SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

UNA VIGNA A MONTMARTRE E LA DISPERATA DIFESA DELLA PUREZZA DI PASOLINI – “Corrispondenze”

Montmartre era il centro della vita dei bohémien durante la Belle Époque, quel periodo storico, socio-culturale e artistico, ricco di scoperte scientifiche e fermento culturale, che ebbe inizio a Parigi nell’ultimo ventennio dell’Ottocento e terminò con lo scoppio della prima guerra mondiale. In quel periodo fu luogo di ritrovo di artisti come Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, Henri Toulouse-Lautrec, Maurice Utrillo e molti altri.

Con la Basilica del Sacro Cuore, la place du Tertre, il cimitero in cui riposano Stendhal, Dalida, Truffaut, Dégas, il muro dei “ti amo” scritti in 250 lingue diverse, il Moulin Rouge, la celebre Rue Lepic con il Moulin de la Galette, Montmartre è sicuramente una tappa obbligata in una visita a Parigi.
Nonostante resti uno dei quartieri più suggestivi della ville lumière, nel corso dei secoli, è cambiata, perdendo molto del suo fascino originario. La causa, molto probabilmente, va trovata nel turismo di massa e nella necessità di fare business a ogni costo.

Una vigna nel bel mezzo di una metropoli

Nel tempo in cui la frequentavano Picasso e Modigliani dovete immaginarla completamente diversa: come una periferia lontana dal centro della città, posta su una collina molto di più immersa nel verde rispetto ad oggi.
C’è però un luogo dove ancora adesso è possibile ritrovare un po’ dell’aspetto e dell’anima originaria di Montmartre. Si tratta di un pittoresco appezzamento di terreno all’angolo tra rue des Saules e rue Saint Vincent, dove c’è una vigna, l’unica dell’area urbana di Parigi, che produce ancora oggi un buon beaujolais.

vigna di montmartre
Il vigneto in rue Saint Vincent

Per chi volesse vivere l’esperienza e la sorpresa di ritrovarsi di fronte ad un vigneto nel bel mezzo di una città, conviene scendere alla fermata metro Lamarck-Caulaincourt e percorrere rue Caulaincourt, per poi inerpicarsi per le stradine meno battute dai percorsi turistici tradizionali del quartiere. In questo tragitto, poco prima della vigna, troverete anche lo storico cabaret “Au lapin agile”, dove chissà quante ballerine e dolci accompagnatrici della notte avrà immortalato nelle sue opere d’arte Henri Toulouse Lautrec.

Perché ho voluto parlarvi oggi di questo pezzetto di terra in cui è stata preservata un’originaria purezza di un tempo perduto?
Ce lo spiega con i suoi toni ancor più netti e radicali Pier Paolo Pasolini.

La forma della città

In una puntata della trasmissione della Rai “La forma della città”, andata in onda nel 1974, Pasolini è a Orte, un grazioso borgo del viterbese le cui origini sono da ritrovare nel periodo preromano.
Riflette sulla forma della città, cioè sul profilo esterno del borgo antico. Da lontano, con la sua cinepresa, filma la forma stilisticamente perfetta della città originaria di Orte. Allargando l’inquadratura osserva che questa forma armoniosa è deturpata dalle nuove costruzioni: un palazzo alto, case popolari necessarie, ma dall’aspetto architettonico mediocre, che interrompono la bellezza e la purezza del paesaggio, che potevano essere preservati edificandole altrove.

L’amore per la purezza e la bellezza di Pasolini

Pasolini cercava disperatamente la purezza e soffriva nel non trovarla più nel mondo consumistico moderno.
In quella trasmissione esprimeva la necessità di salvaguardare anche la più umile stradina antica di un borgo con la stessa forza con cui si difende la più grande opera d’arte. “Perché questa semplice stradina è opera del popolo, di un’infinità di uomini senza nome, che però hanno lavorato in un’epoca che poi ha prodotto i suoi frutti con opere d’arte d’autore”.
Questo passato anonimo, senza nome, questo passato popolare va assolutamente difeso” e noi tutti, in questo difficile momento storico, dovremmo fare nostro il monito di Pasolini di preservare la purezza originaria dei luoghi, delle persone e delle relazioni.

Per salvare le nostre origini e la nostra umanità.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€310.522 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 19 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 19 Aprile 2021
AG

Alessandro Gatto

€10,00 19 Aprile 2021

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è… Leggi tutto

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è drammatica. Vi ho anche segnalato un guasto che è iniziato oggi pomeriggio, domenica 18 aprile (Roma). Spero sia solo temporaneo.

MM

Mauro Maschio

€10,00 18 Aprile 2021

Forza ragazzi

NI

Nicola Incerti

€100,00 18 Aprile 2021

Siete una nuova speranza, grazie di cuore di esistere.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
as

antonello sterlicco

€50,00 18 Aprile 2021

Non siete soli.

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
RB

Roberto Bruschi

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
MT

Monica Tinghino

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie del vostro prezioso contributo all'informazione!!!

MM

Marzio Morandi

€25,00 18 Aprile 2021

Cerchiamo di arginare il pensiero unico

AP

Alberto Poli

€10,00 18 Aprile 2021

Voglio essere libero di farmi la mia opinione!

LC

Leonello Coni

€10,00 18 Aprile 2021

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri… Leggi tutto

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri figli segui Claudio da quando ha fatto le prime trasmissioni e incredibile quello che fatto posso solo ringraziarlo Grazie non molliamo .P.S Grandi tutti i giornalisti di Byoblu .

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
GL

Gabriele Laurenti

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie per tutto quello che fate !!!!!!! Non mollate mai !!!!!!

GG

Giuseppe Giuliani

€10,00 18 Aprile 2021

Sono disoccupato e posso donarvi solo questa piccola somma, pero' lo faccio volentieri

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via