SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

Youtube sospende ancora Byoblu. Altri 7 giorni di censura. Per un video… di 5 mesi fa!

Tre settimane fa Youtube aveva sospeso il canale Byoblu , impedendo a una testata giornalistica, (regolarmente registrata in un Tribunale e sottoposta alla supervisione dell’Agcom) di pubblicare video per una settimana, con conseguente danno economico. Ve lo abbiamo raccontato in un post che è stato letto centinaia di migliaia di volte, e in alcuni video (qui l’annuncio di Ugo Mattei di voler portare il caso fino a Strasburgo, qui l‘intervista di Diego Fusaro a Claudio Messora, qui il commento di Mauro Scardovelli, solo per citarne alcuni).

Una decina di giorni dopo, senza che avessimo neppure presentato ricorso (sappiamo che tanto non li legge nessuno), Youtube ci ha comunicato di avere riammesso il TG oscurato, dando questa spiegazione:

“Come annunciato a marzo 2020, a causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Covid-19, abbiamo ridotto il numero del personale presente in alcuni uffici e, per questo motivo, abbiamo  dovuto fare maggiore affidamento a sistemi automatici per l’identificazione di contenuti in violazione delle nostre Norme della Community. Sappiamo che questo comporta un aumento delle rimozioni di video, tra i quali anche video che non violano le nostre policy”.

Nessuno però ci ha restituito il danno causato dai 7 giorni di mancata pubblicazione dei nostri contenuti sulla piattaforma, sia in termini economici che di diffusione degli stessi e di reputazione.

Oggi un nuovo oscuramento e un nuovo avvertimento, con altri 7 giorni di sospensione. La cosa più sorprendente? Parliamo di un video di cinque mesi fa! Si tratta di un’intervista al dottor Domenico Mastrangelo.

Qui abbiamo una prima assurdità: il sistema di Youtube entrato in funzione con la fine dell’anno scorso funziona in questo modo: ti danno un avviso bonario e tre avvertimenti, con sanzioni progressive, fino alla chiusura del canale. L’avvertimento ha lo scopo di scoraggiare un creatore di contenuti dal commettere una nuova violazione, così come si evince anche dal riquadro di notifica qui di seguito.

If it happens again you won’t be able to do things like upload, post, or live stream for 2 weeks“. Ovvero: “se succede ancora non sarai in grado di fare cose come caricare contenuti, post o effettuare dirette per due settimane”.

Questo ragionamento si regge sul principio implicito nel termine “avvertimento”: tu mi avverti (oggi) in maniera tale che io possa scegliere di non commettere (domani) una nuova violazione. Tuttavia, come posso scegliere di “comportarmi bene”, se tu mi dai un secondo avvertimento per qualcosa che (eventualmente) ho già commesso nel passato?

Con questo principio chiunque diventa irredimibile. Se si divertono ancora un po’ a scavere nel passato, un canale da oltre mezzo milione di iscritti può venir chiuso in meno di 10 minuti. Soprattutto grazie al fatto che questi provvedimenti partono spesso da segnalazioni collettive, e sappiamo che Byoblu di haters che si organizzano per fare segnalazioni di massa ne ha parecchi.

Torniamo al video oscurato oggi. Le interviste si fanno per portare all’attenzione del pubblico punti di vista che possono essere così valutati, apprezzati o liquidati. La pluralità delle opinioni è un requisito indispensabile per lo svolgimento del dibattito pubblico. Ovviamente un giornalista deve assicurarsi che l’ospite che sta intervistando sia competente nella materia da lui trattata.

Chi abbiamo chiamato, noi, a parlare di medicina? Un salumiere? Un fornaio? Un operaio metalmeccanico? Valutate voi: il dottor Domenico Mastrangelo è Senior Scientist presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Siena, specializzato in ematologia, oftalmologia ed oncologia, nonché segretario del sindacato nazionale Suomi, il Sindacato Utenti e Operatori per una Medicina Integrata, il cui motto è “Ogni uomo o donna ha il dovere di gestire il suo agire nel miglior modo possibile per salvaguardare lo straordinario equilibrio del proprio essere vivente: la salute”. Suomi è il sindacato dei medici liberi e senza conflitti di interesse.

In una democrazia, Mastrangelo ha titolo di parlare? E se no, chi gli può contestare questo diritto? Un suo pari no, perché la scienza ammette per definizione il libero dibattito. L’Ordine dei Giornalisti men che meno, perché un ospite qualificato è una fonte. Un giudice no, perché violerebbe l’articolo 21 della Costituzione. Un politico no, per lo stesso motivo. E allora chi? Una multinazionale straniera, ecco chi! Sulla base di un regolamento interno entrato in vigore alla fine dell’anno scorso. Peraltro, sembra, con valore retroattivo, dato che la sanzione commisurata oggi è relativa a una presunta violazione precedente all’introduzione del regolamento.

Un regolamento che norma aspetti che non sono nella disponibilità dei decisori di Youtube, dato che attengono alla libertà di espressione, che è un diritto Costituzionale inalterabile persino da una legge. Precisiamo che a quanti con leggerezza e superficialità obiettano che Youtube è un soggetto privato e che “a casa sua fa quello che vuole”, rispondiamo con una provocazione un po’ dura, ma che rappresenta bene la stoltezza della loro dimensione intellettuale. Se Youtube emanasse un nuovo regolamento in cui stabilisse che ebrei, uomini di colore e omosessuali non possono pubblicare video, direste ancora che “a casa sua fa quello che vuole”? Chiaramente – e a ragione – vi straccereste le vesti e Youtube verrebbe denunciata subito per violazione dei più elementari principi costituzionali. Allora lo vedete che Youtube non può fare quello che vuole? Così come non può restringere l’accesso sulla base di razza, etnia e orientamento sessuale, allo stesso modo non può restringere l’accesso sulla base delle opinioni tutelate dalla libertà di espressione, che al pari dell’uguaglianza sono diritti costituzionalmente riconosciuti.

Ma vediamo cosa aveva detto il dottor Mastrangelo nel video di cinque mesi fa, oscurato solo oggi.

Il video di Domenico Mastrangelo

Il video pubblicato sul canale Youtube di Byoblu dello scorso settembre contente l’intervista allo scienziato dell’Università di Siena Domenica Mastrangelo, che è stato rimosso dopo ben cinque mesi rendendo così impossibili, di fatto, adottare comportamenti idonei a tenere il canale Youtube aperto, affrontava una serie di argomenti che per il sistema vigente del pensiero unico dominante non possono essere oggetto di discussione. Se volete guardarlo, potete farlo in cima a questo post, nella sua versione disponibile su DavveroTV (la Tv dei cittadini). Riportiamo di seguito il suo contenuto.

La Vitamina C

Una delle colpe di Mastrangelo è avere innanzitutto ricordato che la Vitamina C è un antivirale molto importante ed avere citato gli studi di Claus Washington Jungeblutm, che nel 1935 ha pubblicato 5 articoli scientifici dopo avere curato le scimmie infettate artificialmente con il virus della poliomielite (potete iniziare a cercare partendo da qui). Articoli passati inosservati perché:

“La Vitamica C non fa cassa. Si è preferito andare sui vaccini o su sostanze più remunerative dal punto di vista del profitto delle case farmaceutiche. E questo ha determinato il completo oblio della Vitamina C”.

Suggeriva inoltre agli adulti di sciogliere 5gr di Vitamina C in polvere in un litro d’acqua e di berla nell’arco di una giornata. Visto che le farmacie sono invase da prodotti a base di acido ascorbico e nessuno si è mai sognato di incriminare i camici bianchi che nelle farmacie lavorano, non si ravvisano violazioni in questo semplice consiglio.

La definizione di pandemia e il suo uso legittimo nel caso del Covid-19

Mastrangelo entrava poi nel merito di ciò che si intende per contagio (che avviene quando si diffonde una malattia e non quando si è positivi ma asintomatici) e contestava, dati alla mano, la definizione di “pandemia” per il Covid-19, in quanto una pandemia per essere tale deve basarsi su una diffusione molto ampia di contagi tra una popolazione e l’altra.

Entrando nel merito, lo scienziato mostrava i dati ufficiale sui positivi (quindi neppure sui contagiati) in tutta Europa, che alla data di registrazione del video erano 4.170.299, ovvero, considerati i 744.177.000 abitanti, fa lo 0,5% della popolazione (positiva, non ammalata). Riferendosi alla sola Italia, la percentuale di positivi era lo 0,4%. Mastrangelo mostrava quindi la rilevazione dei dati dell’influenza di Influnet, la rete italiana di Sorveglianza Integrata dell’influenza dell’Istituto Superiore di Sanità, che a cavallo tra il 2019 e il 2020 segnava 7.595.000 casi solo in Italia, ma non di generici “positivi all’influenza”, quanto di veri e propri “malati di influenza”.

Sulla base di questi dati, ovvero dello 0,4% di “positivi” (di cui la gran parte asintomatici) al nuovo Coronavirus “Sars-COv-2″, e del 12% di veri e propri malati di influenza stagionale soltanto in Italia, Mastrangelo ne concludeva che”i dati parlano da sé: dove sta la pandemia? Non c’è pandemia. Non c’è epidemia e non c’è pandemia“.

Ancora, sul Sars-Cov-2 il Senior Scientist citava proprio l’Organizzazione Mondiale della Sanità (il totem cui YouTube si rifà per decidere se oscurare un video o meno): 28 milioni di casi positivi nel mondo e 921.801 decessi (sempre alla data di registrazione del video).

“Lo 0,011%. Dai dati dell’Istituto Superiore della Sanità sappiamo benissimo che tutti i pazienti deceduti per questa patologia, che è molto meno importante dell’influenza come numeri, morti con la sola rilevazione della positività al Covid sono il 4% (per il CDC il 6%). Diciamo un 5% di questi malati aveva soltanto la positività al Sars-Cov-2. Tutti gli altri avevano altre due, tre, quattro patologie ed erano trattati con farmaci. Quindi se noi facciamo il conto generale sulla popolazione mondiale, considerando che dei 921.821 casi registrati al 14 settembre solo il 4% muore probabilmente solo per il Sars-Cov-2, noi abbiamo nel mondo 36.872 soggetti deceduti in cui la sola causa accertata sarebbe la positività al Covid-19. Questo rappresenta lo 0.0004% della popolazione mondiale. Ossia 4 soggetti su 100 mila. Non è una pandemia. Non è una malattia letale. Possiamo fare altri esempi. Possiamo dire che ogni anno nel mondo muoiono 8 milioni di persone per il fumo di sigaretta. Ogni anno sparisce una città come New York dalla faccia della Terra, ma abbiamo tenuto i tabaccai aperti, continuiamo a vendere le sigarette. E questa non è considerata un’emergenza. Sono semplicemente ridicoli”.

Mastrangelo cita dati e fonti ufficiali. In che modo si può fare disinformazione, citando dati? Non sono forse, i dati, fatti? Non sono forse i fact-checkers coloro che mettono i dati sopra ad ogni altra cosa? E allora, magari, questi dati sono forse sbagliati? Se è così, perché semplicemente non contestarli, e mettere la questione a tacere per sempre? Quale verità si può stabilire con la censura e con la violenza digitale? Una testata non può essere oscurata se non attraverso un provvedimento della magistratura, dopo aver valutato i fatti. Lo dice la legge italiana. Perché la politica consente a multinazionali americane di violare la legge italiana?

“La vera pandemia – prosegue lo scienziato – per cui non è stato fatto mai un vaccino era la pandemia della peste. Ce ne sono state almeno quattro sulla faccia della Terra di pandemie, che hanno fatto centinaia di milioni di morti. Basta leggere i libri di storia. Le abbiamo superate, e non con il vaccino: le abbiamo superate con l’igiene, con l’acqua pulita, con il benessere sociale, col cibo buono, con la vita sana. Così le abbiamo superate”.

Il virus non è mai stato isolato

Il ricercatore dell’Università di Siena affronta poi la questione dell’isolamento del virus Sars-Cov-2

“Questo virus neanche è stato isolato: è una sequenza di acidi nucleici inventata in un laboratorio di informatica, che ripete la struttura del prima Sars-Cov”.

Mastrangelo cita un’articolo tratto dal portale dell’OMS (toh…) Eurosurveillance, che si può trovare qui, dal titolo: “Detection of 2019 novel coronavirus (2019-nCoV) by real-time RT-PCR“, firmato da Victor M. Corman, dell’Università Charité di Berlino, con oltre 10 anni di esperienza nelle malattie da virus respiratori e 139 pubblicazioni alle spalle.

Corman dice che ‘L’epidemia attualmente in corso del coronavirus recentemente emerso pone una sfida ai laboratori della salute pubblica, poiché il virus isolato non è disponibile‘, ripetendolo nell’articolo 10 volte”.

Cfr su Byoblu: “Lo studio in esclusiva su Byoblu: “Virus mai isolato: una dittatura basata su tamponi non convalidati” – Stefano Scoglio, candidato Premio Nobel per la medicina nel 2018“.

La validità dei tamponi

E allora su quale base fanno i tamponi?

“Come spiegava egregiamente Stefano Scoglio, usano dei primers, cioè delle piccole sonde che si attaccano all’Rna, che servono per amplificare questo rna virale. Una volta definito che questi primers sono quelli che amplificano le sequenze del virus Sars-Cov-2 – ma questo l’hanno stabilito sulla carta, col computer, non isolando il virus: sono primers che sono probabilmente molto simili a quelli che erano in uso con il primo Sars-Cov -, dicono che ‘siccome c’è l’acido nucleico, evidentemente c’è anche il virus’. Ovvero: se qualcuno le dà la ruota di un auto, evidentemente c’è anche la macchina. Ma non è così. Quello è un pezzo di qualcosa. Se lei fa un liquido di lavaggio broncoalveolare, da quel liquido vengono tutti i batteri, tutti i virus, tutti i protozoi, tutti gli archaea, tutti i funghi che si trovano nella superficie della trachea e che noi inspiriamo continuamente senza che ci danneggino per nulla, e quella sequenza che lei va ad amplificare può essere qualsiasi cosa: non c’è una specificità. Amplificare frammenti di rna non è equivalente a vedere il virus.

Il primo dei postulati di Robert Kock, fondatore della batteriologia, lo capirebbe anche un bambino di cinque anni. Quel postulato stabilisce che se io dico che la tubercolosi è determinata da un bacillo che si colora con la colorazione di Ziehl-Neelsen, che è stata usata da me per ritrovarlo nel liquido del lavaggio broncoalveolare, allora in tutti i casi di tubercolosi io devo trovare quel germe; in tutti i casi di non tubercolosi io quel germe non lo devo trovare. Se io trovo il bacillo e non ho la malattia, non è che è sbagliato il postulato di Kock: è sbagliata l’attribuzione della responsabilità della tubercolosi a quel germe! Invece noi adesso stiamo dicendo che i postulati di Kock sono sbagliati… No! I postulati di Kock sono il minimo sindacale della logica. Se io dico che una malattia dipende da un germe, io in tutti i casi di malattia devo ritrovare quel germe. Non posso dire che non ho bisogno di isolare il virus perché tanto ho la sequenza, perché la sequenza è inventata: è stata fatta in laboratorio”.

Perché. per il vaccino, non usano il virus vivo attenuato?

E in riferimento al vaccino, prosegue Mastrangelo:

“Con il Sars-Cov-2 non si usa il virus vivo attenuato, come ad esempio nel caso del vaccino per il morbillo, per la parotite o per la rosolia, ma con l’mRna, oppure con proteine. Perché? Se avete il virus in mano, perché non lo fate con il virus intero attenuato? Gli elementari dell’immunologia dicono che il virus intero attenuato è più immunogeno.

Per capirci: se vengono a casa sua a rubare, c’è differenza tra un ladro mingherlino, secco secco, leggero leggero, passo felpato, e uno che arriva con gli scarponi, pesantissimo, grosso: lei si accorge di quello pesante. Se ne accorge, si sveglia e si difende. Lo stesso fa il sistema immunitario: se io gli do un frammentino magari non lo vede neanche; se io gli do il virus intero magari risponde meglio. Però con il Sars-Cov-2 non si usa il virus intero: perché? Domandiamocelo: perché? Usiamo il virus intero attenuato! Ma ci risponde Corman: non è stato isolato, il virus!”.

Il valore delle domande

L’umanità è progredita grazie alle domande. Se Fleming un giorno non si fosse chiesto “ma che cos’è quel funghetto là?”, non avremmo mai avuto la penicillina.

Chi stabilisce che le domande del Senior Scientist Domenico Mastrangelo non saranno state alla fine quelle giuste? Secondo i farisei, l’uomo era fatto per il sabato, e non il sabato per l’uomo, e chiunque avesse rimesso al centro l’uomo rispetto a una regola, creata da un altro uomo, sarebbe stato fustigato. Non è cambiato niente da duemila anni a questa parte. Abbiamo inventato macchine e calcolatori, ma la tendenza alla prevaricazione, la violenza della supremazia delle idee, l’insopprimibile tentazione di schiacciare chi esce dal binario del conformismo sociale non sono cambiate. Siamo ancora barbari che si fanno strada a colpi di clava, o vigliacchi che osservano soprusi e prepotenze e non muovono un dito per non rischiare la riprovazione del branco.

Noi su Byoblu ci batteremo sempre perché le vittime di questi pestaggi, digitali o accademici che siano, trovino giustizia. Ci batteremo perché quelle domande possano continuare ad essere poste, nella convinzione che solo dove c’è una domanda si può trovare una risposta. Ci batteremo per continuare a rappresentare le idee che vi servono per conoscere, capire, valutare e infine decidere.

Ogni giorno tentano di metterci in ridicolo, provano a derubricarci come una svista, una sbavatura su un foglio che vorrebbero vedere già scritto, ogni giorno diffamano, mentono, e sono arrivati perfino a depositare esposti contro la libertà di espressione, che per fortuna la magistratura non ha raccolto (ed è per questo che bisogna farsi tutelare dai giudici e non dalla corte suprema di Youtube). Ogni giorno trovano nuovi modi per tentare di acquisire il predominio totale sull’informazione. Noi per loro siamo come quel piccolo villaggio di irriducibili galli che Asterix e Obelix difendevano ridicolizzando ogni tentativo di conquista da parte dei romani. Siamo la resistenza delle idee all’invasione militare di chi vuole occupare ogni territorio mentale.

Risaliamo ogni giorno la corrente tra urti, spintoni e ostacoli, come i salmoni, per arrivare alla sorgente delle idee e lassù riprodurre i vostri pensieri, di modo che non muoiano. Siamo i custodi di un’alternativa e vogliamo consegnarla intatta ai nostri figli.

La nuova sospensione di Youtube provoca un nuovo danno economico alla Tv dei Cittadini. E la sua possibile chiusura sarà un duro colpo a quel che resta della libertà di espressione. Stiamo lavorando ad una soluzione ma dobbiamo comprare tempo. Non abbiamo paura: sappiamo che i cittadini sono tanti. Sono molti di più di quelli che li vogliono opprimere. E sappiamo che sono in grado da soli di sostenere qualunque nuovo progetto di Tv nazionale che non sia il solito strumento di oppressione e di controllo nelle mani di pochi gerarchi.

Quest’anno sarà l’anno decisivo. Continuate a sostenerci, che insieme siamo fortissimi.

Grazie
Claudio Messora

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€41.738 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 6 Marzo 2021
MB

Maria Cristina Bassi

€10,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 6 Marzo 2021
MS

Maria Luisa Scarpa

€10,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 6 Marzo 2021
AL

Andrea Lanconelli

€25,00 6 Marzo 2021

Grazie a chi lotta per la libertà di informazione

MR

Marta Rossini

€5,00 6 Marzo 2021

Grazie del vostro lavoro!!

L

Lorella

€10,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€60,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 6 Marzo 2021
GL

Giuseppe Laboccetta

€100,00 6 Marzo 2021

Non mollate , non vogliamo avere informazioni solo dal potere senza ascoltare posizioni alternative.

EP

Enrico Pace

€36,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€100,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 6 Marzo 2021
SG

Simona Giovale

€10,00 6 Marzo 2021

Non smettete di lottare, siete l'unica speranza di chi ancora sa pensare

SM

Stefania Meloni

€50,00 6 Marzo 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 6 Marzo 2021
mB

mirco Biondi

€50,00 6 Marzo 2021

La libertà non ha prezzo , grazie per quello che fate

LR

Lidia Rubin

€10,00 6 Marzo 2021

Grazie di tutto!!!!

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E tutto molto spaventoso sapere che dei semplici esseri umani con un tenore di vita non superiore ai 100 anni giochino ai dadi con le sorti del mondo, io mi chiedo se un giorno i giusti vinceranno e i cattivi moriranno?

  • Dott. Mastrangelo lei é un Vero e Reale Medico e Scienziato della Vita e Oltre Senza Limite ed é anche un Angelo che io ho conosciuto il 22 marzo 2020 insieme ad Altri suoi colleghi veri curatori, cercatori e manutentori della SALUTE..in una diretta Illuminante e per me confermativa di ciò che già supportavo e sostenevo ovviamente No considerata da gennaio ’20..GRAZIE INNANZITUTTO per La REALE PROFESSIONALITÀ, VERITÀ, CURA, DEDIZIONE VERA E PURA, SOSTEGNO E PASSIONE GRAZIE DI ESSERCI SEMPRE CON VOI MEDICI VERIIII

  • Reti alternative, formazione scolastica alternativa, dalle famiglie, diffusione anche dal vivo… Ma anche la consapevolezza crescente che la via della rinascita passa per un salto di qualità: la vissuta ricerca personale e comunitaria dei valori e lo scambio tra le persone e le comunità delle varie fedi e filosofie. Un mero “fare” diverso rischierebbe di venire facilmente fagocitato dal sistema, come senza sorprenderci molto vediamo nella cronaca politica di questi giorni.
    https://gpcentofanti.altervista.org/la-continua-lotta-per-il-potere-e-la-storia-della-salvezza/

  • Rispondo a Ciprian. Non vi sono giusti e cattivi, ma sani e malati. La scienza dei giusti , guarendo i malati sin dalla nascita, li salverà dal tormento che li perseguita a vita. Il voler sopraffare il prossimo per un prorpio supposto tornaconto è un tormento.

  • Con uno che dice cose del genere, vi meravigliate che vi oscurino?
    Se la gente inizia a ricevere questi messaggi, è possibile che qualcuno di loro inizi a pensare.

  • Buongiorno,

    sull’articolo di Eurosurvellance leggo “Article submitted on 21 Jan 2020 / accepted on 22 Jan 2020 / published on 23 Jan 2020”, come si può sostenere che valga anche ad oggi?

    Grazie

    • Se hai letto così bene l’articolo, allora avrai anche letto che stiamo commentando un video uscito a settembre 2020.

  • Se ci siamo salvati (per il momento) dalle vaccinazioni obbligatorie con l’intruglio dei Big Pharma lo dobbiamo all’informazione di ByoBlu e di Davvero TV , di Stefano Montanari , del dottor Scoglio ,di Silvana De Mari , di Maurizio Blondet e di tanti tanti altri.

    Siamo sempre di più.

    NON PRAEVALEBUNT

  • Grandiosa testimonianza del dot Mastrangelo, grazie
    Suggerisco però di cambiare titolo perché 1 non rendere giustizia all intervista e 2 quando viene condiviso compare con il titolo attuale ed è fuorviante rispetto ai contenuti del intervista
    Ciao e grazie

  • Buongiorno,

    a Messora , premettendo che non scrivo per fare “caciara” (anzi vi seguo e pubblicizzo ad amici), ma per capire e testimoniare ad altri nel modo più preciso
    (i “complottisti” non possono errare).
    Sarò forse duro di comprendonio, ma da quello che ho capito il Dottore ripete questa cosa come se fosse attuale.

    Grazie

  • Claudio ho un idea per sfruttare ancora Youtube. Apri un canale magari a nome di tua moglie e pubblica i famosi video di gattini e animali. Magari anche video della community. E monetizzi per sostenere la causa. Fanno milioni di visualizzazioni. Dici che si può provare ? Un abbraccio;)

  • Non ho parole …. Pensa cosa ci nascondono e come ci trattano….. Spero che tutto venga a galla e che TUTTI quelli che hanno contribuito a questo crimine la paghino MOLTO SALATA

  • A Gianpaolo Centofanti. Cortesemente, la potrebbe smettere di prendere questo canale come un luogo dove tediare continuamente le persone (lettori e commentatori) con una continua infinita filosofia dottrinale? Visto il periodo storico molto duro e pericoloso che stiamo vivendo, servono poche chiacchiere ma più fatti (esempio una bella donazione al Canale, oppure qualche proposta politica, oppure qualche presenza in Piazza, ecc)? No? Senza offesa… Grazie!

Share via