SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

STORIE DI PAZIENTI GUARITI – IppocrateOrg

24-02-2021 – Il Covid-19 si può e si deve curare a casa con terapie domiciliari tempestive, che eviterebbero il sovraffollamento degli ospedali e, di conseguenza, anche i lockdown e le chiusure generalizzate delle attività commerciali e imprenditoriali.

Su #Byoblu24 abbiamo ospitato professori universitari e medici che hanno applicato con successo protocolli di cura: il professor Luigi Cavanna, oncoematologo dell’ospedale di Piacenza, il professor Pietro Luigi Garavelli, infettivologo dell’ospedale di Novara, il professor Alessandro Capucci, il dottor Andrea Mangialli, per citarne alcuni.

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di persone che sono guarite dal Covid-19. Come hanno fatto? Cosa può fare una persona nel caso in cui contragga questo virus influenzale? Ne parliamo con la dottoressa Vanessa Solfanelli e con il dottor Antonio Palma. Entrambi sono medici che hanno aderito al movimento IppocrateOrg, una rete internazionale di medici, operatori sanitari e sociali che offre assistenza gratuita ai pazienti Covid e che si sta battendo affinché i protocolli di cura vengano ufficialmente adottati dal governo italiano e dai governi di tutti i Paesi in cui IppocrateOrg è presente

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.819 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

LB

Luciana Braga

€25,00 14 Aprile 2021

Lascio la mia offerta a chi ancora si può ascoltare

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
GC

Giuseppe Calabria

€25,00 14 Aprile 2021

No alla censura. Viva la LIBERTÀ

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
GC

Giorgiana Costantini

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
FM

Fabrizio Muccio

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Vorrei comunque sottolineare la PREVENZIONE, semplice e alla portata di tutti.
    Come lo stesso Pasteur riconobbe in punto di morte (“ha ragione Claude-Bernard, il germe è nulla, il terreno è tutto”) è dall’interazione virus/ospite/ambiente che si ha la malattia. L’elemento fondamentale dell’ospite (il “terreno”) che ne fa una malattia grave nel Covid19 è la presenza di una iperattivazione infiammatoria ed i soggetti che vanno incontro all’esito fatale hanno tutti delle patologie pregresse caratterizzate da un processo infiammatorio cronico. Come fare prevenzione?
    Nel breve tenendo sotto controllo la situazione di rischio riconosciuta , se presente (es: diabete, ipertensione, obesità) e nel medio-lungo termine evitare di sviluppare tale stato infiammatorio cronico. Normalmente la risposta infiammatoria è modulata da “acceleratori” e “freni” che mantengono il processo nei limiti utili alla protezione da un’infezione o riparazione da una lesione. Un importante freno della reazione infiammatoria è il cosiddetto “riflesso vago-vagale antinfiammatorio” (via colinergica antinfiammatoria). In pratica l’attività del nervo vago (branca parasimpatica del sistema nervoso autonomo) ha il compito di limitare i processi infiammatori. Ebbene l’ESERCIZIO FISICO è il principale “sostenitore” del tono vagale e quindi ha una importante effetto antinfiammatorio. Cosa fare?
    Si spinge la gente a chiudersi in casa ? Si rincorrono con i droni i runners ? Si chiudono palestre e piscine ? Si blocca totalmente l’attività ludico-motoria ? Si chiudono le piste da sci? NO! A lungo andare sarebbe veramente stupido, si otterrebbe il risultato contrario, portando molte persone in più ad essere maggiormente suscettibili a forme gravi di Covid19, oltre che a qualsiasi altra forma di infiammazione cronica.
    Si pratica attività sportiva regolarmente (non necessariamente agonistica, anzi, se non si è proprio ardenti giovincelli, meglio evitarla), magari individualizzata, prescritta, proprio come una terapia, da un professionista serio (no perditempo e improvvisati). Anche una DIETA particolare può avere un effetto simile. Completamente opposte, invece, le conseguenze di ansia e stress.
    Si può stimare il proprio tono vagale ?
    Si, è possibile con la valutazione dell’attività del Sistema Nervoso Autonomo attraverso il test di “variabilità della frequenza cardiaca” (HRV) ottenuta da un tracciato elettrocardiografico, ma ci sono anche markers sierologici, correlati allo stato infiammatorio dell’organismo.
    Togliamo il “terreno” al virus e sarà molto meno temibile.
    Per un eventuale approfondimento:
    “Physical activity, by enhancing parasympathetic tone and activating the cholinergic anti-inflammatory pathway, is a therapeutic strategy to restrain chronic inflammation and prevent many chronic diseases”; https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23395411/
    “Heart Rate Variability as a Possible Predictive Marker for Acute Inflammatory Response in COVID-19 Patients” . https://academic.oup.com/milmed/article/186/1-2/e34/5989059

  • Buon giorno, devo dire ciò che sento nel cuore, siete eccezionali unici in questo mondo avviato alla corruzione da ogni punto di vista. Tutto ciò fa bene è rassicurante forse più delle medicine. Siamo anche psiche e voi ci rassicurante,
    Essenziale per l’umano. Vi ringrazio per quanto fate e per la vostra dedizione. GRAZIE BUON LAVORO. INFORMAZIONE ECCELLENTE.

  • Grazie di questo servizio. Ho tentato la condivisione del video su FB, ma è stato bloccato, per di più mi hanno avvisata che al prossimo tentativo bloccheranno il mio profilo. Questo metodo coercitivo mi spaventa, anche perché il vostro video non mi sembra affatto scorretto, anzi!

Share via