SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

IMMIGRAZIONE: QUALE DIREZIONE? webinar #Byoblu24

Il fenomeno migratorio è un dato di fatto. Si è provato a descriverne gli aspetti antropologici, a riconoscerne i connotati etici e morali, a comprenderne le cause geopolitiche, economiche e sociali.
Al momento, però, la Giurisprudenza rimane il sistema principe per gestire questi enormi spostamenti di masse umane e le problematiche derivanti, come l’integrazione, la cittadinanza, i diritti e i doveri di chi arriva, le competenze e le condizioni di chi accoglie.

Parlando di diritto internazionale, europeo e italiano, la dimensione poliedrica del fenomeno “immigrazione/emigrazione” richiede una disamina giuridica che parta da una visione globale, concreta, puntuale e arrivi a delle conclusioni quanto più condivisibili e attuabili.

Questo è il cardine del webinar organizzato dall’Università Unidolomiti, fra cui intervengono anche il prof. Augusto Sinagra, Ordinario di Diritto dell’Unione Europea presso l’Universitá “La Sapienza” di Roma e il prof. Daniele Trabucco, esperto in Diritto Costituzionale ed Europeo, organizzato dall’Università Unidolomiti col patrocinio dell’Università Milano Bicocca e il Centro di Documentazione Europea dell’Università Unikore di Enna, lo scorso 10 febbraio.
Su Byoblu e Davvero Tv, un dibattito giuridico focalizzato su un tema forte, significativo, complesso e quanto mai attuale.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€301.366 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 11 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€50,00 11 Aprile 2021
LF

Laura Fortuna

€10,00 11 Aprile 2021

Bravi! Andate avanti così! Siete la nostra speranza!

AP

Antonella Petrelli

€10,00 11 Aprile 2021

Perché la libera informazione è un diritto di tutti.. grazie per il grande lavoro che fate per tutti noi...

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 11 Aprile 2021
GM

Gabriele Mazzi

€100,00 11 Aprile 2021

Così anche mio nonno potrà godere delle interviste di persone come Mauro Scardovelli, Massimo Citro ecc. ecc.

Utente anonimo

Anonimo

€20,00 11 Aprile 2021
PP

Patrizia Pisu

€10,00 11 Aprile 2021

Resistiamo! 💪🏼

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Aprile 2021
EG

Enrico Galiazzo

€5,00 11 Aprile 2021
RD

Rinaldo Destro

€25,00 11 Aprile 2021

Dal momento che avete fatto in ottimo lavoro non vedo perché non si tenti di continuare.
Spero risolviate in fretta il vostro problema.

GF

Giancarlo Frigeni

€50,00 11 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 11 Aprile 2021
RL

Rito Luzi

€10,00 11 Aprile 2021

Speriamo di rivedervi presto online
L’informazione deve essere libera e voi contribuite a questo,grazie di esistere e di resistere

GD

Giovanni Di Ruggieri

€10,00 11 Aprile 2021

Bravi, continuate cosi

Utente anonimo

Anonimo

€100,00 11 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 11 Aprile 2021
EM

Elisabetta Marrani

€10,00 11 Aprile 2021

Grazie per tutto.
Anche io con la mia famiglia, nel nostro piccolo, facciamo da cassa di risonanza alle Vostre notizie e le usiamo per una vita più consapevole.
Avanti, uniti, per la crescita spirituale e umana.
Come Dante fece dire a Ulisse… Leggi tutto

Grazie per tutto.
Anche io con la mia famiglia, nel nostro piccolo, facciamo da cassa di risonanza alle Vostre notizie e le usiamo per una vita più consapevole.
Avanti, uniti, per la crescita spirituale e umana.
Come Dante fece dire a Ulisse nell'"Inferno":
"Fatti non foste a viver come bruti ma per servir virtude e canoscenza"

BI

Barbara Indino

€10,00 11 Aprile 2021

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ma i migranti non scappano solo da guerre ma anche da fame e sottrazione di territorio. Non ci dimentichiamo poi il problema dello sfruttamento delle risorse da parte dei Paesi europei, i trattati intenazionali sul commercio che peggiorano le condizioni di vita delle popolazioni più povere. Non possiamo discutere solo di problemi giuridici ci sono i problemi politici, economici, sociali, causati dal mantenimento del nostro tenore di vita dei paesi ricchi.

  • I migranti, non sono solo clandestini, prima di tutto sono persone e non puri e semplici soggetti giuridici. Il problema della migrazione non può essere ridotta a un problema giuridico. Le persone non scappano solo da guerre, ma anche da fame, sottrazione di territorio, sfruttamento delle risorse da parte dei paesi ricchi, tra cui anche l’Italia. Le responsabilità di tutto questo sono anche nostre, non sarebbe opportuno assumerci queste responsabilità? Perché non prendete in esame i contratti internazionali capestro sui prodotti agoralimentari firmati tra paesi ricchi e paesi poveri?

  • Un interessante panoramica sul fenomeno migrazione e relative regole. Mi rendo sempre più conto che, a parte il mio scetticismo sull’Europa unita mai esistita, da anni, una prova lampante c’è stata data dai trattati volutamente disattesi e mai aggiornati sull’imigrazione. I miei complimenti a quanti hanno partecipato x darci queste informazioni in modo così dettagliato.

  • I migranti non arrivano in Italia con Rolex e iPhone….non arrivano armati con l’intenzione di aggredire, ma arrivano perché costretti a lasciare la propria terra, beni e affetti ad “altri” e se indaghiamo veniamo a sapere chi c’è dietro questa tragedia
    Detto questo, il cittadino Italiano o europeo ha il diritto di dire non voglio gente a casa mia, senza tirare in ballo Rolex, iPhone, 35 € al giorno,…..le prove??.
    Basta chiedere al proprio governo di annullare tutti gli accordi e i previleggi che ne derivano con i paesi da cui scappano le persone.
    Annullati gli accordi, il migrante rispetta la volontà del cittadino Italiano e cammina fino ad arrivare a un territorio il cui cittadino accetta di accoglierlo per uno scambio di beni es mano d’opera, forza lavoro in cambio di dignità al limite della sopravvivenza.
    Il cittadino Italiano fa prima chiedere al suo governo d noni inondare il territorio di immigrati con risultato l’abbassamento del prezzo della mano d’opera e il conseguente sfruttamento dello straniero, e chiedere che ogniuno rimanga a casa sua, e paradossale e contro senso ma e una equazione in cui e previleggiato lo straniero….
    Altrimenti il cittadino Italiano o europeo deve aprire gli occhi invece di girarsi dall’altra parte, per vedere e ricordarsi che Gesù e tutti i profeti hanno invitato gli uomini a volere bene al prossimo, e tutti gli altri problemi si risolvono da se, la conoscenza , la mera conoscenza tra popoli, all’infuori dei vari interessi di alcuni, e proficua e positiva per tutti, lo scambio di beni e conoscenze e informazioni e ricchezza.
    Inutile dire : ma gli immigrati vengono e vogliono comandare, ogni uno ha il diritto e il dovere di comandare la propria vita personale ovunque si trovi, vale per tutti, anche per gli Italiani nei paesi degli immigrati(e bisogna visitare i paesi toccare con mano il positivo risultato della convivenza pacifica e testimoniare il vero, anziché credere al per sentito dire)
    Bisogna anche accettare di buon grado che l’immigrato e in alcuni aspetti della vita più evoluto del cittadino europeo, , e avere l’umiltà per imparare e migliorare, come l’immigrato che con umiltà impara dal cittadino europeo gli aspetti della vita in cui e più avanti e più evoluto…per andare avanti, bene tutti.
    Strumentalizzare questo evento umano ha una resa miserabile a fronte della possibile ricchezza che ne potrebbe scaturire per i singoli e per le comunità.
    Infine tutti siamo di passaggio, beato colui, colei che supera la prova

Share via