SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

IN GERMANIA LA PROPAGANDA VACCINALE ASSUME I CONTORNI DI UNA RELIGIONE

IN GERMANIA LA PROPAGANDA VACCINALE ASSUME I CONTORNI DI UNA RELIGIONE

Vaccinare è un atto di carità. Con questa inquietante affermazione apre in prima pagina il settimanale tedesco Stern, una rivista molto popolare in Germania concorrente del Der Spiegel. In questo modo la rivista tedesca intende fare opera di propaganda in favore dell’imminente campagna di vaccinazione. Andiamo a vedere nel dettaglio quest’immagine.

L’adorazione del vaccino

Vediamo quindi un famoso quadro del 18esimo secolo di un pittore francese che dovrebbe rappresentare la visita dei Re Magi a Gesù bambino. Il quadro è stato rivisitato in chiave vaccinista e invece di oro incenso e mirra, i re Magi portano come dono un barattolone del vaccino Pfizer. Al centro della copertina campeggia in bella mostra la scritta Impfen, che in tedesco significa appunto vaccinare, sovrastata dall’affermazione “è un atto di carità”. Infine la scritta più in basso a sinistra può essere così tradotta: “Non potrà esserci più libertà senza responsabilità”.

Si tratta insomma di un richiamo messianico alla vaccinazione, una sorta di chiamata alle armi dei fedeli per imporre l’obbligo morale del trattamento sanitario. In sostanza è come se la rivista tedesca stesse dicendo “se sei un buon cristiano dimostralo e vaccinati”.

Lo stesso spirito di quest’immagine è stato poi ripreso all’interno di un presepe da poco allestito nel comune italiano di Orvieto.

La fede nel vaccino sostituisce la scienza

Si tratta di una campagna propagandistica che sfocia non solo nel blasfemo, ma anche nell’anti scientifico. Perché la vaccinazione non può essere un atto di fede, ma deve essere il risultato di una scelta libera e soprattutto consapevole. Consapevolezza che evidentemente non c’è a fronte della scarsa trasparenza con cui il vaccino Pfizer è stato preparato, sperimentato e poi venduto alle istituzioni europee. Dubbi che continuano a non trovare risposta anche a fronte di quanto affermato sia dall’Agenzia Europea per i medicinali sia dall’Agenzia italiana del Farmaco danno in merito a questo vaccino.

L’efficacia del prodotto Pfizer continua ad essere ferma a quel 95% che già era stato annunciato circa un mese fa, lasciando quindi più di un sospetto su quest’improvvisa accelerazione di fine anno per una sua distribuzione, senza però i conseguenti progressi che ci si sarebbe aspettati in termini di sperimentazione. Forse proprio a causa di quest’assenza di trasparenza che la rivista tedesca si rifugia nella richiesta di un atto di fede. Insomma vaccinati e poi prega che tutto vada bene.

Il fatto che la vaccinazione sta diventando una vera e propria chiamata alle armi lo dimostra anche l’Unione europea che ha istituito il Vaccine Day, il V-Day, richiamando così lo sforzo bellico fatto nella Seconda Guerra Mondiale contro i nazisti. La vaccinazione diventa in questo caso una missione di guerra e chi si rifiuta di partecipare entrerà probabilmente nelle fila dei disertori. Dalla religione alla guerra, la propaganda per la vaccinazione si sta facendo sempre più aggressiva, anche se di vera scienza in tutto questo non c’è traccia.

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€30.485 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 2 Marzo 2021
AI

Annamaria Ialenti

€200,00 2 Marzo 2021
G

Grazia

€25,00 2 Marzo 2021

I momenti di sconforto a volte sembrano prendere il sopravvento. Mi guardo intorno e siamo sempre lì, se non peggio. Ma le persone come voi trasmettono fiducia e forza. E grazie a voi vedo una possibilità per il nostro futuro. Attendo di vedervi in… Leggi tutto

I momenti di sconforto a volte sembrano prendere il sopravvento. Mi guardo intorno e siamo sempre lì, se non peggio. Ma le persone come voi trasmettono fiducia e forza. E grazie a voi vedo una possibilità per il nostro futuro. Attendo di vedervi in TV al più presto. Forza ragazzi....non molliamo!

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 2 Marzo 2021
GE

Gaetano Esposito

€2,00 2 Marzo 2021

Che sia fatta GIUSTIZIA!

FG

Francesco Gnech

€10,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€50,00 2 Marzo 2021
DB

Dario Boni

€5,00 2 Marzo 2021
mp

maria peruzzi

€10,00 2 Marzo 2021

Grazie per il lavoro che fate! L'informazione libera è come una boccata di ossigeno!

CL

Chiara Luisi

€10,00 2 Marzo 2021

Grazie!

AF

Andrea Ferrari

€10,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 2 Marzo 2021
IN

Iride Noschese

€100,00 2 Marzo 2021
BB

Barbara Baroncelli

€10,00 2 Marzo 2021
BM

Barbara Meier

€10,00 2 Marzo 2021
DC

Dario Cinelli

€25,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 2 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 1 Marzo 2021

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via