ABBONATI SOSTIENI

ANCHE IL PARLAMENTO UE CONTRO LE RESTRIZIONI: “METTONO A RISCHIO LA DEMOCRAZIA!”

ANCHE IL PARLAMENTO UE CONTRO LE RESTRIZIONI: "METTONO A RISCHIO LA DEMOCRAZIA!"

L’emergenza sanitaria può essere il preludio di un’emergenza democratica. A pensarlo non è solo una frangia minoritaria che si cerca di isolare dal dibattito pubblico, ma è una preoccupazione fatta propria dallo stesso Parlamento europeo.

Una risoluzione che condanna l’applicazione indiscriminata delle restrizioni

L’istituzione con sede a Bruxelles ha infatti adottato un testo dal titolo Risoluzione sull’impatto delle misure connesse alla COVID-19 sulla democrazia, sullo Stato di diritto e sui diritti fondamentali. Un titolo emblematico che rivela come il dibattito sul rischio di un collasso del sistema democratico sia in primo piano a livello europeo. E in effetti gli inviti rivolti agli Stati presenti all’interno del testo fanno riflettere sulla deriva autoritaria che troppo facilmente è stata intrapresa da Paesi all’apparenza retti da sistemi democratici.

La risoluzione invita per esempio a considerare l’uscita dallo stato di emergenza o di limitare in altro modo il suo impatto sulla democrazia. Nel testo si raccomanda un efficace controllo parlamentare per tutte quelle norme che prevedono una limitazione dei diritti fondamentali dei cittadini. In generale viene scritto in maniera esplicita e ripetuta che tutte le misure debbano non solo essere proporzionali alla reale emergenza, ma avere anche una definita scadenza temporale.

Italia, Paese di DPCM e stato di emergenza perenne

A leggere il testo sembra che questi inviti siano stati confezionati particolarmente su misura per l’Italia. Da marzo scorso infatti il Governo Conte ha emanato la bellezza di 21 DPCM, i famosi decreti del consiglio dei Ministri, atti amministrativi per restringere libertà fondamentali che non passano al vaglio del Parlamento. Con una media di due DPCM e mezzo al mese il Governo Conte ha stabilito un record in Europa.

In Francia per esempio, già nel marzo scorso il Parlamento ha potuto esprimersi sulle misure di emergenza. In Germania è stata lasciata ampia indipendenza ai land circa l’applicazione delle misure emergenziali. In Spagna hanno utilizzato la via del decreto reale, che come il DPCM non coinvolge il Parlamento, ma che almeno richiede la delibera del Consiglio dei Ministri. Bocciata sul lato del coinvolgimento parlamentare, l’Italia non sembra andare meglio guardando la proporzionalità delle misure.

L’invito a revocare le misure restrittive

Senza dati scientifici atti a dimostrare l’effettiva presenza di focolai, il governo Conte ha deciso la chiusura di teatri, cinema, ristoranti, bar, palestre e centri estetici, nonostante l’introduzione di specifici protocolli studiati dal Ministero della Sanità. Quello che forse però preoccupa di più è l’aspetto temporale, e cioè per quanto dureranno ancora le misure restrittive? Lo stato di emergenza dura ininterrottamente dal 31 gennaio scorso, stabilendo un altro record per l’Italia, e rendendo le restrizioni infinite nel tempo agli occhi dei cittadini.

La risoluzione del Parlamento si conclude con l’invito alla Commissione europea di assumere l’iniziativa di garantire che le misure restrittive siano revocate il prima possibile. In sostanza ci stanno dicendo in maniera chiara che democrazia e diritti non devono essere barattati a cuor leggero. Il Governo Conte, europeista nello spirito, saprà ascoltare questo invito da Bruxelles?

REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!

€73.951 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

ByoBlu - Il video blog di Claudio Messora

1.00
REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!
Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Niente e nessuno potrà più manipolarti, con i suoi trucchi per convincerti che la guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza. Manuale di Autodifesa per Sovranisti: il primo libro edito da Byoblu. Scritto da Francesco Carraro.

gm

giovanni mangiola

€10,00 24 Novembre 2020
AM

Antonio Magnani

€5,00 24 Novembre 2020
MP

Massimo Pellizzari

€100,00 24 Novembre 2020

Difendiamo insieme l'Autonomia dell'Informazione, siamo Voce fuori dal Coro!

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 24 Novembre 2020
fz

fabio zotta

€5,00 24 Novembre 2020
RB

Rossella Barucci

€5,00 24 Novembre 2020
DR

David Ratta-Delfini

€10,00 24 Novembre 2020

Avanti Byoblu per una TV a tutela del popolo

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 24 Novembre 2020
JM

Judith Minoletti

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 24 Novembre 2020
KF

Katia Fasan

€5,00 24 Novembre 2020

Forza byoblu! Viva la libertà!

RF

Raffaella Ferrero

€10,00 24 Novembre 2020
RC

Radu Contac

€10,00 24 Novembre 2020

Forza,forza BYOBLU ... portare la luce e la libertá svelando i grandi misteri del lato oscuro.

PG

Paulina GLUCH

€5,00 24 Novembre 2020

Grazie per tutto quello che fatte, avanti così anzi di più dobbiamo svegliare più persone possibile

GV

Graziella Vadalà

€10,00 24 Novembre 2020
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 24 Novembre 2020
ab

andrea bonifacio

€5,00 24 Novembre 2020
em

emiliano migliorati

€10,00 24 Novembre 2020

Grazie ragazzi siete i migliori professionisti dell'informazione, è una vera
fortuna avervi conosciuto.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via