SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

Matteo Bassetti, la petizione per difenderlo dalla macchina del fango per avere criticato il conteggio delle vittime

In quel capolavoro della cinematografia, oggi forse assolutamente impossibile da realizzare, che è stato “L’attimo fuggente“, il professor Keating spinge Todd a varcare la barriera eretta tra sé e il mondo, e Todd centra la verità delle verità , l’unica possibile in ogni tempo, che Socrate aveva già chiara 2.500 anni fa (“so di non sapere”), e che oggi l’arroganza dell’uomo ha completamente dimenticato. 

Todd: La verità è una coperta che ti lascia scoperti i piedi! [i compagni di classe ridono]

Keating: No, non ci faccia caso, continui con la coperta, mi parli della coperta.

Todd: Tu la tiri, la spingi e lei non basta mai! Anche se ti dibatti, non riesci a coprirti tutto… Dal momento in cui nasci piangendo al momento in cui esci morendo, ti copre solo la faccia e tu piangi e gridi e gemi!

Se mettete “peccato” al posto di “verità”, Gesù Cristo disse qualcosa di simile ai farisei che pretendevano di essere dalla parte del giusto e stavano per lapidare una donna: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

Eppure non c’è niente da fare: gli anni passano. Non ne bastano decine, non ne bastano centinaia e neppure migliaia: c’è sempre qualcuno che ritiene di essere nel giusto, e che prende in mano una pietra.

Oggi Maria Maddalena è l’infettivologo Matteo Bassetti, che a L’Aria che Tira di Myrta Merlino, ha osato dire quello che tutti dovrebbero sapere o quantomeno immaginare: 

“Da quando abbiamo cambiato la metodologia di conteggio dei decessi, noi stiamo drammaticamente decrescendo come letalità, ma abbiamo un peccato originale che riguarda marzo-aprile: chiunque arrivava in ospedale con un tampone positivo, anche se aveva avuto un infarto, veniva qualificato poi come morto per coronavirus”.

Apriti o cielo: i nuovi farisei, guidati dai sacerdoti del tempio, e tutti quelli che hanno laute rendite di posizione facilitate dal mantenimento di un regime del terrore che per dominare incontrastato non deve trovare sbocco o sollievo in nessuna ipotesi sui fatti meno funesta, si sono stracciati le vesti, in nome di una presunta scienza monolitica basata su evidenze di natura più politica che oggettiva, frutto di una burocrazia che nel suo complesso si comporta come un gigante stupido che regge in mano un colabrodo che si lascia dietro una scia di certezze che non lo erano.

Così, alcuni di questi che si autodefiniscono “la comunità medico-scientifica”, tradendo in questo modo il loro peccato originale (la presunzione), hanno immediatamente lanciato una petizione (sull’immancabile Change.org, piattaforma fondata in un paradiso fiscale statunitense, che più che una organizzazione è un’azienda a scopo di lucro che trae profitti dalle informazioni che le regaliamo) per chiedere al Ministro Speranza di revocare la nomina di Bassetti a coordinatore scientifico di un gruppo di lavoro per la gestione dei pazienti Covid. Per dimostrare, casomai se ce ne fosse bisogno, la natura e lo spirito dei firmatari, si tratta di una petizione ad-personam, diretta cioè a infangare la reputazione di Bassetti sul piano personale. Che – diciamocelo – non è mai una bella cosa. Non è forse questa l’essenza della macchina del fango, che dalle “comari di un paesino” che “non brillano certo di iniziativa”, come le cantava De Andrè, ai “dotti, medici e sapienti”, per arrivare a Bennato, non cambia nella sostanza per modi e finalità?

Invece, tanto per marcare la differenza, un’altra parte della “comunità medico-scientifica” (toh… ma allora i primi millantavano un’esclusiva che non avevano?), e segnatamente medici della Medicina Nucleare del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, nonostante l’indignazione non si sono sognati di fare una petizione di segno uguale e contrario, cioè una contro-macchina-del-fango (si sa, noblesse oblige, o anche “la classe non è acqua”), ma hanno pensato che sarebbe stato più utile aiutare Matteo Bassetti affiancandolo nella sua stessa battaglia, quella per “la urgente necessità di adottare criteri standardizzati su base Nazionale per il trattamento ospedaliero/domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19“. Non mancando tuttavia di rimarcare che “l’eventuale nomina del Prof Bassetti a coordinare un comitato di esperti rivolto a uniformare i parametri necessari per la ospedalizzazione o la cura domiciliare dei pazienti, ha scatenato una reazione spropositata, basata su disistima personale espressa in modi grossolani e non supportata da valutazioni scientifiche e/o da dati di letteratura“.

Colleghi, dunque, ma meno farisaici e più legati alle evidenze scientifiche piuttosto che al gossip. E forse, anche meno meschini. Se mai dovessi entrare in un ospedale – cosa che non mi auguro e che non auguro a nessuno – preferirei che a curarmi fossero loro, e non gente che idolatra il camice prima dell’essere umano.

Qui di seguito il testo della loro petizione. Se firmata, si tratta di un segnale forte del fatto che, per dirla nuovamente alla Gesù Cristo: “non prevalebunt”, ovvero “non prevarranno“. Oggi si combatte anche così, a colpi di firme, perché se di là proprio vogliono tirare, beh qui tiriamo più forte.

Per chi coltivasse dei dubbi, consiglio di leggere “Di strategie, psicologia, società e stratagemmi per non morire con un cartello in mano“.


Egregio Ministro della Salute – Dott. On. Roberto Speranza

Petizione da parte dei medici e degli operatori sanitari per la urgente necessità di adottare criteri standardizzati su base Nazionale per il trattamento ospedaliero/domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19, stratificati per classe di rischio.

Onorevole Ministro,

Alla luce delle difficoltà gestionali dei soggetti affetti da COVID-19 che stanno generando sofferenza del SSN, riteniamo urgente l’adozione di criteri standardizzati su base Nazionale per il trattamento ospedaliero/domiciliare dei pazienti, stratificati per classe di rischio, al fine di ottimizzare l’utilizzo dei posti letto ospedalieri e nel contempo rendere disponibili cure e monitoraggio terapeutico domiciliare.

L’eventuale nomina del Prof Bassetti a coordinare un comitato di esperti rivolto a uniformare i parametri necessari per la ospedalizzazione o la cura domiciliare dei pazienti, ha scatenato una reazione spropositata, basata su disistima personale espressa in modi grossolani e non supportata da valutazioni scientifiche e/o da dati di letteratura.

Indipendentemente dalle posizioni politiche e da interessi personali o di categoria, in un momento se non grave pur sempre critico per la nostra Nazione, esprimiamo la necessità che il Suo ministero si adoperi affinché univoci criteri per il trattamento dei pazienti COVID 19 vengano applicati quanto prima. Chiediamo pertanto che il Ministro metta a disposizione tutti i mezzi necessari per identificare ed applicare criteri standardizzati di ricovero e cura in tutto il territorio Nazionale.

FIRMA QUI SOTTO:

Subito un protocollo di cure domiciliari e ospedaliere chiaro e condiviso.

Egregio Ministro della Salute - Dott. On. Roberto Speranza

Petizione da parte dei medici e degli operatori sanitari per la urgente necessità di adottare criteri standardizzati su base Nazionale per il trattamento ospedaliero/domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19, stratificati per classe di rischio.

Onorevole Ministro,

Alla luce delle difficoltà gestionali dei soggetti affetti da COVID-19 che stanno generando sofferenza del SSN, riteniamo urgente l'adozione di criteri standardizzati su base Nazionale per il trattamento ospedaliero/domiciliare dei pazienti, stratificati per classe di rischio, al fine di ottimizzare l’utilizzo dei posti letto ospedalieri e nel contempo rendere disponibili cure e monitoraggio terapeutico domiciliare.

L’eventuale nomina del Prof Bassetti a coordinare un comitato di esperti rivolto auniformare i parametri necessari per la ospedalizzazione o la cura domiciliare dei pazienti, ha scatenato una reazione spropositata, basata su disistima personale espressa in modi grossolani e non supportata da valutazioni scientifiche e/o da dati di letteratura.

Indipendentemente dalle posizioni politiche e da interessi personali o di categoria, in un momento se non grave pur sempre critico per la nostra Nazione, esprimiamo la necessità che il Suo ministero si adoperi affinché univoci criteri per il trattamento dei pazienti COVID 19 vengano applicati quanto prima. Chiediamo pertanto che il Ministro metta a disposizione tutti i mezzi necessari per identificare ed applicare criteri standardizzati di ricovero e cura in tutto il territorio Nazionale.

%%la tua firma%%

7,509 firme

Condividi con i tuoi amici:

   

 

 

 

 

 

29 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Solo se vengono tolti dalla lista coloro che sono pro vaccino, che incentivano il vaccino; a questo punto voglio morire di malattia, anziché avere un vaccino.

  • Certamente fa riflettere come Bassetti la pensa sulla cura del Covid 19 (pro vaccino obbligatorio ammiccamento a Lorenzin!!) Mi auguro che trovi il tempo di schiarirsi le idee perché crea dubbi e disorientento! Sembra che voglia tenere il piede in 2 scarpe perché!? Attenzione Byoblu !! Comunque Il motivo di questa petizione lo trovo legittimo e coerente quindi ho firmato.

    • Mi ha dato la stessa impressione , sembra che voglia tenere il piede in 2 staffe. Quindi ancora i dubbi restano e non aderisco.

  • Buonasera
    Allora la prossima per il Prof. Crisanti?
    Qualcosa mi suggerisce che siano in grado di difendersi da soli.
    Avrei usato quel bellissimo film per tutt’altra situazione.

  • Alla base di tutto ci deve essere la LIBERTA’ di scelta…. LA COSTITUZIONE PARLA CHIARO!
    Adesso vediamo chi è NEGAZIONISTA!… NO MA DICO, PARLIAMO DELLA COSTITUZIONE|

  • Anche io nutro molte perplessità sulla condotta di Bassetti come meglio espresso da altri commenti che mi hanno anticipato.
    Non firmo la petizione perché è tardiva e dipartimento indirizzata al “nemico” , ministro Speranza principale causa dello sfacelo. Positiva l’occasione di Byoblu di sottolineare le differenti comunità scientifiche, purtroppo temo che quelle qui in gioco alla fine siano perlomeno cugine, scaramucce di famiglia! Invece andrebbe fatta una petizione per il dott. Roberto Gava di ciò si è confermata recentemente la radiazione!! Bassetti Gismondo &c sono falsi free vax ! Byoblu , richiamate attenzione di DR ROBERO GAVA e l’ ART. 32 della Costituzione, piuttosto che queste petizioni.

    • Sono d’accordo, ci sono dottori che sono stati radiati e nessuno ha fatto petizioni! Con questo ,io non voto , lui ha giá le spalle coperte dalla Lorenzin, dopo la sviolinata in trasmissione!

  • La verità è che, finora, Bassetti non ne ha azzeccata nemmeno una.

    Nel primo periodo della pandemia non c’erano nemmeno i tamponi per fare diagnosi di COVID-19 (giusta o sbagliata che fosse) e molti sostengono l’esatto contrario di quanto sostiene Bassetti e cioè che i decessi per Covid-19 siano stato sottostimati proprio per la mancanza dei tamponi diagnostici.

    D’altra parte risulta piuttosto difficile riuscire a sostenere che a Bergamo, nel solo mese di marzo, ci sia stato un eccesso di mortalità del 568% dovuto quasi esclusivamente a patologie diverse dalla COVID-19.
    https://www.bergamonews.it/2020/05/04/coronavirus-a-marzo-a-bergamo-568-di-morti-rispetto-agli-anni-precedenti/370110/

    • A Bergamo (e in altre zone d’Italia) è successo un disastro perchè non si sapeva che fare e hanno intubato tante persone con la ventilazione profonda. Hanno quindi inavvertitamente ucciso molte persone. Almeno questo è quello che ho capito io.

  • Byoblu attenzione !!! Bassetti è anche quello che si fotografa nel suo studio ospedaliero, da solo, con la mascherina e che si fa fotografare mentre si vaccina con l’antinfluenzale !

      • ……..prima di scegliere i nostri rappresentanti politici? 25 anni di meditazione alla ricerca dell’illuminazione !!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Claudio la tua opinione, espressa in modo estremamente dettagliato, a mio parere è compresibile ma non del tutto condivisibile in questo dato momento storico. Come tantissimi hanno detto Bassetti è un personaggio troppo ambiguo e sembra palesemente voglia dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Un giorno sembra pendere dalla parte di chi sostiene che le restrizioni ed i numeri sul covid siano un’alterazione della realtà, quindi contro il “sistema”; il giorno dopo però esce con sparate sui vaccini obbligatori e l’esaltazione della Lorenzin. Molti di noi ritengono un azzardo insensato quello di farsi un vaccino di cui si conosce poco ( e quel poco non è di certo acqua santa). Quindi mi sa che questa volta ci penseranno in tanti prima di sottoscrivere la petizione…

    • Attenzione Byoblu, ragazzi, il piede in due scarpe prima o poi frega sempre…
      Un conto è essere una persona coerente su TUTTA la linea, altro è come fanno i signori Bassetti & C. Domandina a Byoblu, che ho sempre stimato: ci vogliamo pensare bene bene a questa faccenda?
      Ciao

  • Già! Sarei curiosa di conoscere del Dottor Bassetti, come di alcuni altri medici professionisti intervistati nei canali principali, un’ opinione sul perché siano stati colpiti da provvedimenti di radiazione alcuni medici e se sia per quel qualcosa che li accomuna. Ma magari sbaglio chissà, magari l’avranno già espressa, essendo un fatto anche questo di un certo rilievo.
    Grazie per lo spazio Byoblu

  • Non firmo nemmeno io. Passino le altre ambiguità di Bassetti, ma schierarsi contro chi segnala la pericolosità di un vaccino sperimentato per meno di un anno è criminale.

  • “I dati sui decessi in Italia sono sovrastimati?

    No, è probabile anzi che siano sottostimati nei mesi di marzo e aprile. In questo periodo molti pazienti sono deceduti senza essere testati e perciò le loro informazioni non sono state inserite nel Sistema di Sorveglianza. La stima fatta nel rapporto congiunto ISS-Istat sull’eccesso di mortalità è che nei mesi di marzo e aprile i decessi legati in maniera diretta o indiretta al COVID-19 siano circa il doppio rispetto a quelli misurati nel Sistema di Sorveglianza. Questa sottostima dei decessi si è comunque molta ridotta e quasi azzerata da maggio fino a fine estate. Nei mesi più recenti i Sistemi di Sorveglianza stanno osservando un nuovo aumento dei decessi. A breve sarà possibile valutare un eventuale eccesso di mortalità nei mesi autunnali/invernali tramite il confronto con i dati di mortalità Istat.”
    https://www.iss.it/web/guest/primo-piano/-/asset_publisher/o4oGR9qmvUz9/content/id/5527060

  • I virus sono informazioni che servono al corpo per prepararsi ai prossimi passi evolutivi. Creato in laboratorio o arrivatoci dalla natura non fa differenza, la disquisizione serve solo a depistare dal vero modo con cui ci entriamo in contatto; dalle tradizioni antiche si sa da sempre che siamo noi i creatori della realtà che andremo a vivere e chi domina questo piano di realtà sa bene che influenzando il campo informazionale, indurrà le persone a reagire in base al loro livello di Conoscenza.
    A dimostrazione di questo abbiamo visto come di fronte ad immagini e bollettini di morte, quasi tutti si sono terrorizzati diventando vulnerabili e incapaci di scelte sensate. Appena la situazione di allarme si è calmata le morti sono diminuite e questo fatto è stato attribuito ad un calo di viralità del virus. Adesso, in modo disperato, il sistema di controllo prova a riaccendere la paura con la contagiosità, ma sia l’informazione più attenta, sia la consapevolezza che ci sono le cure efficaci (cosa che durante i mesi all’apice dell’emergenza venivano sminuite), sia perché il periodo estivo e gli alternativi consigli per rinforzare il nostro sistema immunitario hanno funzionato, SIAMO DIVENTATI TUTTI UN’ PO’ PIÙ FORTI.
    Siamo di fronte ad un piano organizzato, era stato già testato con le influenze:
    i media dicevano STA ARRIVANDO L’INFLUENZA! e una percentuale di popolazione se la prendeva, in questo caso il sistema di controllo ha solo architettato un copione fatto con cura: hanno fatto vedere persone in cina che cadevano a terra, immagini di mercati con animali strani, laboratori con virus letali (dopo tutti i film prodotti sui virus cattivi), pazienti zero che seminano virus in giro e a seguire immagini di bare, ospedali in allarme, professionisti del settore con tute schermi e mascherine e tante tante false notizie. In gioco è fatto, il campo è saturo di virus, MA DI UN VIRUS CHE COLPISCE LA MENTE, mandando in allarme il proprio corpo producendo esosomi (informazioni tra cellule) che guarda caso vengono rilevate dai tamponi e hanno una forma a corona.
    È stato ideato un inganno nella norma, rispettando tutte le regole della dualità, sta a noi accorgercene e sfruttare questa fase di crescita evolutiva, liberandoci dai vincoli più pesanti della materia, oppure, normalizzarci e chiedere più sicurezza.
    Quello che chiediamo ci viene dato … facciamoci furbi, chiediamo a noi stessi una vita libera e meravigliosa!!!
    Si chiede in modo corretto, quando quello che chiedo è guidato dalla responsabilità di sentirlo parte di me!

  • il vaccino è talmente una baggianata medico-scientifica sia quelli per il Covid che per quelli della Lorenzin, che non credo proprio che uno come Bassetti non lo sappia. Non mi va di difendere chi sta dall’altra parte ed è e sarà responsabile del declino della salute mondiale e dell’alterazione della linea genetica. La gestione assurda delle Rsa in tutta Europa, 8 mesi di terrore mediatico ininterrotto, cure screditate, mancanza di autopsie, statistiche farlocche, tamponi inutili, contagiati uguali malati, gestione scriteriata della pandemia, lockdown personaggi indubbi messi ai vertici. Troppe le assurdità per non avere un senso. Il vaccino è un tassello fondamentale di chi questo senso lo conosce e lo persegue, assieme alla distruzione dell’economia e dei sistemi di governo. Anche le richieste nella petizione sono estremamente pericolose se finiscono nelle mani sbagliate, ed è quello che succederà di sicuro visto il totale allineamento dell’esecutivo Conte e della sua maggioranza alle volontà del regista. Non firmo.

Share via