SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

QUASI 400.000 IMPRESE CHIUSE: IL BOLLETTINO DI FINE ANNO CHE CONDANNA IL GOVERNO

QUASI 400.000 IMPRESE CHIUSE: IL BOLLETTINO DI FINE ANNO CHE CONDANNA IL GOVERNO

È arrivato il bollettino di Confcommercio di fine anno che inquadra la situazione dell’economia italiana, consegnando uno scenario decisamente preoccupante. La diffusione del Covid, ma soprattutto la scelta politica di utilizzare chiusure generalizzate per le attività economiche ha prodotto effetti ora ben visibili.

I dati impietosi di Confcommercio

Secondo Confcommercio nel 2020 si è registrato un crollo dei consumi pari al 10,8%, stimati in circa 120 miliardi di euro. Per intenderci le manovre economiche del Governo fino al 2019 erano nell’ordine dei 20 miliardi di euro. Tutta questa immensa perdita di soldi ha pesato quasi interamente sul settore privato, in particolare quello delle piccole e medie imprese costrette alla chiusura e alle riaperture a singhiozzo da marzo scorso.

Sempre secondo Confcommercio sono state 390mila le imprese che hanno chiuso nel 2020, a fronte di sole 85mile nuove aperture. Il saldo impietoso di chiusure è quindi di 240mila imprese che non saranno più sostituite. Si tratta quindi di una riduzione di oltre il 13% del settore rispetto all’anno precedente.

Tra i settori più colpiti abbiamo: abbigliamento e calzature (-17,1%), ambulanti (-11,8%) e distributori di carburante (-10,1%), agenzie di viaggio (-21,7%), bar e ristoranti (-14,4%) e trasporti (-14,2%). Il settore che però resta probabilmente più colpito è quello della cultura, dell’intrattenimento, dello sport e del tempo libero, dove un’impresa su tre è stata costretta alla chiusura. Infine anche i lavoratori autonomi sono stati decisamente colpiti in questo periodo. Circa 200mila liberi professionisti hanno scelto di abbandonare la loro attività.

Le responsabilità del Governo italiano

Leggiamo però che i media generalisti riportano la notizia di questa ecatombe addossando la responsabilità esclusivamente alla diffusione del Covid 19. Bisogna però ribadire come la scelta di costringere alla chiusura una buona parte delle piccole e medie attività, insieme alla scelta di limitare gli spostamenti delle persone, sia esclusivamente politica. Innumerevoli sono infatti gli esempi di Paesi che hanno scelto strade diverse per affrontare il virus. Su tutti la Svezia.

La decisione del Governo italiano di chiudere le attività si deve poi sommare allo scarso sostegno economico elargito alle categorie colpite dalle restrizioni. Anche questa è una precisa scelta politica che ha avuto come conseguenza il bollettino disastroso di Confcommercio. L’aspetto più preoccupante è che il Governo Conte intende proseguire testardamente su questa strada, e ha già annunciato che le chiusure di ristoranti, bar, palestre, teatri e cinema continueranno probabilmente anche a gennaio.

Chiusure che sembrano non finire mai, decise sulla base di criteri mai veramente chiariti, e che stanno desertificando una delle parti migliori del nostro Paese.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.724 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

GC

Giorgiana Costantini

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
FM

Fabrizio Muccio

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Aprile 2021
FL

Fausto Lazzari

€15,00 13 Aprile 2021

Grazie per il vostro lavoro, dedizione ed obbiettivi.
Bravi. Continuate così!
Con stima,
Fausto Lazzari

BN

Bruno Negra

€50,00 13 Aprile 2021

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente. Usiamo il nostro cervello!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
AP

Alessandro Paglia

€5,00 13 Aprile 2021

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via