SOSTIENI DONA SOTTOSCRIVI UN PIANO

160 ANNI DALL’UNITÀ D’ITALIA, IL RISORGIMENTO DI UNA NAZIONE IN CERCA DI IDENTITÀ

Sono passati 160 anni da quel 17 marzo 1861, la data di nascita della nostra nazione. Era un’unificazione ancora parziale, poiché mancavano il Lazio e il Triveneto, ma assumeva una portata simbolica destinata a cambiare la storia, per alcuni nel bene, per altri nel male.

Il Regno d’Italia fu proclamato a Torino con un atto normativo del Regno di Sardegna sabaudo attraverso cui Vittorio Emanuele II assunse il titolo di Re d’Italia per sé e per i suoi successori.

L’Unità d’Italia fu il risultato di un processo, noto come Risorgimento, caratterizzato da tante battaglie, che culminarono con la spedizione dei Mille ad opera di Giuseppe Garibaldi, in seguito alla Seconda guerra di indipendenza. Ma fu davvero Risorgimento per la giovane nazione?

Negli ultimi anni le granitiche certezze sull’Unità sono state messe più volte in discussione, tanto dalla politica che dalla storiografia. Nel primo caso le spinte autonomiste, tanto a Nord quanto a Sud, hanno messo in evidenza come l’Italia potrebbe essere un Paese meglio governato ed economicamente più prospero se fosse diviso, in forma federale o indipendente.

Nel secondo caso è emersa una letteratura storica che vuole raccontare altre verità sul Risorgimento, lontane da quelle propagandate nei libri scolastici. Tanti interrogativi, tra i quali…chi volle davvero l’Unità d’Italia e per quali ragioni? Come fu condotta militarmente l’unificazione da parte dell’esercito piemontese? Al Sud si viveva davvero così male come generalmente si racconta?

L’Unità d’Italia ha fatto emergere anche la questione meridionale, un tema che continua a dividere il Paese e a mettere in evidenza tutte le manchevolezze di classi dirigenti, nazionali e locali, che nel corso di 160 anni non sono state in grado di unire davvero l’Italia, assottigliando il divario economico e sociale tra Nord e Sud. Proprio su questo tema puntano l’attenzione i neoborbonici: “Fino a quando il divario tra Nord e Sud non sarà colmato – spiega Gennaro De Crescenzo del Movimento neoborbonico – non si può parlare di vera unità”.

Bisogna però chiedersi, che Paese sarebbe stato l’Italia se non ci fosse stata l’Unità?

Forse lo stivale sarebbe rimasto diviso in più Stati, oppure sarebbe finito sotto il dominio di potenze straniere più potenti militarmente, come la Francia o l’Austria. Secondo questa visione, al netto dei problemi che l’Italia si porta dietro dall’Unità, il destino del nostro paese è stato molto più positivo di quello che sarebbe potuto essere senza l’unificazione nazionale.

Comunque, l’Unità rimane una questione ancora aperta e probabilmente continuerà a far parlare di sé per almeno altri 160 anni.

UN CANALE TELEVISIVO UNICO NAZIONALE PER I CITTADINI. LA SFIDA, ENTRO IL 10 APRILE.

€310.512 of €150.000 raised

Youtube ha oscurato il canale di Byoblu. La giustificazione? Le riprese di una manifestazione di piazza di 7 mesi. Per i cittadini, niente diritto di cronaca! Oltre mezzo milione di iscritti costruiti in 14 anni di sacrifici andati in fumo. Duemila interviste a giudici della Corte Costituzionale, politici, economisti, magistrati, avvocati, giornalisti, intellettuali, duecento milioni di visualizzazioni video, tutti i vostri commenti, tutte le vostre condivisioni… tutto andato in fumo!
Abbiamo la possibilità di acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, in una buona numerazione, a un prezzo molto al di sotto del valore di mercato. Servono poco meno di 150 mila euro, e poi Byoblu e DavveroTV entreranno nelle case di tutti gli italiani, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta. Bisogna raggiungere questa cifra entro il 10 aprile. Se ci state, se accettate la sfida, fate la vostra donazione ed entriamo, tutti insieme, nella storia, dalla porta principale.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00 One Time

Utente anonimo

Anonimo

€25,00 19 Aprile 2021
AG

Alessandro Gatto

€10,00 19 Aprile 2021

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è… Leggi tutto

Non posso darvi che un piccolo aiuto, visto che io e mia moglie viviamo di un solo stipendio. La situazione della nostra democrazia è drammatica. Vi ho anche segnalato un guasto che è iniziato oggi pomeriggio, domenica 18 aprile (Roma). Spero sia solo temporaneo.

MM

Mauro Maschio

€10,00 18 Aprile 2021

Forza ragazzi

NI

Nicola Incerti

€100,00 18 Aprile 2021

Siete una nuova speranza, grazie di cuore di esistere.

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
as

antonello sterlicco

€50,00 18 Aprile 2021

Non siete soli.

Utente anonimo

Anonimo

€200,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
RB

Roberto Bruschi

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
MT

Monica Tinghino

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie del vostro prezioso contributo all'informazione!!!

MM

Marzio Morandi

€25,00 18 Aprile 2021

Cerchiamo di arginare il pensiero unico

AP

Alberto Poli

€10,00 18 Aprile 2021

Voglio essere libero di farmi la mia opinione!

LC

Leonello Coni

€10,00 18 Aprile 2021

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri… Leggi tutto

In questo momento posso donare solo questo ...questi governi ci hanno portato via il lavoro e la dignità la nostra vita e quella dei nostri figli segui Claudio da quando ha fatto le prime trasmissioni e incredibile quello che fatto posso solo ringraziarlo Grazie non molliamo .P.S Grandi tutti i giornalisti di Byoblu .

Utente anonimo

Anonimo

€10,00 18 Aprile 2021
Utente anonimo

Anonimo

€25,00 18 Aprile 2021
GL

Gabriele Laurenti

€10,00 18 Aprile 2021

Grazie per tutto quello che fate !!!!!!! Non mollate mai !!!!!!

GG

Giuseppe Giuliani

€10,00 18 Aprile 2021

Sono disoccupato e posso donarvi solo questa piccola somma, pero' lo faccio volentieri

GC

Giuseppe Campolo

€100,00 18 Aprile 2021

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ho fatto una ricerca per sapere in tempi regressi quanti morti in un anno c’erano in Italia nel 2015 dati ripresi dalla ricerca i morti sono stati 650mila in anno, i morti per
    influenza 30mila questi dati ripresi da computer penso siano realistici perché voi non li dati ne su davvero ne su BYOBLU .

Share via