ABBONATI SOSTIENI

ULTIME RIVELAZIONI SUL PONTE MORANDI: LA PERIZIA CHE CONDANNA LA PRIVATIZZAZIONE

ULTIME RIVELAZIONI SUL PONTE MORANDI: LA PERIZIA CHE CONDANNA LA PRIVATIZZAZIONE

A oltre due anni di distanza dal crollo del Ponte Morandi è stata depositata la perizia definita come il documento più importante prodotto dal momento del disastro ad oggi.

La corrosione e la mancata manutenzione per oltre trent’anni

Si tratta del risultato di un lungo lavoro di analisi effettuato da quattro periti incaricati dalla Procura di Genova per individuare una volta per tutte le cause che portarono al crollo del Ponte di quel 14 agosto 2018. Vediamo quindi cosa hanno scoperto i periti nella loro analisi.

La causa scatenante il crollo è la corrosione della parte sommitale del tirante della pila 9, che ha mostrato un’evidente e gravissima forma di corrosione nella zona di attacco con l’antenna, una corrosione che ha avuto luogo in zone di cavità e mancata iniezione formatesi nella costruzione del ponte.

Insomma il Ponte Morandi è crollato a causa di un grave processo di corrosione di uno dei tiranti, parte fondamentale della struttura. E come mai nessuno si è accorto di questo? I periti rispondo anche a questa domanda. Leggiamo che:

Dal 1993, quando fu fatto l’ultimo concreto intervento di manutenzione del ponte non sono stati eseguiti interventi che potessero arrestare il processo di degrado e questi controlli con elevata probabilità avrebbero impedito il verificarsi dell’evento.

Da Maastricht al Governo D’Alema: una scia di responsabilità

Quest’analisi ci consegna quindi un indizio temporale ben preciso per comprendere meglio l’origine della responsabilità di un disastro che poteva e doveva essere evitato. Il 1993 coincide infatti in Italia con la stagione dei grandi tagli alla spesa pubblica e delle privatizzazioni degli asset strategici, con l’obiettivo di rientrare nei parametri di debito pubblico stabiliti proprio l’anno prima, nel 1992, con la ratifica del Trattato di Maastricht.

Da quell’anno in avanti il controllo statale su Autostrade, nonché gli investimenti, si sono ridotti come conseguenza della firma di quel trattato, fino ad arrivare alla vendita dell’asset al gruppo Atlantia nel 1999. L’allora Governo D’Alema, con il decisivo contributo dei Ministri Ciampi e Amato, procedette alla vendita del pacchetto di maggioranza all’unico soggetto offerente, e cioè il gruppo facente capo alla famiglia Benetton, per incassare circa 2 miliardi e mezzo di euro. Una cifra che non servì minimamente a ridurre il rapporto debito/Pil italiano ma che cambiò la storia di Autostrade.

I nuovi proprietari di autostrade, seguendo la classica logica del profitto, avrebbero quindi trascurato la manutenzione per tenere alta la soglia degli incassi. Insomma privatizzare i profitti e socializzare i rischi, ma c’era da aspettarselo. C’è quindi una trama invisibile che inizia nel 1992 e arriva fino al 14 agosto del 2018 e rappresenta la tragedia degli ultimi trent’anni italiani, dove i responsabili si trovano tra affaristi senza scrupoli e politici complici.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€86.836 of €100.000 raised

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

MB

Mario Boni Bartalucci

€25,00 27 Gennaio 2021
MM

Michele Mencarelli

€25,00 27 Gennaio 2021
r

rob

€5,00 27 Gennaio 2021
AM

Anna Münster

€10,00 27 Gennaio 2021

Grazie per il vostro lavoro!

Utente anonimo

Anonimo

€50,00 27 Gennaio 2021
FR

FILIPPO RIVALTA

€25,00 27 Gennaio 2021

Grazie.

RS

Roberto Siviero

€25,00 27 Gennaio 2021

Ad maiora

GC

Giovanna Citrelli

€10,00 27 Gennaio 2021

Avanti tutta!!!!!

PR

Paolo Rovesti

€5,00 26 Gennaio 2021

Basta lobotomia di massa!

M

Manuel

€25,00 26 Gennaio 2021

Anche noi infermieri "pensanti" siamo censurati e osteggiati, fate sentire la nostra voce!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Gennaio 2021
SP

Sandra Palladino

€50,00 26 Gennaio 2021

Siete bravissimi! Forza byoblu! Io sono von VOI.
GRAZIE DI ESISTERE!

GB

Guido Bignardi

€100,00 26 Gennaio 2021

.... contro i nuovi roghi ....

AT

Andrea Tallarico

€10,00 26 Gennaio 2021
KS

Karin Sparber

€50,00 26 Gennaio 2021
MD

Marcello Dichiara

€25,00 26 Gennaio 2021

non possiamo accettare una "dittatura sanitaria" che azzeri le più elementari "libertà personali" in nome di una pandemia surreale ed una informazione manipolata dal mainstream

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 26 Gennaio 2021
AF

Alessandro Ferrante

€10,00 26 Gennaio 2021
LL

Lorenzo Lolli

€10,00 26 Gennaio 2021
MG

Matteo Guadagnin

€25,00 26 Gennaio 2021

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 ABBONATI CHE GIA’ ACCEDONO AI CONTENUTI RISERVATI DI BYOBLU

Sostieni l’Informazione Libera

Share via