SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

I SOCIAL NETWORK SONO FUORI CONTROLLO: È ORA CHE LA POLITICA SE NE OCCUPI! Diego Fusaro e Claudio Messora

Ieri Youtube ha sospeso il canale di Byoblu, reo di avere pubblicato un articolo nientemeno del British Medical Journal. Le censure, gli oscuramenti e gli esili comminati dai social network sono ormai un’emergenza democratica.

Lo Stato ha perso il controllo dell’informazione e non è più in grado di garantire il corretto svolgimento del dibattito pubblico, flusso nevralgico alla base di qualunque democrazia. Di conseguenza si pone un problema democratico: esistono giganti, monopolisti di fatto, afferenti a potenze straniere, che amministrano verità e giustizia all’interno del discorso pubblico. La politica, ovvero i cittadini di cui essa è espressione, deve rientrare in possesso delle leve di comando di una tecnologia che ormai fa Stato a sé e alla quale è consentito derogare perfino ai principi costituzionali che ispirano la civile convivenza di un popolo.

Diego Fusaro e Claudio Messora spiegano perché è necessario indirizzare questo problema, e spingere la politica a normare un presidio democratico ormai completamente fuori controllo.

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€15.360 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

RV

Rosalba Vignaduzzi

€10,00 26 Febbraio 2021

W BYOBLU!

ES

Emanuele Silvestri

€10,00 26 Febbraio 2021

Continuate così, forza ragazzi!

MP

Monica Pritoni

€25,00 26 Febbraio 2021
MC

Maria Rosaria Ciriello

€10,00 26 Febbraio 2021

Buon lavoro! Grazie!!!

LF

Lena Falco

€50,00 26 Febbraio 2021

Vi seguo da anni, ho già fatto una donazione ma seguirò a farne perché siete il mio punto di riferimento per le informazioni e… Leggi tutto

Vi seguo da anni, ho già fatto una donazione ma seguirò a farne perché siete il mio punto di riferimento per le informazioni e soprattutto perché credo fermamente nella vostra onestà

LD

Luigi Dalla Costa

€10,00 26 Febbraio 2021
L

Laura

€10,00 26 Febbraio 2021

Che la forza sia con voi.....e con noi

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
IA

Ivo Antognini

€60,00 26 Febbraio 2021

Siete fantastici e necessari.

PA

Paola Allegri

€25,00 26 Febbraio 2021

Grazie e andiamo avanti!

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
DF

Davide Frigerio

€5,00 26 Febbraio 2021

Grazie per il vostro servizio

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
VS

Valeria Scacchi

€50,00 26 Febbraio 2021
FC

Fabio Curetti

€25,00 26 Febbraio 2021

Coraggio e Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
rc

riccardo cecchele

€50,00 26 Febbraio 2021

grazie per tutto quello che fate, avanti tutta!

GM

Giorgia Matteucci

€10,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021

25 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Claudio Messora mi pare almeno finora avere aperto piste di spessore perché cerca la partecipazione di tanti. Nella società ognuno può dare il profondo contributo della propria esperienza e inoltre vi sono persone preparatissime anche culturalmente, molto più preparate e originali di quelle che appaiono sui media. Dunque non si tratta della linea di una persona, che a sua volta si può tenere stretta la propria fama e non ascoltare davvero nessuno, risultando così alfine utile al sistema che dice di contrastare e ai suoi metodi. Si tratta di stimolare le ricerche personali, il dialogo, solo allora aiutando lo svilupparsi di una più diffusa e matura partecipazione. Unica via di uscita, salto di qualità, dai vuoti e unilaterali formalismi verso una condivisa e plurale, tendenzialmente vissuta, ricerca del vero. https://gpcentofanti.altervista.org/aspirare-ancora-alla-vittoria-di-pirro/

  • Uno Stato può chiamarsi tale se è capace di tutelare la cosa pubblica, il bene pubblico.
    Il crollo del muro di Berlino ha trascinato tutto il pensiero occidentale verso la demonizzazione della politica e del concetto stesso di autorità pubblica e la santificazione della libertà individuale e della proprietà privata.
    Anche voi avete partecipato a questo processo, di cosa vi meravigliate oggi ?
    Col la dittatura del liberismo conta chi ha più soldi.
    Le idee non contano più nulla, figuriamoci i dubbi.
    Le Costituzioni e le leggi sono diventate barzellette, altro che fascismo!
    Altro che libertà di informazione, in gioco c’è il diritto alla vita!
    Gli errori si pagano, ma nulla è perduto.
    Per tornare alla civiltà ci vorranno molti anni di sofferenza.
    PS: il dubbio è sacrosanto, ma l’ammuina del dubbio non giova.

  • Sono d’accordo su molte cose, ma non sulla normalità del fare i propri interessi: è come se una cellula iniziasse a prosciugare quelle adiacenti ed è il concetto alla base del cancro sociale.

  • È l’ora che la politica e i loro rappresentanti si avvalgano esclusivamente dei mezzi istituzionali per intervenire sulle questioni della repubblica. Trovo ridicolo che un politico, utilizzi un social network pubblico come mezzo di comunicazione. Premetto che non sono un esperto di costituzione ma penso che ci siano dei mezzi e delle modalità prescritti, se non lo sono, vanno definiti, è aberrante ritrovarsi una classe politica di influencer sponsorizzati.

  • L’establishment che sta dietro ai politici ha preso di mira il piacere.
    Ci hanno vietato i ristoranti, teatri e altro per farci andare in depressione e diminuire la socialità.
    Un individuo depresso è perfetto: lavora finché è efficiente, dopo il lavoro si tappa in casa, abusa di farmaci e vive poco.

  • Non riesco a capire. Pensavo che con Davvero TV non si dipendesse più da Youtube. Evidentemente non è così. A questo punto non c’è molta speranza. Forse conviene allora non utilizzare, al momento, questo canale. E per un po’ limitarsi a mettere in onda solo testi con anche interviste. Su un altro versante occorre denunciare alla magistratura e alla politica ciò che è accaduto. Inoltre serve creare uno scambio con i lettori che possa avere una risonanza pubblica. Denunciare in parlamento il fatto servendosi dei parlamentari che sono favorevoli a queste cose. E prendere decisioni varie da studiare.
    Grazie

    • DavveroTV è una cosa. Byoblu è un’altra. DavveroTV trasmette sul digitale terrestre in cinque regioni e sulle sue App (distinte da Youtube anche come piattaforma): https://www.byoblu.com/davverotv/
      Byoblu trasmette su Youtube e su DavveroTV. Non spariamo se Youtube ci caccia, ma ne subiamo danni ingenti. Ma il punto è un altro: spiace che non si sia capito nonostante la lunga chicchiereata con Fusaro

  • Comparto los argumentos de Diego y Claudio. Pregunto: si INTERNET utiliza para su conexión global el “ESPECTRO RADIOELÉCTRICO” declarado por la Organización Internacional de Comunicaciones PATRIMONIO DE LA HUMANIDAD, ninguna persona ni organización puede atribuirse su propiedad y obrar en consecuencia. Quién lo hace esta fuera de la ley y merece ser sancionado por el uso ilegítimo al desconocer un tratado universal.

  • Perché non cambiate piattaforma? Uscire da YouTube, da facebook, da Wapp, vuol dire mettere in crisi i padroni di bidtech. Se fossero gli intellettuali a fare questo passaggio seguirebbero moltissimi utenti

  • Bisogna menzionare come Google, Facebook, Twitter, telefonia mobile, ecc forniscano informazione dettagliata, record di email, sms, ecc… appropriata ingannevolmente ed illegalmente (anti-costituzionalmente) di pubblico indiscriminato: ciascuno di noi (non indagati, o accusati) al governo USA, tramite programmi dell´intelligence community, come “stellar wind” o con la scusa ingannevole dell´”espionage act”. Ossia il governo può spiarci. Viceversa vieni punito severamente! Guardate che stanno facendo ad Assange per aver rivelato crimini a civili perpetrati da militari statunitensi (youtube: “collateral murder”). Maledetti criminali!!

  • Si dovrebbe fare una campagna in cui noi che vi supportiamo facendo un selfie, tenendo un messaggio “io voglio libera espressione! Io voglio Byoblu! Ora!” e togliendosi un bavaglio! (azione) Credo che potrebbe almeno mostrare solidarietà e supporto della causa.

  • Caro Claudio e cara Redazione di Byoblu,
    non posso che complimentarmi con voi per tutto il lavoro che state facendo e per la tenacia che dimostrate nel resistere a tali soprusi.
    E’ veramente incredibile quello che state realizzando, sia a livello di contenuti, sia a livello organizzativo, e qualsiasi utente della rete un pochino attento può saggiare quanto sia fonte d’ispirazione, per tutti i canali di controinformazione, il modello e la tipologia di lavoro che avete impostato.
    Nel mio piccolo ho sempre cercato di sviluppare sul mio territorio pratiche di resistenza e aggregazione che potessero aiutare le persone a formare una coscienza critica, e posso a malapena immaginare le pressioni, le insicurezze che tutte queste pressioni vi stanno causando. Sia sul piano lavorativo che, consequenzialmente, su quello privato.
    A volte, quando le cose si fanno difficili (e nel vostro caso questo termine è veramente riduttivo) è bene ricordare alcuni aspetti del vostro lavoro che non passano ai molti. Tutti sappiamo infatti che il vostro format si batte per una libera informazione, ma cosa comporta realmente una battaglia del genere nella vita concreta di ogni cittadino? Una semplice campana in più da ascoltare? Io penso che a monte ci sia molto di più.
    Privare una persona del libero pensiero significa minare alla stessa identità ed integrità della stessa, espropriandola delle proprie certezze e quindi della sicurezza di come questa si affaccia sul Mondo. Il vostro modo di resistere è l’esempio lampante di come non si debba per forza guardare alla politica in senso stretto per poter avere degli esempi da seguire.
    Volevo infine chiedere, oltre alle donazioni ( vitali per tenere in piedi la struttura ) e raccolta firme, state pensando ad altre forme di partecipazione attiva dei cittadini per aiutare a mantenere il servizio o ad implementarlo nei suoi contenuti?
    Intanto mi scuso per il lunghissimo commento.
    Un abbraccio enorme a tutti quanti voi di ByoBlu!

  • Domanda, ma come fa la politica ad occuparsene se è proprio la politica a volere questo? Non vi è ancora chiaro che nessuno è dalla vostra parte? Qui si chiacchiera e basta… Tante parole al vento e la musica non cambia.

  • Salve,
    Visto che questo e’ uno degli articoli piu recenti e con un po’ di commenti, volevo solo segnalarvi che se volete, da qualche tempo e’ stato inserito un plug per la lingua italiana su http://WWW.GLOBALRESEARCH.CA da dove potrete prendere piu’ informazioni e su vasta scala, e tutte accreditate…aggiungo anche se volete farvi male. Pero’ meglio sapere e allargare i propri orizzonti.

  • Non è che lo stato a perso il controllo, cari ragazzi! Lo stato ha preso il controllo di tutti noi, per assecondare il nuovo ordine mondiale! Tutto sarà tracciato, robotizzato,mappato, sottomesso alla nanotecnologia, microcippato…. E come inizio… VACINATO! COME DIRE: LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA!

  • Per ROB:
    il sito del GLOBALRESEARCH.CA
    che hai consigliato,
    dando una sbirciatina ho visto che cmq collabora qualche italiano ( ..articoli e convegni)
    e tra questi, se vedi qui:
    http http://www.natoexit.it/2020/12/01/nasce-pangea-programma-tv-del-cngnn-in-collaborazione-con-global-research/.
    Credo già si conoscono😊

    Interessante cmq, grazie.
    Magari c’è qualche buona fonte di informazione anche qui; però ho anche capito che (a volte) forse è meglio non addentrarsi troppo troppo…approndondire, cercare di capire fino in fondo per trovare a tutti i costi Un Perchè, una verità.
    Mi viene in mente una frase secondo cui
    ” ..più scavi più trovi [email protected]”, una cosa del genere. Magari facciamo anche l’inverso, come fa Report con la rubrica delle buone notizie, e buone iniziative. Molte delle quali grandiose, geniali. Innovative. Creative. Italiane. Ottimi modelli anche aziendali da seguire o da cui trarre spunto, per ottimizzare/massimizzare risorse, guadagni, lavoro e la sostenibilità.

  • Grazie Diego e Grande Claudio, io youtube lo sto boicottando vi seguo direttamente dal blog. Spero che questo messaggio passi in profondità e che youtube perda mezzo milione di utenti.
    Questi si puliscono il culo con il politically correct, io non ho paura di ammettere che sono dei nazisti/stalinisti del cazzo!!!!!! Questi del colossi web senza bandiera sono Il diavolo vestito da bambina, che spacciano video di gattini e mentre sei distratto ti impongono inesorabilmente come vivere e come pensare.

  • TUTTO QUELLO CHE FANNO I SOCIAL IN ITALIA E’ EVIDENTEMENTE AUTORIZZATO DAL GOVERNO ITALIANO SE NON RICHIESTO DALLO STESSO ESPRESSAMENTE

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 SOSTENITORI

Sostieni l’Informazione Libera

Share via