SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

AMBASCIATORE UCCISO IN CONGO: UN PAESE DEVASTATO DA MULTINAZIONALI E POTENZE STRANIERE

AMBASCIATORE UCCISO IN CONGO: UN PAESE DEVASTATO DALLE MULTINAZIONALI E DALLE POTENZE STRANIERE

Si sono svolti oggi i funerali di Stato dell’Ambasciatore italiano Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, rimasti uccisi in un agguato lo scorso 22 febbraio nei pressi della città congolese di Goma.

Le dinamiche ancora non chiarite

Restano ancora poco chiare le dinamiche che hanno portato a quest’omicidio. L’Ambasciatore si trovava infatti all’interno di un convoglio del World Food Programme, agenzia delle Nazioni Unite, per recarsi nella località di Rushturu dove avrebbe dovuto effettuare una visita di monitoraggio ad uno dei tanti progetti finanziati dalle Nazioni Unite e dalla Cooperazione italiana per le scuole congolesi.

Il gruppo di macchine è stato però fermato da un gruppo non identificato e a seguito di un conflitto a fuoco ancora non chiaro l’Ambasciatore è rimasto ucciso insieme al carabiniere e all’autista. Il Governo congolese ha dichiarato di non essere stato informato sul viaggio dell’Ambasciatore e per questo non ha fornito la dovuta scorta armata per il viaggio.

Sembrerebbe il classico scarico di responsabilità, ma l’assenza di scorta è stata confermata dalla stessa agenzia ONU. Inoltre, dalle foto del convoglio, si evincerebbe come la macchina utilizzata dall’Ambasciatore non fosse blindata.

Chi sono gli assalitori?

Oltre a queste presunte carenze dal punto di vista della sicurezza, ci sono ancora diverse zone d’ombra sull’identità degli assalitori. Il Governo di Kinshasa si è infatti subito affrettato ad accusare la formazione armata FDLR, un gruppo ribelle hutu ruandese che opera da anni in Congo. Lo stesso gruppo ha però smentito subito con un comunicato stampa qualsiasi coinvolgimento. E su questo punto abbiamo raccolto la testimonianza del ricercatore e giornalista congolese Boniface Musavuli:

L’accusa contro i gruppi ribelli hutu ruandesi è un’accusa che non ha fondamento per diverse ragioni. La prima è che la zona dove l’attacco è stato realizzato è una zona controllata dall’esercito del Governo (congolese). È una zona dove gli ispettori dell’ONU hanno anche identificato la presenza dell’esercito del Governo ruandese.

Quindi si tratta di una zona sotto il controllo di due eserciti, l’esercito del governo congolese e l’esercito del governo ruandese. È quindi una zona dove l’FDLR non può assolutamente entrare o rischiare di operare. L’FDLR è una ribellione hutu che sta in Congo e opera in zone molto lontane dalla città di Goma e non operano in questa zona.

Il Kivu: la zona dove confluiscono gli interessi economici di molti

Se è quindi da escludere la pista che porta a gruppi ribelli organizzati, le indagini dovrebbero invece rivolgersi verso piccole bande in cerca di soldi facili. L’assalto al convoglio delle Nazioni Unite potrebbe quindi essere il risultato di un fallito tentativo di rapimento.

Quello che emerge in maniera chiara ed evidente dalla vicenda è la pericolosità della regione del Kivu, dove è avvenuta l’imboscata. Una zona dove si trovano giacimenti minerari di oro, diamanti, cobalto, avorio, ma soprattutto coltan.

Il minerale necessario per la fabbricazione di smartphone e computer. La regione del Kivu è stata quindi al centro delle mire tentacolari di multinazionali senza scrupoli che da tempo contribuiscono alla creazione di disordini e violenze.

Foraggiando bande armate, sfruttando il lavoro minorile con l’obiettivo di rendere quella zona un porto franco dove non convenga a nessuno avvicinarsi.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€306.704 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
AD

Antonio Doretto

€10,00 14 Aprile 2021

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Utente anonimo

Anonimo

€5,00 14 Aprile 2021
FI

Felice Isoldi

€25,00 14 Aprile 2021

Complimenti per quello che fate, é fondamentale. Sono con voi.

MG

Maurizio Girardi

€10,00 14 Aprile 2021

Sostengo Byoblu perché credo in una comunità informata, consapevole e liberale.

mm

massimiliano moretti

€5,00 14 Aprile 2021

Avanti cosi!

gg

giulia gualandri

€11,11 14 Aprile 2021

nonostante non abbia la tv voglio sostenere questa iniziativa ammirevole e coraggiosa

SB

Simone Bacciocchi

€25,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 14 Aprile 2021
G

Giovanni

€5,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 14 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€5,00 13 Aprile 2021
FL

Fausto Lazzari

€15,00 13 Aprile 2021

Grazie per il vostro lavoro, dedizione ed obbiettivi.
Bravi. Continuate così!
Con stima,
Fausto Lazzari

BN

Bruno Negra

€50,00 13 Aprile 2021

Sostengo Byoblu e auguro al lavoro di tutti lunga vita, affinché si possa continuare ad alimentare una comunità informata liberamente. Usiamo il nostro cervello!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
AP

Alessandro Paglia

€5,00 13 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 13 Aprile 2021
MM

Manuel Meo

€25,00 13 Aprile 2021

Sostengo ByoBlu perché è l’unica TV che prova a dire delle verità scomode e non dovrebbe essere possibile censurare così una libera informazione
Bravi continuate cosi

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 13 Aprile 2021

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via