ABBONATI SOSTIENI

ANCHE IL PARLAMENTO UE CONTRO LE RESTRIZIONI: “METTONO A RISCHIO LA DEMOCRAZIA!”

ANCHE IL PARLAMENTO UE CONTRO LE RESTRIZIONI: "METTONO A RISCHIO LA DEMOCRAZIA!"

L’emergenza sanitaria può essere il preludio di un’emergenza democratica. A pensarlo non è solo una frangia minoritaria che si cerca di isolare dal dibattito pubblico, ma è una preoccupazione fatta propria dallo stesso Parlamento europeo.

Una risoluzione che condanna l’applicazione indiscriminata delle restrizioni

L’istituzione con sede a Bruxelles ha infatti adottato un testo dal titolo Risoluzione sull’impatto delle misure connesse alla COVID-19 sulla democrazia, sullo Stato di diritto e sui diritti fondamentali. Un titolo emblematico che rivela come il dibattito sul rischio di un collasso del sistema democratico sia in primo piano a livello europeo. E in effetti gli inviti rivolti agli Stati presenti all’interno del testo fanno riflettere sulla deriva autoritaria che troppo facilmente è stata intrapresa da Paesi all’apparenza retti da sistemi democratici.

La risoluzione invita per esempio a considerare l’uscita dallo stato di emergenza o di limitare in altro modo il suo impatto sulla democrazia. Nel testo si raccomanda un efficace controllo parlamentare per tutte quelle norme che prevedono una limitazione dei diritti fondamentali dei cittadini. In generale viene scritto in maniera esplicita e ripetuta che tutte le misure debbano non solo essere proporzionali alla reale emergenza, ma avere anche una definita scadenza temporale.

Italia, Paese di DPCM e stato di emergenza perenne

A leggere il testo sembra che questi inviti siano stati confezionati particolarmente su misura per l’Italia. Da marzo scorso infatti il Governo Conte ha emanato la bellezza di 21 DPCM, i famosi decreti del consiglio dei Ministri, atti amministrativi per restringere libertà fondamentali che non passano al vaglio del Parlamento. Con una media di due DPCM e mezzo al mese il Governo Conte ha stabilito un record in Europa.

In Francia per esempio, già nel marzo scorso il Parlamento ha potuto esprimersi sulle misure di emergenza. In Germania è stata lasciata ampia indipendenza ai land circa l’applicazione delle misure emergenziali. In Spagna hanno utilizzato la via del decreto reale, che come il DPCM non coinvolge il Parlamento, ma che almeno richiede la delibera del Consiglio dei Ministri. Bocciata sul lato del coinvolgimento parlamentare, l’Italia non sembra andare meglio guardando la proporzionalità delle misure.

L’invito a revocare le misure restrittive

Senza dati scientifici atti a dimostrare l’effettiva presenza di focolai, il governo Conte ha deciso la chiusura di teatri, cinema, ristoranti, bar, palestre e centri estetici, nonostante l’introduzione di specifici protocolli studiati dal Ministero della Sanità. Quello che forse però preoccupa di più è l’aspetto temporale, e cioè per quanto dureranno ancora le misure restrittive? Lo stato di emergenza dura ininterrottamente dal 31 gennaio scorso, stabilendo un altro record per l’Italia, e rendendo le restrizioni infinite nel tempo agli occhi dei cittadini.

La risoluzione del Parlamento si conclude con l’invito alla Commissione europea di assumere l’iniziativa di garantire che le misure restrittive siano revocate il prima possibile. In sostanza ci stanno dicendo in maniera chiara che democrazia e diritti non devono essere barattati a cuor leggero. Il Governo Conte, europeista nello spirito, saprà ascoltare questo invito da Bruxelles?

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€85.251 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

GA

Gianfranco Amoia

€5,00 25 Gennaio 2021

Vi ringrazio per il lavoro svolto. Siete unici nel panorama dell'informazione e della cultura. Chi vi scrive è un insegnante di religione non piegato ai diktat mainstream politici ed ecclesiastici. La verità ci renderà liberi. Un grande grazie....

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Gennaio 2021
CB

Catalin Borcea

€5,00 25 Gennaio 2021

Forza Byoblu!!! Siete come un faro in mezzo al mare molto mosso!!!
Forza! Forza! Forza!!!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Gennaio 2021
gc

gianmarco campana

€25,00 25 Gennaio 2021

Nella speranza che continuate a fare vera informazione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 25 Gennaio 2021
PA

Paolo Avolio

€50,00 25 Gennaio 2021

Buon lavoro in conoscenza.

GT

Giampiero Tosti

€25,00 25 Gennaio 2021

Continuate così.

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 25 Gennaio 2021
IC

Iulian Chioveanu

€5,00 25 Gennaio 2021
F

Fabrizio

€10,00 25 Gennaio 2021
AF

Annalisa Finessi

€5,00 25 Gennaio 2021

💪👏

CR

Cristina Ragazzi

€10,00 25 Gennaio 2021
FT

Filippo Tantillo

€5,00 25 Gennaio 2021

Questo è il mio piccolo contributo mensile perché credo nella vostra causa

LN

Livio Nicoletti

€5,00 25 Gennaio 2021

Il vostro è il primo telegiornale in vita mia che ho visto senza sentirmi preso per il culo.

Utente anonimo

Anonimo

€70,00 25 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Gennaio 2021
F

Federico

€5,00 25 Gennaio 2021
F

Francesca

€10,00 25 Gennaio 2021

Grazie

LS

Luisa Serra

€10,00 25 Gennaio 2021

grazie per ciò che fate

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via