ABBONATI SOSTIENI

VISCO CHIEDE AUSTERITÀ? BANKITALIA NON HA IL DIRITTO DI INFLUENZARE LA POLITICA ITALIANA

VISCO CHIEDE AUSTERITÀ? BANKITALIA NON HA IL DIRITTO DI INFLUENZARE LA POLITICA ITALIANA

Austerità. Una parola che suona come un incubo per i cittadini europei e che nessuno di noi vorrebbe sentir più pronunciare. A maggior ragione adesso, immersi in una crisi economica epocale che, per essere superata, richiede necessariamente interventi massicci e continui di spesa pubblica. Il contrario dell’austerità.

Visco chiede la riduzione del debito pubblico

Eppure c’è chi in Italia non si fa problemi, pur in un momento del genere, ad agitare lo spauracchio dell’austerità. È il caso di Ignazio Visco, Governatore della Banca d’Italia, che è intervenuto in un recente convegno organizzato dall’Università Bocconi e da Deutsche Bank sul tema del debito pubblico e del debito pensionistico.

Per quanto riguarda i conti pubblici, nel medio periodo, l’azione di politica economica non può che porsi l’obiettivo di conseguire un progressivo riequilibrio. Questo vale soprattutto per quei paesi che, come l’Italia, avevano un alto debito pubblico anche prima della pandemia

Questa la dichiarazione di Visco. Il Governatore della Banca d’Italia, all’indomani di un nuovo lockdown che rischia di mettere definitivamente in ginocchio il tessuto economico del Paese, auspica che nel medio termine, e quindi nei prossimi mesi, il Governo si ponga l’obiettivo di ridurre il debito pubblico.

Il dogma del debito che calpesta i diritti dei lavoratori

Che cosa significa? Con un debito pubblico che supererà abbondantemente il 160% su PIL, significa che il Governo Conte dovrà tagliare tutte le prossime spese previste. Ristori, cassa integrazione e anno bianco fiscale, secondo Visco, dovrebbero essere presi e buttati nel cestino dell’immondizia, perché l’obiettivo principale è solo uno: ridurre il debito.

Le dichiarazioni di Ignazio Visco rientrerebbero nell’alveo di personali opinioni senza produrre gravi conseguenze, non fosse per un piccolo particolare e cioè che Visco ha fatto queste esternazioni come Governatore della Banca d’Italia e cioè come massima autorità in campo bancario in Italia.

Bankitalia vuole influenzare la politica italiana

Alla luce di questo non possiamo quindi non valutare l’intervento di Visco come un grave tentativo di influenzare scelte politiche da parte di un attore che questa facoltà, almeno sulla carta, non ce l’ha. La Banca d’Italia è infatti un ente indipendente dalla politica, predisposto a svolgere attività di vigilanza sul sistema bancario. E basta.

Nel suo statuto non si ravvisano compiti di indirizzo di politica economica e il suggerimento di ridurre il debito pubblico in questo momento rappresenta quindi una palese violazione dello statuto di Bankitalia. Non è la prima volta però che Ignazio Visco si è reso protagonista di simili intromissioni in ambito politico. Circa un mese fa, il Governatore di Bankitalia aveva infatti suggerito al Governo italiano di accedere al MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità.

Occorre ricordare che la possibilità di accedere al fondo è stata largamente bocciata in Parlamento, il luogo giusto dove discutere e prendere questo tipo di decisioni, non di certo negli uffici di Bankitalia. Il paradosso è che quest’istituzione ha nel tempo rivendicato con forza la propria indipendenza rispetto alla politica, fino a non dover più dipendere dal Ministero del Tesoro.

E oggi invece Bankitalia vuole dettare le regole del gioco, evocando addirittura misure di austerità, rivendicando un potere di moral suasion che non può e non deve appartenerle.

REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!

€76.291 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

ByoBlu - Il video blog di Claudio Messora

1.00
REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!
Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Niente e nessuno potrà più manipolarti, con i suoi trucchi per convincerti che la guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza. Manuale di Autodifesa per Sovranisti: il primo libro edito da Byoblu. Scritto da Francesco Carraro.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 28 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 28 Novembre 2020
dr

diego rao

€10,00 28 Novembre 2020

Viva la Liberta'

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 28 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 28 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 28 Novembre 2020
te

tatiana egorova

€10,00 28 Novembre 2020
GB

Giuseppe Bonelli

€50,00 28 Novembre 2020
BC

BRYAN CELERE

€10,00 28 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 28 Novembre 2020
A

Andrea

€10,00 28 Novembre 2020
AC

Alessandro Canichella

€15,00 28 Novembre 2020
S

Stevens

€10,00 28 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 28 Novembre 2020
G

Giuliano

€10,00 28 Novembre 2020
MS

Marisa Santin

€10,00 27 Novembre 2020

Grazie x la vostra informazione, questo é il minimo che si possa dire
Marisa

LM

Leopoldo Minicucci

€10,00 27 Novembre 2020

Ad maiora

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 27 Novembre 2020
GF

Gianluca Ferraresi

€5,00 27 Novembre 2020

Continuate così!
Io quando posso vi dono un piccolo contributo

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Novembre 2020

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via