SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

LOCKDOWN IN FRANCIA: UNA STRATEGIA PER CONTENERE GLI ISLAMISTI?

LOCKDOWN IN FRANCIA: UNA SCUSA PER CONTENERE GLI ISLAMISTI?

Emmanuel Macron ha annunciato il lockdown nazionale a partire da venerdì prossimo. Le scuole resteranno aperte, ma il Presidente francese ha evocato uno scenario di almeno 400.000 morti in più in caso non venissero adottate queste nuove restrizioni. Emergenza pura in Francia quindi a causa del Covid.

Macron vuole reagire agli ultimi attentati

Forse però c’è qualcosa di più. Lo scorso 16 ottobre infatti Samuel Paty, un insegnante di una scuola media della periferia nord di Parigi è stato decapitato. Per l’omicidio è stato indagato un giovane 18enne di origine cecena e la violenza sarebbe stata causata da motivazioni religiose. Il professore avrebbe infatti mostrato ai suoi alunni alcune caricature del profeta Maometto e per questo il giovane ceceno avrebbe agito.

La reazione del Presidente Macron non si è fatta attendere e l’inquilino dell’Eliseo non ha esitato a definire il gesto come “atto terroristico islamista”. Non solo. Macron ha annunciato e messo in atto una serie di misure restrittive contro individui e organizzazioni legate all’Islam radicale.

Misure che sono state seguite da una serie di puntuali ispezioni da parte della polizia francese nei confronti di oltre 50 associazioni legate all’islam e che finora hanno portato già alla chiusura di una moschea.

L’ennesima copertina provocatoria di Charlie Hebdo

Il clima tra la Francia e l’Islam è quindi infuocato. E a buttare benzina sul fuoco ci ha poi pensato la rivista Charlie Hebdo, già vittima del noto attacco terroristico del 2015, che ha deciso di dedicare la sua ultima copertina al Presidente turco Erdogan, ritratto mezzo nudo mentre guarda compiaciuto il fondo schiena di una donna velata.

Erdogan, personaggio non noto per saper accettare questo tipo di attacchi, ha immediatamente reagito dicendo che “la Francia vuole le crociate”. Il mondo islamico è quindi entrato in fermento e migliaia di persone sono scese in piazza in tutto il mondo, dal Nord Africa fino al Bangladesh, per manifestare contro quello che è stato definito il “diavolo di Parigi”.

Infine l’ultimo episodio, avvenuto oggi a Nizza. Un attentato effettuato nella cattedrale di Notre Dame che ha portato all’uccisione di tre persone, al grido di Allah Akbar.

Un lockdown contro gli islamisti?

La situazione a livello securitario non può essere sottovalutata, tenuto conto degli episodi di sangue che si sono verificati nella recente storia francese. L’Islam è poi la seconda religione più diffusa in Francia, dietro solo al cattolicesimo per numero di credenti e con quasi il 10% della popolazione nazionale afferente alla religione musulmana, la Francia è il Paese in Europa con il più alto numero di islamici.

Quindi il Covid esiste in Francia e si sta probabilmente diffondendo rapidamente, ma il virus non è la sola emergenza con cui Parigi si trova oggi a fare i conti, anzi probabilmente non è nemmeno l’emergenza più pericolosa per la comunità nazionale.

Per questo motivo la misura del lockdown nazionale che verrà introdotta in Francia a partire da venerdì potrebbe rappresentare il classico prendi due piccioni con una fava. Perché è innegabile che le nuove restrizioni caschino proprio a pennello in un momento in cui il rischio attentati in Francia sembra essere sempre più elevato.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€307.204 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€30,00 15 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 15 Aprile 2021
DC

Denis Casali

€25,00 14 Aprile 2021
A

Angel

€100,00 14 Aprile 2021

Perchè come dice Noam Chomsky nelle "10 leggi del potere", il potere lo detiene chi sta sotto, se è unito e non si lascia condizionare dall'industria delle P.R.. Ascoltiamo con attenzione quello che esce dal nostro cuore e confrontiamolo con quello… Leggi tutto

Perchè come dice Noam Chomsky nelle "10 leggi del potere", il potere lo detiene chi sta sotto, se è unito e non si lascia condizionare dall'industria delle P.R.. Ascoltiamo con attenzione quello che esce dal nostro cuore e confrontiamolo con quello che ci propina la così detta "informazione sicura"...... succederà qualcosa di fantastico!!!
Un abbraccio

T

Tecla

€10,00 14 Aprile 2021
DS

Daniela Sandri

€10,00 14 Aprile 2021

Solo verità!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
fa

fabrizio abbate

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
LC

Luigi Chiaro

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
mc

marco cerminara

€10,00 14 Aprile 2021

fanculo il vero fascismo nascente

I

Ion

€5,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
lt

lkjh ty

€10,00 14 Aprile 2021
BC

Bruno Camerin

€50,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
ri

riccardo iarocci

€25,00 14 Aprile 2021

....per il Vostro/Nostro grandioso progetto....

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via