SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

TG BYOBLU24 | 30 dicembre 2020 | EDIZIONE 19.00

30/12/2020 Alcune notizie del TG di oggi:

Nonostante il Governo, che per bocca del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, anche oggi ha ribadito che il vaccino contro il Covid in Italia non sarà obbligatorio, rimangono molti dubbi su ciò che poi concretamente potrà o non potrà fare un cittadino non vaccinato. Limitazioni che riguardano ad esempio i viaggi, con molte compagnie aeree che in futuro potrebbero decidere di imbarcare solo passeggeri vaccinati così come oggi in molti imbarcano solo chi ha fatto un tampone, ma pensiamo anche ai negozi, ai ristoranti.

Un errore nella manovra finanziaria del 2021, appena approvata, rischia di eliminare i benefici previsti per le buste paga dei dipendenti. Lo ha ammesso ieri in aula il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, che, su precisa richiesta della presidente del Senato Elisabetta Casellati. In pratica il Governo avrebbe commesso un errore all’interno di un comma del testo che, se non corretto, limiterebbe l’erogazione del bonus fino a 100 euro.

Fca, l’ex Fiat, ha annunciato nuovi investimenti in uno stabilimento in Polonia. Si prevede la produzione di nuovi modelli di auto e la creazione di posti di lavoro. Non è la prima volta che Fca adotta questa strategia di delocalizzazione della produzione a fronte di importanti somme, a prestito e a fondo perduto, che nel tempo ha ricevuto dallo Stato italiano.

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€15.275 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

L

Lucio

€5,00 26 Febbraio 2021

Condivido il pensiero....

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
MT

Mirco Tolentino

€25,00 26 Febbraio 2021

Continuate cosi! Bravi!

MG

Marco Gueli

€5,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€200,00 26 Febbraio 2021
CB

Carmelo Buono

€10,00 26 Febbraio 2021
CB

Carmelo Buono

€25,00 26 Febbraio 2021
mg

morgan guastamacchia

€10,00 26 Febbraio 2021
AF

Alessandro Forza

€30,00 26 Febbraio 2021

Grazie per la libera informazione

P

Paolo

€5,00 26 Febbraio 2021

Bravi

B

Bravo

€5,00 26 Febbraio 2021

👍

VD

Vincenzo Di Biase

€10,00 26 Febbraio 2021

libera donazione.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
VB

Vanni Baldisseri

€10,00 26 Febbraio 2021

Grazie al vostro impegno la speranza non muore e ... sono certo riusciremo a far brillare la verità!

EL

ELENA LEGNANI

€25,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 25 Febbraio 2021

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La rivoluzione al tempo del covid

    Ave Maria

    Apri come non mai tutte le porte

    al cuore

    ecco chi sei, chiara stella dell’alba.

    Vieni come non mai dove alcuno

    ti cerca

    tersa aria nuova e non veduta.

    Ah, come umilmente sei amorevole

    e vera

    che cerchi sempre i cuori e mai

    le cose.

    Povertà e sete e non sapere

    e chiedere a tutti e mendicare,

    ecco perché non ti si vuole.

    Ah, si sapesse invece quanto è dolce.

    Seconda Ave Maria
    Sempre la sera quando scende la tua pace
    domando che sia del mondo che non spera.
    Potenti affannati a dominare gente
    che cerca solo una vita più serena.
    Oh Signore, tu sai perché permetti
    queste cose, questi dolori, queste ferite
    astruse. Quando le cose semplici e buone?
    Quando la fede coltivata a scuola,
    pure lo scambio col pensare altro?
    Lasciateci campare, siamo stanchi.
    Viene la sera, ogni voce si fa eco distesa,
    si quieta il campo di girasoli, il faggio riposa.
    Fuma il comignolo del casolare nella tenue rossastra
    luce diffusa. E l’allodola dal nido ai margini del bosco
    canta che questa vostra vita non è vera.

    Preghiera del vespro.

    La sera tu vieni sileziosa
    come una pace segreta
    tra il vento e la rosa.
    Un raggio di luce rossa
    ferisce per un solo istante
    la siepe odorosa di gelsomini.
    Qui nella campagna
    tu parli confidenzialmente
    come il marito e la sposa.
    Come la mamma e il bimbo
    che rotola sull’erba
    senza farsi male.
    E la mamma ride contenta
    di questo gioco che
    non le dà pensiero
    ma solo infonde fiducia
    in tale tempo di prova.

    Compieta

    Ci sia pace nel tuo cuore
    lascia scendere la pace.
    Senti? Bussa alle finestre
    dalle brume della sera
    e ti dona di ascoltare.
    Tu aprile. Non temere
    – ti dice – i fantasmi dell’inverno,
    né la notte che viene.
    Riposa. Io sono invece
    nel crepitare del caminetto,
    nel cagnolino beato
    della tua presenza,
    nelle semplici cose
    contro le quali nulla
    davvero può il male.

    Breviario pasquale

    In questo tempo di sera
    sento un canto
    come una sorpresa
    che si rivela un appuntamento.
    Non devo fare nulla, viene
    ed io soltanto sento.
    Sento il dolore per il vento
    che scuote questo mondo
    e più nel fondo una pace,
    una speranza, in cui mi perdo
    senza più alcun ragionamento.

    https://gpcentofanti.altervista.org/una-chiave-per-la-vita-di-tutti/

  • Correzione di alcuni refusi nel commento precedente

    La rivoluzione al tempo del covid

    Ave Maria

    Apri come non mai tutte le porte

    al cuore

    ecco chi sei, chiara stella dell’alba.

    Vieni come non mai dove alcuno

    ti cerca

    tersa aria nuova e non veduta.

    Ah, come umilmente sei amorevole

    e vera

    che cerchi sempre i cuori e mai

    le cose.

    Povertà e sete e non sapere

    e chiedere a tutti e mendicare,

    ecco perché non ti si vuole.

    Ah, si sapesse invece quanto è dolce.

    Seconda Ave Maria
    Sempre la sera quando scende la tua pace
    domando che sia del mondo che non spera.
    Potenti affannati a dominare gente
    che cerca solo una vita più serena.
    Oh Signore, tu sai perché permetti
    queste cose, questi dolori, queste ferite
    astruse. Quando le cose semplici e buone?
    Quando la fede coltivata a scuola,
    pure lo scambio col pensare altro?
    Lasciateci campare, siamo stanchi.
    Viene la sera, ogni voce si fa eco distesa,
    si quieta il campo di girasoli, il faggio riposa.
    Fuma il comignolo del casolare nella tenue rossastra
    luce diffusa. E l’allodola dal nido ai margini del bosco
    canta che questa vostra vita non è vera.

    Preghiera del vespro.

    La sera tu vieni sileziosa
    come una pace segreta
    tra il vento e la rosa.
    Un raggio di luce rossa
    ferisce per un solo istante
    la siepe odorosa di gelsomini.
    Qui nella campagna
    tu parli confidenzialmente
    come il marito e la sposa.
    Come la mamma e il bimbo
    che rotola sull’erba
    senza farsi male.
    E la mamma ride contenta
    di questo gioco che
    non le dà pensiero
    ma solo infonde fiducia
    in tale tempo di prova.

    Compieta

    Ci sia pace nel tuo cuore
    lascia scendere la pace.
    Senti? Bussa alle finestre
    dalle brume della sera
    e ti dona di ascoltare.
    Tu aprile. Non temere
    – ti dice – i fantasmi dell’inverno,
    né la notte che viene.
    Riposa. Io sono invece
    nel crepitare del caminetto,
    nel cagnolino beato
    della tua presenza,
    nelle semplici cose
    contro le quali nulla
    davvero può il male.

    Breviario pasquale

    In questo tempo di sera
    sento un canto
    come una sorpresa
    che si rivela un appuntamento.
    Non devo fare nulla, viene
    ed io soltanto sento.
    Sento il dolore per il vento
    che scuote questo mondo
    e più nel fondo una pace,
    una speranza, in cui mi perdo
    senza più alcun ragionamento.

    https://gpcentofanti.altervista.org/una-chiave-per-la-vita-di-tutti/

  • Correzione refuso prima poesia

    Ave Maria

    Apri come non mai tutte le porte

    del cuore

    ecco chi sei, chiara stella dell’alba.

    Vieni come non mai dove alcuno

    ti cerca

    tersa aria nuova e non veduta.

    Ah, come umilmente sei amorevole

    e vera

    che cerchi sempre i cuori e mai

    le cose.

    Povertà e sete e non sapere

    e chiedere a tutti e mendicare,

    ecco perché non ti si vuole.

    Ah, si sapesse invece quanto è dolce.

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 SOSTENITORI

Sostieni l’Informazione Libera

Share via