SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

ADESSO L’UE CONSIGLIA DI VACCINARSI ANCHE CONTRO LA MALA INFORMAZIONE

di Dario Savastano

Building immunity to disinformation è il titolo di un articolo apparso lo scorso 18 gennaio, sul sito ufficiale del Servizio europeo per l’azione esterna (responsabile per gli affari esteri dell’UE) dove viene espressa la necessità di immunizzarsi non solo dal Covid-19, ma anche e soprattutto dalla disinformazione. Sì proprio così: “un’immunità contro la disinformazione”.

Nell’articolo viene dapprima presentato il vaccino come “risposta alla sfida posta dal Covid”, non prendendo evidentemente in considerazione i risultati positivi che l’esperienza medica ha ottenuto attraverso l’uso di altri farmaci o l’importanza che ha la prevenzione.

I vaccini, poi, vengono lodati come “uno dei più grandi successi nella salute pubblica”, trattandoli come un tutt’uno e senza quindi fare un distinguo tra i diversi in circolazione, la loro più o meno efficacia e il più o meno alto rischio di effetti collaterali.

Infine, l’articolo afferma l’esigenza di immunizzare la società contro la “enorme mole di informazioni fuorvianti e le sfacciate teorie del complotto” – si legge così- che si sarebbero diffuse intorno proprio a questi vaccini.

Ci sarebbe dunque la necessità di attuare misure di igiene paragonabili a quelle utilizzate per difendersi contro un virus ‘malevolo’, come sarebbero ‘malevole’ le fonti da cui provengono le informazioni che non si allineano alla vulgata dominante.

Che un cittadino debba valutare con attenzione le informazioni che riceve è fuori dubbio. Maggiori incertezze sorgono in merito al fatto che si debba stabilire dall’alto, in base a un presunto principio di autorità, cosa sia vero e cosa sia falso e non si debba invece lasciare che siano le persone a formare liberamente la propria opinione confrontando più fonti, con il presupposto che nessuno ha la verità in tasca, tanto meno i “fact-checkers” che l’articolo in questione propone di consultare e della cui indipendenza si è già ampiamente trattato su Byoblu.

Sembra emergere dunque la tendenza da parte delle autorità nazionali o (come nel caso dell’UE) sovranazionali di trattare i popoli come delle pecorelle smarrite e incapaci, da un lato, di autodeterminarsi dal punto di vista della scelta terapeutica e dall’altro di difendersi da una sorta di “psico-virus” rappresentati dalla presunta disinformazione. Viene spontaneo chiedersi fino a che punto sia da considerare lecita e accettabile un’invasione così penetrante da parte del potere pubblico non solo nel corpo degli esseri umani, ma anche nelle loro menti .

Inoltre, sembra che la piega sia quella di fare ‘igiene‘ contro certe informazioni attraverso la censura, come è capitato di recente a Byoblu, e non solo, per aver riportato i dubbi sull’efficacia del vaccino per il Covid-19 espressi da un editorialista di punta del British Medical Journal, una fonte che dovrebbe considerarsi tutt’altro che ‘malevola’.

Lo strumento della censura, oltre a porsi in palese contrasto con l’art. 21 della Costituzione italiana che garantisce la libera manifestazione del pensiero, non sembra il più adatto a perseguire il sincero obiettivo di avere una popolazione ben informata e “immune” da notizie fuorvianti. Allo stesso modo in cui la scienza progredisce attraverso il serio dibattito teorie differenti, la popolazione può maturare se matura la sua consapevolezza acquisita proprio attraverso il confronto libero tra i vari punti di vista. 

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€15.335 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
VS

Valeria Scacchi

€50,00 26 Febbraio 2021
FC

Fabio Curetti

€25,00 26 Febbraio 2021

Coraggio e Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
rc

riccardo cecchele

€50,00 26 Febbraio 2021

grazie per tutto quello che fate, avanti tutta!

GM

Giorgia Matteucci

€10,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
SB

STEFANO BALLO

€25,00 26 Febbraio 2021

Pro democrazia.
Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021
PF

Paolo Ferrante

€25,00 26 Febbraio 2021

Tenete duro.

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 26 Febbraio 2021
AT

Alessandro Talamonti

€35,00 26 Febbraio 2021
GP

Giuseppe Palomba

€10,00 26 Febbraio 2021
FF

Famiglia Franchini

€20,00 26 Febbraio 2021

Un piccolo dono in questo grande momento.
Grazie di cuore, uniti ce la faremo

RS

Raffaele Strazzera

€10,00 26 Febbraio 2021

Memento audere semper

L

Lucio

€5,00 26 Febbraio 2021

Condivido il pensiero....

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
MT

Mirco Tolentino

€25,00 26 Febbraio 2021

Continuate cosi! Bravi!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 SOSTENITORI

Sostieni l’Informazione Libera

Share via