ABBONATI SOSTIENI

LA DICHIARAZIONE DI VOTO CHE MI È STATO IMPEDITO DI FARE IN AULA – Sara Cunial

Questa che leggete qui sotto è la dichiarazione di voto che l’onorevole del gruppo misto Sara Cunial avrebbe voluto fare alla Camera dei Deputati il giorno 2 dicembre 2020. Ma dopo la sollevazione dell’Aula, le è stato impedito di parlare.
 
“Le parole che sono riuscita a pronunciare sono però già molto chiare, troppo chiare per chi nella menzogna, senza pudore, continua vilmente a nascondere la faccia” ha affermato la Cunial.
 
Byoblu ha sentito ai suoi microfoni l’onorevole il giorno dopo l’accaduto: “Avevo iniziato con la mia dichiarazione di voto rispetto alle risoluzioni alle comunicazioni del ministro Speranza e sono stata fermata immediatamente dal vice Presidente della Camera Rosato d’Italia Viva che ha parlato di parole irrispettose in quelle stanze, ma io ho riportato le parole precedenti del ministro Speranza che aveva fatto un elenco di tutte la aziende farmaceutiche per cui ha firmato le commesse per i vaccini a noi rivolti”.

 

Questo il testo dell’intervento di Sara Cunial 

“Ringrazio il Ministro Speranza che finalmente qui oggi ci ha fatto i nomi dei suoi datori di lavoro elencando le aziende farmaceutiche chiamate a compiere quella che è, a tutti gli effetti, una sperimentazione di massa.
Dopo aver distrutto la nostra economia, i nostri beni e i nostri sogni, obbedienti al grande Reset, oggi siete qui a sostituirli con il “bene comune vaccino”. State usando gli italiani come cavie, sacrificati all’altare di un manipolo di lobby, sostenute da una scienza venduta e da una mandria di politici corrotti e collusi che si fanno pagare anche le campagne elettorali dalle lobby della morte come Irbm e Philip Morris.
 
Le parole del Ministro di oggi sono una grave minaccia alla salute degli italiani e al futuro di tutti noi. Quello che si sta predisponendo è un criminale piano di sterminino di massa, in primis, proprio di quegli anziani che avete lasciato morire da soli per la vostra disciplina al Nuovo Ordine Mondiale.
 
Ed ancora le forze dell’ordine, operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa: le cavie preferite del vostro sciagurato piano.
 
Tutto questo avviene proprio nei giorni in cui la Cassazione, supportata da centinaia di studi, analisi e dati, stabilisce  (interruzione del vice presidente Rosato) il “nesso tra malattia e gli 11 vaccini somministrati in 8 mesi” ad un militare leccese stroncato a 21 anni dalla leucemia ed avviene mentre migliaia di famiglie – ogni sano giorno – accudiscono bambini danneggiati da vaccino.
 
Per fortuna gli italiani non si vogliono vaccinare a partire dai politici presenti in quest’aula fino ad arrivare ai medici, agli scienziati e agli intellettuali, italiani e stranieri.
 
Giù le mani dai nostri corpi e dalle nostre anime!”
 

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€87.723 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

SP

Stefania Pratelli

€10,00 27 Gennaio 2021

Grazie per il vostro lavoro.

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021
A

Alberto

€10,00 27 Gennaio 2021

Per un paese migliore, per un'informazione libera, per una boccata d'ossigeno alle nostre piccole e medie imprese, fatte di tanti imprenditori e lavoratori onesti che tengono al bene dell'Italia! Evviva ByoBlu, evviva il made in Italy, evviva… Leggi tutto

Per un paese migliore, per un'informazione libera, per una boccata d'ossigeno alle nostre piccole e medie imprese, fatte di tanti imprenditori e lavoratori onesti che tengono al bene dell'Italia! Evviva ByoBlu, evviva il made in Italy, evviva l'Italia.

ByoBlu, il nostro punto di riferimento oggi, il nostro miracolo domani!

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
GL

Gabriele Luchetti

€25,00 27 Gennaio 2021
GP

Giorgio Pesce

€30,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
GG

Giordano Giorgi

€10,00 27 Gennaio 2021

Grazie per la libera e VERA informazione. Spero presto nelle TV di tutte le Regioni.

Utente anonimo

Anonimo

€2,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 27 Gennaio 2021
RF

Renzo Fagherazzi

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 27 Gennaio 2021
GG

Graziana Giogoli

€25,00 27 Gennaio 2021

Avanti con coraggio, vi sosterrò sempre

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 27 Gennaio 2021
GS

Giorgio Sessa

€10,00 27 Gennaio 2021

X una informazione Vera

BG

Bruno Giordano

€50,00 27 Gennaio 2021

Bravi proseguite con l'informazione indipendente e libera da pressioni e condizionamenti esterni.
Bisogna dare una svolta decisiva al destino del bel paese il nostro paese!

MV

MAURO VICARI

€25,00 27 Gennaio 2021

Un grazie infinito per quanto riuscite a colmare la mia "ignoranza"
su quanto accade oggi. Diversamente sarei il solito zombie.
Saluti.

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 27 Gennaio 2021

5 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ormai questa gente ha superato le nefandezze dei peggiori criminali della storia umana se non si reagisce, ma da parte della maggioranza della popolazione non c è reazione, finirà in un massacro di proporzioni inimmaginabili a meno che non provveda la natura a sistemare tutto ma non credo che la natura voglia salvare chi non fa niente per volersi salvare

  • Dal mio punto di vista, quando è stato sentenziato che una legge elettorale in vigore (il “porcellum”), che aveva prodotto già legislature e leggi, era incostituzionale, uno stato di diritto avrebbe dovuto predisporre l’immediata decadenza dei parlamentari in carica, sospendere tutte le leggi approvate dai parlamenti composti da eletti tramite legge elettorale incostituzionale (leggi in seguito da riesaminare), e stabilire data di nuove elezioni con l’ultima legge elettorale in vigore, precedente a quella giudicata incostituzionale.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/01/porcellum-incostituzionale-cassazione-condanna-ministero-e-presidenza-del-consiglio/970070/

    Purtroppo si è invece agito facendo finta di niente, ed era difficile andasse diversamente, visto che l’incostituzionalità della legge elettorale non è stata utilmente “notata” da chi di competenza a suo tempo, bensì è stata messa in luce – con fatica – da altri;

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/12/porcellum-irragionevole-e-anticostituzionale-ricorso-dei-cittadini-giace-cassazione/560928/

    Ma coloro i quali erano invece pagati al riguardo, non è che forse sono in buona parte ancora lì, a mancare di agire, tantomeno tempestivamente, contro lo “stato di emergenza” incostituzionale instaurato?

    Se adesso siamo soggiogati ad uno *stato di emergenza* dichiarato incostituzionalmente, e inoltre da un parlamento eletto tramite una legge elettorale prodotta da un parlamento eletto incostituzionalmente… il “reset” che ci vuole è nelle alte sfere della giustizia italiana.

    E’ inutile continuare ad asciugare per terra, senza prima agire sul rubinetto a monte.

    (p.s. com’e’ cambiato il fattoquotidiano… )

  • Come al solito, siamo di fronte al problema principale della comunicazione: una testata giornalistica è responsabile di quello che vuole comunicare, non di quello che l’utenza vuole sentirsi dire.

    E se un’utenza perlopiù novaxx vuole sentirsi dire “I vaccini fanno male” non è quello che troverà nell’articolo.

    La sentenza afferma un “Nesso tra malattia e gli 11 vaccini somministrati in 8 mesi”, ma non è “contro i vaccini”
    Una sentenza è l’incarnazione particolare e personale di un concetto universale come la norma.

    Una sentenza, specialmente in un ordinamento come il nostro che non è basato sul Precedente Vincolante parla solo del singolo caso, un singolo caso per volta.

    E nel singolo caso sarebbe bastato non dico leggere l’articolo, ma almeno il cappello introduttivo per notare che

    “Non va demonizzato il vaccino di per sé – chiarisce l’avvocato – ma le tempistiche delle somministrazioni troppo ravvicinate”

    Nessuno infatti ha mai affermato, neppure noi, che in generale, non esista il concetto di effetto collaterale.

    Si possono avere effetti collaterali anche bevendo un bicchiere d’acqua. Si può morire scivolando nella doccia.

    Non per questo smettiamo di nutrirci, dissetarci o effettuare altre attività essenziali per la vita.

    Abbiamo già avuto modo dire che il nostro ordinamento prevede risarcimenti per i danni causati da errori nella somministrazione di presidi medici come vaccini e trasfusioni.

    Nota: sulla sicurezza dei vaccini
    Lo stesso concetto di sicurezza del vaccino in generale è una semplice funzione matematica: gli effetti collaterali dei vaccini sono, sia per numero che per entità, di gran lunga inferiori agli effetti delle malattie.

    Ad esempio, una vaccinazione diffusa come quella per il morbillo ha 0.00005% potrebbe avere delle reazioni avverse, che potrebbero sfociare nella morte.

    Mentre degli ammalati di morbillo lo 0,05% muore. Muore, non tocchiamo neppure le percentuali di encefalopatie e invalidità permanenti che aumenterebbero la percentuale.

    E l’ultima volta che ho controllato, lo 0,05% era maggiore dello 0,00005%.

    Il problema sollevato dai legali della vittima non è, evidentemente, il vaccino ma la dose. E come disse Paracelso

    Tutto è veleno: nulla esiste di non velenoso. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto.

    Un vaccino, un sorso d’acqua, la bibita frizzante che avete bevuto all’ultima festa di compleanno dove siete stati, il tortino di mele della nonna. In tutto questo è la Dose che fa il Veleno.

    La differenza tra Procedura Civile, Penale e Metodo scientifico
    Va inserita nella decisione il meccanismo base delle Corti e della scienza.

    Il metodo scientifico tende verso la massima esattezza e precisione. Il metodo scientifico è asintote di assoluto, se non assoluto: accetta dati ripetibili e ripetuti, teorie provate dalla pubblicazione scientifica e sempre replicabili.

    Il diritto Penale accetta come valido ciò che è oltre ogni ragionevole dubbio, per garanzia verso l’imputato.

    Il diritto Civile per garanzia verso chi chiede giustizia e risarcimento, accetta il criterio di elevata probabilità, il “più probabile che non”, l’alta probabilità statistica, e in questo caso rettamente

    “l’alta probabilità statistica che il considerevole numero di vaccinazioni somministrate in brevissima sequenza temporale abbia causato o comunque favorito la malattia acuta letale. Il nesso di causalità è un punto fermo sotto il profilo medico, legale e scientifico”

    Civilisticamente parlando, dato che si parla di un risarcimento, il più probabile che non è più che sufficiente, come è logico che sia, per maturare quel diritto al risarcimento.

    Quindi, appurato che “è più probabile che non” la responsabilità di chi ha somministrato undici vaccini in otto mesi (nota: undici vaccini in otto mesi, non un preparato tetra, esa o trivalente: abbiamo già visto che è un concetto diverso), scatta l’obbligo al risarcimento.

    Cassa con rinvio: la storia non è ancora finita
    Resta, purtroppo per i sopravvissuti, il problema del risarcimento agli eredi: che andrà risolto rinviando ancora una volta la causa in Appello.

    • solo una macchia, ma indelebile, domina come un elefante in salotto tutto il tuo ragionamento: la doccia puoi scegliere di non fartela, se hai paura di scivolare. Puoi fare il bagno oppure puoi sistemare delle strisce antiscivolo. O ancora puoi lavarti a pezzi. Il rischio, caro amico, per un essere umano deve sempre poter essere deciso in piena autonomia. E’ la base della responsabilità civile e penale: la libertà di scelta. Il rischio che corro autonomamente, in maniera consapevole, non è in discussione. Ma quando il rischio diventa imposto, come se qualcuno mi spingesse sopra un crepaccio dicendomi di non preoccuparmi perché tanto la maggior parte delle persone riesce ad aggrapparsi sull’alto orlo e non cade, non è accettabile. Potrei essere io quello che cado, e in nessun caso tu hai il diritto di decidere della mia vita e della mia morte.

      Non capire questo è in nuce il principio di ogni totalitarismo: l’individuo soccombe di fronte all’autorità e alla dittatura di pochi, ottenuta con l’ausilio di una maggioranza plagiata.

  • Voglio esprimere alcuni concetti chiari dando la mia identita in modo chiaro.
    PIERLUIGI SCABINI
    VIA MENTANA 37
    27058 VOGHERA
    PAVIA.

    So che diversi parlamentari di nascosto leggono queste pagine, li leggete e rispetto a queste pagine siete un insieme di paura, odio e arroganza. La paura, l’odio e l’arroganza di chi è osservato nella sua natura di servo, di persona serva del potere. Scegliete nel vostro libero arbitrio il solito della storia che si ripete.
    Adesso vi sentite vincenti; vi ricordo che nella storia molti tiranni, molte persone con la loro baldanza di potere si sono sentite vincenti. Tipo l’impero romano, durato mille anni, molti si sentivano vincenti. E molti di loro sono morti nella loro ignavia.
    Voi e i vostri padroni meritereste una rivoluzione per la difesa della parola dignita, libertà, verita, orientata alla creazione di un futuro di bellezza e luce, di liberta e amore, vissuta in sentimenti di gioia per la vita, per il suo sperimentare la sua continua evoluzione di coscienza e consapevolezza. Il potere che servite vuole solo stasi di coscienza e consapevolezza al fine di continuare a dominare; l’evoluzione per i dominanti è spesso solo evoluzione di forme ma non di consapevolezza o coscienza e se questa evolve deve evolvere in schemi di consapevolezza stagnanti o comunque controllabili dagli schemi di consapevolezza “più estesi” che i dominanti esprimono.
    Vincete oggi ma il sistema universo/natura è contro la coscienza e consapevolezza che esprimete, non è neutrale, perche che voi lo vogliate o no, il sistema terra/universo è un sistema di consapevolezza in perenne evoluzione e voi non vi evolvete oltre l’energia del dominio. Quindi vi mettete fuori gioco rispetto la coscienza e consapevolezza di questo pianeta e le sue intenzioni evolutive. E in questo vincete oggi e scrivete la vostra sconfitta futura, la scrivete voi stessi con il vostro atteggiamento.
    Noi italiani non siamo rivoluzionari, ci identifichiamo nelle nostre personalita bisognose e voi come dominanti o politici servi di dominanti utilizzate questo atteggiamento di adeguamento per aumentare il vostro dominio.
    Ma è solo momentaneo, alcuni siamo rivoluzionari a modo nostro, con la forza del pensiero o del silenzio che diventa nuova realta in nuova coscienza; e questo è impossibile fermarlo perchè è cio che l’universo nella sua totalità cosciente e consapevole è………..
    Forse oggi voi politici servi di tiranni vi sentite vincenti un po come si è sentito mussolini ai tempi dell’omicidio matteotti, ma vi sentirete perdenti come mussolini quando venne ucciso anni dopo………………….. Non sto dicendo che vi accadranno le stesse esperienze di mussolini, ma che vi accadono e vi accadranno modi di sentire uguali o simili o analoghi…………

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via