SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

RECOVERY FUND: L’UE CHIEDE LA CANCELLAZIONE DI QUOTA 100

La Commissione europea ha aggiornato le linee guida del Next Generation EU, lo strumento più comunemente conosciuto come Recovery Fund.

Rivedere le pensioni altrimenti niente fondi

Si tratta di raccomandazioni sempre più stringenti nei confronti dei Paesi membri e che vincolano l’utilizzo dei fondi a condizioni ben precise. Italia e Spagna sono i sorvegliati speciali, in particolare per quel che riguarda la materia delle pensioni. Ad entrambi i Paesi viene infatti chiesto esplicitamente dall’Unione europea di modificare l’impianto attuale che regola il sistema pensionistico.

Il ministro della Sicurezza sociale spagnolo ha proposto in questo senso di allungare da 25 a 35 anni il periodo di tempo su cui calcolare l’importo degli assegni, una misura che secondo il vice-premier e leader di Podemos, Pablo Iglesias, equivarrebbe a tagliare le pensioni.

Per l’Italia il discorso è analogo. Bruxelles, in particolare nella figura del commissario Valdis Dombrovskis con il benestare di Paolo Gentiloni, chiede espressamente la rimozione di Quota 100 come condizione necessaria per poter utilizzare i soldi del Recovery Fund. Non ci sono però solo le pensioni nel mirino dell’Unione europea.

Non solo il taglio delle pensioni tra le condizioni dell’Unione europea

Nella lista di raccomandazioni per il Paese si comprende anche una revisione sulla tassazione degli immobili, aprendo quindi all’introduzione di una nuova IMU, oltre a tagli indefiniti nel settore della pubblica amministrazione e alla riduzione del costo del lavoro per le imprese. Che tradotto significa stipendi più bassi, protezioni peggiori e contratti ancora più flessibili.

I 209 miliardi di euro che arriveranno, ancora non si sa quando, dall’Unione europea avranno quindi un costo piuttosto elevato in termini di perdita di sovranità economica. Decidono altrove quando arriveranno, decidono altrove come dovremmo spenderli, decidono altrove le condizioni per poterli spendere.

L’Italia può farcela da sola

Per capire a fondo la criticità di quest’impostazione è utile fare un confronto con i soldi che invece sono stati raccolti autonomamente dall’Italia sul mercato nell’ultimo anno. Dall’inizio dell’emergenza virus ad oggi, in sette mesi, l’Italia ha raccolto sul mercato 140 miliardi di euro. Si tratta di soldi certamente a debito, ma con un tasso di interesse decisamente basso, intorno allo 0.6%, e soprattutto senza nessuna condizionalità di spesa. In pratica questi soldi l’Italia può spenderli come e dove vuole.

 

Il paradosso è che nel 2020 l’Italia avrebbe potuto raccogliere molti più soldi sul mercato, arrivando addirittura a superare la stessa quota offerta dal Recovery Fund. In Francia per esempio hanno raccolto in tutto il 2020 sul mercato 309 miliardi di euro e in Germania 249. Soldi che avrebbero facilitato la vita di migliaia di imprenditori costretti a chiudere le serrande a causa delle misure draconiane imposte dal Governo.

In assenza di vantaggi e con tutti i rischi che comporta, l’unica ragione per prendere i soldi del Recovery Fund è quindi quella di vincolare ulteriormente l’Italia all’Unione europea e alle sue politiche di austerità.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€312.684 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

GM

Giuseppe Marinotti

€10,00 21 Aprile 2021
LD

Lucia Di Bello

€25,00 21 Aprile 2021
LL

Lucia Antonietta Liberati

€20,00 21 Aprile 2021

Grazie di cuore per tutto quello che fate. Con voi ci sentiamo meno soli.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 21 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Aprile 2021
DM

Dina Moscatello

€10,00 21 Aprile 2021

Un piccolissimo contributo perche' tutti possano continuare a far sentire la propria voce.
Grazie.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Aprile 2021
AM

Anna Moschitta

€200,00 21 Aprile 2021

Ci impongono un canone tv per propinarci le loro notizie . I miei soldi oggi con piacere li devolvo a chi non ha paura e crede in una informazione LIBERA. Per noi e per le future generazioni.
Grazie

BT

Brunilda Tola

€100,00 21 Aprile 2021

Con tanta stima per i veri ITALIANI coraggiosi da una albanese riconoscente del aiuto ricevuto nei momenti difficili. Forza ITALIANI. Vi vogliamo bene, siete i nostri fratelli. Brunilda Tola.

SP

Sebastiano Peserico

€10,00 21 Aprile 2021

Buongiorno a Claudio Messora e a tutta la redazione byoblu
Non sarete mai soli.
Comprate il canale e diffondete il verbo sul digitale terrestre.
Sarà l'unico motivo per il quale sceglieró di riaccendere la TV dopo anni

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 21 Aprile 2021
PL

Pietro L'Erario

€100,00 21 Aprile 2021

Forza non mollate, abbiamo bisogno di un'alternativa valida in un panorama giornalistico schierato e di certo non con il cittadino. Vi seguo sempre con interesse. Grazie.

CS

Carlo Siri

€10,00 21 Aprile 2021

Bravi , continuate con la vostra informazione critica che apre gli occhi alla gente

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Aprile 2021
FI

Flaviano Iannuccelli

€10,00 21 Aprile 2021

Grazie

GC

Gina Carlini

€10,00 21 Aprile 2021

Viva la libertà di informazione

Gf

Gianluca falcone

€10,00 21 Aprile 2021

Grazie ....a tutte le persone che lavorano per Byoblu,e a tutti i donatori...viva la libertà di informazione

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 21 Aprile 2021
BM

BRUNO MORI

€10,00 21 Aprile 2021

"L usuraio non arrestera la sua marcia ossessiva verso il suo controllo mondiale". UNITI si vince.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via