SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

VACCINO OBBLIGATORIO, ARRIVA IL NO DEL GIUDICE

VACCINO OBBLIGATORIO, ARRIVA IL NO DEL GIUDICE

A Messina un’infermiera ha vinto il ricorso contro l’obbligo delle vaccinazioni antinfluenzali per medici e operatori sanitari imposto in Sicilia con un decreto dell’assessorato alla Salute.  Il giudice del lavoro ha stabilito che l’introduzione dell’obbligo del vaccino non è di competenza regionale ma deve essere stabilito con una legge dello Stato.
Lo rende noto il sindacato degli infermieri NurSind che parla di una vittoria di civiltà che riconosce il principio di autodeterminazione del cittadino e del lavoratore nonché il diritto al lavoro ex articolo 36 della Costituzione “avverso la paventata ipotesi – si legge nel comunicato – della sospensione temporanea del lavoro di quanti non si volessero sottoporre al vaccino”.
Una decisione che va nella stessa direzione di un’altra pronuncia, questa volta del Tar di Palermo, cui si sono rivolti alcuni infermieri iscritti al sindacato.
In questo altro caso “il Tar ha sostenuto che si tratta di diritti inviolabili della persona umana, che non possono essere affievoliti da un atto amministrativo”.

Sospeso il decreto della Regione Siciliana

Il decreto regionale siciliano (vedi art. 10), impugnato dall’infermiera messinese, era stato firmato in occasione della campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020/2021 e aveva introdotto l’obbligo della vaccinazione antinfluenzale per medici e personale sanitario, sociosanitario di assistenza e operatori di servizio di strutture di assistenza spiegando che la mancata vaccinazione, non giustificabile da ragioni mediche, avrebbe comportato l’inidoneità temporanea, per tutto il periodo della campagna, allo svolgimento della mansione lavorativa
Ma la sentenza del giudice del lavoro ha sospeso l’efficacia del decreto e anche della nota con cui l’azienda esortava l’infermiera a vaccinarsi entro il 20 dicembre pena la sospensione dal servizio.
Un precedente importante visto che anche in altre province di Italia gli ordini degli infermieri sono in subbuglio e dicono “no” all’obbligo del vaccino.

Il caso di Miriam, l’ostetrica licenziata per “immunità molesta”

C’è un’altra storia che ha fatto molto discutere, quella di Miriam, l’ostetrica licenziata per non avere voluto vaccinarsi contro la parotite. I media l’avevano dipinta spesso come una no-va, ma lei in realtà si era dichiarata disponibile a vaccinarsi, perfino contro una malattia per la quale ha prodotto ben tre risultati di laboratorio che indicavano come avesse una immunità a norma di legge, ovvero superiore ai limiti – pur arbitrari – stabiliti in materia. Eppure, nonostante questo, Miriam è stata licenziata e si trova in una situazione economicamente problematica e in uno stato psicofisico di grave avvilimento. Su Byoblu l’intervista integrale.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.709 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

FM

Fabrizio Muccio

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Aprile 2021
FL

Fausto Lazzari

€15,00 13 Aprile 2021

Grazie per il vostro lavoro, dedizione ed obbiettivi.
Bravi. Continuate così!
Con stima,
Fausto Lazzari

BN

Bruno Negra

€50,00 13 Aprile 2021

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente… Leggi tutto

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente. Usiamo il nostro cervello!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
AP

Alessandro Paglia

€5,00 13 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
MM

Manuel Meo

€25,00 13 Aprile 2021

Sostengo ByoBlu perché è l’unica TV che prova a dire delle verità scomode e non dovrebbe essere possibile censurare così una libera… Leggi tutto

Sostengo ByoBlu perché è l’unica TV che prova a dire delle verità scomode e non dovrebbe essere possibile censurare così una libera informazione
Bravi continuate cosi

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via