SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

LOCKDOWN USATI A SCOPO POLITICO: LA RIVELAZIONE DEI DOCUMENTI DEL GOVERNO TEDESCO

Provate a immaginare per un attimo quanto siano cambiate le vostre abitudini a causa delle chiusure forzate in questi dodici mesi. La vita sociale, il lavoro, la scuola e il tempo libero. Tutto ridotto se non eliminato in nome dell’emergenza sanitaria.

Bene, ora provate per un attimo a immaginare che queste chiusure siano state disposte per mere ragioni politiche senza avere una vera base scientifica.

La rivelazione del Die Welt

In realtà non si tratta di un esercizio di immaginazione, ma è quanto emerge da una documentazione pubblicata sul Die Welt, uno dei più importanti quotidiani tedeschi. Si tratta nello specifico di una corrispondenza di più di 200 pagine tra la dirigenza del Ministero dell’Interno tedesco e i ricercatori dell’Istituto Robert Koch.

Quest’ampia corrispondenza mostrerebbe che, tra febbraio e marzo, il Ministero degli Interni con a capo Horst Seehofer avrebbe influenzato i ricercatori affinché fornissero dati allarmanti sulla pericolosità del virus. L’obiettivo? Secondo il Die Welt i ricercatori avrebbero dovuto elaborare modelli di calcolo statistici, senza basi reali, che potessero giustificare l’introduzione di pesanti misure restrittive da parte delle autorità tedesche.

E i ricercatori dell’Istituto Koch, l’equivalente del Comitato Tecnico Scientifico in Italia, si sarebbero affrettati ad eseguire gli ordini del Governo. È stato così calcolato un “worst-case-scenario”, secondo il quale più di un milione di persone in Germania sarebbero potute morire a causa del coronavirus se la vita sociale fosse continuata.

La cosa sorprendente è la certezza con cui un giornale autorevole come Die Welt riporta la notizia come dichiarato anche direttamente da una giornalista del quotidiano tedesco.

Le denunce di Fuellmich e Lukashenko

Si tratta di una rivelazione che tuttavia si colloca in perfetta linea con quanto denunciato qualche mese fa dall’avvocato tedesco Reiner Fuellmich e riportato anche su Byoblu. In quel video denuncia Fuellmich annunciava l’avvio di una class action mondiale contro i Governi che hanno applicato lockdown duri, anticipando proprio quanto riportato ora dal Die Welt: i lockdown sono uno strumento politico senza giustificazione sanitaria.

Il puzzle che lega Fuellmich alle rivelazioni del giornale tedesco dovrebbe essere composto poi da un altro tassello che arriva dalla Bielorussia. Era il giugno 2020 quando il Presidente bielorusso Lukashenko rivelava l’esistenza di pressioni internazionali affinché il Paese adottasse un lockdown all’italiana. Nello specifico Lukashenko avrebbe ricevuto in offerta dal Fondo Monetario Internazionale 940 milioni di dollari per introdurre rigide restrizioni. Offerta rispedita al mittente dal Presidente bielorusso.

A che scopo i lockdown?

Come in un normale processo oltre agli indizi serve un movente. Perché applicare lockdown senza una ragione sanitaria? La risposta potrebbe essere semplicemente già intorno a noi. Dodici mesi di chiusure hanno infatti cambiato in via definitiva le abitudini quotidiane, spostando la ricchezza verso pochi soggetti economici.

I lockdown hanno fatto la fortuna delle multinazionali del digitale e sono lo strumento ideale per attuare quel Grande Reset sponsorizzato al World Economic Forum. Ci sono gli indizi e c’è il movente: siamo stati vittime di un’emergenza utilizzata per favorire gli interessi economici di pochi?

AIUTACI A COMPENSARE GLI ABBONAMENTI RUBATI DA YOUTUBE

€15.335 of €100.000 raised

Youtube ha rubato alla TV dei cittadini migliaia di abbonamenti e ci ha tolto la possibilità di fare pubblicità. Vogliono soffocarci perché siamo “dannosi”. Omettono di dire che in realtà siamo “dannosi” solo per loro e per la loro brutale bramosia di controllo. Siamo invece aria fresca e pura per i cittadini.

Stiamo lavorando da mesi alla conversione delle entrate di Byoblu e di DavveroTV a formule che il potere non può controllare, ma abbiamo bisogno di comprare ancora un po’ di tempo. Siamo sul ring e non abbiamo finito di combattere.

Solo tu puoi suonare quel gong e permetterci di fare un altro round, perché il potere, che nulla ammette se non se stesso, non deve averla vinta: la tv dei cittadini deve continuare ad esistere. Devono capire che tutti i loro soldi non sono niente di fronte alla determinazione dei cittadini che si organizzano per fare da soli.

Siamo centinaia di migliaia. Forse milioni… Diamo una risposta secca. In cambio avrete qualcosa che neanche loro possono comprare: la libertà! Vi daremo programmi ancora migliori e ancora più coraggiosi. Noi non abbiamo paura di essere “controversi”.

Comprateci solo un altro po’ di tempo!
Claudio Messora

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

FC

Fabio Curetti

€25,00 26 Febbraio 2021

Coraggio e Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
rc

riccardo cecchele

€50,00 26 Febbraio 2021

grazie per tutto quello che fate, avanti tutta!

GM

Giorgia Matteucci

€10,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 26 Febbraio 2021
SB

STEFANO BALLO

€25,00 26 Febbraio 2021

Pro democrazia.
Grazie

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 26 Febbraio 2021
PF

Paolo Ferrante

€25,00 26 Febbraio 2021

Tenete duro.

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 26 Febbraio 2021
AT

Alessandro Talamonti

€35,00 26 Febbraio 2021
GP

Giuseppe Palomba

€10,00 26 Febbraio 2021
FF

Famiglia Franchini

€20,00 26 Febbraio 2021

Un piccolo dono in questo grande momento.
Grazie di cuore, uniti ce la faremo

RS

Raffaele Strazzera

€10,00 26 Febbraio 2021

Memento audere semper

L

Lucio

€5,00 26 Febbraio 2021

Condivido il pensiero....

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 26 Febbraio 2021
MT

Mirco Tolentino

€25,00 26 Febbraio 2021

Continuate cosi! Bravi!

MG

Marco Gueli

€5,00 26 Febbraio 2021
Utente anonimo

Anonimo

€200,00 26 Febbraio 2021

5 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcia Della Liberazione

UNISCITI AI 10.600 SOSTENITORI

Sostieni l’Informazione Libera

Share via