassi

Una legge che manca non solo in Italia ma in tutta Europa. Le porte scorrevoli vanno infatti molto di moda in tutto il continente. Alcuni esempi? Mario Draghi, passato con disinvoltura dal ruolo di Direttore Generale del Tesoro italiano a quello di Managing Director di Goldman Sachs per poi diventare Governatore della Banca d’Italia e in seguito della Banca Centrale Europea.

Anche Romano Prodi è stato consulente sempre di Goldman Sachs dal ’90 al ’93 e dal ’97 al ’99 per poi diventare Presidente della Commissione europea proprio nel ’99. Nella stessa banca d’affari americana hanno poi lavorato Mario Monti, prima di diventare Primo Ministro italiano, e José Barroso, prima Presidente della Commissione europea e poi Presidente non esecutivo di Goldman Sachs.

Politica e banche, banche e politica. Un intreccio oscuro e senza fine che ricade sulle spalle dei cittadini. Le uniche vittime di un sistema malato, dove trasparenza e rappresentanza democratica svolgono ormai il ruolo di semplice comparse.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€86.366 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

MG

Matteo Guadagnin

€25,00 26 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Gennaio 2021
CB

Carla Biacca

€10,00 26 Gennaio 2021

Buon lavoro amici.

AM

Aldo Micoli

€50,00 26 Gennaio 2021
rd

renata doni

€25,00 26 Gennaio 2021
FC

Francesco Cus

€5,00 26 Gennaio 2021
AM

ANTONELLA MEONI

€25,00 26 Gennaio 2021
A

Antonella

€5,00 26 Gennaio 2021
ES

Enrico Mauro Sabatino

€10,00 26 Gennaio 2021
MP

Monica Palamara

€10,00 26 Gennaio 2021

Grazie ragazzi

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Gennaio 2021
pl

pietro lanza

€10,00 26 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Gennaio 2021
IG

Ines Garbui

€25,00 26 Gennaio 2021

Baci e abbracci

ca

cristiano ariatti

€25,00 26 Gennaio 2021

Un piccolo contributo per un grande aiuto che state dando a chi pensa e si pone delle domande prima di accettare le assurdità che ci vengono imposte.
Forza, continuate così

AG

Alessandro Grippa

€10,00 26 Gennaio 2021

Grazie per il vostro lavoro, non traditeci come i 5stelle però!

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€15,00 26 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Gennaio 2021

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via