SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

LE OMBRE SULLA CONSULENZA DELLA MCKINSEY AL GOVERNO DRAGHI

La società americana McKinsey ha sottoscritto un contratto con il Governo italiano per un servizio di consulenza nella stesura del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, quello che dovrebbe aprire ai famosi fondi del Recovery Fund.

Il comunicato del MEF che conferma i sospetti

L’esecutivo italiano dovrebbe infatti presentare entro il prossimo 30 aprile questo Piano Nazionale alla Commissione europea che, a quel punto, dopo una valutazione, dovrebbe procedere all’autorizzazione o meno dell’erogazione di una prima parte di fondi previsti nel pacchetto. E per poter presentare in tempo il documento il Governo italiano ha così deciso di affidarsi ad una squadra esterna di consulenti.

In realtà questa consulenza non è stata resa nota direttamente dall’esecutivo, come ci si sarebbe dovuti aspettare in una procedura trasparente, ma è stato rivelato da alcuni giornali.

Il Ministero dell’Economia, per sedare le polemiche, ha poi pubblicato un comunicato stampa in cui non smentisce la notizia, ma cerca di minimizzare il ruolo della McKinsey.

L’attività di supporto richiesta a McKinsey riguarda l’elaborazione di uno studio sui piani nazionali “Next Generation” […] e un supporto tecnico-operativo di project-management per il monitoraggio dei diversi filoni di lavoro per la finalizzazione del Piano. Gli aspetti decisionali, di valutazione e definizione dei diversi progetti di investimento e di riforma inseriti nel Recovery Plan italiano restano unicamente in mano alle pubbliche amministrazioni coinvolte.

Ha così tentato di chiarire il MEF.

Perché non affidarsi ad una risorsa interna?

Insomma il Governo ci tiene a tranquillizzare tutti: i consulenti americani si limiteranno ad un supporto tecnico, mentre gli aspetti programmatici resteranno in mano pubblica. Una tesi sposata anche da diversi quotidiani che hanno così contribuito a far rientra la polemica. Tutto risolto quindi?

In realtà ci sono alcuni aspetti che non tornano in questa vicenda. Innanzitutto, a prescindere dall’effettivo peso che avrà la McKinsey in questa consulenza, era davvero necessario affidarsi ad una società estera dal curriculum così controverso?

Se, come dice il Ministero, la consulenza riguarderà solo semplici aspetti tecnici, non sarebbe stato meglio fare affidamento sulle risorse interne della pubblica amministrazione, oppure, più banalmente, ad una società di consulenza perlomeno italiana?

McKinsey: una società dedita ai tagli dei servizi pubblici?

Perché la scelta della McKinsey non sembra essere neutrale, soprattutto alla luce della sua storia recente. Questa società di consulenza sembra infatti aver sempre operato in un solo senso e cioè il taglio dei servizi pubblici nell’ottica della massimizzazione del profitto per le grandi corporations e, ovviamente, per il suo stesso fatturato.

Il tutto condito da uno smaccato menefreghismo nei confronti dei diritti umani. Come quando, da consulente del Governo saudita, riportò i messaggi pubblicati su Twitter contro la monarchia scritti da tre dissidenti.

E dopo questa soffiata tutte e tre le persone furono prese dalle autorità saudite e messe in prigione. Oppure il recente patteggiamento al pagamento di 573 milioni di dollari di risarcimento danni a ben 47 Stati americani per aver contribuito alla distribuzione dell’antidolorifico Oxycontin, rivelatosi invece una sostanza oppioide.

È proprio alla luce di questo passato da brividi che diventa davvero difficile credere che il ruolo della McKinsey potrà essere marginale e neutrale.

La consulenza per la stesura del Piano Nazionale per il Recovery permetterà quindi alla società americana di entrare a contatto con documenti nazionali riservati e anche di mettere direttamente mano ad aspetti tecnici tutt’altro che irrilevanti come hanno cercato un po’ goffamente di sminuire Ministero e giornali.

E poi chi l’ha detto che la consulenza della McKinsey terminerà il 30 aprile?

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€309.382 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

CP

Carmelo Patanè

€25,00 18 Aprile 2021

Sono solidale.

EC

Eraldo Conte

€25,00 17 Aprile 2021

Molto Bravi

Dite Le Cose Come Dovrebbero Essere

sa

silvana addis

€10,00 17 Aprile 2021

Sono ferma da oltre un anno e non posso di più ma ... grazie

GM

Giuseppe Mongiello

€10,00 17 Aprile 2021
RC

Riccardo Confortini

€25,00 17 Aprile 2021

Che questo progetto non si fermi mai!

FB

Fabio Borrelli

€15,00 17 Aprile 2021

Cla dopo la tv con la stessa modalità delle donazioni ci toccherà costruire un intero ospedale, con un nuovo modo di pensare e curare, ci coordinerai tu? Con la tua TV è le donazioni si potrebbe riuscire

LR

Lara Regazzi

€25,00 17 Aprile 2021

Chiedo scusa per l importo basso... Appena possibile Vi sosterrò maggiormente... Siete la luce in questo mondo che proiettq un ologramma oscuro... Grazie di cuore per il Vostro prezioso lavoro

D

Daniel

€25,00 17 Aprile 2021

Buon lavoro!

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 17 Aprile 2021
GB

GIOVANNI BELLERINO

€20,00 17 Aprile 2021

Congratulazioni e avanti tutta contro l'informazione pilotata del Main Stream costruita per provare a trasformarci in polli di allevamento .

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 17 Aprile 2021
ad

anna darduin

€5,00 17 Aprile 2021
M

Michele

€10,00 17 Aprile 2021

Col cuore

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 17 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 17 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 17 Aprile 2021
EQ

Emilio Quartiroli

€20,00 17 Aprile 2021

Grazie per tutto il Vs lavoro
E una battaglia difficile
Ma la "LIBERTÀ" deve VIVERE

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 17 Aprile 2021
AD

Anna Dagnino

€25,00 17 Aprile 2021

Siete grandi, grazie!

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 17 Aprile 2021

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via